lunedì 28 luglio 2014

Lei seca e ...addio serate in pizzeria

Oggi parliamo della famigerata "Lei seca|" semplicemente per aggiornare coloro che non lo sapessero sui nuovi limiti della Legge . In pratica con questi livelli è meglio non uscire più la sera perchè un bicchiere di birra con la pizza ( Io non ne bevo più di uno ) significa rischiare una multa di circa R$ 2000 . Ricordo che in Egitto era molto comune trovare nei locali birra senza alcool , potrebbe essere una idea proporla anche qui in pizzeria .



sabato 26 luglio 2014

La tassazione dei Fondi di Investimento



Ho deciso di pubblicare queste tabelle che mostrano le varie tassazioni cui è sottoposto un Fondo di investimento perchè nonostate l'argomento sia stato discusso in tanti commenti  ancora mi arrivano e-mail con richiesta di informazioni di questo tipo .  

Le tabelle si riferiscono alle due principali tassazioni : IOF ed IR . Ricordo che sui fondi incide anche la Tassa di gestione ed in qualche caso anche una Tassa di uscita . Normalmente le tabelle di "Rentabilità dei fondi " pubblicate dalle Banche tengono gia conto della Tassa di Gestione ma non dell'IR e pertanto sono al lordo della imposta sul reddito . Buona lettura . 

Tributação de Fundos de Investimento
Conheça as regras para tributação de fundos de investimento.
Recolhimento de Imposto de Renda Semestral (come cotas)

Os rendimentos obtidos nos fundos de investimento estão sujeitos à incidência de IR semestral nos meses de maio e novembro de cada ano (conhecido como "come cotas"), considerando as alíquotas abaixo.

 15% - Fundos classificados como Longo Prazo
 20% - Fundos classificados como Curto Prazo
Além do recolhimento semestral, os investimentos em Fundos estão sujeitos ao recolhimento de Imposto de Renda no momento do resgate, respeitando as alíquotas indicadas nas tabelas abaixo.

Fundos de Investimento Curto Prazo (prazo médio dos títulos que compõem a carteira dos fundos inferior a 365 dias):
Prazo da Aplicação*
(Dias)
Alíquota Recolhida
Semestralmente
("come cotas")
Alíquota
Complementar
Alíquota Total**
Até 18020%2,5%22,5%
Acima de 18020%0%20%

* Para os rendimentos auferidos a partir de 2005, os prazos de aplicação da tabela acima serão considerados a partir da data de aplicação. No caso de aplicações feitas até 30/12/2004, a data é 1º de julho de 2004.
** A alíquota total refere-se ao somatório da tributação semestral de 20% mais a alíquota complementar referida no quadro acima.

Fundos de Investimento Longo Prazo (prazo médio dos títulos que compõem a carteira superior a 365 dias):
Prazo da Aplicação*
(Dias)
Alíquota Recolhida
Semestralmente
("come cotas")
Alíquota
Complementar
Alíquota Total**
Até 18015%7,5%22,5%
De 181 a 36015%5%20%
De 361 a 72015%2,5%17,5%
Acima de 72015%0%15%

* Para os rendimentos auferidos a partir de 2005 (referentes a aplicações realizadas até 23/12/2004), os prazos da tabela acima serão considerados a partir da data da aplicação. No caso de aplicações feitas até 22/12/04, a data é 1º de julho de 2004.
** A alíquota total refere-se ao somatório da tributação semestral de 15%, mais a alíquota complementar referida no quadro acima.

IOF

Além do Imposto de Renda, para os resgates ocorridos nos primeiros 30 dias a contar da data da aplicação, há cobrança de IOF sobre o rendimento da aplicação de acordo com a tabela decrescente.
Importante: os fundos de ações não sofrem incidência do IOF.
DiasIOFDiasIOFDiasIOFDiasIOFDiasIOFDiasIOF
96%80%11º63%16º46%21º30%26º13%
93%76%12º60%17º43%22º26%27º10%
90%73%13º56%18º40%23º23%28º6%
86%70%14º53%19º36%24º20%29º3%
83%10º66%15º50%20º33%25º16%30º0%


FUNDOS DE AÇÕES

Imposto de Renda Fonte (IRF): Os rendimentos ou ganhos de capital distribuídos pelos Fundos de Ações aos cotistas serão tributados, quando do resgate das cotas, à alíquota de 15% (quinze por cento).

IOF: Os fundos de ações não sofrem incidência de IOF.


venerdì 25 luglio 2014

Il Santander informa i propri clienti che la rielezione di Dilma peggiorerà lo scenario economico !



Os clientes do Banco Santander receberam um informativo que sugere que a reeleição da presidente Dilma Rousseff (PT) vai piorar a economia do Brasil.

O informativo foi enviado junto com o extrato deste mês, segundo informação publicada no blog do jornalista Fernando Rodrigues, nesta sexta-feira. O Santander é um dos maiores bancos do país.

Segundo o jornalista, o Santander confirmou a autenticidade do documento e se justificou ao afirmar que adota critérios “exclusivamente técnicos” em suas análises econômicas, “sem qualquer viés político ou partidário”.

No texto impresso, clientes da categoria “Select”, que têm renda mensal superior a R$ 10 mil, são alertados pelo título “Você e o seu dinheiro”. O texto associa o crescimento de Dilma nas pesquisas de intenção de voto com a alta de juros e do dólar, e afirma que o índice Bovespa vai cair.

Após a divulgação do caso, o banco pediu desculpa aos clientes através de nota. Leia a resposta do Santander na íntegra, abaixo:
“O Santander esclarece que adota critérios exclusivamente técnicos em todas as análises econômicas, que ficam restritas à discussão de variáveis que possam afetar os investimentos dos correntistas, sem qualquer viés político ou partidário. O texto veiculado na coluna ‘Você e Seu Dinheiro’, no extrato mensal enviado aos clientes do segmento Select, pode permitir interpretações que não são aderentes a essa diretriz. A instituição pede desculpas aos seus clientes e acrescenta que estão sendo tomadas as providências para assegurar que nenhum comunicado dê margem a interpretações diversas dessa orientação.”

O Santander é o 5º maior banco em atuação no país, atrás de Banco do Brasil, Itaú, Caixa e Bradesco, e o 1º estrangeiro, já que possui capital espanhol.

Fonte : Correio24Horas

Intervista a Vincenzo Russo , italiano emigrato in Brasile , ingegnere e scrittore


Vincenzo Russo vive in Brasile da qualche anno e, come tanti, vive le difficoltà di un'era di contraddizioni che hanno reso complicati i piani delle persone alle prese con le conseguenze del fenomeno della globalizzazione.

L'ingegno aguzza la mente e, nonostante le vicissitudini nel correre dietro le esigenze primarie, ha deciso di fare confluire le sue esperienze e aspirazioni nel principio base dell'arte: esprimere i sentimenti più profondi del proprio lato artistico.

Il risultato è stato che si è scoperto di essere uno scrittore di libri dei quali i due più recenti sono stati dedicati al pubblico infantile. L'ultimo è stato una sfida coraggiosa considerato il fatto di dovere riscrivere in chiave moderna un capolavoro della letteratura infantile.

Ma come è nata l'idea di riscrivere "Le avventure di Pinocchio"?

E' stato per caso. Ho conosciuto una donna brasiliana che mi ha mostrato dei pupazzi che mi hanno da subito incuriosito e dietro i quali c'era una storia legata alle vicende personali e della sua famiglia. Come Geppetto nella favola di Pinocchio era un uomo solo che si è costruito un burattino di legno, così lei ha costruito un pupazzo che ha animato le sue giornate.

Come mai Plastocchio?

Pinocchio non è un più burattino di legno, ma un pupazzo fatto di plastica. Non è più un pezzo di Pino (forse riferito all'albero del Pino o a Geppetto), ma è un insieme di pezzi di plastica (tappi di detersivi e barattolino di yogurt) che formano il corpo, le braccia, le mani le gambe e i piedi di un nuovo, divertente e moderno personaggio di una favola.

Quali sono i messaggi che possiamo dedurre da quest'opera?

E' vero che oggi sembra tutto più difficile, ma è altrettanto vero che ci sono moltissime cose buone nella vita da apprezzare. Il problema che ognuno di noi è costretto a vivere la propria vita come un'avventura che diventa una peripezia, se non è affrontata nel modo giusto. Molti, come me, hanno avuto il coraggio di non avere paura di niente e non si sono posti limiti nella vita, ma le cose non vanno mai come noi desideriamo.

Non c'è il rischio di rileggere la stessa storia?

Io ho riletto la storia originale e mi sono divertito, soprattutto per il modo e lo stile con cui è stata scritta. Nel mio libro cambiano gli scenario e alcuni personaggi. C'è un pappagallo parlante, Sparafuoco al posto di Mangiafuoco, Josefina al posto di Geppetto, e tanti nuovi da cui ho preso spunto dal magnifico mondo brasiliano. Tutti vivono un'era più moderna e vicina ai giorni nostri.

E' una storia divertente?

Non è solo divertente, ma, come la versione originale di Collodi, è anche molto educativa e, in certi tratti, perfino profonda poiché tratta temi come la sofferenza di bambini malati, la realtà delle favelas brasiliane, del non facile rapporto tra una figlia (Josefina) e sua madre. Il mio desiderio è che possa essere pagine di un libro di emozioni ritrovate".

Come sei riuscito a fare combinare la storia di Pinocchio con quella di Plastocchio?

E' un lavoro che ho sviluppato da due anni. All'inizio il racconto dava l'idea di due storie messe insieme. Poi l'ho fatto tradurre in portoghese, inviato a un correttore di bozze, partecipando a un concorso nazionale e, dai giudizi e suggerimenti che ho potuto avere dai lettori, che erano scrittori esordienti, alla fine sono riuscito ad armonizzare tutti i capitoli con quelli del racconto vero. Il giudizio più buono affermava "Una favola deliziosa e piacevole, originale e ben scritta. Nulla da dire.". Il più cattivo: "Ovvero... come buttare una bella idea alle ortiche!!!". Così, con santa pazienza, ho spuntato alcuni nozionismi assurdi e fuori luogo... noiosi e pesanti, e ho dato più importanza all'umorismo, tipico di Collodi. Scrivere un libro significa anche questo: quando pensi che sia finito, si scopre invece che il testo deve essere rivisto e ricorretto.

Credi che possa interessare ai giovani lettori?

Secondo me potrebbe piacere a tutti, anche agli adulti. Il problema è che in Italia si legge poco. In un articolo sulla Mostra del Libro di Torino, ho letto che quest'anno sono stati venduti più di due milioni in meno di libri rispetto all'anno scorso. Credo che non sia solo l'effetto della crisi, ma una tendenza generale che dovrà invertirsi, se vogliamo che l'Italia rimanga un Paese di cultura. L'importante è stimolare l'interesse dei lettori. Ho fatto di tutto per scrivere un libro che aiutasse chi legge ad affrontare alcune questioni della vita con ironia, a sentirsi migliore. Credo che se si offra ai bambini, ai ragazzi e agli adolescenti qualcosa di diverso e che possa farli riflettere, risponderanno con il coinvolgimento, con l'idea di un futuro migliore per tutti. Io, come loro, credo nell'idea che tutti siano uguali e che tutti abbiano il diritto alle cose basiche nella vita.


E' stata pubblicata anche la versione in portoghese.

Il portoghese è una lingua difficile e la letteratura brasiliana è nota in tutto il mondo. è per questo motivo che ho fatto il mio primo timido passo per tentare di tradurre il libro in portoghese. La mia prima bozza è stata letteralmente stravolta dai traduttori portoghesi che mi hanno aiutato. 

Ancora non ero cosciente che dovevo confrontami con una storia letteraria molto ricca nel mondo che è partita con il Romanticismo dal 1836 con Jose de Alencar che esaltava la bellezza della natura e degli indigeni. è proseguita poi con il Realismo grazie a Machado de Assis che diede inizio alla rottura con il passato fino ai giorni nostri che celebrano Paulo Coelho come uno dei nomi più celebri, insieme con altri scrittori come Ignácio de Loyola Brandão, Rubem Alves, Moacyr Sciliar, João Ubaldo Ribeiro, Luís Fernando Veríssimo e altri.



Anche Plastocchio diventa un bambino?

La morale è la stessa: tutti aspirano un giorno a diventare adulti. Chi, però, tenta di fare il furbo o chi mente, diventa invece un asino.... o un politico ( Aggiunta dell'amministratore del Blog ) 


lunedì 21 luglio 2014

Dati scoraggianti per la economia brasiliana nel 2014



L'economia brasiliana è in evidente affanno . E' l'ottava volta che la previsione del PIL 2014 viene rivisto al ribasso . Oramai siamo sotto l'1% che per l'economia di un Paese Emergente è come dire essere in recessione . Inoltre l'inflazione è ai valori massimi della meta : 6.5% , nonostante la cura da cavallo che ha portato il tasso di interesse  all'11% .

I numeri sono disarmanti anche nel 2015 ma in economia spingersi troppo in avanti nel tempo è un grande azzardo soprattutto per il Brasile .

E' finita l'epoca delle politiche sociali del PT ? Non lo sappiamo ma certamente è finita la fortuna del PT che si è trovato a governare in un periodo d'oro per tutti gli emergenti ad incominciare dalla locomotiva Cina . 

E ne sono tutti coscienti tanto è vero che la stessa Dilma ha dovuto rinunciare al suo sogno di presidenza della Banca dei BRICS pur di far decollare questo potente strumento di sviluppo . 

Per noi residenti la situazione è da tenere sotto controllo anche se a breve non succederà nulla di eclatante . Un tasso di juro elevato da un lato è ottimo per chi vive di rendita finanziaria ma solo con una inflazione stabile o in diminuzione .

Per chi vive con il turismo ( e sono tanti ) la non risolta crisi in Europa era stata compensata dall'aumento del turismo interno . Tuttavia con l'arrivo della crisi anche in Brasile meno brasiliani saranno disposti a viaggiare ed i ricavi ne risentiranno .

Altro elemento da non sottovalutare è il potenziale aumento della criminalità dovuto alla riduzione di posti di lavoro per i giovani anche se la maggior parte dei crimini avvengono principalmente per regolamento di conti tra piccoli spacciatori .

Un fatto è certo , se le cose non cambieranno in meglio nei prossimi anni quelle di Ottobre potrebbero essere le ultime elezioni in cui vince (? ) una coalizione dominata dal PT . 



A economia brasileira deve crescer menos de 1% este ano, segundo os economistas do mercado financeiro. É a primeira vez que a expectativa de crescimento do Produto Interno Bruto (PIB) deste ano fica abaixo dessa marca. De acordo com o relatório de mercado (Focus), divulgado pelo Banco Central, a previsão para o PIB caiu de 1,05% para 0,97%. Foi a oitava queda seguida.

As previsões do mercado financeiro, coletadas pelo BC por meio de pesquisa com mais de 100 instituições financeiras na semana passada, confirmam o cenário de desaceleração da economia brasileira. Em 2013, o PIB registrou crescimento de 2,5%. Para 2015, a previsão do mercado de alta do PIB ficou estável em 1,5%.

O PIB é a soma de todos os bens e serviços feitos em território brasileiro, independentemente da nacionalidade de quem os produz, e serve para medir o crescimento da economia.

Para conter a inflação, o BC subiu os juros entre abril do ano passado e maio deste ano, influenciando também o ritmo de atividade. Com taxas maiores, há redução do crédito e do dinheiro em circulação, assim como do número de pessoas e empresas dispostas a consumir, o que tende a fazer com que os preços caiam ou parem de subir.

No fim de maio, o IBGE informou que a economia do país registrou expansão de 0,2% nos três primeiros meses de 2014, em relação ao quarto trimestre de 2013, com destaque para o bom desempenho da agropecuária.

A expansão do PIB do país previsto para 2014 pelo mercado financeiro, de 0,97%, continua abaixo do estimado no orçamento federal, de 2,5%, e também menor que a previsão divulgada pelo Banco Central na semana passada, de alta de 1,6%.

Menos inflação


O mercado financeiro também previu menos inflação para este ano. Os economistas dos bancos reduziram de 6,48% para 6,44% sua previsão de 2014 para o Índice Nacional de Preços ao Consumidor Amplo (IPCA), considerado a inflação oficial do país e calculado pelo Instituto Brasileiro de Geografia e Estatística (IBGE).

Pelo sistema que vigora atualmente no Brasil, a meta central tanto para 2014 quanto para 2015 é de 4,5%. Entretanto, há um intervalo de tolerância de dois pontos percentuais para cima ou para baixo. Desse modo, o IPCA pode oscilar entre 2,5% e 6,5% sem que a meta seja formalmente descumprida.Com isso, o valor se distanciou um pouco do teto de 6,5% do sistema de metas de inflação para o ano. A previsão chegou a ultrapassar o teto em abril, mas depois recuou. Para 2015, a expectativa dos economistas dos bancos para o IPCA, porém, subiu de 6,10% para 6,12%.

Para o fim de 2015, a previsão dos analistas para o juro básico da economia permaneceu em 12% ao ano.

Taxa de juros

A previsão do mercado financeiro para a taxa básica de juros (Selic) da economia brasileira, por sua vez, foi mantida em 11% ao ano até o fechamento de 2014. Na semana passada, o BC manteve a taxa estável neste patamar pelo segundo encontro seguido do Comitê de Política Monetária (Copom).

Câmbio, balança comercial e investimentos estrangeiros

Nesta edição do relatório Focus, a projeção do mercado financeiro para a taxa de câmbio no fim de 2014 recuou de R$ 2,39 para R$ 2,35 por dólar. Para o término de 2015, a previsão dos analistas para a taxa de câmbio ficou estável em R$ 2,50 por dólar.

A projeção para o superávit da balança comercial (resultado do total de exportações menos as importações) em 2014 permaneceu em US$ 2 bilhões na semana passada. Para 2015, a previsão de superávit comercial subiu de US$ 9,4 bilhões para US$ 9,8 bilhões.

Para este ano, a projeção de entrada de investimentos estrangeiros diretos no Brasil permaneceu em US$ 60 bilhões. Para 2015, a estimativa dos analistas para o aporte de investimentos estrangeiros ficou estável em US$ 55 bilhões.

Fonte : Globo