Home Vivere in Brasile Tempo di investire

Tempo di investire

4
22
CONDIVIDI

Lentamente ma in maniera decisa le condizioni di investimento finanziario in Brasile si stanno facendo molto più interessanti .

Due tendenze stanno motivando questa affermazione : miglioramento del cambio euro/reals ed aumento del tasso di interesse .
Analizziamoli separatamente :

1) Il cambio euro/ real , dopo aver quasi toccato il valore 2 ha preso a crescere come effetto sia delle azioni di svalutazione del reals intraprese dal Governo brasiliano per migliorare le esportazioni che delle preoccupazioni sul rallentamento della crescita cinese . La borsa brasiliana ne ha subito risentito toccando i 68000 punti .

Esistono fondati motivi per credere che non si tratti di una banale correzione ma dell’inizio di un ciclo al ribasso . Gli investitori in azioni sono avvertiti .
2) L’aumento del tasso di interesse , forzatamente tenuto stabile durante gli ultimi mesi del governo Lula era già stato anticipato dagli economisti .

La causa è l’aumento della inflazione ad oltre il 5,5% .La forte offerta di credito facile ( ma non a buon prezzo ! ) e l’atmosfera di ottimismo hanno aumentato la propensione al consumo dei brasiliani di tutte le classi determinando una forte spinta inflazionistica che si finalmente materializzata .

Per raffreddare l’economia il Governo ha deciso di aumentare gradualmente il tasso di interesse e nella seduta di Gennaio , la prima sotto il nuovo governo Dilma , il COPOM ha aumentato di 50 punti percentuali dal 10,75% al 11,25 % la TAXA SELIC . L’aumento è il primo di una serie che si svilupperanno nel corso del 2011 .

Tutto questo frenerà la crescita brasiliana ? Credo che ne corregerà la velocità ma non muderà la tendenza alla crescita . Il consiglio è pertanto di prepararsi ad investire , magari proprio in Titoli legati alla TAXA SELIC . Coloro che non hanno ancora un conto corrente qui in Brasile possono contattarmi per sapere come fare .

22 Commenti

  1. Domanda: ho la moglie brasiliana ma vivo in italia. Posso aprire un conto in brasile? Ci vuole la residenza anche per i cittadini brasiliani residenti all'estero?

  2. Ciao Anonimo delle 12:06

    che domande , tua moglie è brasiliana o no ? Quindi lei per diritto di nascita può aprire un conto corrente in Brasile ( Non ha mica cambiato nazionalità ma solo la residenza ) . Naturalmente sarà soggetta a tutti i controlli che la Banca fa e che riguardano la sua solvibilità finanziaria .

    Per quanto riguarda te , essendo sposato con una brasiliana dovresti avere gia ricevuto od essere in procinto di ricevere il visto permanente a cui hai diritto… se ovviamente lo hai chiesto . Con il visto l'apertura del conto è possibile senza problemi.

    Saluti

  3. esistono forme alternative per l'apertura di un conto corrente se si e' sprovvisti di visto permanente??
    grazie e complimenti per il sito!

  4. Ciao carissimo….ti seguo da un pò. Molto molto interessante. Sono sposato con una donna brasiliana dal marzo 2007 e siamo entrambi residenti nella Repubblica di San Marino. Potresti chiarire meglio il discorso del visto permanente? Che pratiche devo fare per richiederlo?? Grazie infinite. Matteo

  5. Scusa Antonio, una precisazione:
    per l'apertura di un conto in una banca brasiliana è sufficiente il visto permanente (per matrimonio o altro motivo) oppure è necessaria la cédula de Identidade de Estrangeiro – RNE – (Carta d'Identità dello straniero in Brasile) con il relativo numero di iscrizione?
    Questo lo chiedo perchè il visto si può richiedere presso qualsiasi consolato brasiliano oppure presso la PF in Brasile, mentre per l'RNE, a quanto ne so, è necessario risiedere in Brasile e non tutti gli sposati/e con brasiliane/i hanno poi anche la possibilità di risiedere effettivamente in Brasile per il tempo necessario per l'ottenimento dell'RNE (in caso di matrimonio ci vogliono circa 2 anni in cui si è soggetti a controlli).
    Invece mi risulta (fonte sito del Ministero da Justiça) che "No caso de ingresso no Brasil para fins de turismo, negócios, atividades esportivas e artísticas, não será exigido registro na Polícia Federal nem a expedição de Cédula de Identidade de Estrangeiro.O registro será realizado de forma imediata."
    Mi sembra un dettaglio importante da chiarire.
    Marco

  6. scusa se insisto ma forse io avevo info sbagliate. Io vivo in Italia con mia moglie. Il visto permanente vale anche per chi vive in Italia? Forse avevo posto la domanda male in consolato o non avevo capito. Grazie

  7. Ciao Marco

    non esiste il visto permanente senza RNE . Sono la stessa cosa . Qualunque sia il motivo per la concessione del visto permanente alla fine quello che ricevi è un tesserino di plastica con i tuoi dati personali ed in numero di RNE che corrisponde alla Carta di Identità del cittadino brasiliano .

    Quando vai in Banca per aprire il conto ti chiedono il tesserino con il numero RNE . Non confondere la ricevuta cartacea che ti da il consolato o la PF all'atto della richiesta del visto permanente con il visto stesso . Questa ricevuta ti consente solo di permanere sul territorio brasiliano in attesa dei controlli della PF ma non è il visto .

    Durante questo periodo DEVI risiedere in Brasile perchè la visita di controllo non può essere agendada e se non ti trovano rischi di perdere tutto il processo .

  8. Per Anonimo delle 07:29

    non capisco cosa significa " se il visto vale per chi vive in Italia " .Forse vuoi dire " se il visto lo concedono anche se vivi in Italia " , in questo caso la risposta è no .

    Per avere il visto per matrimonio , ammesso che ne hai fatto richiesta devi attendre la visita della PF in Brasile all'indirizzo dove hai detto di risiedere . Se non ti trovano perdi il processo e devi rifare tutto daccapo .

  9. Richiedere il visto al consolato brasiliano in Italia e molto piu veloce che farlo in Brasile, mesi contro anni!
    Il titolare di rne non puo permanere fuori dal Brasile per piu di 2 anni consecutivi

  10. Per Anonimo delle 22:24

    non mi piace pubblicare informazioni importanti come questa senza citare nome e cognome ed esperienza personale . Lo faccio solo per introdurre un lungo commento e chiarire che il visto di entrata in Brasile NON serve a nulla senza RNE .

    Qualche mese fa Vincenzo , un menbro del Gruppo degli Italiani che lavorano in Brasile , di cui faccio parte scriveva tutto contento :

    "Ciao,
    mi stupisce come alcuni del Gruppo dicano di avere impiegato anni per ottenere il visto permanente, al consolato di Roma l'ho ottenuto in 5gg lavorativi semplicemente seguendo la procedura indicata dal loro sito + 1 giorno per raccogliere la documentazione da presentare!!!!!! "

    Alla mia domanda su ulteriori chiarimenti e sul RNE rispondeva evasivamente

    "Ciao,
    ragazzi non è fortuna, devi seguire la procedura che è indicata sul sito del consolato: http://www.consbrasroma.it/vistos/index.html
    Il visto è di durata permanente con foto su passaporto ed è in forma definitiva.
    Il visto è stato chiesto per ricongiungimento familiare per cittadini residenti all'estero. "

    Fino a che , Antonio , il coordinatore del gruppo ha chiarito in modo esaustivo :

    "Da quello che scrivi tu hai fatto solo il primo passo per avere il visto permanente, ovvero il timbro nel passaporto. Io invece di 5 giorni ne ho impiegati 30 con la procedura antica. Il problema é stato che per poi avere l'RNE definitiva ci ho messo 30 mesi! Perché?
    Perché fino a quando la procedura la può seguire il consolato che integra i vari enti pubblici brasiliani il processo corre. Ma poi, dopo aver ottenuto il visto nel passaporto, bisogna entrare in brasile entro 3 mesi, timbrare il passaporto in aeroporto e presentarsi entro 30 giorni alla polizia federale che inizia un processo, a Brasilia, al ministero della giustizia. E qui può succedere di tutto, ma veramente di tutto. Esempi:
    – all'entrata la polizia sbaglia la data del timbro o mette un timbro di uscita invece che di entrate: risultato caos totale per sistemare le carte.
    – si fa qualche errore nella montagna di carte e tasse da pagare alla polizia federale.
    – c'é qualche errore di sequenza o autorizzazione o scadenza nei documenti.
    – cambia la procedura per nuove leggi e leggine (é cambiata 4 volte negli ultimi nove anni!).
    – si perdono qualche carta tra un ufficio o un ministero e un altro.

    Attenzione sempre che dopo aver avviato la procedura per l'RNE se si esce dal Brasile bisogna prendere il "vistino" di uscita temporaneo e rientrare entro due anni per almeno un giorno per non perdere l'RNE ed il visto permanente e presentare annualmente la dichiarazione di "isento" dei redditi per non perdere il codice fiscale e quindi tutto quello che é collegato al codice fiscale, ovvero quasi tutti i documenti …"

    Spero di aver fatto un po di luce sull'argomento.

  11. Ciao Antonio,
    io ho iniziato da poco il processo per il visto come investitore (a Salvador). Mi sembra di aver capito che, nel mio caso, la procedura dovrebbe essere complessivamente più rapida in quanto l'iscrizione al Registro è immediata, oppure sbaglio?
    Sai quando si tratta di burocrazia è sempre difficile avere certezze, specialmente in Brasile bisogna cercare di avere più riscontri possibili, per questo faccio appello alla tua esperienza.
    grazie
    Marco

  12. Ciao, io ho la doppia nazionalità, quindi il passaporto brasiliano, ma la residenza in Italia. Posso aprire un conto corrente in Brasile? e come posso fare? visto i tassi attivi di interesse alti (sugli 8% annui), non conviene fino a quando non mi trasferisco definitivamente in Brasile (che potrebbe succedere fra una decina d'anni), tenere i soldi della venidita di una casa in un conto a rendere piuttosto che investirli in un'attività che non riuscirei a seguire?
    Ciao e grazie mille

  13. Ciao Anonimo

    per aprire il conto devi avere la residenza in Brasile o un documento che lo comprovi e soprattutto devi andare in Brasile per aprirlo .

    Ma se pensi di trasferirti tra 10 anni io non metterei soldi in Banca piuttosto comprerei un terreno ( sperando che non lo invadano ).

  14. ciao, sto pensando di comprare un terreno e costruirici appartamenti da affittare nella zona nord est. Qualcuno ha esperienza in tal senso? grazie

  15. ciao, io non ho una grande esperienza, ma ti posso dare queste dritte:
    nel Paraiba, in particolare a baia da Traiçao sono in vendita vari lotti di terreno a prezzi ancora accessibili.
    La zona è molto bella ed in via di sviluppo.
    Quest'anno molti stranieri hanno investito in quella zona.
    Consiglio sempre cmq di visitare i posti prima di investire del denaro e di fare varie domande in giro.

  16. Ciao Antonio seguendo il link del tuo blog sono andato su mercatolibero e ho visto questa affermazione: Per coloro che vogliono sviluppare un'attività in Brasile, ricordo che SI PUO' EFFETTUARE L'INVESTIMENTO non solo come persona fisica ma anche COSTITUENDO UNA SOCIETA' IN BRASILE.
    In questo modo è possibile ottenere il Visto Permanente che ti permette di stare in Brasile anche tutto l'anno, di APRIRE un conto corrente, e di lavorare senza nessun tipo di vincoli.
    Il nostro gruppo si avvale di un commercialista locale molto bravo e preparato (lo Studio Veloso) che si puo' occupare di tutto il lavoro di preparazione della documentazione così come di costituzione della società (il cui costo è veramente limitato).

    Ora da quando in qua l'acquisto di un immobile anche se fatto da una societa' da diritto al visto permanenete?grazie

  17. Ciao Roby

    mi sorprende che fai a me questa domanda . Chiedilo a Mercato Libero con il quale preciso di non avere alcun tipo di rapporto commerciale se non un normalissimo scambio di link . Comunque credo che nel caso specifico si intenda una Società di Investimento immobiliare che pertanto può acquisire immobili per affitto o rivendita e , se il business plan è approvato dal Ministero del Lavoro , da diritto al visto permanente . Uno dei requisiti è che vengano creati dei posti di lavoro oltre ovviamente ad un investimento minimo di R$ 150 000 . Il visto se concesso ha una validità permanente ma è soggetto ad un controllo dopo i primi tre anni .

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here