venerdì 26 giugno 2009

Gli Olodum ricordano Michael Jackson al Pelourinho

I musicisti della Banda Olodum che nel 1996 accompagnarono Michael Jackson nel suo memorabile clip a Salvador sono riuniti dalle 11 di stamattina nella sede del gruppo al Pelourinho per omenaggiare il Re della musica Pop scomparso ieri negli Stati Uniti ufficialmente per infarto cardiaco.

Nel 1996 gli Olodum parteciparono alla registrazione del Clip " They don't care about us " al Pelourinho in Salvador ed in Rio de Janeiro con Spike Lee , assieme a circa 215 percussionisti.

" E' stato un grande rappresentante afro-americano , fece un lavoro incredibile e si trasformò in una legenda " ha affermato Joao Jorge Rodriguas , direttore del Gruppo . " Il passaggio di Michael Jackson per Salvador è stato di enorme rilevanza per gli Olodum . Più di 5 miliardi di persone di tutto il mondo ci hanno ascoltato grazie al lavoro che egli fece con noi . Una enorme visibilità .


giovedì 25 giugno 2009

Ronaldinho a Bahia per i giovani di Salvador

Ronaldinho Gaúcho, ha confermato il suo arrivo domani 26 Giugno a Salvador . Lo scopo è inaugurare Sabato 27 una collaborazione tra il suo Istituto ed il Governo dello Stato di Bahia per beneficiare oltre 2000 giovani dei Centri Sociali di Nordeste Amaralina , Mussurunga , Narandiba ,Castelo Branco e Pernambués, offrendo attività sportive e corsi di informatica ed inglese .

A parceria entre o Governo, através da Secretaria de Combate à Pobreza, e o Instituto Ronaldinho Gaúcho foi intermediada pelo vereador Henrique Carballal (PT), ex-coordenador dos CSU’s, que receberá o jogador em Salvador e o acompanhará a uma visita, no sábado pela manhã, ao Palácio de Ondina.

Em seguida, em companhia do governador Jaques Wagner, visita o Estádio de Pituaçu, onde serão recebidos por, aproximadamente, duas mil crianças e adolescentes beneficiadas no projeto. A visita marca também a inauguração da piscina semi-olímpica do CSU do Nordeste de Amaralina, que teve a construção iniciada na gestão de Carballal.


O vereador Carballal esteve, em abril, em Porto Alegre para acompanhar de perto as atividades da ONG, sendo recebido pelo próprio Ronaldinho Gaúcho. Na visita, estiveram presentes o secretário de Combate à Pobreza, Valmir Assunção, e o prefeito de Camaçari, Luiz Caetano, que pretende atrair a parceria para o Projeto Cidade do Saber.

Fonte Tribuna da Bahia

sabato 20 giugno 2009

La festa di Sao Joao tra sacro e profano


Oramai siamo nel periodo delle cosiddette feste junine , una antichissima tradizione contadina ancora molto viva in Brasile . La festa ufficialmente inizia con San Joao il 24 Giugno e termina il 29 con San Pietro . In pratica già a partire dalla ricorrenza di Sant Antonio del 13 Giugno la città è percorsa da una agitazione che va aumentando via via che si avvicina la data fatidica del 24 .

La festa è molto sentita nell'interiore dello stato di Bahia e per molte città è l'equivalente del carnevale di Salvador . I prefetti delle cittadine fanno a gara per invitare le Bande di Forrò più note , ne va della loro popolarità molto di più che per la costruzione di una nuova scuola o di un ospedale . Saranno ricordati , al momento delle elezioni , come migliori dei loro predecessori perchè hanno organizzato il Sao Joao più memorabile della storia della città .

Una grande massa di lavoratori si sposta in questi giorni dalle metropoli del sud , specialmente Sao Paolo , per raggiungere sperduti paesini del sertao nordestino dove risiedono le famiglie di origine . Le Rodoviarie ( Stazioni dei bus ) sono prese d'assalto e già da qualche giorno c'è il tutto esaurito e non si trova più un biglietto . La mancanza di una rete ferroviaria determina il totale congestionamento delle reti viarie già provate dalle piogge del periodo e dall'incessante e crescente traffico di mezzi pesanti che trasportano le merci in tutto il Brasile .

Per avere una idea , in condizioni normali , un viaggio Salvador Natal di 1200 km necessita di due giorni per essere compiuto , alla media di 600 Km al giorno viaggiando quasi ininterrottamente dalle 8 di mattina alle 18 di sera . In questo periodo è meglio non tentarci nemmeno .

Io ho partecipato due volte al Sao Joao e così come per il carnevale di Salvador la prima cosa è essere fisicamente in forma . Le danze frenetiche e l ' abbondanza di bevande alcoliche mettono a dura prova il fisico di noi europei . Il nordestino invece , sia gli uomini che le donne , che non aspettano altro durante l'anno sembrano resistere alla grande . Ma forse è solo una impressione .

Un discorso a parte meritano le varie Band che si esibiscono durante il Sao Joao . A parte quelle famose , ve ne sono una quantità di nuove che nascono tutti gli anni come funghi . Tutte si presentano con un gruppo nutrito di musicisti che suonano gli strumenti tradizionali e non del forrò quali fisarmonica , sassofono , ecc oltre a quattro ballerini , due uomini e due donne che si esibiscono sul palco mentre i musicisti suonano .

Questo è il vero spettacolo . Le ballerine sono formosissime ( gostose ) con dei sederi prorompenti ( poposuda ) e c'è sempre una bionda ( rigorosamente tinta ) ed una bruna . Lo scopo delle ballerine è chiaro : portare all'orgasmo il maggior numero di spettatori . E ce la mettono tutta simulando accoppiamenti con i ballerini che farebbero arrossire un coniglio tanto sono veloci . Sapienti movimenti delle anche , repentini abbassamenti del sedere a gambe divaricate e via così sino a che qualche ragazzotto eccitato si lancia sul palco e tenta un approccio diretto e non simulato . La sicurezza interviene puntualmente e rimette a posto le cose . Le ballerine affatto intimorite , anzi incoraggiate dal risultato , continuano con i loro movimenti frenetici .

sabato 13 giugno 2009

Ritrovati altri rottami del volo 447

Navio mercante encontra peça em área de buscas do voo 447

Fotos de peça foram enviadas à Marinha pelo comandante de navio.
No total, 44 corpos já foram resgatados; outros seis estão em navio francês.

Um navio mercante que passava pela área de buscas do voo 447 da Air France recolheu uma peça de tamanho médio, supostamente de destroços do avião, informou neste sábado (13) o vice-almirante da Marinha, Edson Lawrence, durante entrevista coletiva.

Veja fotos da peça encontrada neste sábado

De acordo com o vice-almirante, o navio tem bandeira de Antígua e Barbuda e partiu de Montevidéu, no Uruguai, com destino à Inglaterra. O comandante da embarcação, segundo a Marinha, tentou entrar em contato via rádio com as embarcações que fazem as buscas no local, mas não conseguiu resposta. Imagens da peça foram, então, enviadas por e-mail para a Marinha.

Foto: Força Aérea Brasileira/Divulgação

Análises ainda serão feitas para verificar se peça encontrada pertence ao avião da Air France. (Foto: Força Aérea Brasileira/Divulgação)

Vinte e um corpos das vítimas do acidente com o avião da Air France chegaram a Recife na tarde deste sábado. Eles estão no Instituto de Medicina Legal da capital pernambucana.

Segundo a Marinha, os trabalhos de busca foram prejudicados neste sábado devido ao mau tempo. As buscas aéreas foram paralisadas ainda pela manhã.

No total, 44 corpos já foram resgatados. Outros seis corpos estão a bordo do navio francês Mistral, e só poderão entrar na lista oficial quando forem levados para navios brasileiros. De acordo com o vice-almirante da Marinha, ainda não há previsão de chegadas desses corpos.


Fonte : Globo


venerdì 12 giugno 2009

Volete trovare marito ? Chiedetelo a S. Antonio


Domani è la festa di S. Antonio che in Brasile è conosciuto come Santo " casamenteiro " cioè che favorisce i matrimoni . La festa è molto sentita qui a Bahia ed in particolare a Barra dove c'è appunto l'antica Chiesa di S. Antonio a pochi passi da casa mia .

I sistemi per trovare il futuro marito sono veramente originali . Uno di questi consiglia di incidere con un coltello una bananeira allo scoccare della mezzanotte di oggi 12 Giugno . Dalla incisione scorrerà un liquido che formerà le iniziali del compagno della vita .
Una delle tradizioni più antiche afferma che per scoprire il nome del futuro marito bisogna scrivere il nome dei potenziali candidati su diversi pezzetti di carta e lasciarne uno in bianco ( Una specie di pizzini ! ) . Poi alla mezzanotte del 12 Giugno bisognerà collocare i " pizzini " in un piatto con dell'acqua . Il giorno seguente il bigliettino aperto rivelerà il nome del predestinato . Naturalmente potrebbe anche aprirsi il "pizzino " in bianco !

Ci sono poi le soluzioni sbrigative ! Bisogna procurarsi una statuetta di S. Antonio e tirar via il bambinello Gesù dalle sue braccia promettendo al Santo di restituirlo solo dopo aver ricevuto la grazia . In più , se non bastasse , la statua del Santo va tenuta a testa in giù !

Questa più che una richiesta di grazia mi sembra un rapimento con richiesta di riscatto .

Per i casi disperati esiste un ultima risorsa , andare ad un matrimonio e regalare ai promessi sposi una immagine del Santo senza il Bambino Gesù . La richiesta di matrimonio deve essere fatta sull'altare dela chiesa . Allorchè la richiesta sia stata esaudita il richiedente deve ritornare alla chiesa e depositare l'mmagine del Bambino Gesù .

Scegliete la soluzione che preferite , l'importante è lasciare in pace i mariti delle altre !


giovedì 11 giugno 2009

Il Banco Centrale Brasiliano riduce il costo del denaro


Ancora una ulteriore batosta per gli investitori in Fondi DI , la Banca Centrale Brasiliana ha ridotto la tassa Selic al 9.25% dal 10.25 % , una riduzione di un punto percentuale .

Le Banche , dal canto loro , hanno ridotto i tassi di interesse applicati ai prestiti alle persone fisiche e giuridiche . Come esempio riporto le modifiche annunciate dal Banco do Brasil . A partire dal prossimo lunedì il costo di finanziamento per l'acquisto di materiale di costruzione avrà un interesse nell'intervallo da 1,66% a 2,85% mensili contro i 1,69% a 2,89% precedenti e così via .
Con questa riduzione diventa indispensabile un riposizionamento degli investimenti finanziari a favore dei Fondi Azionari o simili . Infatti , se prima per arrivare alla fatidica somma di 3000 R$ al mese bastava investire 360 000 R$ al 12.75% , oggi sono necessari almeno 500 000 R$ che al cambio attuale ( 1 euro = 2.7 R$ ) sono ben 185 000 euro ovvero una somma di tutto rispetto .

Solo un investimento in Fondi Azionari che producano un rendimento medio annuo del 20% può bilanciare la situazione . Mantenendo infatti lo stesso obiettivo di 3000 R$ al mese e suddividendo l'investimento di 360 000 R$ in 30% azionario al 20% netto e 70% DI al 7 % netto , otteniamo un rendimento annuale di 39240 R$ ovvero 3270 R$ al mese .

In un prossimo post parleremo un poco di media e varianza allo scopo di capire meglio la rischiosità relativa di un investimento Azionario rispetto a quello DI .

mercoledì 10 giugno 2009

Il Brasile in recessione tecnica

Entenda o que a recessão técnica significa para o Brasil

BBC Brasil




Alessandra Corrêa

Os dados sobre o Produto Interno Bruto (PIB) divulgados nesta terça-feira indicam que o Brasil entrou em recessão técnica, caracterizada por dois trimestres consecutivos de queda (em relação ao trimestre anterior).

Segundo o Instituto Brasileiro de Geografia e Estatística (IBGE), o PIB do primeiro trimestre deste ano caiu 0,8% em relação aos últimos três meses de 2008, quando já havia recuado 3,6% em comparação com o terceiro trimestre.

Na comparação com o primeiro trimestre do ano passado, a queda foi de 1,8%.

Apesar dos números negativos, analistas afirmam que a economia brasileira apresenta sinais de recuperação e que o PIB vai voltar a crescer já neste segundo trimestre, encerrando o período de recessão técnica.

Abaixo, a BBC Brasil responde a algumas perguntas sobre os motivos que levaram a economia brasileira a entrar em recessão técnica e os sinais de recuperação já existentes.

Como o PIB é calculado?
O PIB representa a soma das riquezas produzidas pelo país. Quando o PIB é analisado pela ótica de quem produz essas riquezas, entram no cálculo os resultados da indústria (que respondem por 30% do total), serviços (65%) e agropecuária (5%).

Outra maneira de medir o PIB é pela ótica da demanda, ou seja, de quem compra essas riquezas. Nesse caso, são considerados o consumo das famílias (60%), o consumo do governo (20%), os investimentos do governo e de empresas privadas (18%) e a soma das exportações e das importações (2%). Esses dois cálculos devem sempre chegar ao mesmo resultado.

O PIB é um indicador para medir a atividade econômica do país. Quando há queda de dois trimestres consecutivos no PIB, a economia está em recessão técnica.

O que levou o Brasil a entrar em recessão técnica?
A recessão é caracterizada por uma forte queda no crescimento de uma economia e é definida por um conjunto de indicadores. O termo "recessão técnica" é um jargão usado por economistas para definir um período de dois trimestres consecutivos de queda no PIB.

Os dois trimestres consecutivos de queda no PIB brasileiro foram um reflexo da crise econômica mundial, que se agravou a partir de setembro de 2008 e levou vários países a entrar em recessão.

Que setores foram os principais responsáveis pela queda do PIB?
Indústria e comércio exterior foram alguns dos setores da economia brasileira mais afetados pela crise, segundo economistas consultados pela BBC Brasil.

No primeiro caso, o destaque negativo foi para a indústria de bens de capital, que reflete a intenção de investir, diz o economista-chefe da LCA Consultores, Bráulio Borges.

A economista Marcela Prada, da Tendências Consultoria, afirma que, a partir do quarto trimestre do ano passado houve uma reversão da forte alta nos investimentos que vinha ocorrendo até o terceiro trimestre.

Que setores tiveram desempenho melhor?
Segundo o economista Bráulio Borges, o consumo das famílias foi o que evitou uma queda mais pronunciada do PIB brasileiro. Esse indicador responde por 60% do PIB e considera consumo de bens e de serviços, como educação e saúde, por exemplo.

De acordo com o IBGE, as despesas de consumo das famílias tiveram crescimento de 0,7% no primeiro trimestre deste ano, na comparação com o quarto trimestre de 2008.

O consumo do governo também se manteve em crescimento, apesar da crise.

Quais os sinais de recuperação da economia brasileira?
O consumo familiar deve puxar a recuperação da economia brasileira, segundo economistas entrevistados pela BBC Brasil.

De acordo com Borges, medidas adotadas pelo governo, com redução da taxa de juros e a normalização do crédito a pessoa física deverão impulsionar o consumo.

"A confiança vem se recuperando", diz a economista Marcela Prada. Segundo ela, porém, o consumo interno não é o suficiente para que o Brasil volte a crescer no patamar de antes da crise.

No caso dos investimentos, o economista da LCA afirma que ainda não há sinal claro de retomada, mas isso deve ocorrer ao longo do ano.

"Acho que até o final do ano outros componentes vão mostrar recuperação", diz Borges. A indústria vem se recuperando, mas ainda em ritmo lento. Borges afirma que dados recentes da indústria indicam que a ociosidade está diminuindo.

"Isso significa que a indústria está produzindo mais, que deve demitir menos e que pode voltar a investir mais à frente", diz Borges.

Quando o Brasil deverá voltar a crescer?
Os números divulgados pelo IBGE se referem ao período de janeiro a março. Segundo os analistas consultados pela BBC Brasil, neste segundo trimestre, que se encerra no final de junho, a economia brasileira já terá crescido.

"Estamos falando de uma situação até março deste ano. O Brasil estava em recessão técnica entre o quarto trimestre de 2008 e o primeiro trimestre de 2009. Mas já estamos no fim do segundo trimestre, nossa estimativa é de que o país já está saindo da recessão técnica", diz o economista-chefe da LCA.

A previsão dos economistas consultados pela BBC Brasil é de que o PIB vai voltar a crescer nos próximos três trimestres (na comparação com o período imediatamente anterior).

Alguns economistas afirmam que o PIB de 2009 já vai apresentar crescimento em relação a 2008. Outros analistas ainda prevêem um PIB negativo neste ano.

Na última pesquisa Focus, realizada pelo Banco Central com o mercado financeiro, a previsão era de queda de 0,71% no PIB em 2008.

Todos os consultados pela BBC Brasil, porém, afirmam que em 2010 a economia vai voltar a crescer. A previsão da Focus é de crescimento de 3,5% em 2010.

Um dos fatores apontados pelos analistas é a redução da taxa básica de juros, a Selic, que atualmente está em 10,25% ao ano.

A expectativa dos especialistas consultados pela BBC Brasilé de que o Banco Central mantenha o ritmo de cortes na Selic e chegue ao fim do ano com a taxa em torno de 9%.

Nesta quarta-feira, o Copom (Comitê de Política Monetária) do Banco Central se reúne para decidir o rumo da taxa Selic.

lunedì 8 giugno 2009

Come investire in tempi di Real forte .


La copertina dell'ultimo numero della rivista di economia ISTOE' DINHEIRO mostra il Real tatuato sulle braccia di un muscoloso uomo d'affari ed avverte : abituatevi all'idea del Real forte con riferimento alla moneta brasiliana che , negli ultimi mesi , sta rimontando nei confronti di tutte le monete ed in particolare del dollaro e dell'euro .

Basti pensare che a Febbraio il cambio euro real era di 1 a 3 ed oggi è 1 a 2,7 , una rivalutazione del 10% in tre mesi . Contemporaneamente la tassa Selic ( Legata direttamente al costo del denaro ) nello stesso periodo è scesa dal 12.75 al 10.25 , una svalutazione del 19.6% e l'indice BOVESPA è passato da 40 000 a 53000 punti , una rivalutazione del 32 % .

Che cosa significa tutto questo per un piccolo investitore ? Ebbene , se le cose continuano così , e c'è da crederci , significa che :

1) Quelli che hanno investito in immobili ( terreni o appartamenti ) vedranno il loro capitale crescere nei confronti dell'euro .
2) Investire in Fondi DI , ovvero legati alla tassa Selic , converrà sempre di meno
3) Investire in Fondi Azionari , opportunamente selezionati , converrà sempre di più

Il fatto che i fondi DI stiano diventando impopolari lo dimostra il fatto che addirittura la modesta poupanza ( Libretto di risparmio ) è diventata più attraente per gli investitori perchè non soggetta a tassazione . Ciò ha costretto il governo ad introdurre la tassazione a partire da investimenti superiori a 50 000 R$ .

La Borsa brasiliana , dopo aver fatto segnare un minimo di 38000 punti ( Da un massimo di 74000 nel Maggio 2008 ) ha iniziato il 2009 con il segno positivo e per saltelli successivi ( Le borse latinoamericane sono per loro natura molto volatili ) ha raggiunto in questi giorni i 53000 punti . Chi fosse entrato ad inizio anno avrebbe già da festeggiare un pingue risultato !



domenica 7 giugno 2009

Recuperati altri tre corpi


Marinha e a Aeronáutica anunciaram na manhã deste domingo (7) a localização e resgate de mais três corpos em alto-mar de ocupantes do Airbus da Air France que desapareceu na noite do último dia 31 no trajeto entre o Rio de Janeiro e Paris.

Outros dois corpos haviam sido localizados no sábado (6). Os cinco corpos estão sendo transportados pela Fragata Constituição da Marinha para Fernando de Noronha e deverão chegar na segunda-feira (8).


Outros corpos estão sendo avistados pelos navios e deverão ser recolhidos nas próximas horas. Segundo as autoridades, outras centenas de objetos estão sendo avistados e recolhidos, entre eles parte das asas, parte da estrutura, assentos, telas de LCD e máscaras de oxigênio, além de pertences pessoais dos passageiros da aeronave.


Segundo informações divulgadas pelos comandos da Marinha e Aeronáutica durante entrevista coletiva no Recife neste domingo, não existe dúvida de que o material recolhido no mar seja dos destroços do Airbus que fazia o voo 447. A Air France confirmou ao comando de buscas brasileiro que a poltrona encontrada no sábado, que continha um número de série, pertence a um avião Airbus A330, embora não possa precisar se especificamente da aeronave que fazia o voo AF 447.

Os corpos achados na madrugada deste domingo, que a Aeronáutica não confirmou se são de homens ou mulheres, foram localizados pela corveta Caboclo e transferidos para a Fragata Constituição para o transporte até Fernando de Noronha. Segundo a Aeronáutica, não há dúvidas de que sejam de passageiros do voo 447. Os corpos serão catalogados em Fernando de Noronha e transferidos para o Recife, onde o IML fará o trabalho de identificação.

Já os materiais retirados da água, segundo a Marinha, serão levados ao Recife, onde serão disponibilizados para a França, país responsável pelas investigações sobre as causas do acidente.

Buscas

As áreas de busca e resgate continuarão concentradas nos pontos onde foram localizados os corpos, a cerca de 70km do ponto onde houve o ultimo reporte eletrônico automático de falha do Airbus e a cerca de 900 quilômetros de Fernando de Noronha. A aeronave R-99 continua realizando varreduras na região a fim de identificar eventuais novos focos de destroços.

A previsão do tempo para este domingo em toda a região das buscas é desfavorável para o trabalho das aeronaves, devido à pouca visibilidade.


Além dos cinco navios da Mrinha brasileira na região, as buscas passam a contar a partir deste domingo com a Fragata Ventuse, da Marinha Francesa. As duas aeronaves francesas (Falcon 50 e Atlantic Rescue D) permanecem colaborando com as missões de busca.Neste momento, 14 aeronaves (12 brasileiras e duas francesas) e cinco navios da Marinha do Brasil participam da Operação.

O Airbus da Air France transportava 228 pessoas de 32 nacionalidades, entre passageiros e tripulantes na noite do último dia 31. O voo, de número 447, deixou o Rio de Janeiro às 19h30 (horário de Brasília) e fez o último contato de voz às 22h33. Às 22h48, o avião saiu da cobertura do radar de Fernando de Noronha.

De acordo com investigadores franceses, em um intervalo de quatro minutos, o avião emitiu 24 mensagens automáticas com sinais de anomalias no voo, das quais 14 entre 23h10 e 23h11.

Primeira localização de corpos

No sábado (6), além dos dois corpos de homens achados pela manhã, foram encontrados uma parte da asa e assentos do Airbus da Air France. Também foram resgatados no mar pela manhã uma mochila, uma pasta e uma poltrona azul semelhante às do avião da Air France. Segundo a Aeronáutica, a área de buscas já soma mais de 200 mil km quadrados (pouco maior que a do estado do Paraná) .


Fonte : O Globo


sabato 6 giugno 2009

Ritrovati i primi due corpi

Aeronáutica anuncia resgate de dois corpos de ocupantes do Airbus




Redação CORREIO

A Aeronáutica anunciou neste sábado (6), durante entrevista no Recife (PE), que encontrou dois corpos de ocupantes do Airbus da Air France que desapareceu na noite do último dia 31 no trajeto entre o Rio de Janeiro e Paris. Os destroços foram avistados entre 5h e 6h da manhã por um avião da Força Aérea Brasileira.

No sexto dia do trabalho de buscas, a aeronave R-99, que tem um radar de abertura sintética, localizou objetos na superfície do mar a 69,5 km do ponto em que houve o último aviso de pane da aeronave.


De acordo informações da FAB, o primeiro corpo foi retirado da água às 9h30 pela tripulação de um dos navios que participam da busca e reconhecido como sendo do sexo masculino. Já o segundo corpo, do mesmo sexo, foi encontrado às 11h13.

Uma poltrona azul com número de série 237011038331-0 também foi recolhida, mas a Aeronáutica informa que ainda aguarda a confirmação da Air France se ela corresponde à aeronave. também foram encontradas uma valise de couro com um bilhete da Air France e uma mochila de nylon.

Antes de repassar as informações à imprensa, a Aeronáutica informou aos parentes dos passageiros da aeronave que transportava 228 pessoas de 32 nacionalidades, entre passageiros e tripulantes.

Mensagens
De acordo com investigadores franceses, em um intervalo de quatro minutos, o avião emitiu 24 mensagens automáticas com sinais de anomalias no voo, das quais 14 entre 23h10 e 23h11.

Toda a estrutura pra receber os corpos já foi montada na base da aeronáutica em Fernando de Noronha. Na manhã deste sábado, peritos da Polícia Federal, especialistas em identificação humana, desembarcaram em Fernando de Noronha.

Corso di lingua e Cultura Italiana a Bahia


  • Dentro das atividades desenvolvidas pelo Centro de Língua e Cultura Italiana encontra-se o curso livre de língua e cultura que tem como objetivos:
  • Oferecer aos alunos a possibilidade de aprender o idioma italiano, a partir do estudo da estrutura lingüística e da cultura;
  • Possibilitar a comunicação, oral e escrita dos alunos em nível básico;
  • Possibilitar a troca norte-sul do mundo, através do incentivo à solidariedade, à compreensão, à colaboração mútuas.

O Curso de italiano é aberto à comunidade e é configurado como curso de extensão Universitária ligado ao NESTI – Núcleo de Estudos Italianos.

Turmas
As turmas do curso livre de italiano estão divididas em:

  • A1 – 1º nível
  • A2 – 2º nível
  • B1 – 3º nível
  • B2 – 4º nível
  • C – 5º nível

Cada semestre é formado por 4 meses de estudo, normalmente entre março e junho; agosto e dezembro e trabalha com carga horária máxima de 30 horas/aula por semestre. As aulas são ministradas na UNEB, uma vez por semana. A proposta é que ao final de cinco semestres, o aluno possa ter estudado os três livros iniciais, tendo concluído assim um curso de língua básico.

As aulas privilegiam o aprendizado lúdico, com a utilização de músicas, filmes e outros recursos audiovisuais de maneira bastante descontraída e informal. Os professores são na sua maioria italianos, ou ex-intercambistas da UNEB, que trazem sempre materiais atuais e interessantes para compartilhar com os alunos.

Outras informações: (71) 3321-0096 / nesti@uneb.br

venerdì 5 giugno 2009

Colpo di scena : i resti sono quelli di una nave

PRIMI RISULTATI DELL'INCHIESTA: «INCOERENZA NELLE DIVERSE VELOCITÀ RILEVATE»

Marina brasiliana: resti non identificabili

I rottami trovati nell'Atlantico forse non sono dell'Airbus A330. Un generale dell'Aeronautica: «Pezzi di una nave»


Resti avvistati nell'Atlantico (Afp)
Resti avvistati nell'Atlantico (Afp)
MILANO - Si apre un nuovo capitolo nel giallo dell'Airbus precipitato nell'Atlantico con 228 persone a bordo. Il volo AF 447 dell'Air France Rio de Janeiro-Parigi è scomparso dai radar la notte tra domenica e lunedì. Un responsabile dell'Aviazione brasiliana, il generale Ramon Borges Cardoso, ha detto che i resti trovati nell'oceano non appartengono all'aereo e che probabilmente di pezzi di una nave. Da fonti della Marina una conferma: i rottami non sono stati identificati, niente fa presumere che appartengano al volo A330.

INCOERENZE NELLA VELOCITÀ - In parallelo va avanti l'inchiesta del Bea, l'agenzia francese chiamata a far luce sugli incidenti aerei. Dai primi risultati emerge «incoerenza nelle diverse velocità misurate in base all'esame dei messaggi automatici trasmessi dall'apparecchio». L'Airbus A330 è provvisto di diversi congegni in grado di misurare la velocità e - spiega un portavoce dell'agenzia - «succede che c'è un'incoerenza fra queste velocità». L'inchiesta ha poi confermato «la presenza, in prossimità della rotta prevista dell'aereo sull'Atlantico, di importanti cellule convettive caratteristiche delle regioni equatoriali», in pratica fenomeni di particolare violenza temporalesca. Il Bea invita comunque a «evitare qualsiasi frettolosa interpretazione o speculazione sulla base di informazioni parziali e non confermate».


«PEZZI DI UNA NAVE» 
- «Al momento non abbiamo recuperato nessun materiale dell'aereo» ha detto Ramon Borges Cardoso, direttore del dipartimento di controllo dello spazio aereo dell'Aeronautica brasiliana. Cardoso ha precisato che i rottami recuperati finora - incluso un pezzo di sostegno che si supponeva fosse parte della stiva dell'Airbus - appartengono probabilmente a una nave e che la macchia d'olio estesa per circa 20 chilometri in mare non può appartenere all'aereo, «che ha una capacità massima di 50 litri per ciascun motore», una quantità minima rispetto all'estensione della chiazza.

MARINA: RESTI NON IDENTIFICATI - Anche la Marina brasiliana ha espresso dubbi sul materiale trovato in mare: nessuna caratteristica conferma che si tratti di pezzi dell'Airbus. I militari confidavano di poter trovare per lo meno un pezzo dell'aereo, o altri materiali, con il numero d'identificazione del velivolo precipitato. «Ma il personale della Marina che è in contatto con la nave "Constitucao" che ha raccolto tali materiali ha riferito che per verificare tale fatto è necessario realizzare delle perizie tecniche» ha rilevato un portavoce al sito Folha online. Mercoledì il governo brasiliano e lo Stato maggiore delle forze armate francesi avevano assicurato che i resti trovati nell'oceano erano senza dubbio dell'Airbus A330.

APERTE TUTTE LE POSSIBILITÀ - «È una cattiva notizia»: così il segretario di Stato francese ai trasporti, Dominique Bussereau, ha commentato a radio Rtl le informazioni arrivate dal Brasile. «Le autorità francesi - ha aggiunto - ripetono da giorni che bisogna avere una estrema prudenza. Occorre proseguire le ricerche, il nostro obiettivo principale è quello di recuperare le scatole nere. Il tempo gioca contro di noi: bisogna fare di tutto per ritrovarle, e dunque certamente allargare la zona delle ricerche». Il ministro degli Esteri francese Bernard Kouchner, incontrando i familiari dei passaggeri, ha sottolineato che «per ora non c'è alcuna spiegazione» e che il governo «non sta nascondendo» informazioni sulla tragedia. «Non stiamo nascondendo nulla e non avremmo alcuna ragione per farlo» ha detto Kouchner, precisando che «tutte le possibilità sono al vaglio». Alla domanda sull'ipotesi attentato, ha sottolineato che gli esperti non hanno trovato prove al riguardo. «Ma non la escludiamo. Tutti insieme cercheremo di trovare quanto prima una spiegazione».


mercoledì 3 giugno 2009

L'Airbus sarebbe esploso in volo

PARIGI - Ora che l'aereo scomparso è stato trovato, non resta che scoprire le cause della sua caduta. E si fa strada un'ipotesi inquietante. La grande dispersione dei rottami scoperti lascia pensare che l'Airbus A330 - in volo lunedì da Rio de Janeiro a Parigi con 228 persone a bordo - sia esploso ad alta quota. È quanto scrive il quotidiano francese «Le Monde», citando "specialisti" della compagnia Air France. Le Monde ricorda che i rottami sarebbero stati localizzati su due zone, distanti 60 chilometri l'una dall'altra, situate ad est del luogo da dove l'Airbus ha trasmesso i suoi ultimi messaggi automatici. Il quotidiano osserva che «tuttavia la pista di un attentato non è al momento presa in considerazione dalle autorità francesi, non c'è stata alcuna rivendicazione e il Brasile non è una destinazione sensibile».

FALSO ALLARME BOMBA IL 27 MAGGIO - Successivamente però un portavoce della compagnia di bandiera francese ha rivelato che ci fu una minaccia bomba per un volo Buenos Aires-Parigi, lo scorso 27 maggio, ma si trattò di un falso allarme. Nicolas Petteau ha dichiarato che a un’agenzia dell’Air France nella capitale argentina arrivò una telefonata anonima di minacce nei confronti del volo AF415. Petteau ha aggiunto che l’aeromobile, un Boeing 777, fu controllato dai servizi di sicurezza che non trovarono però alcun ordigno esplosivo e diedero il via libera alla partenza.

INCHIESTA LUNGA E DIFFICILE - L'ipotesi di «Le Monde» arriva al termine di una giornata apertasi con il comunicato dello Stato maggiore delle forze armate francesi in cui si sottolineava che dopo il ritrovamento dei resti in mare «non c'è più spazio per dubbi» al fatto che si tratti di quelli del volo AF447. Nel corso di una conferenza stampa Paul Louis Arslanian, il capo dell'organismo di sicurezza dell'aviazione civile ha ribadito che «l'inchiesta non sarà facile, sarà lunga ma noi cercheremo di fare tutto il possibile con i mezzi a nostra disposizione». L'inchiesta, ha assicurato il capo della Bea, sarà improntata comunque alla massima «trasparenza». Alla conferenza stampa ha partecipato anche il funzionario della Bea incaricato dell'inchiesta - che è internazionale perché avvenuta in acque internazionali, ma è guidata dal paese di provenienza dell'aereo precipitato - che ha detto che l'obiettivo di massima è arrivare ad un primo rapporto entro la fine di giugno. E che sono state istituite quattro squadre di lavoro: la prima incaricata dell'operazioni di ricerca del relitto e scatole nere e le altre di raccogliere ed analizzare elementi ed informazioni sull'aereo precipitato, per individuare eventuali malfunzionamenti originari.

LE RICERCHE - Un aereo francese per la ricognizione marittima, Atlantique 2, ha sorvolato nelle ultime ore la zona dove l'aeronautica brasiliana ha individuato martedì i resti dell'Airbus A330 di Air France, a un migliaio di chilometri dalla costa brasiliana e a circa 2000 chilometri da quella senegalese. Martedì sera, il ministro della Difesa brasiliano, Nelson Jobim, aveva già affermato di non avere «alcun dubbio» che i resti trovati appartenessero al velivolo scomparso dai cieli mentre sorvolava l'Atlantico lunedì scorso, con 228 passeggeri a bordo. 
Un aereo radar brasiliano ha scoperto successivamente altre quattro concentrazioni di frammenti dell'Airbus della Air France. I nuovi rottami sono disseminati in un raggio di cinque chilometri. Lo ha annunciato in televisione il colonnello Jorge Amaral, portavoce dell' Forza aerea brasiliana (Fab). L'oggetto più grande individuato dall'aereo radar ha circa 7 metri di diametro ma non è stato ancora identificato esattamente. Ci sono anche una decina di oggetti metallici ed una macchia di carburante sull'acqua lunga circa 20 chilometri. La scoperta è stata fatta grazie ad un potentissimo radar di produzione svedese installato a bordo di un Embraer R-99 della Fab, ma il bireattore brasiliano è troppo veloce per consentire un'adeguata identificazione visiva degli oggetti. Il nuovo gruppo di frammenti dell'Airbus si trova a 90 chilometri a sud dei primi segnali del disastro scoperti martedì. Si allarga così il raggio della zona in cui potrebbe essere caduto l'aereo, rendendo ancora più difficile la ricerca del relitto. Secondo il colonnello Jorge Amaral, portavoce della Forza aerea brasiliana, i nuovi frammenti sono molto a sud rispetto alla «scia» di frammenti (tra i quali una poltroncina) avvistata ieri da un C-130, quasi al limite del perimetro di 9.500 chilometri quadrati stabilito inizialmente per le ricerche. Il ritrovamento odierno potrebbe confermare inoltre che l'Airbus dell'Air France si trovava al momento dell'incidente fuori dalla rotta prevista e probabilmente più a sud, forse nel tentativo di dirigersi verso la costa brasiliana o verso l'aeroporto dell'isola di Fernando de Noronha.

Fonte : Il Corriere della sera 



Lutto per l'Associazione Trentini nel Mondo

Dolore e sconforto per la scomparsa
del direttore Rino Zandonai


 

 

 
 

Il direttore della Trentini nel mondo, Rino Zandonai (primo a destra), era fra i passeggeri dell'areo dell'Air France scomparso durante il volo da Rio de Janeiro a Parigi.
Con Zandonai viaggiavano anche il Consigliere provinciale Giovanni Battista Lenzi (al centro) e il sindaco di Canal San Bovo, Luigi Zortea (a sinistra.

(San Paolo, Ouro Fino, Curitiba, Piraquara, Zortea, Rodeio, Gaspar e Florianopolis, erano state le principali tappe della trasferta in Brasile compiuta dal direttore della Trentini nel mondo, Rino Zandonai, dal 20 al 30 maggio.
A San Paolo, Zandonai ha avuto un incontro con il Console generale d’Italia, Marco Marsilli (con il quale ha discusso della legge 379/2000), e con le comunità tren¬tine di Santana e Santa Olimpia (che fanno capo al Circolo trentino di Piracicaba).
Ad Ouro Fino (nello stato di Minas Gerais) il 22 maggio era in programma l’inaugurazione del progetto di solidarietà promosso dal locale Circolo trentino, che ha portato alla realizzazione di una piscina per idroterapia per il trattamento fisioterapico dei bambini affetti da paralisi cerebrali.
Domenica 24 maggio ad essere inaugurato è stato invece il progetto «Caminho trentino das Mananciais», a Piraquara, nello stato del Paranà, un’iniziativa nella quale sono coinvolti il Circolo trentino di Cu¬ritiba, l’amministrazione comunale di Piraquara, l’associazione «Trento trasforma» e la Sanepar (la società che cura la distribuzione dell’acqua potabile). Attraverso una combinazione di produzione agricola, artigianato, valorizzazione del territorio, si punta a realizzare un’offerta di turismo compatibile, che possa costituire una solida prospettiva di sviluppo economico per la zona l’antica colonia imperiale Santa Maria del Nuovo Tirolo di Boca da Serra, nella quale si sono insediate soprattutto famiglie provenienti dal Primiero.
Nello stato di Santa Catarina, Zandonai ha fatto visita ad alcuni Circoli: Rodeio, Nereu Ramos, Indaial, Rio do Cedros. Il 29 maggio a Gaspar c’è stato l’incontro con il sindaco della città e con il Circolo, per la consegna ufficiale del fondo raccolto con la campagna di solidarietà promossa dalla Trentini nel mondo, in favore dei trentini di Santa Catarina colpiti dall’alluvione del novembre 2008 (ne abbiamo parlato ampiamente alle pagine 2 e 3).
Nei giorni precedenti, a Zortea (Santa Catarina) ci sono stati contatti con l’amministrazione comunale, per gettare le basi per un accordo di amicizia e collaborazione con l’omonimo comune trentino nel Primiero. 
.