Home Vivere in Brasile Scappo : attenzione con chi !

Scappo : attenzione con chi !

3
10
CONDIVIDI

Sulla Repubblica di oggi trovate un interessante quanto sponsorizzato articolo su coloro che scelgono di andarsene in pensione tra i 40 ed i 45 anni .

Ho toccato diverse volte questo argomento da angolazioni diverse . In qualche caso fornendo le informazioni sui costi di vita in Brasile su come fare ad ottenere il visto , in altri allertando sulla necessità di ” semplificare lo stile di vita ” o downshifting all’inglese .
Oggi volevo sottolineare un aspetto che alcune volte si sottovaluta . In qualsiasi parte del mondo decidiate di ” scappare ” sicuramente non sarete soli . O vi portate una compagna/o per condividere la vostra vita quotidiana o la/o trovate sul posto .
Tranne casi eccezionali , coloro che scappano non lo fanno per ritirarsi su di un eremo sperduto tra le montagne . Il problema può nascere proprio da questo bisogno di condivisione . Infatti la determinazione della ” semplificazione dello stile di vita ” a cui siamo pervenuti noi occidentali dopo decenni di consumismo sfrenato potrebbe non essere affatto condivisa dalla vs. compagna asiatica o sud-americana .
Al contrario questi popoli si trovano nello stato di sete di consumismo smodato degli europei degli anni 60 . Provate a far capire alla vs. compagna brasiliana che spendere 100 euro per una bottiglia di profumo da 100ml è pura follia . E’ molto probabile che voi finiate con l’usare la ” lavanda Cannavale ” e lei l’ultima fragranza di Christian Dior .
Il ” downshifting ” a senso unico è il grosso rischio che si corre nel trasferirsi in questi Paesi in via di sviluppo . Pertanto prima di scegliere con chi stare assicuratevi che , almeno su questo punto, la pensi come voi .

10 Commenti

  1. Concordo pienamente con Antonio! Ho ampia conoscenza di italiani ed europei in genere che finiscono per avere seri problemi a causa del partner prescelto e delle sue intenzioni di spesa. In questa sede mi sembra opportuno anche evidenziare che in Brasile lo status di semplice "convivente" è equiparato al matrimonio in regime di comunione legale dei beni. Quindi fare attenzione! Si possono avere cattive sorprese dalla propria fidanzatina quando la storia finisce. In sintesi: dimmi chi frequenti e … ti dirò che fine fai!
    Anche io, nel mio piccolo, ho vissuto la difficoltà di far capire alla mia dolce metà bahiana quali siano le spese essenziali/necessarie e quali quelle evitabili/superflue. I punti di vista in merito spesso divergono e sono motivo di discussioni. Come anche il far capire al brasiliano medio quanto sia sbagliato e controproducente indebitarsi ipotecando il proprio futuro per il mero acquisto di beni di consumo o voluttuari.
    Continua così Antonio, sei tutti noi!!!
    ciao, Marco

  2. Ho trovato solo ora questo post, e confermo in pieno che questo puó essere un bel problema, io ho scoperto da poco un approccio al problema che mi diverte parecchio, uso quel che viene chiamato il metodo della psicologia al contrario, per esempio mia moglie odia tutto ció che é antico, di interesse e valore storico, lei e seteropolitana ma odia il Peurolinho, che io invece adoro, odia anche la casa in cui viviamo che é del 1700 in stile tipico olandese, che tra l'altro é ritenuta un monumento comunale e che ci viene invidiata da tutti. Ama invece tutto ció che é moderno, palazzi di vetro, mobili moderni ect ect.
    Avendo da tempo capito che associa vecchio a povero, e non sia mai che qualcuno possa pensare che sia povera, ho capito che facendole notare, o credere, che alcuni comportamenti sono da persone ricche cambia atteggiamento, per esempio facendole notare che chi viene a farci visita ci invidia i 450m2 di casa del 700 con annessi 200m2 di giardino in pieno centro, ha iniziato a comportarsi da vecchia baronessa e a non odiare piú la nostra casa, vi giuro che fa ridere da matti, purtroppo non funziona per tutto ma per molte cose si.
    P.s. non siamo ne ricchi ne poveri, ma farle credere che da qui a poco il neo re d'Olanda Willem Alexander venga a prendere il té aiuta, pero naturalmente col profumo mi frega visto che non vorrebbe mai sfigurare al cospetto della regina madre.
    Ciao, Yuri

  3. Yuri, non per difendere tua moglie ma secondo me odia i 450 m2 della vostra casa perchè non si finisce mai di pulire!
    Scherzo ovviamente è solo invidia da parte di chi vive in 70m2 come me 🙂
    Marco

  4. Ciao Marco, sono si 450m2 ma ne usiamo si e no 100, il resto é chiuso e non lo usiamo mai, o quasi mai, poi credimi suona piú di quel che é, ed é proprio questo il punto, dipende da come le cose vengono presentate.
    Altro esempio, le piaceva tantissimo il mc donald e simili, tu capirai che essendo sardo e lavorando nel campo della ristorazione la cosa mi risultasse alquanto difficile da accettare. Mi ricordai d'aver visto un programma in tv che parlava del problema dell'obesita tra classi meno abbienti americane, e tra le maggiori cause c'era quella dello smodato consumo di pasti nei fast food, lo cercai su you tube e "per caso" glielo feci vedere, adesso ne mangia pochissime volte e quasi si nasconde.
    Ha peró sviluppato un altra "sidrome" quella di comprare tutto ció che vede a buon mercato o scontato per poi farsi con me vanto d'aver appreso ció che mio padre sempre le dice e cioé che il risparmio e il primo modo di far soldi, vai farle notare che non abbiamo bisogno di quel che ha appena comprato.
    Marco, potremmo unire le forze attraverso un brainstorming sull'argomento, hai visto mai che unendo le forze?
    Hai per caso anche tu il problema dell'adattamento all'insulso volume di voce che usano le brasiliane in generale?
    Ps, sia chiaro a tutti che si scherza.
    Ciao, Yuri

    • Ciao Yuri, ti omologo tutto al 100% compreso l' adattamento al volume di voce che nel mio caso è doppio, visto che la nostra bimba di tre anni emula la mamma in tutto; riguardo al mc donald sono sconfitto su tutti i fronti ho già provato di tutto e di piu ma nulla da fare, la brasiliana di casa mia adora qualsiasi cosa esce da li! Unica consolazione è sola, la piccola invece ha palato Italiano al 100% quindi vai di tagliatella alle fave, piselli o ragù in perfetto stile contadino marchigiano!
      Saluti
      Roberto

    • Ciao Yuri, c'è ben poco da fare, i brasiliani la smania di comprare tutto a qualunque costo oramai ce l'hanno nel DNA. Limitarsi per loro è soffrire. C'è un mio caro amico antropologo che asserisce si tratti di un retaggio degli anni 70 e 80 in cui, causa la violenta inflazione che svalutava i soldi di ora in ora, si correva subito a spendere per comprare prima che aumentassero i prezzi, specie del cibo.
      Mia moglie, che è del 1975, è figlia di quella follia e anche lei magari torna in casa con cosine da pochi soldi ma pur limitandosi deve comprare. Viviamo in 2 ma i nostri 70 mq stanno diventando insufficienti a contenere le borse, le scarpe, le maglie, i jeans ecc. hai voglia io a spiegare che avrà sempre e solo 2 piedi per cui 300 paia di scarpe NON SERVONOOOOOO, mas ela nada e continua comprando pois sempre tem uma cor diferente o um modelo …. !
      Mi fa piacere vederla felice con un nuovo rossetto ma il pensiero di diver cambiar casa solo per far posto a delle scarpe non lo riesco proprio a digerire!
      abraços
      Marco

  5. Avere 450 m2 di casa per lo più in centro citta' in un paese sovraffollato come l'Olanda non è per tutti. Nemmeno in Brasile che nonostante di spazio ne abbia tanto, nelle grandi citta' si tende a vivere sempre più stretti, in mini appartamenti, chiamati, appunto, "ja' vi tudo'".

  6. Ciao roberto,
    per quanto riguarda il mc donald, prova il mio metodo. Troverai su you tube molti video riguardo l'argomento da me usato. Enfatizzare che ció che lei adora, qui in Europa é gia vecchio e passato di moda, aiuta perché fa subdolamente leva su un complesso di inferiorita che certi brasiliani possono ancora nutrire nei confronti degli europei o degli americani. Devi peró farlo con furbizia, senza dare nell'occhio, fallo sembrare vero, ma soprattutto fallo con leggerezza ti deve divertire, se per te é un vero problema é forse meglio parlarne seriamente con la tua compagna.
    Comunque io adoro anche questi lati della mia splendida bahiana, potrei racconti anche dei lati meno simpatici delle donne olandesi ma qui siamo su vivere in Brasile. Tanti saluti Roberto, e mi auguro che tu viva tutto ció con legerezza e ironia.

    • Molte grazie per i consigli Yuri, fanno sempre comodo, per fortuna ironia e leggerezza sono le componenti fondamentali della mia vita, quindi anche del mio post qui sopra; è sempre interessante conoscere le esperienze altrui, ascoltare a volte è più importante del parlare specie se a farlo è un Sardo che vive in Olanda, ho sia amici Sardi che Olandesi ho molta stima sia degli uni che degli altri anche se per ragioni ovviamente diverse.
      Cari saluti a tutti
      Roberto

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here