Home attualità Terno secco

Terno secco

3
0
CONDIVIDI


Finalmente sono arrivato in Italia . La nube vulcanica ha intrappolato me ed un gruppo di italiani provenienti da diverse altre città del Brasile , Fortaleza , Bahia e dintorni nell’aereoporto di Lisbona . La partenza prevista per le 14:20 è stata progressivamente spostata fino a circa le 19 . Naturalmente la TAP e di questo ce ne dispiaciamo pubblicamente, visto che la consideravo una ottima compagnia , si è guardata bene da offrire ai suoi clienti una bottiglietta d’acqua o un tramezzino . Io ho fatto presente la cosa al desk di imbarco ma evidentemente la crisi economica sta colpendo le aziende portoghesi in maniera più pesante di quanto non sia evidente .Probabilmente il derating di Moody ci sta tutto ed un pochino di più . Alle 22 , seguendo una rotta diversa dal solito , probabilmente per evitare la nuvola di cenere , siamo atterrati all’aereoporto di Fiumicino . Breve attesa per i bagagli e poi via di corsa ad affittare un’auto per andare a Napoli prima che l’ufficio Rent a Car chiudesse . Giusto a tempo. Alle 23:15 ero in autostrada . Sono arrivato a Napoli alle 2 del mattino . E sono iniziate le sorprese . Arrivato alla mia uscita del casello di Ercolano scopro che il casello non c’è più . Immaginate la mia sorpresa ed il mio disappunto dopo oltre 29 ore di viaggio ! Armato di pazienza ho proseguito sino al successivo casello che doveva essere Torre del Greco , invece a metà strada trovo il nuovo casello di Ercolano dove però si esce solo ma non si entra come avrei scoperto più tardi . Riprendo animo e vado avanti cercando di capire dove mi trovavo . Quando improvvisamente mi rendo conto che davanti a me , alle 2 di notte , la strada è completamente bloccata dal traffico . Una carovana di mezzi pesanti e roulotte avanzava lentamente sulla strada che mi separava da casa . Non ci crederete : era la carovana del Circo Orfei che aveva scelto esattamente quel momento e quella strada per spostarsi . Finalmente realizzo che si era avverata la profezia : non c’è due senza tre . La nuvola di cenere , il casello scomparso ed il Circo Orfei . Non sono un giocatore e non sono un esperto della smorfia napoletana altrimenti il terno lo avrei giocato .

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here