domenica 4 aprile 2010

Trasferirsi in Brasile , un anno di buoni motivi !

Ripropongo questo Post scritto nel Marzo del 2009 perchè è bene confrontarsi di tanto in tanto con i propri pensieri , soprattutto a distanza di tempo , è uno dei vantaggi di avere un Blog .

Ebbene rileggendolo penso di aver reso realmente un buon servigio a quelli che oltre a leggerlo lo hanno seguito . Chi ha investito i fatidici 200 000 euro all'epoca del mio Post oggi si ritrova con un valore equivalente di 250 000 euro solo grazie al cambio e di 275 000 se ha pure investito in BOT Brasiliani .

Questo Post ha reso a chi ci ha creduto il 37.5% sul patrimonio !!



Molti amici continuano a chiedermi se e come possono trasferirsi in Brasile sulla scia di molti coraggiosi o incoscienti , dipende dal punto di vista , che l'hanno già fatto . Ed il numero sta aumentando negli ultimi tempi a causa della violenta crisi economico finanziara che sta spazzando via il lavoro e le speranze di un futuro per molti giovani .

C'è da dire che la crisi non è solo italiana ma mondiale solo che quando negli Stati Uniti la disoccupazione era del 3% , nel Sud Italia si era al 30% e a nessuno importava , ora che la disoccupazione negli Stati Uniti ha toccato la quota fatidica del 10% tutto il mondo trema . Cosa voglio dire con questo ? Che a noi italiani emigrare in qualsiasi altra parte del mondo , a parte rare eccezioni , può solo convenire .

Ma veniamo al caso Brasile . Fino all'anno scorso la crisi era solo sui giornali che parlavano di quello che stava accadendo fuori del Paese . La sensazione generale , alimentata anche dalla stampa specializzata , era che la tempesta lì fuori non avrebbe toccato il Paese se non in minima parte . Insomma in Brasile ci sarebbe stato solo un acquazzone . Quest'anno invece la musica è cambiata . Ci sono state parecchie dimissioni nel settore auto , minerario e della grande distribuzione .Le Banche hanno incominciato a scricchiolare così come giganti quali la Petrobras . L'intervento del governo , devo dire veramente tempestivo , ha tuttavia se non risolto ,almeno messo a tacere le voci più allarmanti .

E' di questi giorni la notizia della riduzione del tasso di sconto di 1.5 percentuali dal 12.75% all'11.5% . Questo dovrebbe dare stimolo alla economia reale . Forse è ancora poco . Lo vedremo nei prossimi mesi . Il cambio euro- real si mantiene stabilmente a 3 con lievissime oscillazioni nell'uno e nell'altro senso .

Il cambio a 3 non và sotto stimato nella scelta del momento di trasferirsi in Brasile . Secondo me oggi è un momento d'oro per questa decisione . Vediamo perchè :

1) Non lasciate niente alle vostre spalle , solo problemi ed un incerto futuro . Oramai in Italia il lavoro è finito , anche quello squalificato . Quello qualificato , che dava piacere oltre alla indipendenza economica , come dovrebbe essere il vero lavoro era già finito da tempo .Dunque niente rimpianti .

2) Difficilmente in futuro il cambio sarà più favorevole . Il valore max raggiunto durante la prima elezione di Lula è stato 4 ma tutta l'America Latina sembrava sull'orlo della bancarotta . L'Argentina era appena fallita , in Venezuela c'era stato il colpo di Stato che aveva deposto il presidente Chaves ed in Brasile , per la prima volta sembrava che l'eterno secondo Luiz Inacio Lula da Silva del temuto Partito dei Lavoratori potesse prendere il potere .

Le cose sono andate poi come sappiamo : l'Argentina ha rinegoziato il suo debito , Chaves è rientrato trionfalmente a Caracas ed è stato rieletto , Lula è effettivemente diventato il nuovo presidente del Brasile , ma , contrariamente ai timori degli economisti , sotto di lui il Brasile ha prosperato come non mai . E' stato indubbiamente fortunato perche , grazie alla apertura del mercato alla Cina , c'è stata una enorme richiesta di materia prima di cui il Brasile è principale esportatore : soia , minerale di ferro , succo d'arancia , caffè , zucchero .

3) Il costo della vita è ancora relativamente basso . Si vive tranquillamente con 1000 euro al mese e poichè siete sempre in vacanza non spenderete più una cifra per andare al mare una volta l'anno .

4) Gli interessi sui BOT brasiliani , benchè si siano ridotti di molto , sfiorano ad oggi il 10% netto .

5) Il clima è eccellente ( Almeno al nordest ) il che si traduce in una drastica riduzione dei costi per riscaldamento e vestiario .Bermuda , polo e infradito per tutto l'anno ! E poi i brasiliani
sono cordiali e disponibili . L' età media in Brasile è di 28 anni contro i 43 dell'Italia . E non dimentichiamoci della musica , del cibo eccellente e ... delle donne .

Avete bisogno di altri motivi per prendere la fatidica decisione ?

252 commenti:

  1. Tanti auguri di Buona Pasque a Vivere in Brasile!
    Parlando di "Trasferirsi in Brasile", qui a Porto Seguro noi abbiamo creato un'associazione, si chiama Associazione Italo-Brasiliana di Porto Seguro Anita Garibaldi, il nostro site è www.aib-portoseguro.com e recentemente abbiamo anche inaugurato un blog
    http://aib-portoseguro.blog.aruba.it

    Um abraço
    Antonio

    RispondiElimina
  2. Un saluto agli amici della associazione AIB . Una occasione in più per venire a visitare al più presto Porto Seguro e chissà rimanerci .

    Ciao

    RispondiElimina
  3. tutto bello.

    peccato che non sia semplice trasferirsi.......il brasile mica è l'italia che accoglie la feccia del mondo.
    in brasile se non porti soldi non entri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bravo bravo bravo,,e eco x che la Italia se trova cosi oggi,,,

      Elimina
    2. per favore non diciamo c....te!!!!!adesso l'italia si ritrova in questa situazione per colpa degli stranieri.....detto da una straniera poi......e poi prova tu ad entrare legalmente in Italia poi quando hai trovato il modo me lo dici

      Elimina
  4. Sale, volevo gentlmente chiedere come funziona con i bot brasiliani, esempio investo 100 mila e li tengo bloccati per 1 anno , e alla fine ci quadagno sicuramente quasi il 10% e' cosi? grazie

    RispondiElimina
  5. Per Anonimo del 4 Settembre

    si , ma ricorda che devi avere un conto corrente in Brasile .

    RispondiElimina
  6. Avrei alcune domande da farLE.
    Io e il mio compagno abbiamo intenzione di trasferirci in Brasile, ma per quanto riguarda il permesso di soggiorno?
    e Volevo chiederle inoltre se conosce qualche sito dove posso informarmi per quanto riguarda l'assistenza sanItaria e tutto ciò che occorre da sapere.
    Grazie mille
    Cecilia

    RispondiElimina
  7. Ciao Cecilia

    se vai nella lista delle Etichette e fai click sulla parola "visto" incontri tutti i post che parlano di visto per il Brasile .

    Comunque , immagino che tu ed il tuo compagno siate italiani e pertanto la soluzione migliore è in cosiddetto visto per investimento . Apri una attività autonoma investendo un minimo di 150 000 R$ ed ottieni il visto permanente da investitore .
    Esisitono numerose società di consulenza per questo scopo , dipende molto dalla città dove intendi trasferirti .

    Per quanto riguarda l'assistenza sanitaria devi fare una assicurazione privata o plano di saude .Il costo dipende dai servizi e soprattutto dall'età che hai . Varia dai 300 ai 1000 R$ a testa . Esiste uno sconto per famiglie . E' inutile preoccuparsene se prima non risiedi qui i prezzi variano nel tempo e a secoda della zona dove deciderai di trasferirti .

    Per altre informazioni sul costo della vita in brasile clicka su Costo della vita in alto subito sotto il titolo Vivere in Brasile

    RispondiElimina
  8. Salve Antonio,
    sono Enrico di Ferrara e come dicevo ho intenzione di trasferirmi a Joao Pessoa nel giro di 3/4 anni.Ho stimato che per il tenore di vita della mia famiglia (moglie e bambino di circa 2 anni)dovrei affrontare una spesa mensile di circa 4.000 R$ :
    R$ 300 x Condominio
    R$ 1.000 x Feira
    R$ 1.000 x Plano de Saude
    R$ 400 x Scuola bambino
    R$ 300 x Luce+Acqua+Gas+Internet ...
    R$ 300 x Benzina+Assicurazione Carro
    R$ 500 x Previdenza Privata
    R$ 200 x Secretaria ad ore (non tutta la giornata).
    Quindi dovrei avere delle entrate x circa 5.000/5.500 R$ al mese, anche per far fronte a spese impreviste (medicine varie, dentista ...).
    Secondo la tua esperienza sono valori che possono corrisponde alla realtà oppure sono calcoli teorici ... ti rigrazio anticipatamente per l'eventuale risposta.
    Enrico

    RispondiElimina
  9. Ciao Enrico

    i calcoli che hai fatto sono realistici . Forse hai esagerato qualche voce tipo Plano di Saude che per 600 R$ è già ottimo e Alimentazione ma hai dimenticato qualche altra , come il Telefono cellulare e la TV Cavo o Satellitare . Cosa intendi con Previdenza Privata ?

    Comunque io direi che oggi a Joao Pessoa possono bastare anche 4000 R$ in tre ma come dici tu esistono anche gli imprevisti .

    Visto che comunque il tuo trasferimento è tra 3/4 anni mi sembra prematuro fare questi calcoli . Piuttosto io non aspetterei tanto tempo a fare un investimento immobiliare visto che hai deciso di trasferirti .

    Saluti d auguri

    RispondiElimina
  10. Ciao Antonio.Ma allora,per me che vivo da solo e ho già una casa di proprietà in Brasile potrebbero bastarne anche 2000,come dice pure mio nipote?
    E per un plano de saude solo per me potrebbero bastare 300 reais al mese?

    RispondiElimina
  11. Roberto , se abiti nel Nordeste . hai una casa di proprietà e vivi da solo 2000 R$ sono sufficienti . Tuttavia è necessaria una certa disciplina ed attenzione nelle spese . Il costo del Plano di Saude dipende dalle prestazioni e dall'età . Se sei giovane 30-40 anni i 300 R$ possono bastare .

    RispondiElimina
  12. X Enrico di Ferrara e Roberto C.
    Qui sotto vi scrivo un riassunto delle spese mensili sostenute da un mio carissimo amico con la sua compagna a Salvador Bahia nel corso del 2010. Ovviamente ognuno ha le proprie preferenze individuali e quindi sono dati indicativi e molto soggettivi. Ma è sempre bene confrontarsi e fare paragoni.
    Costi vita per due persone :
    Fonte : Francesco e Debora

    1—seguro carro Civic R$170
    2—IPVA “ " R$140
    3—gasolina R$350
    4—Restaurantes R$600
    5—condominio R$300
    6—serviços gerais* R$450
    7—mercado R$1000
    8—telef.total ** R$300
    9-agua R$115
    10—electricità R$190
    11—SKY R$140
    12-Plano saude 2 pess. R$600
    ------------------------------
    TOTALE R$4.355

    *porteiro/jardim + empregada
    **tel fixo + 2 celul + internet

    Faltam ainda:
    -- Remedios/medicos (vc tem que fazer uma estima pessoal).
    --Roupas
    --Viagems

    Da questo si desume che per vivere benino a Salvador, pur avendo casa di proprietà, in 2 persone adulte bisognerebbe prudenzialmente prevedere oggi in media 5/6.000 real al mese credo.
    Abraços, Marco.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi chiedo che tipo di vita fa o ha fatto questa famiglia in Italia, sono sicuro che questo è un valore esagerato 5.000R$ al mese per vivere in Brasile in tre, si parla quasi 2500 € con una casa di proprietà? poi come vivevano qui in Italia, quali standard di vita ha avuto? Quello che voglio dire è che se ho scelto di vivere in Brasile dovesse avere tutte queste spese possono poi continuare in Italia, certo che po se spende circa 600R$ con ristoranti in un mese,,, cmq ultimamente non c'è molta differenza tra il costo a vivere in Brasile o in italia, una noce di cocco sulla spiaggia può costare fino a € 4,00 e la casalinga che vuole comprare uno sgrassaore al supermercato spende circa 10.00R$
      Non è come molto tempo fa che il turista poteva mangiare, divertirse o acquistare a buon mercato, l'ultima volta con mio marito in Fortaleza, fu sorpresa dal costo di tutte le cose

      Elimina
    2. HO VISSUTO A MACEIO DAL 1 DICEMBRE 2010 AL 1 MARZO 2011.
      ACQUA E ENERGIA 60 REAL TOTALI
      E COMUNQUE CONDUCENDO UNA VITA NORMALE DA RESIDENTE ANDANDO AL RISTORANTE UNA O DUE VOLTE ALLA SETTIMANA NON SUPERO I 3600 REAL PER 2 PERSONE AVENDO LA CASA DI PROPRIETà!
      QUEI CONTI PER LA MIA ESPERIENZA NON SONO PROPRIO REALI!!!!!!!!!!!!!!!!!

      Elimina
    3. Ciao Anonimo

      non posso non osservare che avendo vissuto per un periodo limitato quasi sicuramente NON hai fatto il piano di salute ( R$ 600 ) , inoltre parli di casa e non di appartamento pertanto non pagavi il condominio ( R$ 800 ) . Sommando solo questi due costi spendevi di più dei 4355 indicati nell'esempio ( 3600 +600 +800 = 5000 !! )

      Elimina
  13. Grazie Marco per i tuoi preziosi contributi .

    Comunque , avendo vissuto a Salvador per 4 anni posso dire che in realtà , se si fa un poco di attenzione si può vivere bene banche con 4000 - 4500 R$ in due .

    Ad esempio dall'elenco si vede che Francesco usa per spostarsi una Honda Civic , una delle berline più care del mercato .Questo porta a 170 R$ l'assicurazione mensile contro gli 85-100 di una utilitaria . Il Plano di saude anche è caro : io pago 560 R$ per 4 persone con AMIL .

    Tra mercato e ristorante ci sono 1600 R$ che in due sono uno sproposito .Io li spendo in 4 persone .Una serata in pizzeria costa 60 R$ due adulti e due bambini , per 4 settimane sono 240 R$ . Restano altri 360 R$ per le uscite in spiaggia dove uno spiedino costa comunque 2 R$ , un cocco 1,5-2 R$ e così via .

    Insomma non dimentichiamo che lo stipendio di un brasiliano di classe media è di 3000 R$ e pertanto diamoci una calmata , soprattutto se avete , come me , una moglie brasiliana ... :)

    RispondiElimina
  14. Hai ragione Antonio,
    quelli riferiti sono dati di un 75enne agiato pensionato con una giovane compagna bahiana. Insomma una persona che pensa più a consumare che a risparmiare ed investire. E' ovvio che si possono fare vari tagli a quell'elenco, va letto in chiave puramente indicativa.
    Anche io non mi sognerei mai di comprare un'Honda Civic in Brasile!
    Bisogna comunque anche tenere presente alcuni extra che periodicamente possono verificarsi come ad esempio un viaggio, un bene da comprare, una riparazione da fare in casa. E poi quando si fanno dei budgets preventivi è sempre meglio tenersi un pò larghi per precauzione, a stringersi dopo si fa sempre in tempo e poi, in chiave prospettica, l'inflazione potrebbe portare ulteriori rincari.
    In sintesi possiamo dire che in Brasile si può vivere con molto poco (lo fanno in tanti) o con tantissimo, tutto dipende dallo stile di vita desiderato. Per questo è difficile dare indicazioni valide per tutti.
    abraços
    Marco

    RispondiElimina
  15. Grazie sia a Marcofalco che ad Antonio:il mio stile di vita,per fortuna,è molto sobrio anche qui in Italia,più per abitudine che per necessità.Adattando alla mia persona le vostre stime ne deduco che con 1500-2000 reais al mese posso starci benissimo,anche perchè non amo le auto costose e penso non userò Sky.Inoltre non frequento ristoranti se non sporadicamente,non bevo,non fumo e mangio con moderazione...quindi,come dice Antonio,tutto dipende dallo stile di vita desiderato.

    RispondiElimina
  16. Una cosa si evince leggendo questo blog fantastico: l'intelligenza, la sensibilità, l'eleganza (e chi più ne ha più ne metta!) di chi lo scrive...
    Con tali doti, in Italia aveva avuto sicuramente molto successo e sicuramente non manca di averne anche in Brasile...
    Attenti quindi a fare solo calcoli economici e di interessi bancari ci vogliono grande equilibrio e selfcontrol!

    RispondiElimina
  17. Quoto in pieno quanto scritto dall'anonimo del 27 novembre ore 06:12 sia in merito alle considerazioni sul blog e del suo scrittore ma anche in merito alla considerazione finale.
    Fare una scelta di vita come quella di trasferirsi in Brasile non può basarsi solo su calcoli economici. Se non si è più che pronti anche dal punto di vista caratteriale ed umano si rischia comunque di fallire o di andarsi a cacciare in situazioni difficili.

    RispondiElimina
  18. Salve a tutti.
    Io possiedo un immobile nel nordest del Brasile, conosco bene questo paese e penso di trasferirmi gradualmente nell'arco di qualche anno.
    Quello che mi lascia ancora un po' in dubbio è sapere quanti e quali diritti si perdono nel nostro paese d'origine una volta in possesso del visto permanente e della residenza in Brasile.
    Sarei grato all'autore di questo blog se potesse chiarirmi questo punto.
    Cordiali saluti. Roberto

    RispondiElimina
  19. Ciao Roberto

    il possesso del visto permanente brasiliano non ti impedisce di conservare la residenza italiana a patto che tu non sia assente dall'Italia per oltre un anno . Per la conservazione del visto brasiliano basta non trascorrere fuori del Brasile oltre due anni .

    Pertanto se tu vivi in Brasile ed una volta all'anno rientri in Italia conservi il visto permanente per il Brasile e la residenza in Italia .

    Qualora tu invece voglia volontariamente cambiare residenza devi iscriverti all'AIRE per aver diritto al voto e al rinnovo di alcuni dei documenti italiani pur essendo in Brasile .

    Non conosco esattamente cosa perdi o guadagni facendo questo . Ti consiglio di rivolgerti al Consolato o direttamente all'AIRE .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. a novembre di quest'anno mi sposo in brasile quindi potro richiedere il visto permanente per restare li,ho saputo que inizialmente mi viene rilasciato il visto provvisorio,la domanda e la seguente:quanto tempo posso restare fuori dal brasile senza rischiare di perdere il visto?sempre 2 anni come il visto permanente?perche ho visto che dopo tre mesi si perde il visto provvisorio ma non e cosi per tutti i paesi,qualcuno puo darmi ua risposta?grazie

      Elimina
    2. Ciao Salvatore

      stai facendo un poco confusione . Quando ti sarai sposato in Brasile potrai chiedere in visto ma ti daranno solo un numero di protocollo in attesa della visita della PF che verificherà che effettivamente tu stai convivendo con tua moglie . Pertanto NON puoi allontanarti dal Brasile , se non per motivi validi e giustificabili poichè in caso di visita della PF rischi che ti rifiutino il visto . Informati bene presso la PF del luogo dove risiedi .Una volta conseguito il visto permanente , allora si che vale la regola dei 2 anni . Questo è quanto mi risulta ... ma non trascurate mai di verificare presso gli organi competenti .

      Elimina
  20. Per quanto ne so l'iscrizione all'AIRE comporta la possibilità di votare e rinnovare documenti presso i consolati italiani in Brasile ma, di contro, comporta la perdita dell'iscrizione al Servizio Sanitario italiano.
    Credo quindi che l'iscrizione all'Aire porti più svantaggi che vantaggi anche in considerazione del fatto che l'assistenza sanitaria pubblica brasiliana SUS, in linea di massima, ancora non è all'altezza di quella italiana.
    Marco

    RispondiElimina
  21. è esattamente quello che volevo fare, rimanere in Brasile e tornare in italia una volta l'anno, il problema è come e dove ricevere la corrispondenza italiana se si ha residenza in brasile o viceversa quella brasiliana se si ha residenza in italia, tenendo presente che se, come nel mio caso, si hanno interessi e immobili da curare in ambedue i paesi è necessario ricevere le notifiche importanti non a un anno di distanza. Il dilemma non è solo di natura postale, ma proprio logistica. Se voi avete una situazione simile alla mia, ditemi come vi siete organizzati.
    grazie per la cortese attenzione.
    Roberto.

    RispondiElimina
  22. Ciao Roberto

    nel mio caso ho affidato ad una persona di fiducia in Italia il compito di ritirare la posta ( Per le raccomandate devi fare una delega permanente alle Poste ) e comunicare il contenuto via e-mail.I pagamenti li eseguo on-line grazie a FINECO BANK .

    La stessa persona ha anche le chiavi dell'appartamento dove risiedo ed una volta a settimana lo controlla .Se ci sono problemi contatta l'amministratore dello stabile .

    Quando sono in Italia tutti i pagamenti in Brasile sono addebitati automaticamente . Vivendo in un appartamento inoltre ho la sicurezza 24H e posso lasciare l'abitazione incustodita senza problemi . Lascio alla amministrazione la mia e.mail per contatti urgenti .Se vivi da solo è consigliabile sconnettere le varie utenze : energia , acqua ,gas .

    Saluti

    RispondiElimina
  23. ciao a tutti,
    L'idea di trasferirmi o provarci era venuta anche a me, dico era perchè ci ho rinunciato, per varie ragioni, sopratutto analizzando a fondo la situazione economica mondiale.
    Forse mi sare dovuto trasferire quando a rio si trovava un kitinete per 20000€, ma tant'è...
    La situazione economica mondiale è guidata, volenti o nolenti, dagli USA i quali oramai, complice un debito indescrivibile, sono diventati oramai insolventi.
    stanno inoltre gettando ulteriore benzina sul fuoco con criminali operazioni di QE, stanno cioe' stampando moneta, sfruttando il fatto che il dollaro è ancora la moneta di scambio internazionale.
    Cio' si tradurra', prima o dopo, in una iperinflazione che molti da repubblica di Weimar o molto peggio, allora la germania non aveva arsenali nucleari...
    Il crollo degli USA, ed è solo una questione di tempo, trascinera' tutte le altre economie, emergenti e non, questo è inevitabile.
    In piu', ulteriore elemento diistruttivo, è stato raggiunto nel 2008 l'oil peak, il picco di estrazione massima del petrolio.
    La IEA, nel suo ultimo outlook ci dice che: ENTRO IL 2015 IL MONDO ENTRERA' IN UNA CRISI ENERGETICA STRUTTURALE SENZA RITORNO..lascio a voi immaginare gli scenari.
    Non si creda che il Brasile sia fuori dai problemi di approvvigionamento del petrolio, sfortunatamente vi informo che il Brasile non è autosufficente e deve quindi importare, come oramai tutti i produttori minori, UK compresa.
    E quindi voi direte?...bene, alla fine ho agito cosi: venduto l'appartamento in citta' e mi sono comprato una vilettina a schiera( guadagnandoci 40000@) nuova in campagna, ho scelto una zona ricca di fattorie(arriveranno anche problemi di cibo..purtroppo).
    La zona è al centro comunque di una zona che fa capo a citta' medie comode da raggiungere, prevedo una perdita del lavoro possibile nei prrossimi anni, quindi avrei ancora qualche speranza di trovare qualcosa in quel senso.
    Ho reso la casa indipendente con pannelli fotovoltaici e solare.
    Ho messo in sicurezza i risparmi, comprando argento fisico e commodities agricole(il cibo è l'unica cosa che serve veramente a vivere, tutto il resto è inutile)....Il Brasile?..mi accontentero' come ho sempre fatto di passarci le vacanze, finche' il trasporto aereo sara' ancora abbordabile....chi voglia informarsi piu' approfonditamente, ricerchi inflation.us, gerald celente, mark faber,jim rogers, peter schiff..auguri a tutti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...io invece ..contro la crisi e lo scenario apocalittico ho preso il primo aereo e mi sono trasferito in Brasile con la mia bella famigliola ...e quando percepisco qualche pericolo , ce ne andiamo in spiaggia a Gamboa do Morro e beviamo una SKOL gelada ...meglio dell'argento fisicooo!!!!...ma daiiii!!!!!

      Elimina
  24. Caro Gianpi

    non prendertela ... ma gia che c'eri non potevi acquistare un bunker antiatomico interrato nel giardino della villetta ? Era molto di moda durante gli anni della guerra fredda .

    Comunque a parte la battuta che spero mi perdonerai credo che anche ad uno che la pensa come te il Brasile convenga di più e per tanti motivi .Qui con 40 000 euro puoi comprare un "sitio" di qualche ettaro ed essere davvero indipendente dal punto di vista alimentare . Sole e calore non mancano ed il petrolio non ti serve in campagna , ti basta coltivare qualche pianta oleiginosa come la Jatropha curca per far andare il tuo generatore diesel e la Moringa oleifera per tutto il resto ( Alimentazione animale , sapone , depurazione acqua , ecc. ) .
    Qui avresti un mondo da scoprire .

    Auguri e buona fortuna

    RispondiElimina
  25. Caro Antonio,
    relativamente al visto permanente per trasferimento pensionistico sai per caso da chi deve essere legalizzata la "Dichiarazione bancaria attestante che l'importo della pensione potrá essere trasferito in Brasile"??? nessuno mi sa dare una risposta....Grazie

    RispondiElimina
  26. X ANONIMO DELLE 12,23
    La Dichiarazione bancaria è sicuramente firmata da un funzionario della Banca (Quadro Direttivo). Tutte le Banche italiane hanno dei Notai "di fiducia" o di riferimento presso i quali sono depositati i poteri delegati ai vari funzionari (in genere sono gli stessi presso i quali fanno stipulare i propri atti di mutuo). Dovrai quindi farti indicare dalla banca che ha firmato la dichiarazione il nome del loro Notaio presso il quale farai autenticare la firma del funzionario. Successivamente ti recherai al Consolato brasiliano per la legalizzazione del documento.
    Questa è la procedura che, da bancario, ho suggerito ad un amico italiano che ha già conseguito il visto permanente per pensione, quindi ha funzionato. Tieni presente che successivamente non sarai obbligato a farti trasferire direttamente la pensione dall'INPS in Brasile (è fortemente sconsigliabile) ma potrai tranquillamente continuare a fartela accreditare sulla tua banca italiana e, eventualmente, prelevarla con il bancomat internazionale o carta di credito secondo le tue esigenze.
    abraços
    Marco

    RispondiElimina
  27. Ciao Marco

    grazie del prezioso contributo .

    La precisazione che non è affatto obbligatorio farsi trasferire la pensione in Brasile è veramente fondamentale ! Si evita così il problema della cosiddetta doppia tassazione , è più semplice da attuare ( Non devi fare nulla ) ed il giorno che cambi idea oppure decidi di passare alcuni mesi in Italia/Europa non hai necessità di ricomprare gli euro !

    RispondiElimina
  28. Se compro un immobile in Brasile devo dichiarare o comunicare qualche cosa in italia?
    Le tasse relative all'immobile acquistato si pagano solo in Brasile o c'è anche qualche balzello da pagare in Italia?

    RispondiElimina
  29. x Anonimo delle 09:33
    Da quest’anno corre l’obbligo di indicare nel quadro RW del modello UNICO tutti gli immobili detenuti all’estero anche se gli stessi non producono redditi da fonte estera imponibili in Italia. Nel modello UNICO di quest’anno, in definitiva, i beni mobili ed immobili andranno indicati non solo se producono redditi imponibili in Italia ma anche nel caso in cui la produzione dei redditi sia solo astratta o potenziale.
    Tutte le banche italiane effettuano annualmente obbligatoriamente una segnalazione telematica al Ministero dell'Economia (detta monitoraggio fiscale) evidenziando tutti i trasferimenti di capitali superiori ad una certa soglia fatti da privati italiani verso l'estero, quindi sempre meglio riportarli nel quadro RW della dichiarazione dei redditi perchè in caso contrario l'accertamento è quasi automatico.
    Marco

    RispondiElimina
  30. Sempre per Anonimo preciso meglio:
    A partire dalla dichiarazione dei redditi relativa al periodo d’imposta 2009 (UNICO 2010), i contribuenti sono comunque tenuti ad indicare nel modulo RW non soltanto le attività di natura finanziaria (quindi anche i soldi depositati sulle banche brasiliane ad esempio) ma anche gli investimenti di altra natura quali, ad esempio, gli immobili tenuti a disposizione, le imbarcazioni, gli oggetti preziosi e le opere d’arte, indipendentemente dalla effettiva produzione di redditi imponibili nel periodo d’imposta.
    saluti Marco

    RispondiElimina
  31. Ciao a tutti, sono Gigi e sono alle prese con la dichiarazione bancaria per il trasferimento pensione..ok come dice Marcofalco firmata da un funzionario della Banca ok autenticare la firma del funzionario (chiesti € 600,00)ma sul sito del Consolato di Milano riporta: " documenti emessi e firmati da responsabili di aziende italiane (Banca?) devono essere legalizzati presso la Camera di Commercio; sapete se è corretta la procedura quindi dich. firmata, autenticata, e legalizzata alla Camera del Commercio?...Grazie a chiunque mi sa dare una risposta..
    Complimenti sempre ad Antonio per la grande sua disponibilità (e sopratutto non curiamoci troppo dei Prof...

    RispondiElimina
  32. Infatti la scorsa dichiarazione dei Redditi ( Anno 2010 x i redditi del 2009 )il commercialista mi ha consigliato di dichiarare sia l'appartamento che l'ammontare del conto corrente.(Spero solo che non mi vogliano tassare anche queste).In effetti ogni 2 mesi circa trasferisco con Bonifico una cifra che si avvicina ai 10.000 R$ ( circa 4.000 € )... sto preparando il " terreno " per trasferirmi al più presto ed i consigli che leggo su questo Blog sono molto " educativi " ed interessanti .... Grazie ad Antonio ed a quelli che lo arricchiscono con dati reali ...
    Saluti Enrico da Ferrara

    RispondiElimina
  33. Gentile Antonio,
    dal sito scappo.it mi hanno consigliato il tuo blog per chiedere informazioni.
    Sono un agronomo, attualmente vivo in italia e sto facendo (per obbligo e non per scelta) un lavoro di bassa professionalità e al di fuori del mio profilo di studi, ho già avuto una esperienza in brasile nella cooperazione allo sviluppo italiana per circa 4-5 anni, da 6 circa sono italia e sono molto scontento, qui non c'è modo di trovare un lavoro che dia un po di soddisfazione: io non conosco nessuno, non ho amicizie nella politica e mi devo accontentare, mi sono rotto. Purtroppo non posso prendere l'aereo e venire via perchè ho un famiglia (moglie brasiliana di Parnaiba) e figlia di 6 anni, dovrei trovare prima trovare un lavoretto e poi spostarmi, a me piacerebbe la città di curitiba. Tu sapresti indicarmi qualche impresa, azienda o simili a cui mandare un cv.
    Grazie a a presto

    LUIGI

    RispondiElimina
  34. Gentile Antonio
    il sito scappo.it mi hanno consigliato di scriverti per avere delle info.
    Sono un agronomo, vivo in italia da circa 6 anni, prima ero in brasile con a cooperazione italiana allo sviluppo con cui ho lavorato per circa 5 anni, sono sposato con una ragazza brasiliana di parnaiba e ho una figlia di 6 anni.
    Purtroppo da quando sono in italia sono stato costretto ha svolgere lavori di bassa professionalità e interesse, non ho conoscenze di politici o amicizie influenti quindi mi devo accontentare, non ne posso più e vorrei tornare in brasile, mi piacerebbe curitiba, ho provato di tutto, cv vai mail, lettere ecc... ma non riesco a trovare imprese, aziende li nel luogo, tu mi potresti dare una mano?
    grazie a abbracci
    LUIGI

    RispondiElimina
  35. X ENRICO DA FERRARA:
    La Circolare n. 45/E dell'Agenzia delle Entrate italiana del 13/9/2010 dice testualmente:
    "In particolare, i contribuenti devono riportare nella dichiarazione annuale dei redditi gli investimenti e le attività attraverso cui possono essere conseguiti redditi di fonte estera imponibili in Italia, nonché l’ammontare dei trasferimenti da, verso e sull’estero che nel corso del periodo d’imposta hanno interessato i medesimi investimenti all’estero e attività estere di natura finanziaria, semprechè l’ammontare dei predetti investimenti ed attività ovvero quello dei movimenti effettuati nel corso dell’anno sia di importo complessivo superiore a euro 10.000."
    Ne consegue che, oltre agli immobili e ai conti correnti, se nel corso dell'anno si effettuano rimesse bancarie verso il Brasile per un importo complessivamente superiore ai 10.000 euro, anche queste andranno obbligatoriamente indicate nel quadro RW del Modello Unico in quanto la banca italiana comunque le comunicherà all'agenzia delle entrate in sede di monitoraggio fiscale. Altrimenti si andrebbe incontro ad un accertamento pressochè sicuro.
    Per quanto attiene la eventuale tassazione rimando alla Circolare anzidetta reperibile su internet o che posso anche inviare via email.
    abraços
    Marco

    RispondiElimina
  36. X GIGI:
    Sul sito del Consolato brasiliano di Roma invece c'è scritto:
    "Dichiarazione che determini l'assenza di restrizioni per il trasferimento dell’importo pensionistico in Brasile, firmata dal direttore dell’istituto bancario e legalizzata presso l'Ufficio legalizzazioni per l'estero della Camera di Commercio competente. La suddetta dichiarazione può essere richiesta presso il Consolato Generale del Brasile a Roma, direttamente in lingua portoghese e sottoscritta dall’autorità consolare. Il costo di tale documento è pari a € 15,00 (quindici euro)."
    http://www.consuladobrasilroma.it/it/vistos/visto_perm02.html

    Forse è il caso che vai di persona al tuo Consolato competente territorialmente e ti fai dire bene cosa e come devi fare, anche perchè tutti i documenti italiani andrebbero poi fatti tradurre con relativo onere. Se te la rilasciasse direttamente il Consolato in portoghese con soli 15 euro sarebbe meglio.
    abraços
    Marco

    RispondiElimina
  37. X Marco

    ciao Marco , il problema della dichiarazione è tutto nella frase che a me appare sibillina "i contribuenti devono riportare nella dichiarazione annuale dei redditi gli investimenti e le attività attraverso cui possono essere conseguiti redditi di fonte estera imponibili in Italia "

    Ma quali sono questi redditi conseguiti all'estero ed IMPONIBILI in Italia ? Le tasse vanno pagate nel Paese dove è generato il reddito o no ? SE io ho un investimento finanziario in Brasile pago già dal 15% al 22% sul capital gain oltre a tutte le spese in Brasile . Questo è un reddito IMPONIBILE in Italia ? Non credo proprio . Questa è la domanda cruciale che vale ovviamente anche per il reddito da immobili gia dichiarato e tassato in Brasile . Io credo che queste regole siano state fatte perchè molti personaggi dello spettacolo ad esempio avevano la loro Società Agente all'estero ma fatturavano per spettacoli tenuti in Italia . In questo caso pur essendo la fattura pagata all'estero il lucro è stato generato da attività svolta in Italia e pertanto imponibile in Italia . Ma nel caso di un investimento in Brasile la cosa non credo che rientri . Ma è semplicemente un mio parere che andrebbe ovviamente valutato da un esperto .

    Circa poi gli importi trasferiti in Brasile , a meno che non si tratti di importi trasferiti sul conto di Società Costruttrici con il chiaro intento di investire in immobili non devono essere dichiarati movimenti NON legati ad investimenti . Io posso trasferire 50000 euro in Brasile in un anno perchè ho un tenore di vita medio alto ( Sono meno di 10000 R$ al mese ) e pertanto non essendo soldi legati ad investimenti non ho necessità di dichiararli . O no ?

    Saluti

    Antonio

    RispondiElimina
  38. ciao Antonio,
    come sai io non sono un fiscalista ma un bancario. L'unica cosa che posso assicurarti è che le banche annualmente segnalano all'agenzia delle entrate, in sede di monitoraggio fiscale, tutte le operazioni compiute da soggetti residenti privati (non società) che complessivamente superano i 10.000 euro e le relative causali valutarie.
    La Circolare dice chiaramente che vanno indicate in dichiarazione, oltre agli investimenti, anche le attività estere di "natura finanziaria".
    Ora non so se in sede di dichiarazione vadano o meno indicati i trasferimenti, oppure se vadano indicati i saldi dei conti all'estero e non so neppure se e eventualmente come vadano tassati. E' pur vero che esiste sempre l'accordo Italia/Brasile contro le doppie imposizioni ma non so se riguardi anche questa materia.
    La Circolare, che è molto lunga, ad un certo punto parla anche di "presunzione di reddito" anche futuro.
    In merito spero che qualche lettore del blog che conosce la materia fiscale ci possa fornire qualche chierimento.
    Ti invierò la Circolare via email.
    Saluti
    Marco

    RispondiElimina
  39. Ciao Marco

    comunque sembra chiaro che la circolare non interessa chi risiede legalmente e fiscalmente in Brasile .

    RispondiElimina
  40. Ciao, Antonio.
    Noi infatti stavamo parlando di trasferimenti di capitali fatti da Italiani redidenti verso il Brasile.
    Vale la pena precisare che nel diritto tributario italiano non sempre la residenza fiscale coincide con quella civilistica.
    I soggetti passivi d'imposta sono le persone fisiche che trascorrono gran parte del periodo d'imposta (almeno 183 giorni l'anno) in una delle seguenti condizioni:
    1) dimora abituale/residenza nel territorio italiano;
    2) domicilio nel territorio italiano;
    3) iscrizione all'anagrafe italiana.
    Inoltre il Codice Civile definisce il DOMICILIO, come il luogo in cui una persona ha stabilito la sede principale dei propri affari ed interessi non solo economici ma anche di carattere familiare, sociale e morale.
    Pertanto, se un contribuente stabilisce la propria residenza all’estero (iscrizione all'AIRE) e resta fuori dell'Italia per almeno 183 giorni all’anno, continuerà comunque ad essere tassato in Italia se qui resta il centro dei suoi affari ed interessi. Ad esempio, se i suoi familiari continuano a vivere in Italia o se il centro prevalente dei propri affari (redditi) è in Italia o se lo stesso fa rientrare in Italia i proventi percepiti all’Estero sarà assoggettato.
    abraços
    Marco

    RispondiElimina
  41. Ma è possibile sapere qual'è il vero cambio del real Brasiliano? questo sito dice 2,27 televideo 2,26 un amico è appena tornato dal brasile e dice che lo hanno cambiato a 2,15, mah.... qual'è il vero cambio, è possibile saperlo senza andare tutte le volte in banca?

    RispondiElimina
  42. Caro Amico

    il cambio fluttua come le onde del mare , non è un oggetto statico . Inoltre esiste una cambio di acquisto ( Quando compri R$ ) e di vendita ( Quando vendi R$ ), il differenziale è il guadagno della casa di cambio .
    Se vuoi cambiare al valore indicato su questo sito ( Il cambio è fornito della società OANDA )basta ritirare i soldi in Brasile con una carta di credito . Naturalmente dovrai poi pagare le commissioni della Banca .

    Boa sorte

    RispondiElimina
  43. Marco ( Marcofalco ) hai ragione sul fatto di dover dichiarare il trasferimento di danaro superiore ai 12.500 euro (mi sembrava questa la cifra sulla circolare ), cosa che ho omesso di scrivere nel post, ma che ho dichiarato nel quadro RW oltre all'immobile ed al c/corrente....
    um abraço
    Enrico da Ferrara

    RispondiElimina
  44. I riferimenti sui cambi ufficiali io li prendo sempre dal sito dell'UIC (ora Banca d'Italia) www.uic.it o da quello del Banco Central www.bc.gov.br, dove è possibile anche avere le quotazioni storiche.
    Le banche e le case di cambio poi applicano i loro balzelli sul cambio ufficiale anche onerosi.
    Il miglior cambio, secondo me, lo si ottiene utilizzando i prelievi con bancomat italiano.
    Marco

    RispondiElimina
  45. Ciao, Antonio
    complimenti per il sito, vivo in Italia e conduco una piccola impresa di famiglia con ormai 40 anni di attivita' nel settore impianti elettrici sia civili che industriali, stufo della situazione che si sta creando qui( sempre meno lavoro costi di gestione sempre piu' alti e utili sempre piu' bassi) sto valutando di trasferirmi in brasile in zona porto seguro-arraial da ajuda dove avrei intenzione di continuare con il mio lavoro, tu pensi possa essere un buon settore in cui operare
    Luca da torino

    RispondiElimina
  46. Ciao Luca

    la tua attività richiede che tu sia abbastanza prossimo al cliente per motivi di marketing e pertanto dovresti prima di tutto verificare l'esistenza di un potenziale mercato in zona . Io ho conosciuto un industriale di Torino che fa cablaggi per auto ma in zona Sao Paulo .

    In ogni caso la tua è una delle competenze che qui sono più necessarie .

    RispondiElimina
  47. Salve, sono brasiliana e vivo in Italia dal 2009. Mio marito è italiano e vogliamo trasferirci in Brasile, nella mia città natale, Sao Paulo, a luglio. Vorrei sapere se potresti autarci a capire quale passi dobbiamo fare per chiudere da un punto di vista burocratico la nostra situazione in Italia prima di partire e invece cosa dobbiamo fare finché mio marito sia regolare in Brasile. Io oggi possiedo un Permesso di Soggiorno, non ho la cittadinanza italiana. Grazie tante.

    RispondiElimina
  48. Ciao Mariana

    tu ovviamente non devi fare niente essendo brasiliana . Tuo marito dovrebbe già possedere il visto permanente ed RNE brasiliano essendo sposata con te . Se non è così deve farne richiesta alla ambasciata dove gli rilasceranno il visto permanente . Per l'RNE deve invece stare fisicamente in Brasile ed attendere la visita della PF presso il domicilio brasiliano .

    Da quello che leggo in giro Sao Paulo è la peggiore città per fare queste cose . Ciò fatto tuo marito dovrà iscriversi all'AIRE per confermare la sua residenza , anche fiscale , in Brasile ( Attenzione che perde il diritto alla assistenza sanitaria in Italia e pertanto meglio avere già provveduto con un Plano de Saude ).

    Auguri

    RispondiElimina
  49. grazie x le informazioni..l'italia sta diventando un paese che non ha più futuro anche nel campo lavorativo ,o forse è sempre stato cosi,avendo anche più anni di storia questo è quello che ci ritroviamo.tra 2 anni mi trasferisco a sao paolo santos credo mia moglie e li che è nata..se hai qualche consiglio da darmi mi farebbe piacere..
    aiutate il prossimo sempre..

    RispondiElimina
  50. Domanda semplice:
    Ma se si guadagna un 10% sui Bot Brasiliani:

    1. come si può aprire un conto corrente se risiedi all`estero?

    2. qual`e`la percentuale netta deducendo le tasse al 10%?

    grazie Antonio!!

    RispondiElimina
  51. X Anonimo

    Risposta semplice :

    basta leggere i post ed i commenti del Blog .Visto che sei " pigro " te ne incollo qualcuno in basso .

    Per quanto riguarda l'apertura del conto basta fornire un tuo domicilio in Brasile . Anche chi possiede il visto permanente NON risiede necessariamente in Brasile ma il conto lo apre egualmente .Se vuoi aprire il conto mandami il tuo CPF via e-mail e ti faccio sapere .


    Con riferimento alla offerta del Santander ( HSBC fa una offerta ancora più interessante ma con un valore investito di 300000 R$ ) , ti consiglio senz'altro il Fondo referenziato DI riportato al seguente link

    http://www.santander.com.br/portal/pam/script/templates/GCMRequest.do?page=4942

    L'investimento minimo è appunto 100000 R$ , ha una tassa di Amministrazione dello 0,5% e nessuna tassa di Performance o di Uscita . La tassa del 15% sul LUCRO ( Dopo 2 anni ) è applicata ogni sei mesi . La Rentabilitate al lordo delle tasse degli ultimi 12 mesi è stata del 10.23 % , quindi 8,69% netto .

    Per i prossimi 12 mesi , essendo salita la SELIC mi aspetto che superi certamente il 9% e forse sfiorare il fatidico 10% netto . ( Dipenderà da quanto salirà la SELIC )

    Per essere ancora più precisi , vedrai osservando la " Lamina " del fondo che ogni mese è calcolato il CDI ( Che è legato appunto alla SELIC ) e di questo valore il gestore ne prende una percentuale che utilizza per determinare la rentabilitate del fondo . Questa percentuale è prossima al 100% del CDI e qualche volta eccede il 100% . Nel caso ad esempio del fondo HSBC citato nel precedente commento si arriva anche al 107% del CDI con una media superiore al 100% .Questo significa che già adesso con la SELIC all' 11.75% siamo al 10% netto ! Naturalmente però essendo il calcolo fatto su 12 mesi oggi si risente dei bassi valori della SELIC nei mesi passati .

    RispondiElimina
  52. Buongiorno forse mi sfugge qualcosa..per fare richiesta di cpf anche qui dall'Italia basta fare richiesta al consolato qui in Italia x esempio Milano?ma lo danno a chiunque? si puo' richiederlo anche per la sola apertura di un conto?grazie a tutti

    RispondiElimina
  53. Ciao Anonimo

    mi risulta che molti lo abbiano ottenuto in Italia facendone richiesta al Consolato . Il CPF lo danno senza problemi perchè è semplicemente il nostro Codice Fiscale e ti abilita , ad esempio all'acquisto di un immobile in Brasile .

    In Brasile il CPF lo si può ottenere in due giorni tra richiesta al Banco do Brasil , pagamento di una tassa e ritiro alla Polizia Federale .

    Per il conto corrente la procedura è più complessa . In effetti pur essendo perfettamente legale aprire un conto in Brasile senza possedere ancora il Visto Permanente in pratica nessuna Banca ti aprirà il conto senza delle adeguate garanzie . Se vuoi saperne di più inviami una e-mail .

    La richiesta del CPF può essere inserita all'interno della procedura di apertura dl Conto Corrente .

    RispondiElimina
  54. Ciao a tutti! Sono brasiliana,di Rio ,e vivo in Italia da 21anni.Ho unabambina italo-brasiliana di 9 anni. A settembre torno a casa. Sto contando i giorni. Questo sito e bellissimo e veramente intelligente. Non ho domande da fare,volevo soltanto condividere la mia felicita ed miei sogni con voi ,amanti di mio paese! Auguro a tutti voi un super "in bocca al lupo"!

    RispondiElimina
  55. Ciao Teteia

    grazie dei complimenti ed "in bocca al lupo " anche a te per il ritorno a casa . Certo 21 anni non sono uno scherzo !

    RispondiElimina
  56. Buonasera amici
    io il CPF la prima volta l'ho fatto online dal sito del consolato brasiliano a Roma (link http://www.consbrasroma.it/it/cpf/index.html) nella fase finale si deve andare di persona al consolato per un timbro ( non ricordo però se è necessario per usarlo) in seguito appena mi sono trovato in Brasile ho pagato la tassa per il rinnovo.

    Marcello

    RispondiElimina
  57. Ciao a Tutti.
    Qualcuno conosce SEROPEDICA, è una località a nord di Rio.
    Vorremmo andarci questa prossima estate, e pensavamo di investire li' IN TERRENO/immobile per un eventuale futuro trasferimento.
    Cosa ne pensate ?
    A noi risulta essere una cittadina universitaria ( Università Rurale) ma abbiamo timore che sia troppo lontana dalla nostra cultura, se qualcuno ha qualcosa da farci sapere gliene siamo grati.
    Complimenti è un blog intelligente.

    Antonio ed Anna

    RispondiElimina
  58. Ciao Antonio ed Anna

    A quanto pare il nome SEROPEDICA misto di greco e latino significa Fabbricanti di seta .La prima cosa che mi viene in mente è un gemellaggio con la cittadina di San Leucio in Provincia di Caserta mondialmente nota per la sua secolare produzione di seta .

    Teneteci informati

    RispondiElimina
  59. Ciao a tutti! Vorrei rispondere all'anonimo che ha chiesto informazioni su Seropedica.Vivo in Italia da 20anni,pero sono nata li vicino e conosco bene la zona. Se sei interessato ad investire nn e una cattiva idea,perché anche se e in periferia,e una zona in crescita,un po come tutte le periferie.Comunque nn ti consiglio di viverci ,perché é un'area di Rio dove sicuramente nn troverai alcun tipo di afinita con l'Italia.Proprio 0!!!! Ti consiglio invece,se vuoi investire con moderazione , un posto veramente bello e che offre tanto,anche un mare favoloso e la laguna, c'é Araruama.É una cittadina a circa 140km da rio.Anch'io ,a settembre,mi trasferirò li e nn vedo l'ora.Vado a vivere in un condominio fechado,molto carino,dove pago soltanto220reais de condominio.Ognuno compra il proprio lotte e construisci la sua villetta ,seguendo una certa linea strutturale.I terreni sono di circa 315metri.Dentro c'e veramente di tutto.Comercio vario,piscine,saune,tennis,calcio,ristorante,bar,palestra e tante altre piacevolezze.Anche i costi di costruzione in quella zona sono molto più economici.Poi ,adesso c'e vicino il nuovo aeroporto internazionale e hanno appena costruito il club med.é vicino a buzios. Conosco bene l'immobiliare che si occupa del condominio dove ho comprato e se vuoi ti metto in contato.Comunque ti sconsiglio completamente Seropedica.Nemmeno io che sono nata li,e ancora vivono i miei genitori e tanti amici,nn c andrò a vivere. Ti auguro tanti auguri! Se vuoi il mio msn é: evarj70@msn.com. Vorrei anche conoscere persone italiane che abitano nella"REGIAO DOS LAGOS". Baci a tutti!!!!!

    RispondiElimina
  60. Ciao Eva, io vivo na regiao dos lagos a Cabo frio non conosco e non ho nemmeno mai sentito Seropedica quindi non posso dare nessuna informazione all'anonimo,posso invece confermare la bellezza di Araruama anche se mi risulta sia solo laguna ( Cabo frio è più bello:-))) )anche qui esistono questi tipi di condominio dove poter comprare il proprio terreno so di lotti venduti tra i 25000 ai 35000 real e costruire la propria casa in effetti penso sia un'ottima soluzione perchè permette di avere la propria indipendenza e usufruire a costi modici di sicurezza, piscina, sauna ecc.. ecc.. infine Eva visto che vuoi conoscere Italiani Bé fatti sentire e in futuru vedere io sono a Cabofrio gestisco un centro estetico, www.tecnichecorporee.com.br,se vuoi la mia mail babajazz71@gmail.com ciaooo

    RispondiElimina
  61. Ciao babajazz, sivuramnte cabofrio é piu grande,ma anche ha il mare.ci sono varie spiagette da sogno! I terreni che ho comperato 5 anni fa si so mega rivalutati! N non conosco nessuno li ed é per questo che ho deciso di viverci. Voglio ricominciare la mia vita da capo insieme a mia figlia ,anche se so che sarà una grande sfida,ma é proprio questa la mia motivazione. Poi,credo che me Sara impossibile nn avere rapporti con italiani. Amo la cucina italiana,preparo tutte le paste fresche e anche i sughi e sott'accetti tipo pomodoro secchi,melanzane e zucchine sott'olio.sicuramente i brasiliani nn aprezzano,ma nn potrei viverci solo do arroz e feijao.adoro riceve amici a casa dove si canta italiano vero,Celentano e repertori vari,proprio le cose che oggi facio con gli amici brasiliani che vivono in Italia.ormai ho un'anima globalizzata! Ti averto di prepararmi i tesserino poiché sono veramente amante di cure stetiche. Restiamo in contato x favore.Credo firmamente che delle grande amicizie si incontrino in momento particolari perché il caso non esiste,per tutto resiste un motivo! Auguroni. O meu endereco Skype é: evaxerry. Grazie mille e goditi il sole e l'alegria anche per me

    RispondiElimina
  62. hahahahah un gruppo di brasiliani che canta celentano è veramente particolare.Mi hai fatto venire fame,in effetti tutte le prelibatezze che hai elencato naturalmente mi mancano, qui alcune le trovi ma i prezzi non cadono no meu borso....ti comunico comunque che un italiano brianzolo che vive qui importa generi alimentari dall'Italia quindi qualche cosa salta fuori.Ok il tesserino vip è già pronto per te ahahahil mio skype è babajazz71 ti contatto cosi ci raccontiamo un po di cose ciaoooooo

    RispondiElimina
  63. Ciao Eva, io non c'entro niente con la zona dove andrai a vivere perché noi abitiamo a Praia do Forte in Bahia ma ti volevo dire che non è vero che i Brasiliani non apprezzano la cucina italiana...anche noi siamo venuti qui per cominciare una nuova vita con i nostri 4 bimbi e abbiamo aperto un negozio di specialità baiane, poi per scherzo abbiamo iniziato a fare marmellate e il limoncello...ora i nostri prodotti (più di 20 tipi di marmellate e altrettanti di liquori, serviamo caffè italiano con qualche dolce sempre italiano)sono quelli che vanno di più e il nostro pubblico è quasi esclusivamente brasiliano!! In bocca al lupo per il tuo ritorno qui!
    un saluto anche a Babajazz (Luigi?), mi è piaciuta tanto la vostra storia e mi piace sapere che ci sono anche tanti italiani felici qui...nonostante non sia sempre facile...

    RispondiElimina
  64. Inanzitutto un ciao a tutti gli iscritti di questo forum interessante . e a Ottoaprile che con grande dedizione cerca di schiarire le idee e di togliere i vari dubbi che ci attanagliano ..Bene mi presento, io sono Eugenio di Venezia . ma vivo stabilmente a Salvador da 5 anni con un regolare visto come investitore e opero nel campo del trasporto pubblico ..Volevo porre una domanda tra circa 1 mese verro' a passare un po' di ferie nella mia Venezia dopo 3 anni che manco .. e visto i prezzi assai salati qua in Brasile su tutti i generi elettronici . ho deciso di comperare un pc portatile in Italia , facendo un paragone dei prezzi decisamente inferiori. Ho letto su un forum che c'e la possibilita' di recuperare l'IVA presentanto un modulo di esenzione Iva , da presentare allo sportello agenzia delle entrate in un aereoporto ..Il Problema ahime ' e quello che a tutt'oggi non mi sono ancora iscrito all'AIRE ...anche se so benissimo che e' un Dovere . ma 2 anni fa sono andato in consolato qua a Salvador per richiedere un documento consolare me l'hanno fatto senza nessuna iscrizione all'AIRE , presentando solo il mio pasaporto Italiano e la mia Cedula de identidade con il rispettivo RNE .Il console mi ha fatto tutto senza battere ciglio .. Poi non mi sono piu' toccato e da quel giorno non ho avuto bisogno .. La mia domanda riesco ugualmente a recuperare l'IVA in Italia non essendo iscritti all'aire ma presentanto il mio passaporto Italiano con rispettivo visto permanente in Brasile e presentando una bolletta della luce o altro documento dove dimostra che vivo stabilmente in Brasile ??/ attendo una risposta ..Ti ringrazio infinitamente Eugenio ..

    RispondiElimina
  65. Ciao virginie,piacere! Lo so che i brasiliani amano la cucina italiana,ma preferisco una cena a base di piatto unico,piuttosto di antipasti,primi e secondi.Pero,siccome a casa mia mangio sempre italiano,di solito i fine sett mi incontro con amici brasiliani e faciamo menu brasiliano a go go! Credo e spero ,inBrasile, di incontrare amici italiani per fare le stesse cose pero all'inverso.perché io
    Quando sono qui dico sempre vado a casa,ma quando sono li mi manca tanto questo paese favoloso che amo tantissimo e mi ha dato tanto.non taglierò mai i ponti con l'Italia! Magari anche te verrai ad Araruama con la tua famiglia e mangerete la mia pasta fresca.ci divertiremo ,ognuno a raontare la propria aventura Garibaldina! Auguri e se ti fa piacere,mio Skype è evaxerry. Bacioni a tutta la famiglia!

    RispondiElimina
  66. Virginie io sono stato a Prahia do Forte veramente carina ma il tuo locale come si chiama perchè questa estate ci ritorno, carina la chiesetta sul mare

    RispondiElimina
  67. non siamo molto lontani da quella chiesetta e il nostro negozio si chiama Paraiso dos Gulosos!! A presto allora :D

    RispondiElimina
  68. Anto sono Andrea se riesci... informami sul discorso patente, sinceramente non ho idea a chi credere ,,,
    se il cambio rimane cos� ...non � male ...speriamo non scenda ancora .... pensi che rimarr� sui livelli attuali o continer� a scendere ...visto che a salire non ci pensa proprio ... ops scusa .... propio!!! :-)

    RispondiElimina
  69. Andrea

    non so a cosa ti riferisci per la patente . Tutto quello che so è pubblicato sul Blog .

    Per il cambio , se ti fidi della mia sfera di cristallo , non vedo cambiamenti sostanziali a breve . Mantega dà un colpo al cerchio e l'altro alla botte . Vuole frenare i consumi ed il ricorso sfrenato al credito ma non vuole danneggiare investimenti ed economia .

    Un equilibrio delicato ma pur sempre un equilibrio e pertanto cambio stabile .

    RispondiElimina
  70. ok anto ... per il cambio ho capito e mi fido della tua sfera ... per l'auto è solo un consiglio ... fare la patente internaz. in Italia o autentificare la patente in motorizz. a Natal ...o entrambe !!! per i primi mesi in attesa del visto. Nel caso arrivassi già con il visto devo fare la patente li visto che rimarrò a lungo spero ... alcuni hanno detto che c'è da fare solo la guida e le visite mediche altri dicono che ci sono anche i quiz ...modello Italy ... bò...

    RispondiElimina
  71. Ciao Andrea

    secondo il COTRAN http://www.vivereinbrasile.com/2010/08/la-patente-per-stranieri-in-brasile.html

    lo straniero che guida un'auto in Brasile ha solo bisogno di un documento di identificazione ( Passaporto ) e della patente del suo paese .

    Trascorsi i 6 mesi se non hai ancora il visto ma ne hai fatto richesta non puoi più guidare . A seconda dello stato in cui ti trovi il DETRAN può o meno accettare una dichiarazione della PF che sei in attesa di visto e validare la tua patente italiana anche in Brasile . In generale non è così .

    Se hai il visto e la patente italiana è ancora in corso di validità puoi trasformarla in patente brasiliana facendo solo l'esame psicofisico e la visita medica .

    A partire da questo anno ho sentito dire che bisogna invece rifare tutto da capo . Nel dubbio , poichè qui le leggi cambiano nel tempo e nello spazio quando arrivi a Natal vai a chiedere al DETRAN ... è la cosa più semplice .

    Non meravigliarti di questa indeterminatezza : è una delle poche cose certe qui in Brasile .

    RispondiElimina
  72. grazie anto ... avrei cmq fatto così ... perchè aimè, anche se ho passato posco tempo li, ho capito come girano queste cose ... inoltre ho saputo infatti che da giugno le casette ( progetto Lula)saranno autorizzate solo se fatte in luoghi dove esistono strade asfaltate munite di segnaletica e non più come prima un pò alla matto. Problema patente sarà risolto con calma in loco ...
    ciaooo

    RispondiElimina
  73. Precisazione per Marcofalco del 30/01 e Ottoaprile del 02/02.
    Quanto detto da Marcofalco è valido (e conveniente) solo se mantieni la residenza in Italia (non ti iscrivi all'AIRE) in quanto, nel caso tu non sia più residente in Italia non puoi tenere un conto in una banca italiana (informazione datami dal Dir. di una filiale UNICREDIT dove ho il conto). Questa info mi è stat data perchè sto anch'io pensando di trasferirmi in Brasile (N/Est e precisamente Porto de Galinhas) dove già mi aspetta la casa acquistat nel 2008. Per quanto riguarda l'eventuale conto corrente andrebbe dichiarato in un nuovo modulo (così mi ha detto il commercialistal'altro ieri) che non entra a far parte della tassazione per la dichiarazione dei redditi. Spero che qualc'uno mi contraddica con indicazioni oggettive ;-) perchè mi farebbe molto piacere (la pensione in questione è quella di mia mamma 71enne con morbo di Halzaimer che comunque non vede l'ora di trasferirsi).
    Vista la grande utilità di questo sito (l'ho trovato solo adesso dopo tante ricerche...mea culpa) non è che sapete a chi rivolgersi per la "mudanùòa" Italiia/Brasile via container??
    Grazie a tutti
    Claudio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io sono iscritto da piu' di 17 anni all'aire del consolato di londra,il mese scorso mi sono recato in italia per riscattare una polizza vita e ho aperto un conto bancario a unicredit super genius per non residenti dove ho potuto versare gli assegni. ora che ho finalmente ottenuto il visto permanente spostero' la mia residenza all'aire di rio

      Elimina
    2. Oltre alla possibilità di aprire conti nelle banche italiane in qualità di "non residenti", conti che hanno come caratteristica quella che possono essere alimentati unicamente con assegni e bonifici esteri, per coloro i quali sono in gradi di dimostrare di percepire o produrre un reddito in Italia (ad esempio da pensione o da partecipazione) permane la possibilità ed il diritto a aprire e detenere conti correnti ordinari nelle banche italiane anche se iscritti all'AIRE. Per la normativa italiana, difatti, bancariamente parlando conta la residenza valutaria e non quella anagrafica.
      Marco

      Elimina
  74. X CLAUDIO:
    Se tu sei già intestatario di conti correnti in Italia prima di iscriverti all'AIRE e quindi prima di cancellare la tua residenza anagrafica italiana, nessuna banca verrà a contestarti il tuo cambio di residenza come motivazione sufficiente per chiuderti il conto. Anche perchè il certificato di residenza viene richiesto solo per fini specifici (casi di omonimie o richieste di finanziamenti) quindi chi informerà la banca del tuo cambio di residenza se tu mantieni un conto che non da problemi o non sottoponi particolari richieste alla banca??
    E' ovvio che devi comunque fornire un indirizzo in Italia dove farti recapitare gli estratti conto.
    Per quanto attiene l'iscrizione all'AIRE ti ricordo che, sebbene rappresenti un diritto/dovere, questo comporta la perdita dell'iscrizione al Servizio Sanitario Nazionale italiano. A fronte di questo Svantaggio avresti come unico "vantaggio" la possibilità di partecipare alle elezioni italiane tramite i consolati italiani in Brasile. Valuta attentamente il fatto di perdere l'iscrizione al SSN perchè in Brasile dovrai pagare tutto, anche considerando che tua madre è anziana.
    Per quanto attiene la compilazione del quadro RW da allegare alla dichiarazione dei redditi italiana, questo non implica il fatto di dover pagare necessariamente delle tasse. Le tasse si pagano sui redditi o sulle plusvalenze e non sugli investimenti.
    ciao e grazie a te
    Marco

    RispondiElimina
  75. Marcofalco,ma se l'unico vantaggio è quello elettorale,perchè mai ci si dovrebbe iscrivere all'AIRE?Io ho il visto permanente da investitore,ma non ho intenzione di rinunciare alla mia italianità(e ai suoi numerosi vantaggi).

    RispondiElimina
  76. Caro Bert,
    purtroppo in base ad una legge del 1989 voluta dall'On.Tatarella, l'iscrizione all'AIRE è obbligatoria se si risiede all'estero per almeno 12 mesi.
    VANTAGGI:
    Essere iscritti all'AIRE garantisce l'assistenza da parte del consolato italiano in alcune pratiche burocratiche (rilascio di certificati anagrafici, rinnovo passaporto, rinnovo patente di guida, fornitura certificato di residenza estera).
    Gli iscritti all'AIRE hanno il diritto di voto per corrispondenza e, inoltre, non pagano l'iva sulle merci acquistate in Italia portate all'estero (Tax refund).
    Altro vantaggio di essere iscritto all'Aire sono alcune esenzioni doganali al momento del rimpatrio.
    DI CONTRO:
    Gli iscritti all'AIRE perdono il diritto al medico di base, all'assistenza ospedaliera tramite mutua in tutta Europa e all'acquisto dei medicinali dietro pagamento del solo ticket. L'unica cosa che non si perde è il diritto all'assistenza sanitaria urgente, quella cioè che passa per il pronto soccorso, a meno che non ci si iscriva di nuovo all'anagrafe dei residenti in Italia almeno temporaneamente.
    abraços
    Marco

    RispondiElimina
  77. Buondì a tutti!
    Innanzitutto sono veramente felice di avervi trovato.Io sono di verona,ho 42 anni,e ho seriamente in mente l'idea di trasferirmi a Porto Alegre,per tornare definitivamente con la donna che mi ha regalato 6 anni di meravigliosa convivenza.Questo probabilmente sarà il primo di molti post,ho veramente bisogno di buoni consigli.Per ora mi limito a chiedere...E' veramente così dura trasferirsi in Brasile senza sposarsi o fare figli,e se non si possiedono soldi?
    Ho molta paura di vedere il mio sogno infrangersi(che poi non è solo il mio sogno).
    Grazie di cuore,a presto!
    Wagner

    RispondiElimina
  78. Ciao Wagner

    nel tuo caso puoi ottenere il visto per convivenza e non hai necessità di sposarti .Per tutto il resto , parlo della mancanza di soldi , a 42 anni dovresti sapere che " senza soldi non si cantano messe "( Vecchio proverbio napoletano ) . In attesa di altri contributi ti faccio i miei migliori auguri e benvenuto a vivereinbrasile .

    RispondiElimina
  79. ciao a tutti,mi chiamo sergio ,vivo in italia e sono sposato da pu di 16 anni con una donna brasiliana,ed anche noi dovremmo trasferirci in brasile,piu precisamente en goiania dove li mia mogle a la famiglia.In tutti questi anni facendo tantissimi sacrifici,abbamo comperato 2 appatamenti medi che sono affittati,abbiamo intensione di avviare una piccola lanchonette per iniziare,e visto che io sono gastronomo-pizzaiolo di intramezzare anche con delle pizze e cose fritte che vanno qui in italia.CIRCA 2 anni fa ho perso il lavoro e fin'ora non sono piu riuscito ha trovare un lavoro serio ed adatto alle mie capacita ....solo lavoretti qua e la sottopagati.LE aziende qui cercano solo ragazzi max 25enni ed anche con poca esperienza.IO ho 48 anni e sento di non avere piu opportunita,anche mia moglie e molto stanca di questa vita ,e se fosse per lei partirebbe anche subito.NON abbiamo avuto la possibilita di comperarci una cacs nostra qui in italia e con i prezzi che corrono ora mai e poi mai potremmo farlo.VOrrei dei consigli da tutti voi che seguite questo blog ve ne sono grato grazie....

    RispondiElimina
  80. Salve a tutti ,
    innanzitutto complimenti per questo blog molto ben fatto.
    Io ho 40 anni e come molti che seguono questo blog ho anche io la voglia la passione e l'idea di realizzare qualcosa in questo paese fantastico pero' ahime' non so da dove cominciare.
    Sono riuscito con fatica a comprare una casa qui e ho quasi finito di pagarla e quindi non ho molti soldi da investire mas vorrei alcune informazioni e/o contatti da chi ne sa piu' di me o che magari gia' ha esperienza in questione.
    Il luogo dove vorrei realizzare qualcosa e' il nord-est del brasile ringrazio anticipatamente chi vorra darmi dei contatti in zona o delle informazioni su como cominciare ..

    RispondiElimina
  81. Ciao Anonimo delle 16:07

    visto che per il momento non hai soldi da investire che ne diresti di farti una bella vacanza ?

    RispondiElimina
  82. Effettivamente e' quello che stavo pensando per rendermi conto delle opportunita' che offre questo paese infatti se tutto va bene il 20 di questo mese dovrei venire in brasile ...io stavo pensando a Porto Seguro cosa ne pensi ??

    RispondiElimina
  83. Ciao Anonimo

    Porto Seguro è una ottima destinazione per le vacanze anche se essendo appunto un posto per le vacanze ti darà una visione parziale del Brasile . Comunque se è la prima volta che vieni qui va benissimo .

    RispondiElimina
  84. Ciao a tutti. Ho un appello da fare a tutti gli italiani che si sono trasferiti in Brasile. Chiunque potesse offrirmi un lavoro o una collaborazione in qualsiasi attività lavorativa, in Brasile ascolti la mia disperata richiesta di aiuto. Voglio lasciare questo maledetto paese che annulla ogni speranza a chi è più debole economicamente. Vi prego datemi un'ultima speranza di vita che valga la pena di vivere.
    Giorgio
    Per qualunque comunicazione al

    RispondiElimina
  85. Prego Giorgio di completare il suo commento ed eventualmente fornire qualche referenza sulla sua attività lavorativa in Italia .

    RispondiElimina
  86. ciao a tutti! per adesso ho apreso molte cose da questo sito e vi chiedo un aiuto! I devo fare un bonifico alla Banca Santander a Curitiba,io ho il numero della agenzia 3956, numero del conto, ma purtroppo sul modulo per il trasferimento viene richiesto anche il codice BIC della banca. Ho chiamato anche la banca a Curitiba e mi è stato dato solo un numero di 4 ciffre. grazie per la vostra illuminazione. Angelika

    RispondiElimina
  87. Ciao Angelika

    per effettuare un trasferimento internazionale da una Banca Italiana ad una brasiliana devi avere , oltre al numero di Agenzia ed il numero di conto del Destinatario ,il codice SWIFT della banca brasiliana che riceve il bonifico ,

    RispondiElimina
  88. Ref: mail precednete sul codice BIC
    Scusatemi, ma oggi il mio italiano è veramente pessima oltre essere stanca sono anche tedesca.......;-)
    Allora la mia domanda: quali dati sono necessario per fare un bonifico bancario, posso farlo anche online? In Italia serve il codice IBAN e il BIC/Swift....Scusatemi ancora!

    RispondiElimina
  89. grazie mille, ho tutto ma mi è stato dato come swift un numero di 4 ciffre...fino ad oggi non ho mai visto un Bic/swift di solo ciffre ma sempre lettere e ciffre tipo UNICRITM1202 CHE è quello di Unicredit Banca Milano

    RispondiElimina
  90. carissimo nel 2012 anche io sbarcherò il lunario in brasile mi sposerò e spero di trovare presto lavoro considerando che parlo 4 lingue e sono laureato in scinenza economiche e bancarie, volevo porti un quesito secondo te è meglio rimanere con un conto corrente italiano online o aprirne uno in brasile? secondo te quali sono più convenienti i nostri o i loro? lì si parla solo di banco real bradesco e santander!grazieeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee

    RispondiElimina
  91. Ciao Anonimo

    non so da dove prendi tanta sicurezza visto che la tua ( e la mia ) laurea non sono riconosciute qui in Brasile ed il processo di validazione è da inferno dantesco ( Detto da chi ci ha provato ).

    RispondiElimina
  92. ciaooooo conosci mica canoa quebrada ??????vicino a fortaleza ??dicono che li i prezzi siano bassissimi per andarci a vivere e per aprire un negozio.è vero o no?me lo consiglieresti o forse non è il posto giusto.mi chimo enrico ho 36 anni .grazie e complimenti per il sito

    RispondiElimina
  93. Ciao Enrico

    Canoa quebrata è una nota località turistica del Cearà . Per il costo di vita lascio rispondere ai tanti amici di Fortaleza

    RispondiElimina
  94. Ciao mi chiamo Mauro sono nuovo e sto apprenzando il tuo blog complimenti. Ho 42 anni e sono sposato con una brasiliana di Ilheus. In prospettiva futura mi ci vorrei trasfere. Ci sono già stato in vacanza e mi piace molto però so che viverci sia un'altra cosa. tu conosci il posto? oltre a portare un gruzzoletto da investire in bot brasiliani vorrei aprire un'attività ma non saprei quale la migliore ad ilheus tu hai informazione in riguardo?Grazie

    RispondiElimina
  95. Ciao Mauro

    benvenuto al blog . Complimenti per la scelta , mi farebbe piacere conoscere meglio la città di Gabriellla cravo e canela ... chissà un giorno . Per il momento ti affido a qualche amico del blog che conosce meglio la città .

    RispondiElimina
  96. Ciao ragazzi, allora nessuno che conosce Ilheus e come ci si vive? Grazie
    mauro

    RispondiElimina
  97. ciao, complimenti per il blog....completissimo ed aggiornatissimo....

    Sono stanco dell'italia e sto riflettendo se trasferirmi all'estero con moglie e figli, se hai qlc suggerimento lo accetto volentieri...
    ho un figlio di 18 anni ed uno di 12......vorrei che continuasero sia scuola che universitè: ce ne sono di qualità paragonabile a quelle occidentali? quanto costano?
    con quanta difficoltà si trova il lavoro? (mia moglie è fisioterapista...)

    conosci altre persone che hanno fatto il salto al buio come dovrei fare io?

    Magari ho fatto qualche domanda scioccam scusa ma sono veramente ignorante in merito....

    Grazie per la disponibilità

    Maurizio

    RispondiElimina
  98. Ciao Maurizio

    a meno che non ci siano grandi problemi ti consiglio di resistere almeno per consentire ai tuoi figli di completare la loro formazione . Se hai la possibilità mandali a studiare all'estero altrimenti almeno il Master .

    Non mi dai molte informazioni sulla tua situazione a parte che sei stanco dell'Italia , allora ti dico stacca e fai una vacanza in Brasile almeno ti fai una prima idea del posto .

    Purtroppo una rilocazione di una famiglia come la tua non è semplice anche se ci sono persone che l'hanno fatto e ci sono riusciti come il caso di Virgine www.vivereinbrasile.com/2011/03/vivere-in-brasile-le-vostre-storie.html che tra qualche mese viene col marito ed i figli a trovarmi qui a Natal .

    Leggi la sua storia e fammi sapere qualcosa di più . Se vuoi puoi anche inviarmi una e-mail .

    RispondiElimina
  99. Ciao, io avrei una mezza, tre quarti di idea di trasfermi in brasile e di aprire un albergo (non grande, tipo conduzione familare).
    credi che con 100.000 euro circa si possa fare? e che spese avrei per venire li con la mia famiglia(2 adulti e due bimbi).. hai qualche consiglio da darmi?

    RispondiElimina
  100. X Mauro

    il consiglio è di mettere da parte almeno il doppio .

    Saluti

    RispondiElimina
  101. Ciao a tutti! Vorrei trasferirmi per periodi di circa 6 mesi all'anno in Brasile
    (quindi circa 6 mesi in Brasile e 6 mesi in Italia). Attualmente la mia situazione
    lavorativa è la seguente: attività di consulenze industriali in un settore molto
    specifico per la maggior parte all'estero. Attualmente lavoro/viaggio esclusivamente
    in Europa, ma il bacino dei miei potenziali clienti è worldwide.
    Quindi se mi trasferissi in Brasile, potrei lavorare benissimo in tutta l'area S.A.
    (compreso il Brasile). Le mie entrate attuali lorde ammontano a circa 12000 R$ al
    cambio attuale, e rimarrebero sostanzialmente uguali in Brasile. In pratica vorrei
    trasferirmi per fare delle lunghe vacanze, piuttosto che per tentare la fortuna o per
    necessità economiche. Sono sposato ed ho 1 figlio. Avreste qualche consiglio da darmi?
    Soprattutto riguardo al tipo di visto che sarebbe necessario. Grazie in anticipo. Ugo.

    RispondiElimina
  102. Ciao Ugo

    purtroppo come avrai appreso se leggi regolarmente il blog , la durata del visto turistico, per noi italiani , è stata ridotta da 180 gg a 90gg all'anno non prorogabili . Per questo motivo ti consiglio di attendere almeno 6 mesi prima di prendere decisioni affrettate e costose . Esistono fondati motivi per ritenere che questa " punizione " sia temporanea .

    Qualora la situazione non si risolvesse e tu avessi necessità di definire la cosa possiamo risentirci .
    Resta il fatto che volendo trascorrere in Brasile 6 mesi di puro relax qualunque tipo di visto è sconsigliabile : matrimonio , figlio , investimento ... tutti prevedono una qualche forma di stress . Potresti ricorrere al visto da pensionato ma mi pare di capire che sei ancora abbastanza giovane .

    Pertanto dovrai scegliere il male minore ...

    Abraço

    RispondiElimina
  103. buona vita a tutti sono Fabio complimenti per il sito e per la persona che sei molto disponibile e preparata... è da un po' che penso di andare li' a vivere parlo già abbastanza bene il portoghese ho un fratello adottato brasiliano e andiamo spesso lì :-) l ultima volta sono stato quasi 5 mesi ora però vorrei realizzare il mio sogno di viverci lì solo che non mi sono mai interessato ai vari passi da fare ecc... questo sito mi è stato molto utile ora ho una sommetta da investire lì vorrei comprare casa ma facendo un mutuo poi capire un po' cosa fare.... tu che consiglio mi daresti? la città dove andiamo è Recife um abraço e và com Deus

    RispondiElimina
  104. X Fabio,
    ma di tanti bei posti che ci sono in Brasile proprio a Recife devi andare?
    Spiaggia brutta con squali, tanti grattacieli, inquinamento, traffico e violenza.
    Allora molto meglio una città minore, anche nelle vicinanze come Porto de Galinhas e dintorni in espansione.
    Prima di sedersi a tavola in un ristorante io penso sia meglio guardarsi intorno per vedere se non c'è di meglio.
    Ma è solo un'opinione personale.
    abraço
    Marcofalco

    RispondiElimina
  105. ma che bella situazione che si è creata in Brasile!almeno il real si sta deprezzando e il cambio ci è di nuovo favorevole,grazie ai mercati finanziari!...per i 90 giorni è gia' abbastanza, era proprio il periodo che di solito trascorrevo io prima di scoprire la Colombia caraibica!!!

    RispondiElimina
  106. Ciao a tutti, sono in attesa del RNE(già fatto visita fiscale). Ho letto che per ottenere la patente brasiliana è sufficiente presentare la patente italiana valida, fare la visita oculistica, e il test psicoattitudinale. Corrisponde al vero? Le scuole guida qui a natal mi dicono che devo fare anche l'esame dei quiz, in quanto il detran non mi ha datto una risposta certa. Mi potete aiutare con una cosa certa? qualcuno di voi ha già fatto questa prassi?
    Grazie a tutti, ciao

    RispondiElimina
  107. Ciao Anonimo

    io ho conseguito la patente brasiliana nell'Ottobre del 2009 mediante traduzione di quella italiana ancora valida e superamento dell'esame psicoattitudinale e visita oculistica ( Tutto fatto al DETRAN di Natal ) . Se la legge è cambiata devono dirtelo al DETRAN .

    RispondiElimina
  108. grazie molte , quello che dici è esattamente quello che speravo e che corrisponde,in quanto sono andato al DETRAN,

    grazie davvero

    RispondiElimina
  109. patente brasiliana presa da 1 sett. qui a Salvador.Non devi fare esami di guida, vai al Detran , ti fanno la foto digitale, riempi scartoffie varie e paghi sui 70 rs se non ricordo male, poi ti prenoti con la clinica(Psicol)col numero tel scritto sulle ricevute del Detran.Si tratta di una visita medica e psicoattitudinale ben piu accurata di quella italiana che feci 3 mesi fa per il rinnovo( leggi le letterine e basta), la dottoressa di qua mi ha fatto un bel check up:pressione , senso di equilibrio e altri parametri come reazione a flash improvvisi ,udito etcc. insomma mi ha testato per bene ,poi in gruppo si fanno 2ore di quiz psicologici a difficolta´graduale ,pagati 160 rs e dopo 10 giorni ritiri il documento brasiliano , la patente al contrario del CIE e´ancora in formato cartaceo.Lascia stare i mafiosi della scuola guida e agendati online al SAC piu vicino.Quando e´cosi mi piace proprio sto Brasile! francesco

    RispondiElimina
  110. anonimo mi dai un'informazione?? sta benedetta traduzione deve essere giurata o semplice ??qui a Rio de Janeiro la persona al telefono dice esattamente il contrario di quello che dice il sito..........grazie

    RispondiElimina
  111. Cristian umica5 ottobre 2011 07:52

    Ciao ottoaprile seguo con attenzione il tuo blog ti ho anche scritto una mail privata..aspetto con ansia delle info..sul mio prossimo trasferimento a salvador citta' della mia compagna!!!
    Grazie e ancora complimenti

    Cristian

    RispondiElimina
  112. Cristian umica5 ottobre 2011 13:05

    Buongiorno carissimo sig. Oliviero il mio nome è Cristian sono Italiano
    originario della Puglia.
    Volevo se possibile alcune informazioni su come avviare le pratiche di
    matrimonio con la mia compagna Brasiliana che vive a Salvador.
    Le spiego meglio io sono gia' stato 4 mesi a Salvador per lavoro e per amore
    naturalmente,ora ho deciso visto varie situazioni di vivere in Brasile,
    naturalmente la mia compagna lavora ed è una professionista nel suo settore,io
    in Italia mi occupo di vendita prodotti cosmetici su rete network marketing.
    La mia domanda è posso arrivare in Brasile sposarmi e vivere li? o devo avere
    un lavoro o necessariamente investire?
    Io comunque percepisco una rendita anche se non grossa, dal mio lavoro.
    Vorrei semplicemente sapere che documenti devo portare in Brasile quanto tempo
    ci vuole per fare il casamento cosi detto in brasile,e se devo arrivare esempio
    in brasile a gennaio 2012 stare 3 mesi sposarmi e poi uscire dal brasile o
    restare senza problemi.
    I miei dubbi sono questi alla fine sono solo 2 semplici domande QUALI
    DOCUMENTI PORTARE, E SE DEVO USCIRE DAL BRASILE DOPO I TRE MESI NONOSTANTE
    ESSERMI SPOSATO.

    RispondiElimina
  113. Ciao Cristian

    visto che sei stato già 4 mesi a Salvador non hai già superato il limite di permanenza per il visto turistico ?

    Verifica innanzitutto se nel corso degli ultimi 12 mesi hai o meno trascorso più di tre mesi in Brasile . Se si devi attendere per poter viaggiare di nuovo .

    Detto ciò ti consiglio di contattare il consolato competente per quanto riguarda la documentazione per il matrimonio . Sicuramente dovrai produrre documenti tradotti in brasiliano dovutamente legalizzati ma non chiedermi quali , anzi non chiederlo a nessuno che non sia il consolato brasiliano . Le leggi cambiano in continuazione ed è bene informarsi alla fonte .

    Se qualche lettore ha fatto recentemente questa pratica può dare il suo contributo .

    Quello che posso dirti è che una volta sposato al Cartorio NON ti daranno il visto permanente immediatamente ma potrai dare la richiesta alla PF che ti rilascerà un visto provvisorio con il quale potrai comunque restare in Brasile quanto tempo vuoi in attesa del visto permanente .

    Questo arriverà dopo qualche anno e tipicamente dopo una visita della PF per accertarsi che realmente convivi con la tua sposa . Il visto si perde se divorzi nei primi 5 anni di matrimonio .All'acquisizione del visto permanente ti viene consegnata la CIE ( Cedula Identidade Estrangeiro ) ovvero la tua Carta di Identità brasiliana con il numero di RNE ( Registro Nacional Estrangeiros ). Questo numero è fondamentale , assieme al CPF ( Codice Fiscale Brasiliano ) per qualunque operazione debba fare in futuro : apertura di conto corrente , acquisto di immobili , patente brasiliana , libretto di lavoro , ... )

    RispondiElimina
  114. Ciao a tutti, se ho capito bene dopo il matrimonio per poter avere il libretto di lavoro (acquistare un immobile pensavo fosse sufficiente il CPF) è necessario il visto permanente, nell'attesa che può durare anni, con il solo visto provvisorio oltre a restare in Brasile cosa si può fare? (passeggiare, prendere il sole, fare il bagno, vivere di rendita!!?? ovviamente utilizzando un conto corrente estero non potendone aprire uno in Brasile).

    Mauro2

    RispondiElimina
  115. Cristian umica6 ottobre 2011 04:22

    Grazie di cuore ottoaprile sei davvero gentile e questo blog davvero utilissimo.. stimo le persone come te che si mettono a disposizione del prossimo senza chiedere nulla in cambio.
    Io ti dico che sono stato 4 mesi in brasile nel 2011..ho fatto 1 mese all'inizio 2011 e poi ho fatto 3 mesi da giugno a settembre..quindi ripartendo a Gennaio 2012 non dovrei avere problemi giusto?..perche' si parla di anno nuovo almeno penso sia cosi. oppure devo aspettare il giorno esatto di gennaio 2012 per diciamo RICARICARE dico io il mio visto di 3 mesi? Grazie per la tua disponiblita' nel rispondermi

    RispondiElimina
  116. X Cristian,
    io mi sono sposato in Italia perchè ho ritenuto la pratica più semplice, rapida ed economica (se non altro ho evitato il costo delle traduzioni).
    Comunque trovi tutte le info sul sito del consolato brasiliano www.consuladobrasilroma.it
    Unico adempimento aggiuntivo per il matrimonio celebrato all'estero è che dovrà essere successivamente registrato al 1° Cartorio de Notas del Tribunale di Salvador.
    Anche se non ho esperienza diretta mi permetto di consigliarti di chiedere poi il visto per ricongiungimento familiare per casamento direttamente tramite consolato italiano di Roma o Milano perchè i tempi totali per l'ottenimento dell'RNE definitivo sembrano molto più brevi (6/8 mesi complessivi rispetto ai 2/3 anni necessari con pedido inoltrato tramite PF in Brasile).
    saluti
    Marco

    RispondiElimina
  117. X Mauro2

    per il solo acquisto di un immobile basta il CPF ma è chiaro che la gestione a distanza senza un conto corrente è impossibile a meno di non utilizzare un procuratore locale .

    RispondiElimina
  118. x Cristian,come al solito concordo con Marcofalco, sposati in Italia e poi fai la richiesta per il visto al consolato ,io dopo 6 mesi in brasile avevo già il mio Rne ,senza nessun problema ne visita della pf.L'unica cosa su cui dovresti informarti è, se non sia necessario che lei abbia il permesso di soggiorno per l'Italia.Ti dico questo perchè nel 2008, quando io mi sono sposato civilmente, il comune dove mi sposai,non aveva l'obbligo di chiedere se lei era regolare o "clandestina" o turista.Nel mio caso lei era clandestina,ma a nessuno importava.Spero sia rimasto tutto uguale, ma un po di tempo fa ho letto di una nuova legge che obbligava la straniera ad avere un permesso di soggiorno.Purtroppo non so dirti quale sia la regola adesso.Una volta verificato questo ti consiglio di sposarti in Italia.Ciao ed auguri.

    RispondiElimina
  119. Cristian umica7 ottobre 2011 11:45

    Grazie Marcofalco...sei davvero gentile....
    magari se mi aggiungi anche su facebook ne parliamo meglio e condividiamo i nostri pensieri sul brasile in genere...

    Cristian Pelillo

    RispondiElimina
  120. ... contento te...

    RispondiElimina
  121. x Mauro 2
    non devi necessariamente aspettare il visto permanente per lavorare basta il protocollo che ti rilascia la policia federal e il certidao sempre emesso dalla policia federal. Io sono ancora in attesa del visto permanente richiesto per uniao estavel e ho il libretto di lavoro.anche il conto corrente o quello di "poupanca"(un po' piu' facile da ottenere)si possono ottenere sbattendosi un po'. io lo apri con il semplice visto da studente.la tua futura moglie poi dovrebbe gia' avere un conto corrente, no?puoi anche richiedere di aggiungere il tuo nome sul suo conto e ottenere un bancomat

    RispondiElimina
  122. Caro Cristian,
    non mi sono mai registrato su Facebook. Mi limito a Skype e Messenger.
    Marco

    RispondiElimina
  123. ciao Cristian

    per sposarsi in Brasile devi chiedere al cartorio dove hai intenzione di sposarti che documenti servono (perchè variano da stato a stato e da cartorio a cartorio). Per sposarmi nel Minas Gerais nell'aprile scorso io ho portato i seguenti documenti che erano richiesti:

    1. certidao de nascimento atual (menos de 6 meses). Emesso dal Comune italiano di nascita, legalizzato nella prefettura di competenza, nonchè autenticato dal consolato brasiliano di competenza in Italia. L'ho fatto poi tradurre da traduttore giurato in Brasile.
    2. certidao negativa criminal, che però non mi hanno poi chiesto in realtà. Per sicurezza avevo preparato certificato penale e certificato carichi pendenti. Questi sono emessi dalla questura di competenza in Italia; anche questi documenti legalizzati e autenticati dal consolato brasiliano
    3. xerox do passaporte. Per sicurezza ne avevo portata una copia pure autenticata e legalizzata, ma all'atto pratico mi han fatto una semplice fotocopia al momento
    4. declaraçao de estado civil (feita por duas pessoas). Anche questa l'ho fatta sul posto con due testimoni esterni, non parenti.

    Comunque informati bene cosa serve e ti consiglio comunque di portare tutto il possibile legalizzato e autenticato dal consolato brasiliano (per es. la dichiarazione cumulativa di residenza, cittadinanza e stato civile, emessa dal tuo Comune), spendi qualche euro in più ma meglio che un viaggio aereo perchè manca un timbro. Inoltre verifica che le eventuali traduzioni richieste dei documenti in portoghese tu le possa fare in Brasile e non le debba già fare in Italia.

    Ciao
    Francesco

    RispondiElimina
  124. Cristian umica8 ottobre 2011 05:06

    Ciao Marco allora quando vuoi mi mandi via mail il tuo contatto

    cristianpelillolr@libero.it

    Buon fine settimana e grazie

    RispondiElimina
  125. X Cristian,concordo con marcofalco,penso sia più semplice sposarti in Italia,tra l'altro facendo poi tutti i documenti per il visto tramite consolato in Italia otterrai l'rne in sei mesi come è successo a me.L'unica cosa su cui dovrai informarti è se il comune dove ti sposeresti non pretenda il permesso di soggiorno di lei.Quando mi sono sposato non era necessario, ma un po di tempo fa avevo letto che sarebbe diventato necessario essere in regola,non so come sia finita.Ciao e auguri

    RispondiElimina
  126. Cristian umica9 ottobre 2011 14:30

    GRAZIE A TUTTI RAGAZZI PER I COMMENTI...GENTILISSIMI

    RispondiElimina
  127. Ciao ottoaprile, sono un ragazzo di 20 anni, su internet ho conosciuto una bella ragazza brasiliana di guarapavua che a breve dovrebbe venire in italia per una vacanza,noi ci incontreremo.. molto probabilmente tornerò con lei per verere il fantastico brasile, ecco se io vorrei trasferirmi li in caso volevo chiederti.. ci sono occasioni di lavoro? oppure la situazione è complicata come qua? grazie x il tuo tempo.

    RispondiElimina
  128. qualcuno di voi ha mai portato personalmente tv comprate in Italia in brasile ... vi giro questa domanda perchè a giorni mi trasferisco a Natal e vorrei portarmi una o due tv da casa e qualcuno mi ha detto che i decoder e roba del genere non vanno ma le tv si. Altri mi hanno assicurato che le tv non vanno ... sinceramente non ho idea e giro a voi la patata bollente .. :-) grazie a tutti
    Andrè

    RispondiElimina
  129. X Andrè

    ti ho risposto in privato.

    RispondiElimina
  130. X Anonimo di 20 anni

    mi sembra di leggere la favola della ricottina .

    Per chi non la conoscesse : Maria va al mercato a vendere la ricotta con il cestino di vimini in testa . Per la strada pensa cosa farà con i soldi ricavati dalla vendita ." Comprerò una gallina - pensa - e con il ricavato della vendita delle uova e dei pucini comprerò una pecora . Poi venderè il latte e la lana e comprerò un vacca . Venderò latte , formaggio e vitellini e comprerò una casina . Mi affaccerò dalla finestra e la gente passando mi saluterà "

    Nel pensare questo Maria fa il gesto di inchinarsi per salutare e la ricottina le casca dalla testa finendo per la strada .

    Morale : aspetta prima di incontrare la ragazza e non fare troppi programmi .

    RispondiElimina
  131. Il Brasile è l'unico paese al mondo che adotta come sistema colore il PAL M. In Italia si usa il PAL/BG, che è incompatibile col sistema brasiliano. Pertanto, se tu comprassi una TV in Italia e la portassi qui, non la potresti utilizzare.

    RispondiElimina
  132. Per fortuna esistono TV multistandard perchè conosco almeno due persone che hanno acquistato TV LCD in Italia e li usano in Brasile ( Salvador e Natal ) . Analogamente il voltaggio che in Italia è 220 V ma a Salvador è 110 V è superato dai nuovi TV che accettano entrambe le tensioni senza fare alcuna regolazione . Per inciso a Natal è 220V .

    RispondiElimina
  133. E per concludere, se qualcuno sta con saudade della televisione italiana,sul sito http://www.beconn.com/, potrete fare l'abbonamento al digitale terrestre italiano e vederlo sul vostro compeuter/televisore.Io l'ho fatto e funziona benissimo,non voglio pubblicizzare nessuno,ma penso che possa interessare.

    RispondiElimina
  134. oddio che brutta storia ottoaprile! xD vabbe quello è ovvio.. è lei che viene prima qua infatti.. pero in caso ti vorrei chiedere lo stesso X CURIOSITà,ci sono oppurtunità di lavoro per i giovani?
    grazie per il tempo dedicato.

    RispondiElimina
  135. X Anonimo di 20 anni

    la tua è una domanda generica . E' ovvio che il Brasile offra opportunità per i giovani visto che la popolazione giovanile è la maggioranza .Tuttavia anche qui è richiesta una qualificazione ,la conoscenza della lingua portoghese ed ovviamente un visto di soggiorno .

    RispondiElimina
  136. Grazie, a tutti e anche a te Anto, non ho ancora avuto modo di parlare con il nostro amico per il discorso tv, ma ho pensato che chiedere a molti era meglio che a uno , inoltre penso sia interessante come info soprat. per coloro che come me si trasferiranno in Brasile e vorranno portarsi dietro la tv. Spero di ricevere altre info al riguardo ... in atesa un salutone a tutti ... e grazie. Andrè

    RispondiElimina
  137. Una domanda, forse fatta e rifatta più volte.
    Ma un cittadino italiano che viva in italia può avere un conto corrente in una banca Brasiliana ?. E' sufficiente essere proprietari di un immobile, se non altro per pagare le tasse oppure seve ben altro ?
    Grazie per l'eventuale risposta

    RispondiElimina
  138. Salve a tutti,
    complimenti per il blog che ci ha fornito consigli preziosi.
    Siamo una famiglia con 2 bambini di 10 e 7 anni,mio marito e' italo brasiliano,nato da genitori immigrati in brs e vissuto li fino ai 15 anni per poi seguire la famiglia in italia.
    Noi siamo stati molte volte in brasile ,dove comunque abbiamo molti parenti,parliamo correntemente il portoghese amiamo Rio de Janeiro e la costa di S. Paulo e pensavamo di provare a trasferirci li ,prendendo un anno di aspettativa dal lavoro (dato che abbiamo la fortuna di poterlo fare).
    Purtroppo il nostro secondogenito e' disabile a causa di danno vaccinale (sindrome autistica) e percepisce una piccola pensione ,inoltre avremmo la rendita di affitto di 2 appartamenti.
    Volevamo sapere se l'assicurazione sanitaria privata in caso di disabilita'subisce aumenti.
    Inoltre trasferendoci in brs mio figlio perderebbe la pensione inps italiana?
    Come possiamo trasferire mensilmente la rendita dell'affitto in modo sicuro ?
    Grazie fin da ora,
    Alessandra

    RispondiElimina
  139. Ciao Alessandra

    le assicurazioni sanitarie private sono società a scopo di lucro e pertanto tendono ad aumentare il profitto riducendo il rischio . Questa premessa è per rispondere alla tua domanda sull'eventuale aumento di costo dovuto alla disabilità di tuo figlio . Sicuramente il costo aumenta e a dire il vero non è detto nemmeno che lo assicurino . Ti consiglio di verificare bene questo aspetto con la Unimed .

    La pensione INPS non si perde cambiando residenza altrimenti in pensionati italiani che vivono in Brasile come farebbero ?

    Il modo più semplice per ritirare mensilmente dal conto italiano è attraverso una carta di credito . Avrai ovviamente dei costi sia per la carta ( VISA carica 1% ) sia per la banca ( Fineco carica 2,9 euro fissi a prelievo ) ma ti sconsiglio per piccoli importi di fare un bonifico estero . Esistono altre tecniche di trasferimento fondi ma non sono convenienti e soprattutto richiedono che ci sia qualcuno in Italia ad attivare la procedura .

    Saluti ed auguri

    RispondiElimina
  140. Qualcuno sà darmi informazioni su Sao Luis visto che il mio compagno si trasferisce la a dicembre x aprire un ristorante e io lo raggiungerò a febbraio.Cosa ne pensate?Grazie

    RispondiElimina
  141. Io son già stato cinque volte a Sao Luis,dove mio fratello risiede.Però onestamente non mi son mai fermato troppo,nonostante abbia un visto permanente da investitore,per questioni familiari.Se l'Anonimo vuole informazioni non ha che da chiedere,anche se non ho assolutamente la competenza di Antonio in fatto di pratiche burocratiche o richieste similari!Anche mio nipote,figlio di mio fratello e anche lui residente a Sao Luis,aprì un ristorante,ma in pochi mesi chiuse,data l'infelice posizione del medesimo.

    RispondiElimina
  142. Ri-Ciao Ottoaprile! Ti avevo scritto qualche giorno fa riguardo al Plano de saude, sono la studentessa che trascorrerà sei mesi a San Paolo. Dunque, visto che non riesco a trovare una risposta alle mie domande, volevo chiederti quale tipo di carte prepagate mi consigli per prelevare in Brasile. Attualmente possiedo un conto Unicredit genius con rispettiva carta e una carta postepay. Non amo pagare con carta quindi preferirei prelevare, anche se so che i costi sono abbastanza alti. Immagino che non si può aprire un conto in Brasile se si ha un visto temporaneo.E poi un'altra cosa, per quanto riguarda il denaro, è possibile cambiare l'euro in real già ora che mi trovo in Italia?E questo comporta dei costi?Scusami davvero per tutte queste domande, ma non so proprio a chi chiedere.Ti ringrazio molto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao studentessa,
      se hai un conto Unicredit SuperGenius hai diritto a un bancomat V-Pay che NON è valido in Brasile, se invece hai un conto Genius Smart o superiore (dipende dall'entità del canone mensile pagato) puoi richiedere un bancomat internazionale sul circuito Maestro che ti consente di prelevare sugli sportelli automatici brasiliani a condizioni molto vantaggiose.
      Marco

      Elimina
  143. Ciao Studentessa

    non mi risulta che il real sia convertibile e pertanto non lo puoi acquistare in banca in Italia . Ti consiglio , appena arrivata in aeroporto a Sao Paulo di cambiare una piccola somma e poi con calma procurare il cambio più vantaggioso nei giorni seguenti .
    Abituati a pagare con la carta , in Brasile è comunissimo .La Postapay va benissimo come prepagata ed è vero non ti aprono un conto corrente con il visto permanente .

    Buon viaggio e facci sapere come è andata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cristian Salvador25 gennaio 2012 15:01

      La postepay è davvero utile qui in Brasile io nel mio periodo dei 3\6 mesi la utilizzo per tutto, naturalmente qualche decina di reais in tasca li porto sempre ci sono posti dove non accettano la carta!!!

      Elimina
  144. ciao ottoaprile,
    dovrei trasferirmi a San paolo entro settembre con la mia famiglia per impegni di lavoro e tra le varie domande l'unica che veramente mi preoccupa è se la città è a misura di bambino.Mia figlia ha 7 anni e sarà x lei un grosso stravolgimento. Cosa ne sai di scuole italiane? Cosa fanno i bambini dopo la scuola? hai notizie di come sono le scuole lì strutturate all'americana o italiana o ???. Presumo che come metropoli avrà sicuramente parchi ma sono sicuri? Chiunque abbia notizie informazioni mi contatti al tobypippo14@virgilio.it. grazie

    RispondiElimina
  145. Ciao Tobypippo

    lascio rispondere a coloro che conoscono meglio di me la realtà di Sao Paolo . Non dubito comunque che data la metropoli non avrai difficoltà a trovare la scuola ideale : il problema saranno i soldi da pagare e dove la scuola si trova rispetto al quartiere dove andrai ad abitare . Sao Paolo non è una città nel senso europeo ma una piccola nazione e spostarsi da un punto all'altro della città è spesso una impresa , se poi piove non ne parliamo .

    RispondiElimina
  146. Salve, domanda che si stanno facendo in molti. Da quest'anno è fatto d'obbligo la denuncia nel quadro RW del Modello Unico di proprietà e conti cotrrenti all'estero. La mia compagna nata a S.Paolo vive qui da qualche anno e non ha mai fatto il modello unico perchè non lavorava, adesso che ha aperto un'attività dovrà farlo. Fra l'altro nella denuncia bisogna dichiarare il valore dell'immobile eventualmente con denuncia giurata a nostre spese, mi chiedo se qualcuno ha qualche notizia in merito, ha già preso in esame come fare etc etc. Saluti

    RispondiElimina
  147. Ciao Ottoaprile
    Io sono sposato con una bahiana ed abbiamo un figlio di dieci anni.
    Sto valutando molto seriamente il fatto di trasferirmi a Salvador de bahia.Non ho grosse disponibilità economiche in quanto qui in Europa lavorando onestamente non si riesce a risparmiare granchè, poi visto gli ultimi tempi le cose vanno peggio.Comunque la mia intenzione è quella di aprire un'attività come artigiano o ditta individuale nel settore della climatizzazione campo che io prediligo. In oltre ho un diploma come perito termotecnico.Avrei piacere di avere qualche consiglio da te rispetto all'attività che vorrei portare. Inoltre vorrei sapere se il mio diploma può essere riconosciuto in Brasile.
    Intanto ti ringrazio per il tuo tempo che mi dedichi.
    Ciao Claudio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Claudio

      il settore scelto è una buona idea ma senza capitale nemmeno a pensarci andare in Brasile . Il problema non è il diploma ma è il mercato del lavoro che è estremamente chiuso per gli stranieri senza elevatissime qualificazioni . Diverso il caso in cui si opera come imprenditori , in questo caso i mal di testa sono i dipendenti :)

      Elimina
  148. Ciao ottoaprile avrei bisogno di chiederti un consiglio.
    Cinque imprenditori edili della provincia di Milano, ognuno specializzato in un settore diverso, ingegneria, carpenteria, movimento terra ed urbanizzazioni, edilizia civile ecc, avrebbero intenzione di investire in Brasile attraverso il progetto My Vida My casa.
    Esattamente come funziona questo sistema, e soprattutto è una cosa sicura.
    Ci sono delle zone in particolare ove operare ovvero quelle piu' povere, oppure il campo d'azione è abbastanza libero.
    Con un investimento iniziale di circa 300.000 €, si riesce a creare qualcosa di serio nel campo edilizio oppure è una cifra irrisoria.
    Addirittura il socio che si occupa deimovimenti terra pensava di spedire qualche ruspa in brasile per fare servizio noleggio, è una cosa che puo' funzionare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se mi dai una e-mail ti invio il documento PDF pubblicato dal Governo Brasiliano e dalla Caxia Economica che spiega il progetto Minha Casa Minha Vida . Il documento è in portoghese .

      Il programma è una cosa certa e sicura ma con il giusto approccio . Innanzitutto decidete chi di voi sarà qui in Brasile a seguire il tutto . Tenete presente che per ognuno di voi , per acquisire il visto dovete investire nella società almeno R$ 150000 ( Circa 70 000 euro )pertanto per voi cinque avreste bisogno di investire oltre 300 000 euro oltre alle spese di apertura società e processo di visto .

      Elimina
  149. BUON GIORNO A TUTTI,
    SEGUO CON INTERESSE IL SITO ED I VARI BLOG, COMPLIMENTI PER L'IDEA E PER IL PUNTUALE AGGIORNAMENTO. UNA FAVORE AVEVO LETTO SEMPRE SU QUESTO SITO, CHE IL VISTO PERMANENTE RILASCIATO DAL BRASILE AGLI STRANIERI, NON ERA PIU' SUSCETTIBILE DI ULTERIORI RIPROVE SE IL RICHIEDENTE AVESSE PIU' DI 51 ANNI. E' COSI? SCUSATEMI MA NON RITROVO PIU' LA NORMATIVA.
    GRAZIE

    RispondiElimina
  150. Ciao ottoaprile,
    sono un giovane di 27 anni e vorrei trovare un lavoro nei pressi di Sao carlo perchè nei prossimi mesi un mio amico andrà là per motivi di studio, vorrei raggiungerlo e fare un'esperienza in Brasile.. ma sembra che per un stranero sia difficile trovare lavoro in questi mesi in brasile, è possibile trovar lavoro da qui in Italia in quella città secondo te?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davide

      quello che dicono gli amici di linkedin ( tu mi capisci ) è corretto e le regole in futuro , a causa della crisi in Europa , diventeranno ancora più restrittive . Vai dal tuo amico come turista per tre mesi , impara la lingua e vedi se localmente qualche ristorante italiano ha bisogno di te ed è disposto ad assumerti a suo rischio .

      Elimina
  151. Buon giorno a tutti,
    scusa se insisto, ma avrei bisogno di avere una risposta a quanto richiesto nel mio post precedente, riguardo alla norma circa il rilascio di visto definitivo al compimento del 51 anno di età.
    Ottoaprile mi puoi aiutare??
    grazie attendo
    Un abbraccio Fabrizo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fabrizio , mi dispiace deluderti ma non è previsto alcun visto definitivo per il raggiungimento dei 51 anni . Semplicemente , SE GIA possiedi il visto non devi più recarti alla PF per il rinnovo del documento RNE . Il documento del visto permanente infatti è soggetto normalmente a rinnovo .

      Elimina
  152. Grazie Ottoaprile, era questo che volevo saper.Praticamente tu mi dici che quando una persona in possesso del documento RNE ha piu' di 51 anni non deve piu' recarsi alla PF per il rinnovo dopo 3 anni giusto? Potresti segnalarmi la normativa esatta che lo prevede? Ti ringarzio tanto dell'attenzione e per il Blog, eccezionale bravo! Grazie Fabrizio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Fabrizio

      trovi la normativa con relativa traduzione in italiano in questo mio post :http://www.vivereinbrasile.com/2011/10/cedula-de-identidade-per-stranieri-cie.html

      Elimina
  153. Grazie mille! come sempre sei stato utilissimo. Buon lavoro e a presto ciao Fabrizio

    RispondiElimina
  154. Ciao ottoaprile .
    Intanto grazie per la risposta che mi hai dato.
    Come sai la mia intenzione è quella di aprire una mia ditta di clima e raffrescamento.Nel mio caso il visto di permanenza non ho problemi di averlo in quanto sono sposato con una Brasiliana gia da 18 anni e abbiamo un figlio con doppia cittadinanza.
    Volevo una conferma da te, se è possibile, se ho i stessi diritti per quello che riguarda il lavoro di un brasiliano.
    Tu mi dicevi che come dipendente il mercato e chiuso per gli stranieri, ma se io lavoro come artigiano o autonomo mi posso appoggiare ad altre società del posto per poter iniziare?
    Poi vorrei sapere quale tipo di società mi converrebbe aprire per iniziare a lavorare. Avevo pensato anche di aprire una società con mia moglie cosa ne pensi?
    Qual'è più o meno il costo per aprire un'attività?
    Intanto ti ringrazio in anticipo e ti mando i miei migliori saluti Claudio.

    RispondiElimina
  155. Ciao,volevo chiedere a ottoaprile...se investo in un immobile in Brasile dall'Italia,me lo danno il visto se vado in Brasile?Un 'altra domanda,secondo te è vero che la zona nord est,del Brasile è l'ideale x viverci?
    Grazie mille!

    RispondiElimina
  156. L`articolo è interessante, la foto che lo accompagna, per chi conosce la storia del Sol Victoria Marina è il peggior investimento che una persona possa fare in Brasile,cordiali saluti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuto al club dei " fortunati " possessori di un appartamento al Sol Melià ( Sono oltre un centinaio ! )

      Elimina
  157. Ciao Antonio, sono David ed ho 35 anni. Sono stato 3 volte in vacanza a Fortaleza ed ogni volta al rientro è cresciuta la voglia di trasferirmi definitivamente, anche alla luce(o meglio ombre) di previsioni sull' economia italiana. Ho letto che bisogna investire almeno 150.000 reais per ottenere il VP: rientro in tale condizione acquistando personalmente azioni di società quotate alla bovespa o bot brasiliani? O devo creare prima una mia società che poi investa in borsa o bot? Posso acquistare dall' Italia e poi chiedere il VP? Se devo acquistare dal Brasile come faccio se non posso aprire un conto corrente? Grazie per l' attenzione che vorrai dedicarmi e complimenti per questo servizio che concedi a chi ha voglia di vivere con davanti un orizzonte più roseo: io quì vedo solo lampi e nuvoloni neri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao David

      non basta investire del denaro per avere il VP . Devi creare una società e creare posti di lavoro . Ricorda che i soldi sono tuoi e pertanto il Brasile ti concede il visto solo perchè crei nuovo lavoro . Investire in borsa è speculazione e non ti da diritto al visto . Devi fare una attività produttiva . Per i dettagli scrivimi alla e-mail : a.oliviero55@gmail.com

      Elimina
  158. ciao ottoaprile vorrei trasferirmi vicino a natal e produrre mozzarelle e formaggi, cosa ne pensi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti aspettiamo a braccia aperte . C'è già un italiano che produce con successo mozzarelle ( fior di latte per essere precisi ) e ricotta che vende ai ristoranti ed ai centri commerciali nonchè un produttore locale di vera mozzarella di bufala . Vedi il link seguente
      http://www.vivereinbrasile.com/2011/05/mozzarella-di-bufala-al-100-brasiliana.html

      Elimina
  159. Gentilissimo ottoaprile,
    prima di tutto grazie per il tempo che dedichi a questo utlissimo blog.

    vorrei avere informazioni sui bot brasiliani e sui conti di deposito. attualmente quanto rendono al netto?

    un saluto a tutti coloro che come me sognano un futuro migliore lontano dall'Italia e a chi è cosi fortunato da averlo già trovato ...
    Lorenzo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lorenzo

      il post è superato . Oggi i rendimenti sono scesi e scenderanno ancora . Oggi si arriva a poco più del 7% netto .

      Elimina
  160. grazie per aver risposto in modo celere.

    il 7% netto non è male, ma è possibile acquistare i bot brasiliani pur avendo la residenza in Italia?

    hai altre tipologie di investimento a breve termine da suggerire?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La residenza puoi averla dove vuoi ma devi avere necessariamente un conto in Brasile . Altre tipologie a basso rischio con questi rendimenti qui in Brasile sono i fondi a breve termine .

      Elimina
  161. ottoaprile mi dai un consiglio p.f. Vorrei trasferire il mio capitale in Brasile su Banco Bradesco, dopo aver aperto conto corrente, a fondo sicuro e bloccati per qualche anno. Circa RS 200'000.- Di quanto sono gli interessi circa e vengono versati mensilmente, semestralmente o annualmente? E' possibile così vivere di rendita con gli interessi? Non me la sento di investirli in un'attività col rischio di perdere il capitale se qualcosa va male. Ho già RNE e vivo nel Sudeste. Grazie mille

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non conosco i fondi Bradesco ma i prodotti oramai si equivalgono . Gli interessi sul reddito fisso stanno scendendo e rapidamente . Oggi si riesce ancora a prendere il 7% netto con un capitale pari a quello indicato . Gli interessi NON sono versati ma vengono incorporati nella quota del fondo che cresce . Pertanto per prelevare basta venderle e lo si può fare quando si vuole poichè gli interessi maturano giornalmente . Solo il primo mese non è conveniente toccare i soldi a causa di una tassa IOF che parte dal 100% e si riduce progressivamente a zero entro 30gg .
      Con gli interessi su R$ 200000 NON puoi vivere di rendita poichè sono appena R$ 1150 al mese al lordo della inflazione .

      Elimina
  162. Gentile ottoaprile,
    grazie ancora per le preziose informazioni.
    sto seriamente meditando di trasferirmi in Brasile. presto ci verrò come turista ma vorrei tornarci successivamente con un visto da studente.
    so che per ottenerlo, devo iscrivermi ad un corso riconosciuto dal ministero brasiliano dell'istruzione. ti scrivo quindi per avere informazioni circa i corsi di lingua portoghese: esistono corsi di lingua che rispondono a tale requisito? in caso affermativo, quanto possono costare? sono presenti sul territorio in modo omogeneo o posso frequentarli solo in alcune città?
    ti sarei vermanete grato se riuscissi a darmi qualche informazione in merito.
    grazie ancora per il blog,
    um abraço.

    p.s.
    ho consultato la pagina del ministero (http://emec.mec.gov.br/), nella quale sono indicati tutti i corsi riconosciuti, ma francamente, non conoscendo ancora la lingua, non sono riuscito a trovare una risposta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dove hai intenzione di fare il corso da studente ? In tutte le capitali si trovano scuole e corsi di lingua .

      Elimina
  163. l'idea è di venire prima come turista proprio per visitare una serie di località nelle quali poter successivamente frequentare il corso.
    per fare questo però, è importante conoscere in anticipo le località dove si tengono corsi rigorosamente accreditati al ministero dell'istruzione. niente accreditamento, niente visto!
    l'ideale sarebbe trovare un posto sulla costa, con una buona qualità di vita e non troppo dispendioso a livello economico.
    sto prendendo in considerazione anche Natal e credo proprio che ci passerò. se ti fa piacere, sarei felice di venirti a trovare e magari fare con te 4 chiacchiere sulla vita in brasile.
    approposito, credi che 3000 R$ siano sufficienti per vitto, alloggio e corso a Natal?
    i corsi ai quali fai riferimento tu, sono accreditati al ministero dell'istruzione?

    RispondiElimina
  164. ... ovviamente, intendevo 3000R$ al mese ...

    RispondiElimina
  165. Ciao otto aprile, ho trascorso una vacanza a puntanegra nell'ottobre del 2010 e a parte la rapina in villa che abbiamo subito la seconda notte del nostro soggiorno, a me piaciuta moltissimo quella zona e la cordialita' dei cittadini del posto.
    Oggi sono in pensione con 2.300 euro al mese e sto pensando seriamente di trasferirmi li. Ho un gruzzoletto da parte con il quale vorrei comprare un piccolo appartamento in un residence con sicurezza e portierato .
    Non voglio lavorare ma solo godermi la pensione in santa pace e morire li in brasile perchè, tra le altre cose, non sopporto l'idea di stare al freddo in una cassa da morto qui in Italia!
    Le domande sono queste? al cambio di oggi quanti real sono 2.300 euro? posso fare una vita agiata con il corrispondente in real? quanto posso pagare un appartamento in un bel residence in zona centrale? Grazie di tutto e buona vita a te...
    Carlo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Carlo

      questo tuo commento mi da l'opportunità di ribadire un concetto che spesso ripeto ai miei clienti / amici / investitori : NON acquistate case isolate a meno che non siano in un Condominio Fechado . Lo so che sono bellissime e che è il vostro sogno venirvene qui ed acquistare una villa con giardino ma la sicurezza deve essere posta al primo posto . Dopo avrete anche difficoltà a vendere ai brasiliani .
      Ciò detto ognuno è libero di fare quello che vuole . Per quanto riguarda la tua pensione di 2300 euro al mese , è del tutto adeguata per fare una vita agiata , al cambio oggi sono oltre R$ 5500 . I prezzi degli appartamenti variano molto dal quartiere dove gli scegli e nel caso di Ponta Negra dalla distanza dal mare e dai servizi offerti . In particolare il valore del condominio varia molto con i servizi offerti . Comunque un appartamento tra i 40 ed i 50m2 costa nella fascia dei R$ 200000 . Se desideri delle quotazioni più precise puoi contattarmi in privato .

      Elimina
  166. Ciao otto, grazie per la veloce risposta. Infatti dopo la brutta esperienza vissuta escludo la casa isolata e poi sinceramente credo che piace di piu' un bell'appartamento ben rifinito con tutti in confort vista mare. Quindi con 100 mila euro posso prendere un bell'appartamento di circa 70 mq vista mare e in condominio con security? Anche in brasile se uno acquista in condominio c'è un costo mensile per appunto il condominio? se si quanto è la spesa del condominio in un residence a 4 stelle?
    Faccio ancora qualche riflessione e poi, se avro' bisogno, non esitero' a contattarti per ulteriori info.
    grazie ancora.

    RispondiElimina
  167. vorrei sapere un piccolo investimento da fare a salvador de bahia dove ho la ragazza......

    RispondiElimina
  168. vorrei sapere cosa si potrebbe fare a salvador di bahia che tipo di investimento??????grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Compra una casetta popolare per te e la tua ragazza , almeno risparmi l'affitto

      Elimina
    2. Hai parlato di piccolo investimento , se vuoi lavorare devi avere innanzitutto il visto permanente .

      Elimina
    3. ok leggendo il blog e essendo stato 6 volte lo sapevo,mi chiedevo se qualquno del blog puo' darmi alcune idee....

      Elimina
  169. riuscite a darmi una risposta,grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Federico, io ad esempio a Salvador ho acquistato un piccolo bar (boteco), l'investimento da fare per l'avviamento dipende da caso a caso (in base al volume d'affari) e può essere anche minimo. Inoltre ho costituito un'impresa di costruzioni edili.
      E' una scelta molto soggettiva in base a attitudini, capitale disponibile, conoscenze, opportunità, spirito d'iniziativa personale.
      Quello che ti posso assicurare è che ci vuole molto sacrificio, qui nessuno ti regala niente, ma si può fare quasi tutto.
      In bocca al lupo!
      Marco

      Elimina

Lasciate qui un vostro commento