Home Vivere in Brasile Come aprire una gelateria a Bahia

Come aprire una gelateria a Bahia

18
64
CONDIVIDI

Dopo aver pubblicato il post degli amici della Agenzia GIA , che come ricorderete propongono di dare tutto il supporto logistico e di marketing alla coloro che hanno l’ intenzione di aprire una Gelateria in Brasile mi è capitato di leggere un annuncio estremamente interessante circa la vendita a Salvador di un locale Bar / Gelateria produzione propria , in posizione di grande passaggio con licenza , avviamento ed attrezzatura compresi nel prezzo . Il locale ha una superficie di 70mq , quasi il doppio del minimo richiesto dalla GIA ( 45mq) ed un prezzo decisamente interessante anche in funzione di un eventuale fatturato dimostrabile .Coloro che fossero interessati possono inviare una e-mail o lasciare un commento in fondo al Post .

64 Commenti

  1. cmq,andrebbe benissimo per me,magari,adesso non mi posso muovere,porca miseria,ma la gelateria e tra i miei progetti,al terzo posto,al secondo posto un salone-parrucchiere(anche se non ci capisco niente),al primo posto fazenda vicino al mare.ciaoooooooooooooo

  2. Ciao Renato

    ci ho messo un pò per capire che eri tu .Non ho capito la fazenda vicino al mare , forse volevi dire la pousada .Le fazende è meglio averle all’interno possibilmente vicino ad un corso di acqua dolce . Il salone è una idea perchè le brasiliane sono molto vanitose e sono sempre dal parrucchiere , ma la gelateria , amico mio , è veramente il business che ti cambia la vita se ben fatto . Qualità del prodotto , servizio veloce e prezzi ragionevoli . Niente lusso ma gusti variati con frequenti novità per attirare nuovi clienti .

  3. Evidentemente non sei mai stato a salvador de bahia, dove il gelato è una delle cose che non è assolutamente presente nella cultura dei baiani!!! E quelle poche gelaterie che ci sono non guadagnano neanche i soldi per comprare i prodotti per fare i gelati artigianali!!!! Sai quanti furboni ci sono (soprattuto italiani) che credono di poter andare la e mettersi a vendere del gelato e fare soldi!?!? Purtroppo a Salvador il gelato artigianale che da noi in Italia è un prodotto che va fortissimo, beh….li proprio non va assolutamente!!! Quindi magari prima di scrivere senza sapere quello che si dice,…bisognerebbe andare la e viverci per qualche mese per capire queste cose!!!! <>

  4. Caro Anonimo ,

    ho trascorso gli ultimi 5 anni a Salvador de Bahia pertanto se , come dici, anche tu sei stato li dovrei conoscerti . In quale quartiere hai abitato ? Io abitavo alla Ladeira da Barra di fronte allo Yatch Club nell'edificio Baia do Sol . Probabilmente non sei un amante del gelato artigianale altrimenti conosceresti come la maggior parte dei soteropolitani ( Così si chiamano gli abitanti di Salvador ) la più nota ed affollata gelateria di Bahia che si trova alla Ribeira .Domanda ai proprietari se hanno fatto i soldi o no . Se vuoi ti faccio parlare con la mia commercialista che conosce tutta la storia della gelateria ( In origine il proprietario era , guarda un pò un italiano ).

    Il gelato piace molto ai bahiani ma è caro per il loro reddito medio ( costa quanto e più che in Italia )ma ti posso garantire che " qualità e varietà del prodotto . prezzi ragionevoli e servizio veloce sono il segreto del successo ".

    Naturalmente non tutti sono imprenditori .

  5. Ciao ragazzi..
    sono simone di verona 39 anni..leggo con piacere le vostre vicende..e visto che siete cosi informati vi sottopongo anche la mia domanda. Penso di trasferiemi a salvador nei prossimi 6 mesi, mi occupo di web ed indicizzazione prevalentemente nel settore turismo ad alti livelli, voi per caso avete qualche dritta da darmi o meglio: è sentito come business in quella parte di Brasile? per risposte anche via mail a cordioli@sis.it grazie di cuore

  6. ciao mi chiamo mauro, ho intenzione di aprire una gela teria in brasile, mi potresti dare informazioni più dettagliate riguardo a questa agenzia gia
    grazie a presto

  7. grazie sei gentilissimo, dalla tua esperienza di vita lì alla fine pensi che mi convenga sviluppare seriamente questa idea?
    grazie di nuovo, e scusa ma ho bisogno di consigli perchè ho molti dubbi

  8. Ciao Mauro

    pensavo che la decisione della gelateria fosse già scontata ma probabilmente non è così . Se non vuoi partire proprio da zero ed intendi fare un investimento intorno ai 150 000 R$ esiste una soluzione di affiliazione commerciale creata da una Società di origine italiana che opera in Brasile da alcuni anni nel settore del caffè . Se vuoi maggiori dettagli puoi scrivermi in privato .

  9. ciao ottoaprila , mi chiamo beppe e stanamente anch io ho abitato sulla ladiera da barra l anno scorso , attualmente sono in italia ed leggevo con molto interesse quello che consigliavi a mauro circa affiliazione a una societa di origine italiana operantein brasile…. potrersti darmi delle informazioni piu dettagliate…grazie lamia email g.nuzzolese@email.it

  10. Ciao Beppe

    io ho lasciato Salvador nell'Agosto del 2009 . Abitavo nell'edificio Baia do Sol quasi di fronte allo Yacht Club .

    L'affiliazione Commerciale o Franchising è un contratto dove l'affiliante concede in uso il marchio , il Know How ed un certo numero di servizi all'affiliante in cambio di una somma una tantum iniziale ed una provvigione sul fatturato .

    Anche a te invierò delle info più dettagliate a breve.

  11. CIAO RAGAZZI SONO ARRIVATO DA POCHI GIORNI DA SALVADOR DE BAHIA HO TRASCORSO UN MESE,HO UNO SPIRITO IMPRENDIOTORIALE HO TANTA VOGLIA FI FARE QUALCOSA IN BRASILE.HO CONOSCIUTE DELLE PERSONE ITALIANE CHE ABITANO E HANNO UN COMMERCIO E MI HANNO CONSIGLIATO ANCHE A ME DI APRIRE UNA GELATERIA, DICONO CHE è UN OTTIM0 INVESTIMENTO!! E ANCHE UN SALONE DI BELLEZZA.PER CASO CI SIA UNA PERSONA CHE ABBIA LA MIA STESSA? PER INIZIARE? L'INVESTIMENTO NON è TANTO..(ENZO)

    • Ciao Vincenzo,ho letto il tuo annuncio,ho intenzione anch io di aprire una gelateria in Brasile,ma non so nulla al riguardo,il motivo che voglio scappare dall italia,fammi sapere per un eventuale proposta seria,ciao.filippo

  12. Caro Giovanni

    giro la tua richiesta agli amici che vivono a Salvador. Io oramai vivo a Natal da circa due anni e qui mancano gelaterie buone e soprattutto NON care !

    Per darti una idea qui a Natal un cono gelato con due palline costa 7 R$ o anche più .( Sono 3 euro !! ). Il mese scorso sono stato a Cearà Mirin , una piccola cittadina a 30Km di distanza ed ho scoperto una gelateria che lo vendeva a 1,5R$ oltre 4 volte in meno ed era piena di giovani .

    Pertanto se vuoi avere successo tieni d'occhio il prezzo . Non tendere a fare un prodotto di elite ma guarda alla classe media brasiliana . Il futuro è quello .

    Saluti

  13. Fl@vio

    Discordo con Antonio! Sembra che il prodotto di "elite", di classe A o B, sia il solo che renda, per ciò: "duas bolas de sorvete a um preço de r$ 4,00 é a melhor forma para um investimento com retorno alto ". R$ 1,50, per un gelato dove i macchinari e il "segreto" della giusta preparazione sono regalati. Il commercio e la predisposizione al lavoro non si possono donare studipamente agli incivili brasiliani e non Solo Loro. Che paghino il giusto e non l'eccessivo (r$ 7,00 è troppo per un gelato).

    Il successo non è sinonimo di intelligenza

  14. Se il problema e' il costo del gelato sono in grado di produrre un gelato a circa un euro al litro (e decidete voi quante palline volete realizzare con un litro di gelato!)
    Parlo di gelato naturale, artigianale con tutte le sue belle proprieta alimentari…!
    Mirco 2801mko@libero.it

    • Ciao ragazzi, sono un gelataio… In questo blog si parla di gelato artigianale, di prezzi, ma in realtá ci sono 2000 maniere di fare il gelato, alcuna meno costosa ma la qualitá é piu bassa (come quella del gelato a un euro al litro) si puo uare il pastorizzatore o delle basi a freddo; é molto importante la presentazione, ma ci vuole un abbattitore di temperatura per tenere il gelato a montagna… quindi di cosa stiamo parlando?
      Questo é il mio gelato: http://www.facebook.com/cremadigelatolagos
      e vi posso assicurare che la presentazione fa 50% del lavoro, (anche il sapore deve essere all'altezza, naturalmente).
      Quindi, che siamo in Brasile o in Europa, non é quello che fai ma é come lo fai!
      Potete scrivermi su facebook se avete domande.

  15. ciao a tutti.volevo sapere se vado a vivere a vilas de atlantico a bahia con tutta la famiglia composta da 5 persone,con un reddito di 3.000 euro al mese pagando tutto scuole private e assicurazione di malattia ecc…se la vita e migliore economicamente rispetto a l"italia

  16. Ciao Anonimo

    economicamente non vedo un miglioramento , poi dipende se hai figli che vanno a scuola e dove .
    L'assicurazione sanitaria ti costerà almeno 1000 R$ se non di più in dipendenza della età dei componenti la famiglia .
    Immagino che abbia già una abitazione in zona ,suppongo una casa e non un appartamento in modo da evitare un condominio elevato .

    Comunque la qualità della vita migliorerà sicuramente , Vilas è una cittadina prossima al mare con belle spiagge e prossima a Salvador ( Traffico permettendo ) .I costi sono senz'altro inferiori a quelli della capitale e altrettanto lo stress .

    • ma cosa dici! la qualita della vita migliorera sicuramente??? ma se vilas e' oramai un bairro (isolato dal mondo) con assalti anche li come in tutta l'area metropolitana di salvador. nato come quartiere super controllato si e trasformato in come gli altri. una volta si entrava e si usciva previo controllo (sbarre che si alzavano e chiudevano) ora puo entrare chiunque . e i figli li mandi a giocare li? per piacere!!! la qualita' di vita li e dappertutto aumenta solo se te ne stai chiuso nel condominio (fechado) o nel centro commerciale. e guarda che io amo il brasile ma non parlatemi di qualita di vita per favore! (obs sto parlando del nord est) abraços!!!

    • Vuoi forse sostenere che a Villas do Atlantico si vive come a Paripe e Periperi??
      Per chi non conoscesse ancora questi ultimi quartieri li invito a fare una panoramica gita culturale sul treno suburbano di Salvador che fa il tragitto Calçada ↔ Paripe, un'esperienza da non perdere, poi ne riparliamo.
      abraços

  17. mi piace questa cosa,l'italia non offre sbocchi ai giovani e soprattutto la sicilia…sto valutando seriamente l'idea di andare in brasile o in qualche altro stato americano per aprire una gelateria,qui ne avevo una e l'ho chiusa, chissà…l'esperienza non mi manca,forse un pò di coraggio si però…

  18. per anonimo de 16 giugno…Trasferirsi a Salvador con la famiglia?..umhh ho moolti dubbi a meno che tu non sia veramente benestante e i figli gia grandi . Lasciando a parte il discorso economico rifletti ed informati bene ( con qualche bel viaggio e soggiorno individuale..) . Distanze molto ampie, continuo uso dell automobile se abiti a Vilas d A.) , alto costo di tutti i servizi a contorno della vita familiare (scuole e salute in primis) e violenza a livelli non paragonabili a qualli italiani. Per un single la "fuga" dall Italia e' ancora pensabile..per una familia molto meno..
    boa sorte! miki

  19. vorrei rispondervi come un amico io mi chiamo luciano e sono di trieste e vivo gia da sei anni in brasile e prima di arrivare in brasile avevo 6 gelaterie in germania.a riguardo di aprire unac gelateria non vale la pena.perche………………la gelateria riberia e la gelateria piu antica di salvador se non lavora lei non lavora nessuno ,il brasiliano al posto di m,angiare il gelato ,il vero bisnes e cla birra skol skin ……..se guarediamo in giro e in qualsiasi bar un brasiliano beve minimo 6 birre sulla birra quadagni 300*100.il mio lavoro qua in brasile o una agencia di cambio e turismo e affitto macchine e abito a salvador bahia bairo itapoa se vi posso aiutare con qualche consiglio mi potete chiamare
    0055 71 91948208
    0055 71 99166683
    es.rentacar@live.com

  20. Non voglio aprire una gelateria a Salvador, ma mi chiedo – anzi gentilmente vi chiedo – si può vivere nel centro antico di Salvador?
    Abito a Rio da un anno circa. Città meravigliosa, si sa, ma purtroppo un luogo dove la storia è stata sistematicamente distrutta. Le poche reliquie vivono assediate da orrendi grattacieli sempre più sgraziati e sempre più invadenti. Perfino il magico lungomare di Copacabana, con i suoi bei edifici bianchi art-déco è ora assalito da orridi giganti in vetro che nulla hanno a che fare con la poesia del luogo.
    Salvador invece ha un centro storico magnifico, intatto… Lo ricordo un po' fané e decisamente insicuro ma comunque magico. Leggo ora che non so quale banca ha acquistato trenta casarões al Carmo per rivitalizzare la zona. Sta cambiando qualcosa? È o non è una follia per uno straniero, inesorabilmente gringo e bianco anche se fluente in portoghese, comprare un edificio al Pelourinho e viverci comodamente?

  21. Ciao a tutti sono fabricio e vorrei aprire una gelateria a Sao Paulo come vedete la città? Intendo …. Può funzionare una gelateria artigianale in una grande città?

  22. Ciao Ottoaprile, ti ringrazio moltissimo per la risposta al mio quesito (un poco naïf, ammetto). Il forum che mi hai segnalato è stato veramente molto utile e lo raccomando a tutti gli interessati al Pelourinho. La situazione lì non mi pare molto rosea: paragonata al centro storico di Salvador, Rio mi appare ora come un angolo di Scandinavia! La metropoli carioca, o almeno la Zona Sul, è in effetti diventata da tempo tranquilla e vivibilissima, anche la notte. Questo va riconosciuto… Peccato per l'affascinante Salvador… Speriamo nel futuro, anche se da quello che scrive il tuo amico più che sperare bisognerebbe pregare per un grosso, grossissimo miracolo!

  23. ciao,
    Sto pensando seriamente di trasferirmi in Brasile con il mio compagno.
    Sono stufa di lavorare 10 ore al giorno e non raccogliere niente…
    Non penso che in Brasile sia tutto rose e fiori ma penso che ci sia più futuro..
    Vorrei aprire una Panetteria, proporre ai Brasiliani le nostre specialità.. è un'idea scontata?? Ce ne sono già tante o non può funzionare?

  24. Ciao Anonima

    la panetteria o padaria è un ottimo business qui in Brasile . E' sicuramente meglio della gelateria perchè ben accetto nella cultura brasiliana ma attenzione : non pensare alla solita panetteria italiana . Qui la Padaria è ben più sofisticata e serve una quantità di mercati che da noi non esistono . Per darti una idea un mio cliente brasiliano ne sta aprendo una qui a Natal con oltre 100 dipendenti .

  25. A leggere questi post che lasciate mi sembra che nessuno di voi sia mai stato veramente in Brasile.
    Io sono 2 anni che vivo quì nel Bairo de Sao Cristovao in Salvador.
    Bisogna fare la distinzione a che volete vendere il gelato…
    Opzione 1, ai turisti e alla classe borhese di Salvador (15% della popolazione) affitto minimo per un locale di buon passaggio 5000 reais mese, 20 metri quadrati e la bola la potete vendere al massimo a 2 reais, ma cè da dire che la classe borghese non apprezza molto il gelato quì
    Opzione 2, a tutto il resto della popolazione (85% razza mulatta, derivante dalla sciavitù africana), loro si che apprezzano il gelato, ma bisogna pensare che questa fetta della popolazione in gran maggioranza percepisce 622 Reais al mese, che è il nuovo salario minimo fissato per il 2012, credetemi, mia moglie è Brasiliana e lavora in una Sorveteria, uma bola costa con copertura a scelta 50 centavos, quì nel mio bairo dovreste calcolare al massimo 500 reais per l'affitto, e al massimo 5000 reais per attrezzatura…

    Comunque il mio consiglio finale è NON FATELO…restate in Italia, perchè nessuno di voi ha parlato della delinquenza, del pericolo diario di assalti e di QUANTI stranieri e non quà vengono uccisi OGNI GIORNO.
    Io sono 2 anni che vivo quì, adesso stiamo sistemando le carte per mia moglie e ritorniamo nella mia amata nazione, dove le persone, anche se povere hanno un valore, voi quì sempre e solo sarete dei Gringo, e mai riuscirete a far soldi se già non ne avete.
    E per ultimo vorrei sfatare un mito del popolo brasiliano, o almeno del popolo Baiano, quì non troverete MAI la felicità stampata sui loro volti, troverete invece solo tristezza, paura di essere uccisi e povertà!!!
    Mia moglie quando l'ho portata nel mio paese durante un soggiorno di 3 mesi, si è innamorata della felicità delle persone, del rispetto della felicità e della quiete che cè li e non quì in Brasile.
    Mi dispiace magari aver distrutto i sogni di qualche persona, ma questa è la nuda e cruda verità…
    Un episodio come conferma a quanto scritto: questa domenica siamo andati alla spiaggia de Piatà, che come tutte le spiagge di salvador sono tra le più sporche del Brasile, arrivati li la scena che si è presentata era di un ragazzo di circa 25 anni morto con un colpo di pistola alla testa…abbiamo preso le nostre cose e ce ne siamo tornati a cas nostra…sono STANCO di vedere corpi morti, e vi assicuro che in 2 anni ne ho visti tantissimi!!!

    • Sao Cristovao? Io sono a Stella Maris, quindi non lontanissimo, e quasi tutti gli assaltanti che vengono presi qui, specialmente di auto, in genere provengono da Sao Cristovao. Infatti quando si ha bisogno di qualche autoricambio "usato" in genere tutti vanno a Sao Cristovao a cercarlo.
      Insomma, un bel quartierino hai scelto per emigrare, neppure il nuovo shopping è riuscito a ripulirlo. Già che c'eri perchè non hai scelto Cajazeiras, c'è molto più verde.
      Battute a parte, a Stella io mi alzo tutte le mattine alle 6 e faccio una lunga e ritemprante camminata in spiaggia fino a Praia de Aleluja, anche quando piove è bellissimo, anche da solo. Sono diversi chilometri andata e ritorno, è la natura quasi incontaminata che mi riconcilia con il mondo e non ho mai incontrato cadaveri per fortuna. Se ti va sei invitato.
      Se i brasiliani avessero realmente sul volto i segni della paura, della fame e dell'infelicità, come sostieni tu generalizzando la tua triste esperienza personale dovuta unicamente alle tue errate scelte e valutazioni passate, farebbero la fila alle frontiere cercando di scappare, cosa che non è. La maggior parte dei brasiliani oggi in europa o negli usa ci andrebbero in vacanza (e molti ci vanno) ma mai per viverci.
      Anche mia moglie, passata l'euforia dopo 4 anni a Roma, ha capito le differenze soprattutto umane ed è voluta andarsene, nonostante avessimo casa e lavoro.

      Quanto al gelato, concordo con te, non credo sia un buon affare qui.
      saluti
      Marco

    • e in quali frontiere dovrebbero fare la a fila per scappare ? quelle del venezuela della colombia del peru della argentina o del paraguay…beh dalla padella alla brace….vedi se il br confinasse a nord con gli stati uniti cosa succederebbe…. mexico docet

    • Caro Anonimo per tua scienza sono considerate frontiere anche quelle portuali ed aeroportuali, non solo quelle fisiche.
      Non so se sei mai stato in Messico. Il reddito medio reale, l'organizzazione socio economica e la qualità della vita media non sono paragonabili a quelli brasiliani.
      Io credo che la stragrande parte dei brasiliani ama il proprio paese e la maggioranza non se ne andrebbe mai anche perchè il lavoro non manca.
      Gli Stati Uniti erano giustamente una meta molto ambita da mio nonno che vi si trasferì nel 1911 fuggendo da una vita da pastore di pecore sulle montagne marchigiane; oggi non è più così.
      Quanto al Muro della vergogna tra USA e Messico e le relazioni politico-economiche tra i 2 paesi, stendiamo un velo pietoso.

  26. Caro Anonimo

    io ho vissuto stabilmente a Bahia dal 2005 al 2009 , dopo mi sono trasferito a Natal nel Rio Grande do Norte .Concordo con te per quanto riguarda la povertà anche se dipende dal Barrio dove vivi ; purtroppo e lo sanno anche le pietre in Brasile la diseguaglianza sociale è ancora alta e le favelle confinano con i quartieri di lusso .E' sconsigliabile per un europeo vivere in un quartiere estremamente popolare anche se inizialmente può sembrare " molto pittoresco " come ad esempio il Pelourinho .
    Il modello consumistico occidentale che è stato importato anche qui sta creando una enorme tensione sociale e l'uso di droghe a basso costo sta facendo il resto .
    Per quanto riguarda il gelato qui a Natal una bola costa non meno di 3,5R$ mentre all'interior ( Cearamirin ) si trova la stessa bola a 0,75 R$ in una gelateria seduti a tavolino .
    Ti auguro un felice ritorno in Patria anche se preparati alle lacrime di saudade di tua moglie bahiana una volta che le sarà passata la fase da turista ( Ci sono già passato due volte ! )

    • Ciao, cosa mi sai dire di Itaparica? Ho sentito che ci vanno il fine settimana i ricchi di Bahia, c'é muovimento? Come la vedi una gelateria li?
      Obrigado, ciao
      Jacopo

    • Jacopo

      itaparica è una pittoresca isola nella Bahia de Todos os Santos e non mi risulta essere la meta di Baiani ricchi . Chi vuole può farsi una villa ad Itaparica . In Italia fai il gelataio o chiedi tanto per chiedere ?

    • Ho 2 gelaterie ma in Portogallo, ho una fidanzata Brasiliana e guardando un canale brasilano sul satellite abbiamo visto un personaggio dello spettacolo che diceva che andava li tutti i fine-settimana a Itaparica cosi ho cercato qualche info. Non mi piace tanto l'idea di vivere in cittá ma se trovassi un posto turistico fuori da casino della cittá aprirei volentieri una gelateria in brasile (alla mia ragazza piacerebbe tornare nella sua terra, oltretutto!)
      Che posti mi consiglieresti?
      Grazie
      Jacopo
      ps le mie gelaterie: http://www.facebook.com/cremadigelatolagos

    • Ciao Jacopo

      è difficile conciliare un business turistico con la pace e la tranquillità . Se hai l'uno non hai l'altro e viceversa . Pace e tranquillità la trovi nei piccoli villaggi ma devi poter vivere di rendita e godere di buona salute. Lavorare in Brasile , soprattutto al Nordeste , non è il massimo a causa di diverse difficoltà che non sto qui ad elencarti . Comunque se proprio desideri aprire una gelateria posso dirti che tranne i casi di quelle antiche e tradizionali le nuove sono tutte nei centri commerciali e richiedono comunque un investimento ragguardevole . Ogni anno a Sao Paolo si tiene la fiera del gelato e quest'anno le ho dedicato anche un post .

    • é vero quello che dici ma, scusa se insisto, esiste qualche località che sopravvive soprattutto di turismo che viene da fuori da paese? Per esempio dove vanno gli americani ricchi in vacanza?
      Altra domanda, cosa mi dici della "yogurteria"? Il mio fornitore di prodotti per il gelato (pregel) mi dice che in Brasile vendono un sacco di prodotti per questo tipo di attivitá, e vero che ce ne sono tante?
      Approfitto per ringraziarti, il tuo blog é molto interessante.

      Jacopo

    • Ti giro alcuni commenti di amici che sono stati alla Fiera del Gelato di Sao Paulo .
      1)Fiera positiva – calo affluenza rispetto anno passato.
      Dati emersi, settore frozen in caduta libera -40%, soft in crescita come il gelato, sta emergendo sempre piu il concetto di gelato di qualita con materie prime di qualita.Sta cambiando penso che nei prossimi anni si assistera sempre piu ad una crescita del gelato inteso come alimento.

      era ora… avevano rotto con il yogurt frozen…
      auspico seriamente il ritorno ad un prodotto artigianale, ad un gelato funzionale ossia che abbia anche un valore nutritivo non solo per raffreddare la lingua o per aumentare un po' la glicemia

      Ora abbiamo un'idea di migliore di quale possa essere il business da intraprendere! Forse abbiamo già trovato la Location, ma non mi sbilancio più di tanto… Citando il tuo dato sul Frozen Yoghurt, sono venuto a sapere che ad esempio il Succo di Agave, usato per alcuni ingredienti di Yoghurt è stato proibito! vi risulta?

      ……… a volte penso che dove bisognerebbe anche investire e' in PICOLE' alternativi x creare il volume di vendita ……. il gelato artigianale e' "caro" deve essere consumato al bancone o nella gelateria , e il pubblico della classe A e B a cui ci si rivolge spesso non ama questo tipo di approccio a meno non sia una Botique del Gelato dove , oltre alla qualita' e al sapore si paghi anche per una buona opzione di solotto !!!!!!

      Noto con piacere che lo yoghurt ha perso quota, finalmente… era inevitabile il segmento è ormai saturo in Brasile specialmente a Sao Paulo. Comunque già l'anno scorso si vedevano i cedimenti delle yoghurterie e di quelle gelaterie industriali come hageen daz.

      Qualcuno che sia stato alla Tecnosorvetes saprebbe dirmi quale è il fatturato del settore ( Possibilmente escludendo picolet e sacolè ) ?

      Se parli di una gelateria bhe dipende dalla zona, qualita prodotto, clientela e marketing. Bacio di latte al di la della posizione Oscar Freire ha puntato molto sul marketing, i risultati sono chiari in un anno altri 2 punti vendita e durante i fine settimana riesce a fare anche 400 kg di gelato, non é che mancavano gelaterie artigianali in Sao Paulo, Bellomo, Stuzzi, Vipiteno.
      Cmq se riesci a vendere un 70 kg al giorno di media hai un ottimo fatturato.Poi in Brasile ce il soft, che sta crescendo, ovviamente rivolto piu ad una fascia medio bassa vd casquina Mac Donald….un chiosco riesce a fatturare anche piu di 130.000 reais al mese

      70 kg al giorno? una pallina pesa mediamente 100g quindi sarebbe una vendita diaria di 700 palline… vi vedo molto ottimisti. Io ho avuto una gelateria a Belo Horizonte e 700 palline al giorno non le vendevo nemmeno nel fine settimana con il negozio pieno. per raggiungere e superare questi quantitativi bisogna fornire gelato a ristoranti, caffeterie e via dicendo…. saluti

      Chiaro dipende dalla zona, Bacio di Latte ne vende anche di piu al giorno, é Sao Paulo… Conosco un altra gelateria a Rio che arriva circa su questi livelli di 70 kg – Belo horizonte non é sao paulo chiaro

      sarà… ma io avevo 3 dipendenti e por non fermandoci un minuto ti garantisco che servire 700 palline in un giorno non è poca cosa… facendo vendita per ristoranti tutto cambia… sono arrivato a fornire la fiat, con una consegna di 960 kg…. saluti

    • Ciao! Ho aperto una gelateria/caffetteria in brasile e per,motivi familiari devo chiuderla e vendo tutti i macchinari attrezzature e arredi… Grande affare… Tutto nuovo, ho comprato tutto meno di un anno fa.. Per info k.ly@live.it oppure 00553299665973

  27. per marcofalco,
    tu non vai mai al farol de itapoa (nello shopping dietro) dove Marco (il toscano) a riaperto il suo barzinho?
    miki

  28. Ciao Miki,
    conosco lo shopping Itapoa ovviamente ma non frequento il barzinho di Marco anche perchè pure io ho un barzinho a Stella e quando ho finito da me non ho proprio voglia di andare in giro negli altri.
    un saluto
    Marco

  29. cosa pensate di una gelateria artigianale a san paolo? ho bisogno di consigli sulla situazione delle gelaterie attuali e dei prezzi dei locali. intendo fare una cosa per bene. (pasticeri_arjoli@yahoo.com)

  30. Mi hanno proposto di aprire una gelateria a San Paolo. La mia domanda è: macchinari e prodotti sul luogo si trovano o bisogna importare il tutto.
    Grazie

    • Ciao! Ho aperto una gelateria/caffetteria in brasile e per,motivi familiari devo chiuderla e vendo tutti i macchinari attrezzature e arredi… Grande affare… Tutto nuovo, ho comprato tutto meno di un anno fa.. Per info k.ly@live.it oppure 00553299665973

  31. Ciao! Vendo una bellissima gelateria/caffeteria em MG oppure tutti i macchinari e mobili per transferirla ovunque in Brasile. E stata aperta da neanche un anno ma nn riesco a portarla avanti per motivi familiari. Quindi e ancora tutto nuovo! Per chi è interessato inviare una mail a k.ly@live.it oppure chiamare 0055329966597

  32. ciao mi potete dare notizie su un salone da parrucchiere da aprire? in un posto figo!! e quanto dovrei investire, burocrazia, ho 20 anni di esperienza! grazie luigi.

  33. ciao,mi chiamo alberto,sono stato recentemente a salvador per circa due mesi e l'ho trovata assolutamente ricca di opportunità.ho trovato una città vivace con molta gente che vuole spendere. Io voglio aprire una gelateria e credo che sia una buona idea. Vorrei fare del gelato che abbia il giusto equilibrio qualità prezzo. Fa caldo tutto l'anno e il gelato credo sia un prodotto di largo consumo.
    Ho una ragazza a salvador e vorrei iniziare ad aprire questo locale con lei che è brasiliana.
    Se avete occasioni o informazioni utili da darmi,ne sarei grato.
    alberto.faustini@cosmecser.com

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*