venerdì 27 marzo 2009

Come ritirare soldi in Brasile


Questa guida si rivolge sia a chi vive saltuariamente in Brasile , sia a chi ha deciso invece di abitare stabilmente in questo straordinario Paese .

Si noti che il titolo non parla di come trasferire soldi in Brasile poichè stiamo supponendo di essere già in Brasile e pertanto trascurerò , almeno in questa guida , i vari sistemi di rimessa di soldi dall’Italia al Brasile che usano di solito i brasiliani emigrati in Italia ( Reme$$a Facil , Western Union ,Valutrans , Ria , ecc . ) .


Il sistema migliore a mio parere consiste nell’utilizzare la Banca FINECO
. Pertanto raccomando di valutare questa opzione prima di partire per il Brasile . Avere questo conto on line significa avere sotto controllo tutte le proprie finanze indipendentemente dal luogo dove ci si trova .

I vantaggi di avere una carta di credito FINECO sono evidenti proprio all’estero . Infatti il modo più semplice per ritirare del contante in Brasile consiste nel fare un prelievo presso un terminale automatico . A differenza delle altre carte di credito che applicano una commissione del 4% sull’importo ritirato , la carta FINECO applica una commissione fissa di 2,9 euro indipendentemente dalla somma prelevata .

Vediamo come questo si traduce nel caso di un prelievo di 1000 R$ ed un cambio di 3R$ per 1 euro . Prelevando con una carta qualsiasi pagheremo il 4% dell’ equivalente in euro di 1000R$ ovvero : 13,33 euro contro i 2,9 euro della carta FINECO . Assumendo di fare in un mese almeno tre prelievi si risparmiano circa 94 R$ .

Il conto FINECO inoltre fornisce gratuitamente il servizio di SMS per tutti i movimenti di un certo importo effettuati sul conto e per tutti i prelievi e/o pagamenti effettuati con la carta di credito . Questo significa che sul vs. cellulare TIM italiano che funziona traquillamente anche in Brasile riceverete le notifiche dei movimenti effettuati sul vostro conto e sulla vostra carta di credito FINECO in tempo reale . Questa funzionalità si è rivelata fondamentale il giorno che hanno clonato la mia carta di credito qui in Brasile . Alla prima spesa effettuata è arrivato puntuale l’SMS ed io ho provveduto immediatamente , via telefono , a bloccare la carta . La carta viene riemessa subito al costo di 10 euro e spedita a casa vostra . Può essere abilitata al funzionamento solo via internet dal proprietario .

Altro vantaggio del conto on line FINECO è la possibilità di ordinare via telefono bonifici internazionali . Se dunque ci troviamo in Brasile ed abbiamo la necessità di trasferire una quantità ingente di denaro , per esempio per comprare una automobile o un appartamento , possiamo farlo senza la necessità di rientrare in Italia .

Il trasferimento può essere fatto verso un vostro conto , se avete un conto corrente in Brasile , oppure verso un conto differente , ad esempio quello del proprietario del bene che state acquistando ( Appartamento o automobile o altro ) . In entrambi i casi vi serve il codice SWIFT della banca ricevente . I costi di trasferimento sono esigui rispetto alla somma trasferita e di gran lunga migliori del ritiro via carta di credito .

Se la somma è importante vi conviene negoziare il tasso di cambio applicato perchè ciò è possibile .Le Banche infatti hanno una certa discrezionalità nell’applicazione del tasso di cambio sempre ovviamente nell’ambito dei valori minimo e massimo della giornata assunta come riferimento .

Una ultima raccomandazione : non trasferite soldi sul conto del venditore se non siete assolutamente certi del contestuale trasferimento di proprietà del bene acquistato .

37 commenti:

  1. Ciao, ma ci sono limiti nel trasferire fondi dall'italia al brasile ? Ovvero per comprare un appartamento se trasferisco EUR 100mila dall'italia, mi verranno tassati? POsso trasferirli con bonifico in un'unica soluzione ?

    Grazie

    RispondiElimina
  2. Puoi trasferirli dal tuo conto italiano sul tuo conto in Brasile . Dovrai però giustificare l'origine del denaro alla Receita Federal presentando ad esempio la tua dichiarazione dei redditi in Italia .Se il denaro è trasferito sul conto di una Società di Costruzione dovrai solo dichiarare che l'acquisto è per l'appartamento XX

    RispondiElimina
  3. ciao ottoaprile... ma dammi una dritta sul conto fineco.. il maxiprelievo di fineco è valido anche all'estero... Per esempio quando tu prelevi in brasile con la carta fineco,i bancomat brasiliani ti danno la possibilita' di prelevare 500 euro tutti in una volta sola?

    ti faccio questa domanda per ovvie ragioni di commissioni, se sono obbligato a fare due operazioni differenti al bancomat per prelevare 500 euro le commissioni fisse aumentano ...

    angelo

    RispondiElimina
  4. Ciao Angelo

    naturalmente il prelievo non è in euro ma in reais e quindi il limite è sui reais . Con la carta Fineco puoi prelevare al massimo 1000 R$ al giorno che oggi purtoppo sono quasi 500 euro !
    Fineco applica una commissione fissa di 2,9 euro oltre alla commissione che applica la VISA di quasi 1%.

    RispondiElimina
  5. Il prelevamento può essere effettuato con qualunque bancomat italiano (non per forza FINECO) con commissione di 2 Euro, sempre per un massimo di 1000Reais a volta.

    RispondiElimina
  6. "Puoi trasferirli dal tuo conto italiano sul tuo conto in Brasile . Dovrai però giustificare l'origine del denaro alla Receita Federal presentando ad esempio la tua dichiarazione dei redditi in Italia ".
    Non è meglio che la banca in Brasile sia il Banco do Brasil? Per un discorso di miglior cambio € e R$.

    RispondiElimina
  7. Caro ottoaprile

    Mi rivolgo direttamente a te/lei per chiarire un dubbio che mi è sorto parlando con una mia carissima amica.
    Durante l'ultimo dei frequenti viaggi in Brasile questa mia amica non ha potuto, nonostante i numerosi tentativi, prelevare denaro utilizzando un bancomat rilasciato in Italia DOTATO DI MICROCHIP, cosa che in passato ha sempre potuto fare senza problemi con tessera SENZA MICROCHIP, è stata solo una spiacevole coincidenza o le tessere italiane dotate di microchip non funzionano su ATM di banche brasiliane? I pagamenti utilizzando i POS disponibili negli esercizi commerciali sono andati tutti a buon fine.
    La tessera in questione è una POSTEPAY (carta prepagata ovviamente con credito residuo) ed il tutto è avvenuto ad Ipatinga nello stato di Minas Gerais, le vecchie tessere alla scadenza vengono sostituite d'ufficio con tessere dotate obbligatoriamente di microchip, in ufficio postale non hanno saputo dare spiegazioni.

    Grazie mille per la tua cortesia.
    Mauro2

    RispondiElimina
  8. Ciao MAuro2

    non so risponderti pertanto giro la questione ai lettori .

    RispondiElimina
  9. Mauro2,
    alcuni ATM brasiliani ancora utilizzano la banda magnetica per la lettura della carta quindi se si tratta di una carta solo con microchip e senza banda magnetica risulterà illegibile.
    Anche per questo sono molto diffuse le clonazioni.
    La Postepay, comunque, nulla ha a che vedere con un bancomat. La prima è una pre-pagata ricaricabile mentre il secondo è una carta di debito diretto in conto corrente, che quindi non utilizza fondi autonomamente precostituiti ma utilizza e verifica direttamente la disponibilità delle somme da prelevare sul conto corrente (nell'ambito di pretederminati plafond di utilizzo giornalieri e mensili).
    La differenza sostanziale, inoltre, è nei diversi circuiti interbancari utilizzati (Visa per la postepay e Cirrus Maestro all'estero per il bancomat) e quindi bisogna fare attenzione ai simboli esposti sui vari ATM delle varie banche. Nell'ambito della stessa banca e della stessa filiale ci sono alcune macchine abilitate ad alcuni circuiti e ad altri no. La differenza di circuiti determina anche i differenti oneri di utilizzo (da valutare in termini di spese fisse + commissioni di cambio). Personalmente ritengo nettamente più conveniente e pratico l'utilizzo del bancomat su circuito Cirrus Maestro.
    Da considerare, infine, che NON tutte le banche italiane forniscono bancomat aderenti al predetto circuito (ad esempio i bancomat rilasciati da Fineco utilizzano il circuito V-Pay di Visa che in Brasile non funziona). Insomma dovete verificare sempre che lo stemma del circuito riportato dietro la vostra tessera coincida con quelli evidenziati sull'ATM.
    saluti
    Marco

    RispondiElimina
  10. Nicola Di Grazia,
    il Banco Brasil sui bonifici internazionali percepisce 15 euro di spese fisse (trattenute dalla filiale Banco Brasil di Francoforte che funge da collettore di euro da tutto il mondo) oltre a circa il 2% di commissioni di cambio. Per tali operazioni è bene appoggiarsi su una banca brasiliana di emanazione "internazionale" per evitare che ci siano molti tramiti ad addabitare spese e spesucce varie nei vari passaggi dei soldi. Il Banco do Brasil sicuramente è una banca brasiliana di levatura internazionale, come pure Santander, HSBC, Citybank ed altre, ma NON è detto affatto che sia la più economica in assoluto. Se si tratta di cifre considerevoli il cambio andrebbe sempre negoziato con la banca.

    RispondiElimina
  11. Maasimo,
    ma allora perche' avendo fatto un trasferimento estero convenzionato verso il Brasile di €. 900 in un giorno con il cambio di 2,72 dal mio conto italiano Unicredit al conto brasiliano di mia moglie Banco Santander invece di arrivare R$2.448 sono arrivati R$2.048 bem 400 in meno equivalente a un 16,33 % ?

    RispondiElimina
  12. Buongiorno a tutti,
    in rete si trova di tutto e di piú come portare i soldi in Brasile.
    Qualcuno ha esperienza per il contrario? Portare i soldi all'estero ?
    Come residenti in Brasil, siamo liberi di far rientrare i capitali investiti quí ?
    E come persona fisica si possono inviare soldi in qualsiasi parte del mondo?
    Chiedo questo perché una mia amica, pare che abbia avuto molti problemi con il BB, per far rientrare in Europa i soldi di una vendita di un appartamento.Da lí sorgono tutti i dubbi..........Saluti marco 2

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao MArco2

      la legge brasiliana garantisce il rientro dei capitali o degli utili delle società . Per quanto riguarda il caso banale di un appartamento basta un bonifico internazionale ... ma forse la tua amica quando ha comprato NON è passata per il Banco Centrale . Purtroppo è pratica comune di molti stranieri comprare immobili a nero o pagando in euro direttamente al'estero sul conto del venditore straniero per poi lamentarsi al momento di far rientrare il capitale . Informati bene sui problemi che ha avuto la tua amica e perchè : solo così possiamo aiutare i lettori del blog senza creare allarmismi .

      Elimina
  13. Caro Antonio o Marcofalco,
    quale è la forma migliore ( legale ) per trasferire diciamo 50000,00 euro in Brasile ?
    Io sono italiano in possesso di RNE, visto permanente per matrimonio, ho un conto personale al banco Bradesco.
    al governo italiano devo qualcosa ( imposte varie ) ?
    Grazie
    Andrea

    RispondiElimina
  14. Ciao, approfitto di questo post per chiedere se il comprovante de renda è condizione necessaria e inderogabile all'apertura di un conto corrente (naturalmente ho già comprovante de renda, CPF e RNE). Possibile che se ho un reddito da affitto in Italia, non posso aprire un conto corrente, ma solo poupança e quindi niente bonifici internazionali? Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao VivereaSalvador non mi risultano queste restrizioni. Molte piccole menate dipendono dal burocrate che ti trovi di fronte in banca, da chi ti raccomanda e dall'ammontare dei soldi che hai da depositare o meno.
      Se vivi a Salvador ti consiglio di aprire il conto al Banco Brasil dell'aeroporto dove, ultimamente, ho trovato un servizio ottimo specie in relazione ai cambi e un attendimento e un'attenzione al cliente di ottima qualità a seguito della sostituzione, negli ultimi anni, di tutta la direzione di filiale in precedenza a dir poco penosa. In particolare ti consiglio di rivolgerti alla Gerente S.ra Janaina, gentilissima e di origini italiane, portando con te RNE, CPF e comprovante di residencia (Coelba o altra bolletta a tuo nome).
      E' pur vero che, avendo tu la residenza anche in Brasile, saresti tenuto a dichiarare alla RF la tua rendita da locazione italiana ed il tuo patrimonio all'estero.

      Elimina
    2. Grazie Marco. Purtroppo le agenzie in cui sono stato mi hanno sempre chiesto il comprovante de renda, vedrò di insistere, allora. Grazie per il consiglio sull'agenzia dell'aeroporto, anche se purtroppo è dalla parte opposta di dove abito io (Itapagipe).
      Dario

      Elimina
  15. Andrea la forma migliore per trasferire queste quantità di denaro è sicuramente il bonifico internazionale (swift). Il Banco Bradesco può andar bene (anche se il Banco Brasil sarebbe meglio) a patto che si fornisca la corretta motivazione del trasferimento e la relativa completa documentazione a supporto della motivazione dichiarata. In caso di dubbi sulla motivazione o nella documentazione, in alternativa, si può scegliere di frazionare l'importo in varie rimesse di controvalore inferiore ai 10.000 reais per i quali è sufficiente la sola causale del bonifico (ad esempio "manutençao").
    Per lo stato italiano devi indicare nel quadro RW della dichiarazione dei redditi tutti i trasferimenti all'estero a partire dai 10.000 euro, sommati nel corso dell'anno. In Italia, seconda della destinazione delle somme, queste potrebbero essere assoggettate a IVIE grazie al becchino monti.

    RispondiElimina
  16. per andrea 50000 euro sono 100 banconote da 500.non sono troppo ingombranti.......
    ciao e buona fortuna.......

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tutte le soluzioni possono andar bene a condizione che si sia consapevoli dei rischi presenti e futuri a cui si va incontro.

      Elimina
  17. x Andrea, il miglior modo ovviamente è un bonifico così non ci sono rischi.Ma se intendi trasferire contanti il limite in uscita dall'Italia è 10.000 euro, quindi se puoi disporre di amici fidati bastano 5 persone ( o meno se puoi farlo in più viaggi), ma ti ricordo che il limite in entrata in Brasile è di 10.000 reais quindi meno di 4000 euro, dovresti dichiarare l'eccedenza alla dogana brasiliana. Spero di esserti stato utile, un saluto agli amici del blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si Sei stato molto utile, grazie.
      Però una delle mie perplessità rimane, cioè ipotizziamo che riesca a depositare in parte così come tu consigli , in parte come dice marcofalco, cioè più bonifici da meno di 10.000,00 reais, per un valore complessivo inferiore a 10.000,00 euro , alla fine poi ci sono problemi qualora volessi rimpatriare il capitale ? sarei disposto anche a rimpatriarlo in modo frazionato se necessario.
      Grazie a tutti.

      Andrea

      Elimina
  18. anonimo peccato che a malpensa ci sono i cani per i soldi a fco anche , a madrid ce anche lo scanner corporale per droga ed esplosivi a lisbona non ho info sicure percio non mi pronuncio .. la esportazione di capitali e un reato altro che 100 pezzi non sono troppo ingombranti.. quandoo poi te li hanno sequestrati e in ita ci paghi anche una multa cosa fai ?? ma che c...zo di consigli dai .. antonio conoscendo la tua etica mi sarei almeno aspettato un tuo commento su questo post

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tra Anonimi vi intendete : io dovrei semplicemente bannare tutti gli anonimi compreso te ( chi mi garantisce che non sei lo stesso che ha dato il consiglio ? )

      Pertanto ai lettori intelligenti la scelta . L'importante per me e che non offendano .

      Elimina
  19. Marco grazie di cuore , sei sempre disponibile per tutti e grazie anche ad Antonio che con il suo blog fa un servizio sociale gratuito !!
    Un'ultima domanda a Marco o Antonio, andrò in Brasile a brevissimo (vacanza), posso intanto portare con me la famosa somma di 9.999,00 euro e depositarla nel mio conto poupança senza dichiarare nulla e senza che il governo italiano sappia nulla ? Ma poi qualora lo voglia, posso rimpatriarla senza problemi ?
    Per l'anonimo delle 15:59, avrei preferito evitare questa procedura perchè i miei soldi provengono dalla vendita di una casa , quindi tutti regolari, e mettendoli in Brasile in modo regolare forse un giorno , se ne avrò bisogno, posso rimpatriarli senza problema.
    Grazie ragazzi,
    Andrea

    RispondiElimina
  20. A mio parere un buon sistema per portare soldi in brasile può essere anche quello con carte credito prepagate ricaricabili ne puoi fare quante ne vuoi, e credo sia più conveniente che i bonifici o di altri metodi.
    anche io la prossima volta che vengo in brasile vorrei aprire un conto ed intestarlo a mia moglie in modo di avere un conto anche li che può andar bene quando si va in vacanza e per fare piccoli bonifici dall'italia quando il cambio è favorevole-" anche non si è mai certi di quando è il momento buono come si potrebbe pensare ora".
    comunque a mio modesto parere non è il caso di mettere grosse cifre su un conto in Brasile se non si vive nel paese o si abbia intenzione di andarci a vivere ma solo per il cambio....per guadagnarci troppo rischioso ora come ora.
    Ciao a tutti belli e brutti di vivere in brasile.
    Stefano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. aprire un conto slo per depositare poco e tenerlo li per quand si passano ferie in brasile non mi sembra una buona idea...penso che li le spese di gestione conto annuali (o mensili) ti " mangino un bel po di soldi....!!!

      Elimina
    2. Esatto !Il conto ha senso per un residente con interessi in Brasile . Il tasso di interesse deve sempre essere depurato dalla propria inflazione .I costi del conto dipendono dal pacchetto prescelto e possono essere azzerati con un investimento di almeno R$ 100 000.

      Elimina
    3. Il mio è un conto poupança, quindi i costi di gestione dovrebbero essere pochi o nulli, almeno così mi hanno detto. Comunque sto mettendo là i soldi perchè mi auguro che nel giro di sei mesi, o anche prima, vada ad abitare in Brasile .
      Andrea

      Elimina
  21. Andrea tieni presente che se dall'Italia puoi uscire con 10000 euro senza dichiararli, per il Brasile puoi entrare con soli 10000 reais senza dichiarare (quindi circa 3000 euro). A me personalmente fa più paura la dogana brasiliana di quella italiana. Naturalmente se viaggi in compagnia l'importo può essere moltiplicato per le teste. Rimane però poi il problema di cambiare i contanti in Brasile e depositarli in banca senza rischi vari.
    Se proprio non vuoi dichiarare nulla in Italia allora ti consiglio di fare trasferimenti graduali nel tempo, magari su teste diverse, munendoti prima di partire anche di varie tessere bancomat italiane sul circuito Maestro che consentono di prelevare in Brasile fino a 3000 euro al mese cadauna, usufruendo di cambi ottimi e limitando i rischi di circolazione di contanti perchè allo stesso sportello brasiliano dove li prelevi puoi anche riversarli sulla poupança.
    Tutto questo restando nell'ambito della legalità e della sicurezza sia in Italia che in Brasile.
    I soldi sono rimpatriabili dal Brasile all'Italia tramite bonifico, sempre che non ci siano dubbi sulla provenienza delle somme, e usando la causale "constituçao de deposito no exterior" che andrà indicato in sede di declaraçao dos Impostos anual in Brasile.
    buone vacanze
    Marco

    RispondiElimina
  22. Dalle notizie prese l'anno scorso,se facessi un trasferimento trasparente dal tuo conto brasiliano al tuo conto in italia,lasceresti allo stato brasiliano il 15%.Se invece fosse dal conto della tua ditta brasiliana al tuo conto italiano,pagheresti solo il 15% sull'eccesso della cifra iniziale,ovvero sui proventi degli interessi maturati.
    Dico giusto amici?

    RispondiElimina
  23. Grande Marcofalco !!!
    grazie moltissimo.
    Grazie a tutti voi ragazzi.

    Andrea

    RispondiElimina
  24. ciao... allora con la carta V pay no posso prelevare in brasile?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No eliane, V Pay è un circuito prettamente europeo e anche abbastanza limitato.

      Elimina
  25. Devo vendere due appartamenti siti in San Paolo - Aclimçao. Mi potete dire più o meno il prezzo per metro quadro della zona?
    Inoltre dovrei investire per almeno due anni il ricavato, il tempo che mi manca per andare in pensione e trasferirmi in Brasile con mia moglie, che cosa mi consigliate di fare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se qualche lettore conosce la zona può dare una risposta accurata . In alternativa le consiglio di consultare un sito di Classificados della regione .Esistono anche siti che forniscono dati su tutto il Brasile come www.bomnegocio.com.br

      Circa l'investimento è meglio applicare su titoli agganciati all'indice SELIC oggi in salita . Qualsiasi banca glieli saprà indicare . Attenzione solo ai costi di gestione . Per importi superiori ai 300 000 reais devono essere minori dello 0,5%

      Elimina
    2. Due anni per andare in pensione? ne sei proprio sicuro? in merito vi ricordo lo spassoso sketch del grande Enrico Brignano:
      http://youtu.be/rwJkTpZB1AI

      Elimina

Lasciate qui un vostro commento