Home italia Fratelli d’Italia

Fratelli d’Italia

9
29
CONDIVIDI


Sono in procinto di rientrare per un mese in Italia da dove potrò scrivere finalmente qualcosa di buono sul Bel Paese per la consolazione dei vari Max , Maxximo ( Accaniti critici del Brasile che purtroppo per loro ci vivono ) e via dicendo .

Ecco però alcune nubi addensarsi all’orizzonte .L’ultima azienda per cui ho lavorato . la Unicom Spa e che era in liquidazione da tre anni senza peraltro aver pagato le liquidazioni ai lavoratori e con la quale io ed altri eravamo in causa proprio per difendere i nostri diritti , è fallita ! Ma come diranno alcuni , ma il giudice in tre anni non ha risolto il banale problema di riconoscere dei diritti ovvi dei lavoratori ? Ebbene no . Tre udienze in tre anni non sono bastate . Ora mi aspetta una nuova causa che nella migliore delle ipotesi si concluderà tra dieci anni .
Viva l’Italia . Tudo bem come direbbe l’amico Paolo Grasso anche lui ammiratore del Bel Paese e che ha lasciato Natal per Gallarate (VA ) assieme alla sua famiglia il mese scorso … tutto felice .
Ebbene proprio ieri sono venuti a trovarmi da Milano una coppia Pasquale e Paola , entrambi molto cordiali e rigorosamente milanesi nonostante il nome partenopeo di Pasquale , letteralmente in fuga dalla città da bere .
Pasquale , beato lui già in pensione mi ha simpaticamente addossato la responsabilità della loro scelta ” la colpa del mio trasferimento a Natal è del tuo Blog ” ha dichiarato . ” Noi avevamo optato per il Costarica ma dopo aver letto il Blog ed appreso della possibilità di ottenere il visto permanente come pensionato … ” Detto fatto . Prima destinazione brasiliana della loro vita la cittadina di Pipa , a pochi chilometri da Natal . Amore a prima vista e decisione di trasferirsi definitivamente entro fine anno .
Ma torniamo al mio viaggio di rientro , decido di prenotare una macchina da Roma a Napoli visto che il volo diretto per Napoli non c’è . Prenoto una vettura economicissima , la Panda due porte per un giorno alla Hertz : 125 euro ovvero 287,5 R$ con soli 150Km inclusi ! Ma come … abbiamo sempre detto che le auto in Brasile sono care mentre in Italia te le regalano ! In più da Roma a Napoli mi toccherà pagare oltre 20 euro di autostrada altri 70 R$ ! Con gli stessi soldi affitto una utilitaria a Natal per una settimana a chilometraggio illimitato .
Tudo bem , viva l’Italia . Ciao Paolo .
PS : Scopro , leggendo il sito della Hertz che alcune vetture non possono essere prenotate se si viaggia nel Sud Italia … probabilmente è lo stesso motivo per cui le assicurazioni auto al Sud sono esose più di un Banca Brasiliana . Comunque , come osservatore esterno , non posso non sorprendermi .

Festeggiamo i 150 anni della unità d’Italia ed ammettiamo ancora queste discriminazioni ?

29 Commenti

  1. Adesso mi devi spiegare cosa c'entra il prezzo delle auto in Brasile con il costo di nolleggio della Hertz! É risaputo da tutti che, effettivamente, le auto in Brasile sono piú care, pur essendo costruite in questo paese, quindi senza essere un prodotto importato. Quindi non serve fare gli spiritosi, ma basta fare un semplice confronto per vedere che, come il pesce é piú caro in piú Italia, nello stesso modo le auto sono piú care in Brasile. E visto che ci sei, spiegami anche perché, pur disprezzando sempre l'Italia e trovare ogni occasione per criticarla, continui a tornarci ogni anno. É comodo avere il piede in due scarpe, vero? Vivi in Brasile, ti godi tutto quello che questo paese sa darti, ma quando serve torni in Italia a fare i tuoi comodi. Cerca una volta per tutte di essere coerente con le tue idee: lascia definifivamente il tuo paese d'origine, iscriviti all'AIRE e chiedi la cittadinanza brasiliana. Sarebbe giá un inizio di buon senso da parte tua.

  2. SAREBBE TECNICAMENTE INTERESSANTE L'ESPERIMENTO DELL'USCITA DI ALMENO UN "PIG" DA EUROLANDIA;UN TEST IN VISTA DI UNA SCONTATA REVISIONE DELLE MODALITA'CHE SONO ALLA BASE DELL'EUROZONA FAREBBE BENE A TUTTI.PIUTTOSTO CHE SUCCHIARE SANGUE AGLI ALTRI 25 COMPONENTI DEL CIRCO EUROPEO,I GRECI DOVREBBERO TORNARE ALLA LORO DRACMA E FARE DA APRIPISTA AGLI ALTRI MAIALI PIU' O MENO MALATI DI QUELLA FEBBRE SUINA CAPACE DI INFESTARE MEZZO CONTINENTE.
    SE NON CI FOSSERO STATI I PIGS FORSE OGGI SAREI GIA' IN BRASILE,NON SO SE RINGRAZIARLI O MALEDIRLI.

    GIORGIO

    COPENAGHEN

  3. Facciamo tanti auguri a Paolo Grasso sperando che a Gallarate trovi il benessere e la felicità che non ha trovato a Natal. Rendiamo anche onore al coraggio delle sue scelte. Perchè ci vuole anche coraggio a saper tornare indietro e ammettere i propri errori. Sempre meglio che restare in Brasile a lagnarsi di tutto e a criticare continuando a fare confronti impossibili.
    Ambienti, culture e modi di essere differenti trovano il loro fondamento in storie e trascorsi profondamente diversi. Ad ognuno la libertà di scegliere e ritagliarsi lo spicchio di mondo che più lo soddisfa nel rispetto del prossimo.
    Buon viaggio in Italia anche a te Antonio. Ricordo che lo scorso anno ci fu qualche difficoltà ma spero che questa volta vada meglio!
    abraços
    Marco

  4. Per dovere di cronaca segnalo che il mese scorso a Lamezia con Hertz 89 euro 207rs senza extra 3 gg una Hyudai 2.0 diesel km illimitati! Il diesel in Brasile solo su autocarri..ma e' anche vero che la nafta giallo-oro poco e' adatta ai moderni motori diesel.
    Bologna Napoli con AV 55 euro 125rs 500km in 3,30h paragona la stessa distanza con la Sao Geraldo quanto costerebbe..e in BV

  5. Mi chiedo perchè i commenti " contrari " sono anonimi come in questo caso .Ci sarà un motivo ? Chi lo sa .

    Comunque rispondo a quello delle 22:19 dicendogli che ho vissuto, lavorato duramente e pagato contributi e tasse in Italia ( Sud Italia : più tasse e meno servizi ) per 32 anni e pertanto il Bel Paese mi deve ben più di quello che ho ricevuto .

    Quelli che mi hanno conosciuto nel mondo del lavoro lo sanno bene , tu povero anonimo cosa ne puoi sapere .

    L'iscrizione all'AIRE non è una condanna è semplicemente l'iscrizione ad una anagrafe alla quale io non posso iscrivermi perchè non ho mai trascorso più di un anno continuamente fuori dell'Italia . Contento ?

    Lo so che è inutile chiederti se tu vivi in Brasile , se sei iscritto all'AIRE , ecc. A te piace solo fare commenti di nascosto . Forse da bambino non ti facevano mai parlare quando eri nel gruppo e ti è rimasto il trauma ?

  6. X Anonimo delle 7:49

    guarda io parto il 25 . Con le tue conoscenze sei in grado di trovarmi una vettura da noleggiare all'aereoporto di Fiumicino con consegna a Napoli per non più di 60 euro ? Questo lo apprezzerei molto. Aspetto risposta sul blog .

  7. Anto … ciao sono Andrè … io a breve parto e sinceramente conoscendo un pò Paolo detto da me simpaticamente "Lasi" non ho mai capito tutti i suoi commenti negativissimi sul brasile sapendo che vive a Natal ..sposato e con una bella realtà lavorativa e famigliare… ma .. ognuno di noi è diverso e forse lui non ha mai trovato il suo piccolo mondo .. a Natal e in Brasile … di certo speranzoso di trovare l' Italia all'avanguardia e una Milano futuristica si troverà spiazzato. Attualmente Milano ha problemi politici .. economici… di benessere .. ecc ecc … cuore di una naz. ormai alla frutta e chi non lo vuole ammettere è solo perchè è abbarbicato a ricordi dell'Italia che fu ….. Paolo ha fatto questa scelta per i suoi figli ..spero che il tempo gli dia ragione ma attualmente i cervelli fuggono dall'Italia e l'istruz. è sempre più vittima di tagli e la sua deriva è ormai consolidata ….
    Colgo l'occasione per salutarlo e fargli gli auguri sperando di sbagliarmi !!!

  8. Aggiungo al mio commento di prima una breve lettura che riassume il mio pensiero di ITALIA FINITA … bel titolo per un prossimo blog… e conferma aimè le mie impressioni e non le impressioni del nostro amico Paolo … ormai da troppo tempo lontano dall'Italia e all'oscuro della vera e penosa fine del …bel paese …
    http://www.ilfattoquotidiano.it/
    Andrè

  9. Non Sono l'anonimo di prima, comunque su http://www.europcar.it

    FIAT PANDA 1.2

    Prezzo da pagare on line ora:
    176.00 EUR

    Ritiro
    ROMA AEROPORTO FIUMICINO 25/05/2011, 10:00 information
    Riconsegna
    NAPOLI AEROPORTO 28/05/2011, 10:00 information

    Il prezzo include:

    Chilometraggio: 300 Km totali per questo noleggio
    Oneri Circolazione Autoveicoli
    Limitazione di Responsabilità per Danni (Franchigia pari a 900.00 EUR)
    Limitazione di Responsabilità per Furto e Incendio (Franchigia pari a 1700.00 EUR)
    Supplemento per noleggio a lasciare
    IVA inclusa

  10. X GIORGIO di Copenagen,
    non so perchè il tuo intervento sia uscito sotto il post "Fratelli d'Italia" visto che si riferiva ai problemi dell'Eurozona.
    Vorrei sottolineare però che il problema di tale mercato, e conseguentemente della sua moneta, non è tanto quello dell'uscita o meno di qualche PIIGS dalla moneta unica. Bensì quello degli alti debiti sovrani di alcuni Stati membri a chiaro rischio default. E' esattamente il significato del rischio default che va considerato e sopratutto delle sue dirette e immediate conseguenze che sarebbero (ma io dico che purtroppo saranno) devastanti per tutti. L'effetto domino non riguarderà solo i cittadini dei singoli stati insolventi ma tutte le banche europee (e non solo) che hanno nella loro proprietà i titoli di stato di altri paesi che diventeranno carta straccia. I conti economici delle banche che hanno "in pancia" grandissime fette del debito pubblico non solo greco o portoghese ma anche italiano, tedesco, francese e spagnolo (sono i debiti di entità maggiore) vedrebbero subito ingenti perdite secche che comporterebbero carenze di liquidità tali da bloccare tutte le erogazioni di denaro. Potremmo insomma trovarci di fronte ad una situazione di tipo "argentino" quando nel 2002 c'erano file di gente fuori alle banche nel disperato tentativo di prelevare stipendi e pensioni bloccati. Non è un caso che proprio in questi giorni l'enorme debito pubblico italiano sia sotto l'occhio del ciclone in quanto un ns eventuale default comporterebbe ingenti perdite a danno di BNP Paribas, Santander, HSBC e tutte le principali banche europee oltre a quelle italiane ovviamente. Proprio in questi giorni è uscito uno studio del Financial Time che mette in luce le eventuali conseguenze di una ristrutturazione del debito pubblico italiano per le banche mondiali. Non è affatto vero che la maggior parte dei BOT e CCT italiani siano in mano ai risparmiatori italiani perchè una grandissima fetta è di proprietà delle banche che fallirebbero all'istante in caso di ns default con inevitabili conseguenze per tutti i correntisti.
    Le conseguenze del problema, insomma, potrebbero essere molto più vaste di quello che si immagina anche perchè la prezzolata stampa nostrana tende molto a sminuire.
    Dico questo non per fare l'uccello del malaugurio ma per mettere una "pulce nell'orecchio" anche di chi vive in Brasile con pensione italiana oppure di chi ha lasciato i propri risparmi nel vecchio continente.
    In merito invito a leggere questo articolo pubblicato su WSI di oggi:
    http://www.wallstreetitalia.com/article/1136594/tabella-shock-rischio-banche-esposte-su-debito-italiano.aspx

    abraços
    Marco

  11. Marco

    sono stato sul sito che mi hai segnalato . Ma affianco al prezzo riportano questa inquietante nota :

    " I viaggi a senso unico (cioè il ritiro della vettura in una città diversa da quella della riconsegna) potrebbero dar luogo a costi aggiuntivi da saldare direttamente in loco e comportare modifiche nel numero dei giorni di noleggio, qualora fosse presente un numero minimo di giorni di noleggio per il senso unico. L’eventuale sovrattassa e le modifiche relative ai giorni per il senso unico saranno preventivamente segnalati nel voucher, che Le invieremo dopo previa conferma da parte dell´autonoleggiatore nostro partner. Per cortesia, tenga presente che Auto Europe non ha alcuna influenza presso l’ autonoleggiatore partner, che in loco richiederà la tassa di senso unico. Inoltre, La preghiamo di ricordare che, nel caso in cui i costi della sovrattassa per senso unico dovessero essere per Lei troppo onerosi, ha sempre la possibilità di stornare gratuitamente la sua prenotazione fino a 48 ore prima del ritiro dell’ auto "

    In conclusione il prezzo esibito è quello con consegna nella medesima stazione . Hertz ad esempio chiede 51 euro per riconsegna a Roma e 125 euro per riconsegna a Napoli !!!

  12. Caro Antonio, in effetti ti posso dire per esperienza diretta che gli autonoleggi, almeno a Roma, sono tutti dei "furbetti" per non dire di peggio. E' successo a molti miei conoscenti provenienti dall'estero di trovarsi di fronte a brutte sorprese una volta atterrati a Fiumicino pur avendo prenotato con largo anticipo le vetture e pattuito il prezzo. Molto spesso ci sono degli "extra" non meglio specificati e non pattuiti. Sperano che chi arriva da un lungo e faticoso viaggio, magari di notte, non ha voglia di mettersi a discutere per qualche euro in più e alla fine paga. Forse è meglio il caro vecchio treno se non si hanno troppi bagagli.
    boa viajem!
    Marco

  13. io ho l'impressione che l'Italia stia saltando: troppo società che non pagano, troppi debiti che non saranno saldati, poco lavoro e tensione che raggiungerà livelli esplosivi dopo l'estate quando torneranno al pettine tutti i problemi non risolti (salvo miracoli). Con l'edilizia ferma (e quando mai ripartirà??), tassi in rialzo e produzione ai minimi (salvo alcuni settori) dove volete andare??? Io credo che dobbiamo rasseganrci tutti (la maggior parte, salvo eccezioni) a guadagnare di meno ma anche consumare e produrre di meno e magari meglio, si deve investire nell'ambiente e nelle nuove tecnologie ma con criteri di sostenibilità. Se facciamo 'macchine' che fan tutto da sole chi lavora più?? E' tutto molto banale ma non vedo altre prospettive. Siamo in troppi per produrre e consumare quanto fatto finora… Meditate gente!!! Sudamericanizzazione del sistema anche in Italia: poco lavoro o mal pagato, bassa qualifica richiesta, precarietà, specializzazioni mal retribuite… finchè regge… o meglio finchè pagano i genitori in pensione… Si deve tornare a consumare in base ai propri reali fabbisogni ed alle proprie capacità come i vecchi di una volta: guadagno 10 consumo 7 risparmio 3. Troppa crescita (finta) ha impoverito gli stupidi e danneggerà tutti.

  14. x MARCOFALCO,
    ORMAI SIAMO TUTTI D'ACCORDO SU UN DATO ECONOMICO INCONFUTABLE:IL TURBOCAPITALISMO VIVE UNA CRISI DRAMMATICA DAI RISVOLTI ANCORA ILLEGIBILI.NESSUNO SA VERAMENTE COSA POSSA ANCORA ACCADERE,IL DOMINO PERVERSO PUO' TRAVOLGERE ANCORA ALTRE MOLTE TAVOLETTE E NEMMENO NOSTRADAMUS PUO' DIRCI SE CADRA'PRIMA LA TESTA DEL PORTOGALLO O QUELLA DI QUALCHE GIGANTE COME ITALIA O USA.COSA SAREBBE DEL PENSIONATO ITALIANO CHE RISCUOTE A FORTALEZA? MA SIAMO SICURI CHE IN CASO DI DEFAULTS EUROPEI IL BRASILE RIMARREBBE LI' IMMOBILE SENZA ACCUSARE IL COLPO?IL PERNO DELLA ECONOMIA BRASILIANA, O PERLOMENO UNO DEI PILASTRI PIU' FORTI, E' IL SISTEMA BANCARIO VERDEORO;SE HSBC ACCUSA IL COLPO IN EUROPA E' ILLUSORIO CREDERE CHE L'ONDA D'URTO NON ARRIVI FINO ALLE COSTE SUDAMERICANE.TORNANDO AI PIGS,IN EFFETTI HO SBAGLIATO A POSTARE IL COMMENTO,SE IN ITALIA SI TORNASSE A STAMPARE LIRA NON CREDO CHE ANDREBBE PEGGIO DI QUANTO NON VADA ORA.FORSE PER UN PAIO DI ANNI AVREMMO UNA INFLAZIONE AL 20% E NOTEVOLI PROBLEMI DI BILANCIA COMMERCIALE, MA,ATTUTITO IL COLPO,NELLA STESSA VIOLENTA MISURA CHE E' COSTATO L'AVVENTO DELL'EURO,RITROVEREMMO SOVRANITA'MONETARIA E RIPARTENZA DEI CONSUMI DOVUTA AD DIFFERENTE METODO DI PAGARE GLI STIPENDI.E'UN GIOCO DI DECIMALI E DI ZERI, CHI HA INVENTATO L'EURO HA SOLTANTO BARATO IN MATEMATICA!!MEGLIO BANCONOTE ENORMI,STILE GERMANIA ANTE HITLER, CHE UNA MONETA CHE OBBLIGA CICLISTI PROFESSIONISTI E DILETTANTI DOMENICALI,VEDI PORTOGALLO E GRECIA, A CORRERE ALLA STESSA VELOCITA'.L'IMMISSIONE BRUTALE DI UNA MONETA FORTE E'STATA SEMPRE UNA TERRIBILE RICETTA ECONOMICA, ANCHE IL BRASILE E' PREFERIBILE CHE RIVEDA LA SUA TENDENZA AL RIALZO DEL REAL.SE A BRASILIA NON TENGONO BASSO IL REAL, SE NON LA SMETTONO DI IMITARE GLI AMERICANI CON IL CREDITO AL CONSUMO FACILE, SE NON DOMANO L'INFLAZIONE PAZZA….TANTI SOGNI DI MEZZA ESTATE TROPICALE EVAPORERANNO PRESTO.VIVA L'ITALIA E VIVA IL BRASILE,CHI VIVRA' VEDRA'!!AMEN

    GIORGIO
    COPENAGHEN

  15. il problema del Brasile sono anche i Brasiliani… non hanno voglia di fare progetti a lunga scadenza (un mese è troppo) vogliono solo divertirsi. Così chi sa organizzarsi vince facile e massacra il mercato (come sta succedendo in parte in Italia, dove vince il capitale speculativo sulle capacità organizzative delle imprese). Senza programmi pluriennali di sviluppo dove si vuole andare?? Forse almeno questo dovremmo impararlo di cinesi. Snza progetti a lunga cadenza non si prende nessuna direzione. Io tempo che il Brasile non sappia organizzare le immense fortune di cui dispone forse anche perchè è una terra troppo bella e rigogliosa… Marcet Vitus sine adversario

  16. Salve, chiedo permesso di entrare nel vostro forum. Mi chiamo William sono brasiliano di Sao Paulo, dove abito, miei genitori sono italiani. Mi piace vedere quello che l`italiani dicono del Brasile. Ho 47 anni, la prima volta che sono andato in Italia avevo 12 anni, ho passato 40 giorni a Venezia com i zii e cugini e non volevo mai piú tornare in Brasile. Dopo, quando avevo 23 anni sono tornato per viverci e le cose non sono andate bene. Ho trovato il mercato di lavoro molto chiuso e la burocrazia del governo dificile da capire. Sono tornato a Sao Paulo, dove ho sempre trovato lavoro nella mia area e vivo abbastanza bene. La mia é una esperienza personale, non faccio propaganda del Brasile, anzi, continua a piacermi di piú l` Italia. Se volete posso passarvi informazioni della vita di un uomo di classe media sposato con due figli che vive a Sao Paulo. Saluti

  17. Ricollegandomi al discorso dell'autonoleggio in Brasile, volevo segnalarvi che a febbraio di quest'anno ho noleggiato a Brasilia una nuovissima Volkswagen Gol 1.0 con aria condizionata, servosterzo, 5 porte, vetri elettrici e chilometraggio libero a 90 Reais al giorno.
    L'anno scorso invece, proprio alla Hertz e sempre a Brasilia, avevo noleggiato una Gol della serie precedente, senza servosterzo con chilometraggio libero a 75 Reais al giorno.
    Saluti.
    Robertino

  18. Ciao Robertino

    allucinante conclusione del mio noleggio Hertz . Ho pagato 125 euro ed ho litigato il responsabile Hertz di Caserta .Una vera vergogna : ufficio in un appartamento in un palazzone di cooperative popolari di periferia e senza parcheggio .

    Alla fine volevano addebitarmi delle scrostrature di vernice non segnalate sul contratto di consegna mettendo in dubbio la mia parola . Se lo avessero fatto li avrei denunciati per furto e danni morali . Alla fine hanno telefonato all'ufficio di Roma dove gli hanno confermato che i danni erano pregressi . Ora posso denunciarli solo per danni morali .

  19. ecco perchè vivere in italia è ormai diventata una guerra, un tutti contro tutti quotidiano… sono episodi come questo, spia del clima attuale del bel paese, che sommati giornalmente ti fanno passare la voglia di impegnarti e viverci.
    Francesco

  20. Ciao Francesco

    è proprio così . Non l'ho mai detto nei miei post ma le grosse catene commerciali in Brasile hanno un dipartimento dedicato esclusivamente al cambio merce o alla semplice devoluzione della merce . Inizialmente io non credevo ai miei occhi . Per esempio puoi acquistare del materiale elettrico e restituirlo dopo alcuni giorni perchè , ad esempio , hai sbagliato semplicemente le quantità e ti risulta in esubero . Ma lo stesso vale con gli indumenti ( ad eccezione ovviamente dei capi intimi ) . La cosa che nessuno e dico nessuno ha mai messo in dubbio in tutti questi anni in Brasile è la mia parola di cliente .

    Arrivo in Italia e questo accade … ed è prassi quotidiana . Il cliente è trattato alla stregua di un truffatore … è colpevole sino a che non provi la sua innocenza , proprio il contrario di ciò che afferma la legge .

    Alla Hertz ho spiegato che avrebbero dovuto credermi sulla parola , effettuare i loro controllo con la sede di Roma e solo successivamente fare affermazioni offensive .

    Ribadisco inoltre che è vergognoso che una Società come la Hertz , che richiede ben 125 euro per il noleggio di una vettura utilitaria base ( tra l'altro con ben 30000 Km rodadi quando normalmente erano al massimo 10000 Km ! ) per 24 ore , abbia poi la sede di Caserta ospitata in un condominio popolare addirittura al primo piano, senza alcun parcheggio esterno dove lasciare la vettura e senza cartelli indicatori della presenza della Società di noleggio . L' unico cartello era esposto fuori del balcone !

    Come siamo caduti in basso . Se la Hertz fa così è perchè persa che non ci meritiamo altro . Io non ci sto ad essere trattato così .

  21. Scrivi subito alla Hertz tramite il loro sito con il codice di prenotazione oltre che per lettera.
    In genere rispondono entro 24h
    La permanenza in Brasile, dove pure enroladores e espertinhos non mancano, ti ha fatto dimenticare di come funzionano le cose specialmente nel meridione…

  22. Non riesco più a inserire commenti usando l'account Google, credo ci sia qualche problema tecnico da un pò, comunque sono Marcofalco.

    Ricordo ancora benissimo l'ultima volta che mi sono sentito trattato da "ladro" o presunto truffatore dal tabaccaio sotto casa mia a Roma. Durante l'orario di chiusura domenicale ho cercato di acquistare un pacchetto di sigarette al distributore automatico ma, dopo aver inserito i 3,90 euro equivalenti a 9 real!), le sigarette non sono uscite. Il giorno dopo mi sono recato in negozio segnalando l'accaduto pregandoli di fare una verifica sulla macchina. La risposta è stata che la macchina era già stata controllata e per loro risultava tutto regolare.
    Nonostante fossi un affezionato e noto cliente da anni, per 3,90 euro, sono stato bruscamente liquidato e la mia parola è stata messa in dubbio facendomi passare per un presunto truffatore anche in presenza di altre persone del quartiere.
    Inutile dire che il tabaccaio per pochi soldi ha stupidamente perso un cliente ma la mortificazione di quel momento è rimasta.
    L'atendimento ao cliente, almeno a Roma, è a dir poco imbarazzante, soprattutto per gli stranieri.
    Infine, vorrei segnalare a quanti ne fossero interessati questi 2 motori di ricerca per noleggiare auto in Brasile a tariffe interessanti:
    http://www.carroaluguel.com/#
    oppure
    http://www.reservefacil.com.br/locadora_veiculo_aluguel_carros.htm
    Lo scorso anno sono riuscito ad affittare un Gol basico per 1 mese a 42 real di diaria (1.200,00 real).
    abraços a tutti e buona permanenza in Italia per Antonio!
    Marco

  23. Ciao Antonio,

    Sono brasiliana, da San Paolo, e vivo in Italia da tre anni. Sono venuta per conoscere la cultura e imparare altre lingue. Devo ammettere che mi sono innamorata del tuo paese, ma ancora amo il mio Brasile. Poi voglio segnalare che al contrario di quello che ha detto Paolo (Trento), i brasiliani sono la soluzione del Brasile e pure è esattamente la gente che fa la grande differenza in questa nazione. Lo dicono tutti che sono stati li e ti dico anch'io che so molto bene quello che abbiamo di bello e di brutto. Per cui affermo che chi crede che in Brasile non si lavora oppure che i brasiliani non sanno fare progetti a lungo termine, si sbaglia profondamente, o magari conosce una piccolissima parte di un paese, considerato il quinto paese più grande del mondo in superficie territoriale. La maggior parte dei miei amici e i miei genitore lavorano tanto che non hanno mai tempo di divertirsi, dunque non si può generalizzare, vero?

    Antonio, come te, anch’io sono tornata a casa quest’anno per visitare i miei e quello che ho visto dal punto di vista lavorativo, remunerativo e di carriera mi ha colpito molto. L’indice di disoccupazione oggi è veramente basso, i brasiliani stanno cercando di fare la laurea, di parlare lingue, di conoscere altre realtà, ecc. Ovviamente ci sono dei problemi sia in Brasile che in Italia e mi accorgo che non è giusto fare dei paragoni perché un paese è diverso dall’altro. La prima volta che sono partita dal Brasile per venire in Italia ho lasciato famiglia e carriera per conoscere un’altro mondo e altre modo di vedere la vita. Cominciando da capo ho imparato a valorizzare le differenze e purtroppo fino adesso sto sempre paragonando tutto. Alla fine un posto può essere meraviglioso per me e terribile per l’altra persona, per cui il giusto è molto relativo.

    Io considero molto ricca la possibilità di vivere in Italia ed imparare un po’ sul vostro popolo, sul vostro modo di pensare e di vivere la vita. Qui sto godendo la comodità di vivere in Europa e viaggiare per diversi paesi potendo sentire e osservare il gigantesco mondo che esiste dall’altra parte della mia piccola finestra a San Paolo.

    Sono sicura che prima o poi tornerò in Brasile, anche perché in Italia mi sento proprio ferma professionalmente, ma mentre vivo qui (e mi trovo abbastanza bene sui diversi aspetti) cercherò di godere molto bene questa tappa che credo sia unica.

    Ciao, Erica Ritacco

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here