martedì 26 luglio 2011

Ridotta la durata del visto turistico per gli italiani !

Purtroppo è vero e pertanto rimuovo il punto interrogativo e lo sostituisco con quello esclamativo .
 L'amico Pier Luigi Calderoli , lupo di mare   di Bahia , mi segnala addirittura una iniziativa di poche ore fa del gruppo Facebook : Brasiloidi che riporto con piacere :


Alla cortese attenzione della sezione buone prassi del Ministero Affari Esteri dell'Ambasciata Italiana in Brasile e di chiunque sia interessato

sono la Sra Antonela Buccelli 


faccio parte di un gruppo di pensionati che sceglie di passare i mesi invernali in Brasile,nella semplicità di un clima benevolo e in compagnia dell'accogliente popolo brasiliano , o meglio italo brasiliano. 
Nell'ultimo mese i nostri programmi sono stati turbati dall'arivo di una nuona disposizione del governo brasiliano relatino ai visti 
Permettetemi di cominciare questa esposizione con la tabella ufficiale relativa al permesso di soggiorno nella riga Italia pubblicata dal ministero affari esteri brasiliano 

ITALIA 8 (90 dias/ano improrrogáveis) 

sui 186 paesi indicati nell'elenco il nostro è l'unico che riporta la dicitura " 90 giorni improrogabili " l numero 8 indica la possibilità di entrare senza visto ) in contrapposizione alle norme vigenti finora di poter rinnovare il visto per altri 3 mesi
Potrei fare delle ipotesi circa questo nostro privilegio , affare Battisti , esternazioni del ministro La Russa che minaccia ritorsioni, ma non è il mio mestiere 
Vorrei solo precisare che questo mal si concilia con quanto scrivete nelle ultime righe della Vs pagina web che mi permetto di copiare 

L’azione consolare 
Naturalmente prioritaria e di grande rilievo l’azione consolare in America Latina. Essa è rivolta alle consistenti collettività italiane e di origine italiana, presenti soprattutto in Argentina (circa 600.000 iscritti all’AIRE e 6-10 milioni di discendenza italiana), Brasile (300.000 iscritti all’AIRE e alcuni milioni di discendenza italiana), Venezuela (rispettivamente 130.000 e uno o due milioni) e Uruguay (70.000 e 1.200.000). In altri Paesi a vocazione turistica (lo stesso Brasile, i Caraibi e il Messico), assume crescente importanza l’attività di tutela dei connazionali in visita. Infine, l’attività consolare viene richiesta dai nuovi flussi migratori verso l’Italia provenienti soprattutto dai Paesi Andini (Ecuador, Perú) e da alcune zone Caraibiche.

vorrei ora avvalermi della citazione che l'uffico " buone prassi "del MAE ha posto come frase ispiratrice di tutte le sue iniziative 
"Non è perchè le cose sono difficili che non osiamo, ma è perché non osiamo che sono difficili" (Seneca) 
la trovo bellissima perchè mi incoraggia a sperare che all'interno del vostro ufficio ci sia qualcuno in grado di osare e muoversi in ambito diplomatico per ripristinare la precedente disposizione che ci permetteva una permanenza di mesi 3 più 3 entro i 12 mesi 
nell'attesa vogliate gradire i nostri saluti 
Antonella Buccelli......................​..............................​..... antonebu@hotmail.it 


Vivere in Brasile si associa alla lettera di Antonella Buccelli  nel  richiedere  il ripristino delle disposizioni precedenti in materia di visto turistico .

276 commenti:

  1. E pensare che mia nonna ha visto il mare due volte nelle a sua vita ... una da bambina e una quando l'ho portata io un mese dopo aver preso la patente .... perciò alla signora Buccelli posso dire solo ... di godersi i tre mesi e non fare casini che al mondo i problemi sono altri che il 3+3 o il 3+3+3 ecc... se vuole con 1500 euro di pensione al mese può richiedere il visto permanente e starci 12 mesi ... altrimenti può farsi 6 mesi in sardegna ... peccato però costi troppo ... alla fine è sempre e solo una questione di soldi il resto sono capperate ....salut

    RispondiElimina
  2. Ecco, questa mi sembra un'iniziativa utile e costruttiva da imitare. Suggerirei analoghe iniziative nei confronti del MRE.
    Marcofalco

    RispondiElimina
  3. peccato che a Battisti danno le Onoreficenze del caso e Visto Permanente, giustamente inputato di aver commesso 4 omicidi e 30 anni di Terrorismo, e a una di 70 anni gli rompono le palle x farla svernare in Brasile...mah chi ci perde alle lunghe e' il Brasile non solo gli Italiani...alla fine gia' il Cambio e' pessimo x un Europeo, gia' il Brasile ha prezzi sempre piu' cari e poco Latini gia' si corrono i rischi di un paese ancora poco civile e in via di sviluppo (per non dire di 3*mondo..) e ancor di piu' fanno i presuntuori ignoranti non facendo entrare i poveri cristi in Brasile che portano soldi e alimentano l'economia turistica e non..???Mi domando se qualcosa non funziona..e se non funziona cari amici Europei cambiate Paese, di Brasili ce ne sono tanti veri o simili..se e' solo questione di caldo e altro..vedi Canarie, Caboverde, Kenya, Tanzania, Asiam Thay.., altrimenti come diceva l'amico Peppino..fatevi passare la Pensioncina in Brasile e non Lamentatevi troppo, io sono sposato con una brasiliana e dopo 3 anni di matrimonio solo Ora mi stanno regolarizzando..quando m'hanno fatto passare la voglia...vi saluto pace bene, andate al trove il mondo e' pieno di posti isole, arcipelaghi e nazioni con meno burocrazie climi simili e soprattutto molto + economici..spero di leggere questo messaggio (che non venga cestinato...)Infine o si accettano le regole del paese o si cambia subito Rotta!!!!

    RispondiElimina
  4. L'anonimo delle 11:51 è in realtà Andrea Lo Presti , un amico siciliano amante del Brasile e della sua vita rilassata . Ci siamo conosciuti e frequentati spesso a Natal ed il suo sito Facebook testimonia il suo amore per questa terra dove ha trovato anche moglie .

    Purtroppo è stato "deluso " nell'aspetto lavorativo ed è dovuto rientrare in Italia così come tanti altri amici in passato . Lui ha un ottimo curriculum in ambito turistico e se qualche amico , proprietario di Hotel o attività analoghe , fosse interessato a contattarlo posso passargli i riferimenti .

    RispondiElimina
  5. non ha venduto abbastanza polli..

    RispondiElimina
  6. 3 anni per un visto per matrimonio !?!
    io credo piu ´per incompetenza sua, ovvero qualcosa che non andava nella sua documentazione, perche cio´non risulta assolutamente alla realta´ esperienza personale (1 anno e 1 mese ) ho fatto tutto come la legge manda, e tutto ok , ogniuno ha le sue esperienze personali , e poi non tutti hanno le stesse capacita´ per risolvere i propri problemi. e comunque ci sono sempre i soliti delusi/incapaci che cercano di buttare fango su questo paese , che non sara´perfetto ma che ha pure i propri pregi. comunque fate vobis

    RispondiElimina
  7. Caro Anonimo

    purtroppo le esperienze sono differenti perchè a parte la bravura esiste il cosiddetto " culo " .

    Conosco in dettaglio il caso specifico e posso garantirti che l'interessato si recava continuamente alla PF per richiedere la visita di controllo . Alla fine , esasperato , si è rivolto ad un amico che ha finalmente risolto il caso altrimenti sarebbe ancora in attesa .

    RispondiElimina
  8. Evidentemente esistono 2 o 3 o piu' Brasile ! In quello dove sono capitato io 3 anni e' la media per il visto per matrimonio
    Io ho aspettato 3 anni come un mio amico nella stessa citta', mentre un altro amico di vicino Rio ha aspettato 5 anni (la moglie ha avuto la cittadinanza italiana prima che lui l' RNE!)

    RispondiElimina
  9. Beh... io in brasile ci vado qualche volta con amici e ultimamente ho incontrato la ragazza con cui vorrei iniziare una storia seria considerando anche la possibilità di vivere il futuro in brasile. Sono d'accordo con chi dice che i brasiliani stanno rovinando il brasile e se vanno avanti così credo che il brasile capitali e turismo estero in futuro ne vedranno sempre meno,.. ma la mia e una semplice cosiderazione sommaria. Ho conosciuto alcune persone in brasile di cui una lavora presso un ufficio pubblico, ... beh la corruzione è a livelli inimmaginabili e la misura di questo la si osserva con il caso battisti; ma questo è un malcostume diffuso in moltissimi paesi ogniuno in diversa misura.
    Beh... una iniziativa di questo blog e del suo ideatore che da quello che ho capito è inserito bene nel contesto brasiliano e che mi sembra una persona capace e affidabile anche per quanto riguarda questioni burocratiche, potrebbe essere quella di iniziare una campagna di protesta e.. per quanto possibile fare pressione sul governo brasiliano.Magari formare un comitato impegnando tutte le varie associazioni italiane presenti in brasile e..perchè nò anche quelle locali (è anche nel loro interesse) specialmente nel settore del turismo al fine di ripristinare le condizioni precedenti. Inoltre se posso fare una critica a questo blog ritengo che sparare sempre a zero sull'economia europea pubblicando continuamente notizie economiche catastrofiche, provoca ancora più paura e sicuramente attira molte antipatie, non vedo quale bisogno ci sia di martellare in continuazione prevedendo disastri economici apocalittici, ci sono già abbastanza terroristi di questo genere sui giornali che insieme alle agenzie di rating, sparano stragrandi coglionate a seconda di chi li paga in quel momento. Queste sono le stesse che davano giudizi assolutamente eccellenti fino a due giorni prima del disastro, sulla famosa Lehman Brothers e altre. Scusate del disturbo e complimenti per il blog. Anto sei un Grande!

    RispondiElimina
  10. credo che il Brasile sotto certi aspetti sia un Paese disomogeneo anche da questo punto di vista , ovvero essendo 26 volte piu´grande dell´Italia , immaginate che a volte alcune piccole legislazioni cambiano da stato a stato , percui puo´capitare che alcuni stati siano piu´snelli nel far avanzare le pratiche , ed altri meno , anche se alla fine credo che siccome sono pratiche a livello federale , ovvero di tutto il Brasile ( in quanto l´accettazione del visto viene poi pubblicato del Diario dell ´Uniao) debbano valere per tutti , ecco perche mi meraviglio dell´ amico Andrea Lopresti , che dice che ha dovuto aspettare 3 , e addirittura chi dice 5 anni , se io per esempio sono entrato esattamente 2 anni fa ed ho il visto e tutto ( patente , cartera di trabalho, CPF ( che tral´atro ti fanno subito)da piu´di un anno, e quindi si .... esistono 2 o 3 0 26 Brasili differenti , un ultima domanda la vorrei fare all´anonimo delle 6;13 , come ha fatto la moglie ad avere la cittadinanza italiana prima che lui l RNE , loro vivevano in Brasile o Italia , perche c´é qualcosa che non torna , nel senso che se loro vivevano in italia , e chiaro che lui ha dovuto aspettare cosi tanto tempo per ricevere l ´RNE, mentre se loro vivono in Brasile , come ha fatto la moglie ad avere la cittadinanza se non risiede in suole Italiano ( perche´solo cosi puoi ottenerla la citt. , comunque credo che ci siano un po´di informzioni sbagliate perche i conti non tornano , ed e´bene che chi scrive in questo blog sia il piu dettagliato possibile altrimenti si rischia di fare disinformazione ,facendo constatazioni non veritiere pur essendo il blog di Oliviero un ottimo blog di info utili per tutti gli Italiani che vivono in questo Paese .
    Micuzzo

    RispondiElimina
  11. X Tutti

    in seguito alle lettera di Antonella e di altri l' Ambasciata Italiana a Brasilia ha inviato la seguente risposta :


    Gentile Signora, in relazione a quanto richiesto la informa che a breve sara' sottoscritto un'accordo tra il Brasile e tutti i paesi della Comunita Europea per predestinare i 90+90, giorni di permanenza in Brasile.

    Cordiali saluti

    Il Responsabile dell'Ufficio Passaporti e Visti

    Canc. Nicola Visco

    Ambasciata d'Italia

    Brasilia

    RispondiElimina
  12. X Tutti

    preferirei veder sostituita la parola " predestinare " con la parola " ripristinare " ma la sig.ra Antonella mi ha simpaticamente fatto notare che sono troppo pignolo :)

    RispondiElimina
  13. X Micuzzo
    Dopo 3 anni di matrimonio puoi richiedere la cittadinanza italiana che arriva dopo 2 anni 3+2 = 5 Ovvero 5 anni e ho la cittadinanza non l' rne che altro non e' che il permesso di soggiorno che in Italia ottieni in 3/6 mesi
    Nota che abbiamo presentato documentazione differente perche' cosa occorre varia da sede a sede da funzionario a funzionario..dire che e'
    "disomogeneo" e' un bel eufemismo!
    Tornando al visto turistico: in effetti l' anomalia era quella di concedere i 90 + 90 consecutivi, vergognoso sarebbe se davvero fossero solo 90 gg in un anno

    RispondiElimina
  14. Spero che non venga cestinata...mi chiamo ANDREA LA ROSA....DITEMI PER FAVORE QUALI VANTAGGI DI STARE IN BRASILE....ALMENO UNO....GRAZIE...HO IL VISTO PERMANENTE,5 ANNI DI IMPRESA TURISTICA...NON PER FARE PÓLEMICHE....GRAZIE...IO COME TANTI ALTRI HO INVESTITO CIRCA 1 MILIONE DI REAIS....HO VENDUTO TUTTO TRANNE UN APPARTAMENTO TOP CHIQUE IN JOAO PESSOA....CHE MI VALE DA SOLO 500.000 REAIS....ASSURDO PREZZO MA E' COSI'........

    RispondiElimina
  15. Andrea La Rosa

    non ti ho mai cestinato e poi ci conosciamo di persona . Sei l'amico di Andrea lo Presti , ci siamo incontrati spesso a Natal . Ma alla fine l' hai venduta no la Pousada ? Se è ancora disponibile fammelo sapere che ci sono tanti amici interessati su Joao Pessoa . A proposito ma non sei tornato ancora in Sicilia ?

    Il tuo problema è lo stesso di tanti : fare un mestiere per cui non si è tagliati . Con i soldi che dici di aver investito ti conveniva non fare niente e vivere di rendita .

    RispondiElimina
  16. Ciao, visto che ieri ho ritirato il mio RNE espongo il mio caso.Sposato in Italia registro il matrimonio al consolato di milano ed ottengo il visto.Entro in Brasile l'1/09/2010,il 27/09/2010 vado alla polizia di Macae(RJ),con foto, passaporto ed RG (non sono sicuro del nome, comunque un foglio che il consolato aveva allegato al visto sul passaporto).Nello stesso giorno mi prendono impronte, compilano quello che devono compilare e mi danno il tagliandino con scadenza 180gg.A febbraio, mi rendo conto del numero civico errato e, con il timore che la loro visita dia esito negativo mi reco agli uffici,mi dice che nessuno mi verrà a cercare, che il mio processo è già tutto ok e che devo solo aspettare il cartellino arrivare.Comunque dà un'occhiata non è ancora arrivato e mi prolunga di 90gg il talloncino.Arriviamo a ieri,l'RNE è arrivato addirittura il gg 16/03/2011,quindi tutta la pratica si è svolta in circa 6 mesi senza nessun intoppo.
    Ciao a tutti Giovanni

    RispondiElimina
  17. Le cose in Italia non sono differenti, purtroppo. Ho avuto tanti problemi per fare il mio permesso di matrimonio. Tra l’altro mi hanno trattato come un animale in tutti gli uffici pubblici (comune, questura, commissariato del governo, ecc). Diciamo che qui non ho trovato nessuna facilità con il fatto di essere cittadina brasiliana e di seguire la regola italiana, neanche con il fatto che tanti italiani sono andati in Brasile per vivere più tranquillamente, quando le cose in Italia non andavano bene.

    In Italia ho avuto dei serissimi problemi con datori di lavoro e non ho mai avuto appoggio (avvocato e sindacato) per risolverli, anche se li ho cercati.

    Due anni fa sono andata in comune per presentare la domanda di cittadinanza per matrimonio e solo 1 anno e mezzo dopo mi hanno comunicato la perdita dei miei documenti. Siccome sono stata troppo dietro di loro, mi hanno fatto apparire i documenti, ma spiegato che hanno sbagliato a non registrarli subito, quindi invece di aspettare due anni per la conclusione della pratica, adesso dovrò per forza aspettare quattro anni.

    Solo che anche con questi disaggi io non esco per strada dicendo che "sono d'accordo con chi dice che gli italiani stanno rovinando l’Italia" e guardate che la situazione qui non è la migliore. Sarebbe anche ignoranza mia. Poi sinceramente basta saper leggere e informarsi. Chi ha la vecchia idea della repubblica delle banane si sbaglia davvero. Il poverino BRASILE non esiste piú, grazie a mille ragioni si sta sviluppando e una di queste ragione è esattamente la capacità, lo sforzo, la forza di volontà di questi “ brasiliani che stanno rovinando il Brasile”.

    RispondiElimina
  18. Ciao Erica

    grazie e complimenti per il tuo commento con il quale concordo perfettamente .

    Approfitto anche della occasione per spiegare a coloro che dicono che io parlo bene del Brasile e male dell'Italia che non trovo affatto educato vivere " ospiti " di un Paese e stare comtinuamente a disprezzarlo , non criticarlo , ma disprezzarlo .
    Se non ci si trova bene , semplicemente ed educatamente , si lascia il Paese . Nel caso dell'Italia , poi essendo quello il mio Paese di origine il mio naturale rapporto di odio e amore mi porta a criticarlo ancora più aspramente soprattutto finchè saremo rappresentati da questa claasse politica .

    Del resto fanno lo stesso i brasiliani quando parlano di alcuni dei loro governanti .

    Mi sembrava banale , per questo sinora non l'ho mai detto .

    RispondiElimina
  19. torno sull'argomeno dei 90 giorni. Concordo su quanto già detto, aggiungo però alcune mie considerazioni: non c'entra nulla Battisti, La Russa & C. in realtà, vivendo in Brasile da anni dove regolarmente risiedo, la causa è l'inadempienza dell'Italia che dura da 10 anniverso la convenzione per evitare la doppia imposizione fiscale...anche sulle pensioni Inps. Praticamente i pensionati Inps residenti in Brasile, grazie a questa inadempienza Italiana, vengono tassati 2 volte....di qui le recenti restrizioni del Brasile che sta chiedendo da tempo all'Italia la normalizzazione ed il ripristino degli accordi sottoscritti nel 1978. Ora il Brasile in Novembre dell'anno scorso ha formulato una proposta in attesa della normalizzazione che "in sintesi" in una parte dice: i pensionati Italiani residenti in Italia che vengono nel nostro Paese 6 mesi all'anno devono pagare le tasse anche in Brasile...quindi i 6 mesi in Italia vengono pagati (Irpef) in Italia ed i 6 mesi in Brasile l'Irpef viene pagata in Brasile con esclusione delle addizionali regionali e comunali. Sarebbe anche un vantaggio per i pensionati...non trovate? Ma si sa che le cose "giuste" e "civili" NON vengono mai applicate...insomma tutto è sempre a scapito dei poveri cristiani che intendono vivere il girone di ritorno della propria vita in serenità. Boa sorte ai "pensionati turisti"!
    PRAIADOFORTE

    RispondiElimina
  20. Concordo anche io con le osservazioni di Erica e la capisco benissimo essendo passato, in virtù di mia moglie, attraverso i trattamenti dello Sportello Immigrazione e Ufficio Immigrati della Questura di Roma. Per non parlare poi dei comportamenti dei datori di lavoro nei confronti della ragazza brasiliana immigrata.
    Quanto a noi, caro Antonio, a volte sembra quasi che ci stiamo facendo dei nemici con le cose che scriviamo su questo blog, neanche avessimo un interesse personale nel cercare di rappresentare aspetti fondamentali del Brasile e dell'Italia, che è necessario conoscere per scegliere eventualmente di cambiare vita.
    Anche se scrivi solo che il Bahia ha vinto una partita di calcio c'è sempre un italiota pronto a ribattere che il Milan è più forte e che tu non capisci nulla di pallone, passando all'attacco personale.
    Non si vuol capire che a noi non interessa fare un raffronto tra le 2 squadre perchè, malgrado si tratti dello stesso sport, vivono in contesti completamenti diversi.
    Quello che a noi interessa descrivere e conoscere sono proprio i contesti diversi, che sono fatti di storie, regole, passioni, realtà, persone e abitudini completamente diversi.
    Ognuno di noi, potendo, è libero di scegliere in quale campionato militare.
    Certo, quando ci si trova a parlare con tifosi sfegatati, è difficile poi continuare a parlare di calcio in maniera serena ma noi ci proveremo lo stesso, anche polemizzando, e in maniera costruttiva.
    Un saluto
    Marcofalco

    RispondiElimina
  21. Grazie PRAIADOFORTE

    per il tuo contributo . Ne approfitto anche per comunicare in questo Post che è uno dei più commentati che NON PUBBLICHERO' più commenti offensivi di lettori verso altri lettori o che comunque non siano in linea con l'argomento del Post .

    Come ho avuto modo di chiarire altre volte questo blog NON E' uno sfogatoio . Io non cerco pubblico , infatti non ho nemmeno pubblicità a pagamento sul sito . Pertanto ben vengano i commenti che contribuiscono con esperienze personali ad arricchirne il contenuto . Gli altri vadano alla ricerca di altri spazi : il web è ampio .

    Ribadisco , per chi non lo avesse chiaro che il Blog è uno spazio privato ... non pubblico . I lettori che partecipano sono ospiti ed in quanto tali devono comportarsi . Lo spazio e la visibilità che metto a loro disposizione sono un regalo che ricevono che il sottoscritto ha pagato con anni di lavoro . Pertanto abbiate rispetto e muovetevi con educazione altrimenti sarete gentilmente allontanati .

    Ed è inutile inviare commenti con minacce ... tutto sulla rete è rintracciabile , orario ed indirizzo da cui si manda il commento , chi doveva capire ha capito .

    RispondiElimina
  22. BRAVISSIMO ANTONIO X QUELLO CHE HAI SCRITTO , CONDIVIDO PIENAMENTE IL TUO POST DELLE 9.29 , IL TUO BLOG LO RITENGO UNA FONTE PREZIOSA DI NOTIZIE , COMMENTI E QUANT'ALTRO E NON DEVE DIVENTARE UN ARENA DOVE INSULTARSI ... GRAZIE PER IL TUO IMPEGNO , CI FAI SENTIRE IL BRASILE E SOPRATUTTO NATAL UN PO' PIU' VICINO . UN ABBRACCIO DALL'ITALIA CIAO DA FRANCO

    RispondiElimina
  23. Ultime sul visto dal Gruppo " I Brasiloidi "

    Ultime notizie :ufficiale contano i giorni già fatti nel 2011, uffici della federale , dicrimazione solo contro gli italiani , causa azioni di affronto per il caso battisti ,fatto rientrare il console italiano e lettere di protesta insistente, situazione mal gestita dal ministro degli esteri .

    RispondiElimina
  24. antonella buccelli9 agosto 2011 08:04

    concordo pienamente : abbassiamo i toni!!
    non c'è niente di personale in queste disposizioni aui visti, sono giochini diplomatici che si risolveranno presto.
    Questi blog ci servono a sentirci meno soli...non è certo un incitamento alla rivoluzione, vivo nel rispetto delle leggi italiane e straniere e se mi lasciano stare 3 mesi ...quelli saranno..e li vivrò felice !!!
    personalmente la bellezzza della mia Isoletta ( Itaparica )mi riempie il cuore ..ed è lì che ho progettato di passsare i miei inverni da diversamente giovane !!!
    finalmente x rispondere a " anonimo " è vero che ci sono problemi decisamente peggiori a questo mondo...ma alla fine ognuno vive i propri...un saluto a tutti

    RispondiElimina
  25. Sig.ra Buccelli lei è certa che risolveranno questa storia dei 90+90? le hanno risposto via mail?
    Io ho telefonato all'ambasciata ed un impiegato è stato vago sulla perseguibilità della cosa. mentre via mail ho scritto al Ministero degli Esteri che mi ha risposto immediatamente . il Coll. Amm.ne - Simone Greco, mi ha garantito che avrebbe sensibilizzato sia uffici competenti del Ministero che ambasciata Brasilia.
    Io, mi auspico che facciamo pragmaticamente qualcosa e non solo teoricamente!!!
    invito tutti gli interessati a far pervenire agli organi competenti reclami a tal proposito.
    ciao

    RispondiElimina
  26. Anche io sono per moderare i toni,

    Mi auspicavo, però, da parte delle Autorità brasiliane , quanto meno una forma di "moratoria", consentendo a tanti di noi di riorganizzarsi con calma per adeguarsi alle nuove norme.

    RispondiElimina
  27. nel penultimo post , ho messo una m al posto della n. mi riferivo ovviamento alla speranza che gli organi competenti facciano tutto il possibile x ristabilire la situazione prima del caso Battisti, ovvero 90+90. con un poco di risoluta diplomazia si fa senza problemi a mio avviso ;)

    RispondiElimina
  28. Credo sia inutile aspettarsi che autonomamente il MRE dia delle spiegazioni sull'accaduto e sulla sua decisione o che la Farnesina pretenda quanto meno spiegazioni, se non l'abolizione, dell'evidente disparità di trattamento riservata agli italiani rispetto agli altri cittadini europei, in disprezzo dei principi di reciprocità.
    Bisogna protestare e chiedere interessamenti ai vari organismi, spiegando le leggittime ragioni se ce ne sono, con ogni mezzo altrimenti continueranno a far finta di nulla sperando che "le pecore", prima o poi, finiranno di belare.
    Ad esempio perchè il sig. Frattini non ha ancora convocato e chiesto spiegazioni in merito all'Ambasciatore brasiliano a Roma?? Perchè questo timore?
    Marcofalco

    RispondiElimina
  29. Ritenedo giusto il cercare le effettive motivazioni per l'evidente atteggiamento discriminatorio adottato dalle autorità brasiliane in relazione alle proroghe di visti turistici a favore solo di italiani e nel cercare di smuovere il Ministero degli esteri italiano, evidentemente molto preso da altri interessi, a fare qualcosa ho scritto un email di richiesta di chiarimenti alla segreteria particolare del Ministro Frattini.

    Invito tutti i lettori del blog a fare altrettanto.
    Questi sono i recapiti presi dal sito www.esteri.it :

    Capo Segreteria e Segretario Particolare
    Dott.ssa Nadia SALVATORI
    Tel. 06 36912004
    Fax 06 36912006
    segreteria.frattini@esteri.it

    Marcofalco

    RispondiElimina
  30. mi sapete dire se, fino ad oggi, qualcuno è incappato nelle nuove disposizioni e costretto a reimbarcasrsi

    RispondiElimina
  31. sapevate che:
    la moglie dell'ex presidente Lula , ricordandosi di avere un lontano parente italiano chiede ed ottiene la cittadinanza italiana!!! lo sapevate ?
    potete leggere anche su google ;)
    e cosa fa l'ex pres. nell'ultimo giorno del suo mandato, ci ringrazia non concedendo l'estradizione peraltro contemplata negli accordi bilaterali!!!! per di + rendendolo libero di andare a prendere il sole x le spiagge di rio, tomando agua de coco bem gelata e olhando bum bum tb :)
    successivamente a questo come ritorsione per questo governo italiano che si comportanta tanto male col Brasile, riduce inspiegabilmente la durata del soggiorno turistico . cosa che comparandola con tutti gli altri stati europei, risulta essere umiliante e mortificante!!!
    sarebbe bello rendere pubblica questa cosa direttamente nei media brasiliani, non dico tanto la Globo che è filogovernativa ma quanto Band, record, sbt. ricordo que c'è anche una trasmissione che va in onda su band che è simile alle nostre iene, si chiama CQC( a dir la verità hanno copiato malissimo, fanno ridere poco). in uno dei loro servizi di occuparono del Berlusconi Mulherenho. in quella circostanza CQC avrebbe fatto meglio ad occuparsi del pres. brasiliano che da quello che si dice è veramente uno stratega 8uso un termine rispettoso) con le mani d'apperttutto (significativo è tropa d'elite 2)... della corruzione-politica-traffico di droga-violenza estrema-analfabetismo- disuguaglianza sociale enorme-assistenza sanitaria nazionale e molte altre cose. effettivamente nella politica brasiliana c'è una sorta di anti-italianismo che non capisco, cosa che si capovolge radicalmente per il popolo brasiliano nei nostri confronti.
    vedi tutte le novelas che fanno con riferimento all'italia ( terra nostra - poder paralelo - rede record oppure passione - rede globo) ed ancora la nutrita comunità italiana in tutto il Brasile che è completamente amalgamata con la nazione stessa.
    ricordo che in brasile esistono anche tantissime imprese italiane, in primis tim e fiat ma c'è ne sono tantissime ed anche scuole di lingua e cultura italiana, prime fra tutte la fundaçao Torino a BH.
    diciamo che credo sia il caso di entrare prepotentemente nei media brasiliani e denunciare le varie cazzate che la politica brasiliana sta facendo.
    vi asssicuro che l'opinione pubblica brasiliana è assolutamente contraria col le scelte fatte dal governo brasiliano anche relativamente alla storia "Battisti". ho tantissimi amici che trovano incomprensibile la cosa!!!
    beh, mi sono sfogato abbastanza ;)
    um abraço

    RispondiElimina
  32. versione aggiornata ;)
    Sapevate che:
    la moglie dell'ex presidente Lula , ricordandosi di avere un lontano parente italiano chiede ed ottiene la cittadinanza italiana in tempi celeri!!! lo sapevate, no?
    potete leggere anche su google ;)
    so di tanta gente che è fila da decenni x ottenerla!!! Adesso Dona Marisa, potrà sfoggiare l’agognato passaporto Italiano ed essere chic :D
    e cosa fa l'ex pres. Lula nell'ultimo giorno del suo mandato, ci ringrazia non concedendo l'estradizione peraltro contemplata negli accordi bilaterali!!!! per di + rendendo libero il Terrorista Battisti (e non attivista di estrema sinistra) di andare a prendere il sole x le spiagge di rio, tomando agua de coco bem gelata e olhando bum bum tb :)
    successivamente a questo come ritorsione per questo governo italiano che si comportanta tanto male col Brasile, il governo Brasiliano riduce inspiegabilmente la durata del soggiorno turistico se comparato con tutti gli altri stati europei.
    Forse le rimostranze, di questi italiani presuntuosi sono state troppo forti!!!
    sarebbe bello rendere pubblica questa cosa direttamente nei media brasiliani, non dico tanto la Globo che è filogovernativa ma quanto Band, record, sbt. ricordo que c'è anche una trasmissione che va in onda su band che è simile alle nostre iene, si chiama CQC( a dir la verità hanno copiato malissimo, fanno ridere poco ma è abbastanza seguita). in uno dei loro servizi si occuparono del Berlusconi Mulherengo. in quella circostanza CQC avrebbe fatto meglio ad occuparsi del pres. brasiliano che da quello che si dice è veramente uno stratega ( termine elegante) con le mani d'apperttutto (significativo è tropa d'elite 2)... della corruzione-politica-traffico di droga-violenza estrema-analfabetismo- disuguaglianza sociale enorme-assistenza sanitaria nazionale e molte altre cose. effettivamente nella politica brasiliana c'è una sorta di anti-italianismo che non capisco, cosa che si capovolge radicalmente per il popolo barsiliano nei nostri confronti. vedi tutte le novelas che fanno con riferimento all'italia ( terra nostra - poder paralelo - rede record oppure passione - rede globo) ed ancora la nutrita comunità italiana in tutto il Brasile che è completamente amalgamata con la nazione stessa ed amata. Brand, moda , cars e cibo sono adorate ;)
    ricordo che in brasile esistono anche tantissime imprese italiane, in primis tim e fiat ma c'è ne sono tantissime ed anche scuole di lingua e cultura italiana, prime fra tutte la fundaçao Torino a BH.
    diciamo che credo sia il caso di entrare prepotentemente nei media brasiliani e denunciare le varie cazzate che la politica brasiliana sta facendo.
    vi asssicuro che l'opinione pubblica brasiliana è assolutamente contraria col le scelte fatte dal governo brasiliano( ho tantissimi amici e conoscenti Brasiliani, é tutti nessuno escluso reputano incompresibili le scelte fatte dal governo nei nostri confronti anche relativamente alla storia "Battisti".
    beh, mi sono sfogato abbastanza ;) Buon lavoro, i mezzi ci sono 
    Io, sono orgoglioso di essere italiano e amo o verdadero Brasil e vcs? ;)
    um abraço

    RispondiElimina
  33. ma avete letto che adesso per avere il visto permanente bisogna dimostrare di avere un reddito di 6000 reais mensili

    RispondiElimina
  34. italioca, questo riguarda i pensionati ;) è comunque una batosta assurda!!! :)

    RispondiElimina
  35. Il mio compagno tra 2 mesi si trasferisce a sao luis x aprire un locale con tutte le carte in regola,io dovrei con l'anno nuovo raggiungerlo,ma con le nuove leggi potrò stare solo 90 giorni e poi ritornare in italia,x poter stare li in Brasile più di quel periodo come potrei fare?Grazie a chi mi potrà dare risposte.

    RispondiElimina
  36. sul sito del consolato risultano ancora 180 giorni.
    dove avete letto che si è passato ai 90 ?

    RispondiElimina
  37. X Mary,
    il sito di quale consolato? Basta aprire il link della nuova normativa gia´riportato piu´volte qui.
    Marcofalco

    RispondiElimina
  38. Il consolato brasiliano di Milano ! non siamo tutti stupidi...
    Abbiamo solo guardato nel sito ufficiale, dove tutti i turisti di solito guardano e fino a ieri 30/8 dava 180 giorni.
    Ho anche scritto una mail al consolato per avere aggiornamenti e consigli.
    Signor anonimo se questi sono i suoi aiuti o consigli tanto vale che non rispondi, polemizzare o trattare le altre persone come dei poveri stolti non aiuta nessuno

    RispondiElimina
  39. http://www.brasilemilano.it/ita/turismo/dati-generali.asp

    Questo è il sito ! PARE CHE SIA IL CONSOLATO BRASILIANO IN ITALIA, non quello del Burkina Faso...

    ancora so leggere... caro Marcofalco
    poi se loro fanno delle modifiche sta tutto nel legale, ma per chi ha già il biglietto acquistato e lavoro da fare sono casini.

    RispondiElimina
  40. Ciao Mary

    scusa se intervengo ma la reazione di Marcofalco è comprensibile dal momento che sei tu che dici :dove avete letto che si è passato ai 90 ? Questa informazione è stata riportata innumerevoli volte nel Blog e te ne ripropongo il link : http://www.portalconsular.mre.gov.br/antes/quadro-geral-de-regime-de-vistos-1

    Le ambasciate evidentemente non hanno ancora aggiornato i loro siti . Questo non è la prima volta , è già successo quando hanno portato il limite di investimento da 50 000 USD a R$ 150 000 e non sarà l'ultima .

    Vi prego comunque di evitare offese personali .

    RispondiElimina
  41. certo hai ragione ma nessuno voleva offendere anzi delle due sembrava che questo signore ci desse dei cretini...
    noi volevamo semplicemnte avere la risposta che tu ci hai gentilmente fornito.
    la mia era una semplice domanda per potermi aggiornare, figurati se i consulati non sono aggiornati di chi ci si deve fidare ?
    Solitamente non vado sui blog e ho comprato il volo molto in tranquillità basandomi sul consolato.
    cmq il nostro problema resta e onestametne non so come risolverlo anche perchè il mio volo è di 180 giorni. Se ne accorgeranno al momento del mio arrivo in brasile ? mi faranno entrare ?
    a questo punto non so che fare

    RispondiElimina
  42. Ciao Maty

    vai tranquilla ti faranno entrare , al massimo apporranno sul passaporto un timbro con il numero massimo di giorni . A questo punto potrai sempre chiedere in Agenzia di modificare il rientro . Buon viaggio .

    RispondiElimina
  43. MINGHIA!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  44. avrei bisogno di maggiori informazioni riguardo questa storia del visto 180 - 90! ero in brasile fino a 1 settimana fa e tutto si sapeva x voci diffuse. ieri al consolato a roma mi hanno detto che x noi italiani si è ridotto il tempo, dal brasile insitono a dire che la legge non è ancora attiva, io quest'anno ho già fatto 164 gg, secondo voi riescoa farmi i 16 che mi rimangono entro l'anno o rischio di pagare il biglietto e vedere solo il corridio dell'aeroporto e l'area antecedente il controllo passaporti? vi prego di darmi, se ne avete, risposte concrete, erpchè siamo diverse persone nella stessa situazione e nessuna è riuscita a capire cosa succederà. un saluto a tutti e un ringraziamento in anticipo
    raffaella

    RispondiElimina
  45. purtroppo nn ho avuto una risposta esauriente.aiutatemi x favore,se voglio restare in brasile con il mio compagno oltre i 90 giorni come devo fare?grazie Nadia

    RispondiElimina
  46. Altrimenti ti fai i tuoi 180 giorni e ti becchi la multa di 800 e passo reais che dovrai pagare per poter rientrare no Brasil, mai sentito di italiani deportati

    RispondiElimina
  47. cosa sarebbe questa multa ? potresti spiegare ? non ne so nulla e mi interessa. Esattamente come funziona ?
    Se io resto oltre i 90 giorni, mi basta andare all'aeroporto e pagare la multa e sono in pace ?

    RispondiElimina
  48. la multa e' di 8,28 reais per ogni giorno di permanenza oltre il consentito (prazo de estada) fino ad un massimo di 100 giorni all anno, quindi la multa al massimo e´di 828 rs .....anche se resti 300 giorni dopo la scadenza del visto,pagherai il massimo della multa che come dicevo e´8,28 x 100= 828rs. Aggiungo che si tratta di reato amministrativo e non penale,chiaramente se non paghi la multa in Brasile non ti fanno rientrare.Saluti

    RispondiElimina
  49. Perfetto ! ti ringrazio davvero moltissimo, sei stato molto utile.
    Nel peggiore dei casi adotterò la sanzione amministrativa.
    Spero che nel frattempo ci arrivi il visto !

    vieni a trovarci a baia da Traiçao ! una caipirinha per la gentilezza è assicurata...
    contiamo di aprire la pousada entro Natale.
    Siamo tra i pazzoidi che hanno deciso di abbandonare l'Italia, innamorati follemente del Brasile, onestamente io ho ancora qualche timore, ma conto che mi passi appena sbarco là.

    www.ratravelbrasil.com

    numa boa e obrigada

    RispondiElimina
  50. MOMENTO ITALIA BRASILE

    a proposito del fantastico trattamento riservato agli italiani andate a leggere la dichiarazione congiunta:

    http://www.ccib.it/ccib-segnala/momento-it-br/index.htm

    Momento Italia – Brasile 2011/2012

    Con la dichiarazione congiunta del 29 giugno 2010, i due capi di Stato, il Presidente Lula e il Presidente del Consiglio dei Ministri Belusconi, hanno ratificato l’importante occasione d’eventi che si terrà nel periodo tra ottobre 2011 e la primavera del 2012, dal titolo “Momento Italia – Brasile”.

    Ciò che ci pare importante rilevare, oltre alla portata dell’evento stesso, è l’ulteriore opportunità che il Made in Italy ha di presentarsi, con tutte le credenziali, sul mercato brasiliano, consolidando le già favorevoli condizioni di mercato.

    Pubblichiamo: la “DICHIARAZIONE CONGIUNTA Brasile – Italia” e gli “OBIETTIVI e FILOSOFIA”, e per consultare il programma completo v’invitiamo a visitare:

    L’Ambasciata d’Italia in Brasile www.ambbrasilia.esteri.it
    L’ICE www.ice.it

    RispondiElimina
  51. Cara Mary,
    se tu fossi stata minimamente educata ti avrei risposto che il sito del Consolato brasiliano di Roma era già stato regolarmente aggiornato mentre quello di Milano ancora no. Cosa normale essendo l'Ambasciata brasiliana a Roma e non a Milano.
    Noto che anche tu, come purtroppo fanno molti nostri connazionali, vuoi entrare e trattenerti illegalmente in Brasile forzando ed aggirando/violando le normative brasiliane esistenti. Tu, infatti, non ti rechi in Brasile per turismo, bensì per affari.
    E nonostante esistano precise norme al riguardo tu, come molti altri, te ne freghi e le infrangi anche a costo di una multa.
    Poi però non ci lamentiamo se il Brasile adotterà ulteriori misure restrittive verso i veri o presunti turisti italiani, magari titolari di immobili, attività, commerci e interessi di ogni genere, più o meno legali.
    Sempre pronti a dare poi la colpa al caso Battisti o ad altro ...
    Vorrei infine sottolineare che il fatto che trattenersi in Brasile senza visto sia un reato amministrativo e non penale NON vuol dire che si tratti comunque di un reato e che NON si sia soggetti a possibile decreto di espulsione.
    saluti
    Marcofalco

    RispondiElimina
  52. Mister marcofaldo,
    la poca educazione mi pare davvero la tua, che giungi a conclusioni senza neppure sapere come stanno le cose. Io sto facendo le cose super in regola, con tanto di apertura società e richiesta di visto. Sono solo in attesa di visto da oltre un anno tra l'altro aiutata da contador e avvocato....
    Quale sarebbe la mia poca educazione. Mi pare che tu sia davvero un personaggio poco simpatico e, mi spiace dirti che hai davvero un carattere molto brutto e irascibile, prima di parlare e scrivere sarebbe meglio ragionare.

    Io ho solo fatto una domanda e scrivendo in internet la domanda era diretta e telegrafica non edulcorata come in una lettera privata o commerciale. Di solito chi scrive in internet è molto diretto e veloce, direi telegrafico... forse è il caso che ti ci abitui dovendo scrivere su blog !

    Io mi sono solo trovata nel bel mezzo di un cambiamento di legge repentino e poco giustificato, non ho mai infranto nessuna legge e pago SEMPRE le tasse anche in Italia.

    Avendo già comprato il biglietto PRIMA della legge e dato che la burocrazia brasiliana è assai lenta, è un anno che ci stanno facendo impazzire con documenti e documenti e variazioni degli stessi da loro richiesti.

    Dovrò partire prima dell'arrivo del visto, altrimenti addio assunzioni di brasiliani e soldi su soldi buttati al vento.

    Rispetto assolutamente il Brasile e i brasiliani anche se trovo che questa legge sia iniqua e porti davvero poco al Brasile anche in termini economici.

    Inoltre ho telefonato al consolato di Roma e mi hanno detto che loro non mi potevano rispondere essendo io di Bologna dicendomi che mi dovevo rivolgere al consolato di Milano che è responsabile per i cittadini del centro NORD !

    Non mi pare davvero che ci siano quindi scuse al fatto che hanno cambiato sul sito di Roma e non su quello di Milano ... come al solito quando ci si scontra con gli uffici di QUALSIASI paese ci si trova davanti solo ad incompetenza e burocrazie e chi ci rimette è solo l'utente finale.
    Mi pare comunque di capire che nemmeno vivere con i simpatici brasiliani ti abbia aiutato a migliorare il carattere, spero che per me sia differente ;-)

    RispondiElimina
  53. X Mary,
    i tempi per avere il nulla osta dal Ministero del Lavoro per il visto per investitore variano dai 45 ai 60 giorni medi.
    Se sei in attesa da oltre 1 anno, nonostante avvocato e contador, c'è qualcosa che non quadra.
    Questo non giustifica la pretesa di trattenersi illegalmente in Brasile pur in assenza di visto.
    Nell'affermare questa realtà oggettiva, seppur sgradita, non ci vedo nulla di poco educato nè tantomeno il tentativo di dare dello stupido a nessuno.
    Spetta a noi l'onere di informarci adeguatamente e di uniformarci alle regole altrui.
    saluti
    Marcofalco

    RispondiElimina
  54. Prima di tutto, guarda io non ho nessuna pretesa.

    Non sparo sentenze come fai tu, non giudico senza sapere. Per i tuoi 45/60 giorni dirò solo:
    meno male che c'è qualcuno più fortunato di me e di altri che conosco che stanno impazzendo o sono impazziti per i visti (magari ha anche giuste conoscenze o migliori redditi ? non so non conosco tali fortunati e non giudico).

    Hai ragione tutto quello che fanno gli altri o non quadra o è illegale, meno male che ci sei tu a rendere il mondo migliore.

    Beato te che sei perfetto e che ti va sempre tutto bene e che ti quadra sempre tutto, tanto da giudicare sempre tutto e tutti con questa aria di sufficenza.

    Io spero solo da parte mia di farcela in qualche modo.

    Sono anche certa che l'ONERE di informarci spetti a noi, ma se le leggi cambiano in corso d'opera con questa assurda modalità, resta solo la possibilità di lottare e di arrangiarsi per non rimetterci ancora di più e per realizzare i propri sogni.

    Le mie intenzioni erano e sono buone ho agito sempre nel massimo rispetto delle persone e delle leggi.

    Il fatto che alla fine il Brasile metta una multa di 8 reais al giorno, per chi si ferma di più rispetto al visto, mi pare che alla fine non faccia altro che dimostrare che come sempre è solo una questione di soldi, altrimenti non ci sarebbe questa modalità.

    Tra l'altro neppure lo sapevo, l'ho imparato grazie a questo blog, quindi come vedi per ora non sono mai stata un'illegale !!! ho sempre fatto le cose in regola, ho solo colto l'occasione di dire che a mali estremi ci sono anche estremi rimedi tra l'altro non mi sembrava una cosa da mettere al muro chi lo fa. Figurati non lo fanno i Brasiliani ci pensa un Italiano !!!
    Una sanzione amministrativa è come una multa per divieto di sosta, nessuno ne è mai morto e non si fa del male a nessuno. Chiaro sarebbe meglio non prendere multe, ma chi sei tu che giudichi con tali toni ?
    Mi spiace dirti che nella mia vita ho preso (per ora per fortuna) una multa anche in Italia e proprio per divieto di sosta !! Nessuno mi ha messo alla gogna... mi è dispiaciuto, ho pagato, pazienza... spero di non prenderne più....

    comunque grazie per l'aiuto e i preziosi consigli.

    Con questa termino anche perchè ora ho altro a cui pensare, una cosa è certa io non ho fatto nulla di male, non sto sfruttando nessuno e non sto nemmeno facendo turismo sessuale....

    Ti lascio alle tue sentenze, leggendo il blog vedo che ne hai per tutti e su tutto quindi avrai da fare anche senza accanirti su di me e le mie vicessitudini.

    Buon Brasile a te che a quanto pare ci vivi e auguri a chi OSA provarci....

    saluti

    RispondiElimina
  55. Mary, mi spiace che tu reagisca con suscettibilità alle mie osservazioni. A me non interessa fare polemiche o giudicare nessuno.
    Chiudo quindi anche io qui la conversazione allegando, a beneficio di tutti, il link relativo alla Legge del 1980 che definisce (non io ma la Legge) lo stato giuridico dello straniero in Brasile. Invito a leggere con particolare attenzione i Titoli VII - VIII e X.

    http://www.planalto.gov.br/ccivil_03/leis/L6815.htm

    Marcofalco

    RispondiElimina
  56. una mia amica brasiliana, hà telerfonato alla Policia Federal ,per chiedere conferma:Purtroppo è tutto vero ,adesso sono solo 180 giorni l'anno di permanenza.

    RispondiElimina
  57. X Scappante

    vorrai dire 90 gg all'anno ,90+90 di proroga era la vecchia situazione .

    RispondiElimina
  58. scusate la domanda. io sono stato in brasile dal 23/09/2010 al 23/03 ì/2011 quindi ho fatto quasi 90 giorni nel 2011 dovrei tornarci adesso fine ottobre (sono passati più di 180 giorni) solo che adesso sono un poco confuso come calcolano la storia dei 90 giorni nell'arco dei 365? grazie a chi sa qualcosa.

    RispondiElimina
  59. X Fabrizio,
    credo che tu non possa più rientrare in Brasile come semplice turista fino al 2012.
    I motivi (e le eventuali soluzioni) sono ampiamente illustrate in questo blog.
    saluti
    Marcofalco

    RispondiElimina
  60. la legge non dovrebbe essere retroattiva. qui bisogna avere una fonte certa ;

    RispondiElimina
  61. grazie anonimo... ma il mio dubbio è: aspettare il 2012 gennaio o aspettare aprile in maniera che passino 365 giorni?
    grazie a chi mi aiuta.

    RispondiElimina
  62. Noi siamo stati in Brasile dal 28/10/2010 al 28/1/2011 e oggi al consolato brasiliano ci hanno detto che possiamo entrare in Brasile solo il 29/10/2011
    CAPITO ?

    RispondiElimina
  63. telefona all'ambasciata di brasilia, sono gli unici che possono darti info certe ;)

    ma soprattutto speriamo che il ripristino dei 180 gg sia celere così come assicurato da ministero :)

    RispondiElimina
  64. Ciao Mary

    la tua testimonianza è fondamentale , perchè se quello che dici è vero allora significa che LA LEGGE DEI 90 gg E'RETROATTIVA contrariamente a quanto accade normalmente per le altre leggi . Infatti essendo la legge entrata in vigore a Luglio 2011 sarebbe dovuta valere da DOPO questa data mentre da come tu riferisci il consolato brasiliano ha conteggiato i 90 gg antecedenti alla legge ! Per favore conferma quanto detto nel commento e riferisci di quale consolato si tratta ( Milano , Roma ,... )

    RispondiElimina
  65. Ciao Antonio,

    noi siamo stati ieri al Consolato Brasiliano di Milano, ufficio visti. La signora, tra l'altro molto gentile, ci ha guardato il passaporto e detto che, nel caso il visto permanente non arrivasse, noi dovevamo attendere il 29/10/2011 per entrare in Brasile.
    Ora le ho scritto per avere conferma della retroattività della legge in modo da avere la certezza. Mi spiace, ma nessuno ora come ora fornisce delle certezze, come al solito è tutto interpretato e ogni persona IN PARTICOLARE negli uffici da informazioni diverse.
    Quello che sto scrivendo è relativo alla nostra esperienza, ma domani conto di darmi maggiorni informazioni.

    Buona giornata
    Mary

    RispondiElimina
  66. "Solo x aggiornare tutti in merito alla rid. soggiorno turistico...."

    Ho telefonato personalmente all'Ambasciata Italiana in Brasilia, ho parlato con un certo Sr. Visco che mi comunica che di questo fantomatico accordo tra gli stati europei a cui l'Italia nelle more avrebbe dovuto aderire per ripristinare i 180gg l'anno, non se ne sa niente!!!
    Notizia invece che era stata ampiamente comunicata dal Ministero degli Esteri Italiano)!!!!
    Ovvero l'Italia a quanto pare ha sempre aderito ed inspiegabilmente (probabilmente a causa della questione terrorista Battisti), il Governo Brasiliano ha ridotto il soggiorno turistico solo ed esclusivamente a noi. Cosa evidentemente assurda, umiliante, vergognosa e discriminatoria.
    A quanto pare, così come mi è stato comunicato dalla segreteria dell'Ambasciata in Brasilia dal Sr. Visco, la stessa, avrebbe mosso una sorta di interpellanza al Governo Brasiliano ma al momento senza esito alcuno (ovvero senza alcuna risposta).
    A questo punto appare evidente una discrepanza tra quello esposto dal Ministero degli Esteri ( Sr. Greco Simone) e quello che dice invece l'Ambasciata in Brasilia ( Sr. Visco).
    L'auspicio che sicuramente tanti di noi hanno, è quello che l'orgoglio nazionale prevalva (soprattutto presto le istituzioni)e che si lavori pragmaticamente x risolvere questa bizarra storia ed alquanto imbarazzante x L'italia ....
    Abraço

    RispondiElimina
  67. grazie mary quindi in teuria io dovrei poter entrare il 24/09/2011.....

    RispondiElimina
  68. X Anonimo delle 10:48

    sarebbe opportuno , visto che hai citato correttamente le fonti delle tue informazioni , uscire dall'anonimato .

    Comunque il Sig Visco ,ha scritto alla sig.ra Antonella Buccelli la seguente e-mail : Gentile Signora, in relazione a quanto richiesto la informa che a breve sara' sottoscritto un'accordo tra il Brasile e tutti i paesi della Comunita Europea per predestinare i 90+90, giorni di permanenza in Brasile.

    Cordiali saluti

    Il Responsabile dell'Ufficio Passaporti e Visti
    Canc. Nicola Visco , Ambasciata d'Italia , Brasilia

    come riportato in un precedente commento a questo stesso post .

    RispondiElimina
  69. Hey Ottoaprile, io ho chiamato proprio ieri x avere aggiornamenti in merito alla vicenda.
    La risposta alla signora Buccelli risale ad un pò di tempo addietro già.
    Ecco xchè mi sembra assurda sta cosa ...
    Il Ministero degli Esteri dice una cosa (Sr. Greco Simone anche via mail a me direttamente oltre che ad altri utenti e già pubblicata varie volte), l'Ambasciata in Brasilia ne dice un'altra!!! onestamente non si capisce molto!!!
    Altri amici, (vicini diplomazia)mi dicono che basterebbe una mossa da Parte del On.Ministro x ripristinare il tutto senza troppi problemi!!!
    Insomma l'ambigua storia continua........
    um abraço
    Lion ;)

    RispondiElimina
  70. Ciao a tutti, per Fabrizio direi di sì, ma davvero non oso esposrmi troppo, cmq domani sarò ancora in Consolato a Milano, (le mie pratiche sembrano fantozziane) e cercherò di fare un poco di chiarezza dopo di che vi riferirò cosa mi hanno detto.
    Incrociate le dita per me... è durissima !! quasi quasi divorzio e mi sposo un 25nne brasiliano (anzi 2 visto che mio marito ha circa 50 anni) o mi accompagno con uno e mi sposo l'altro, pare che ottenere il visto così sia più facile...

    RispondiElimina
  71. Dopo tre mesi tutti a casa! non vogliamo clandestini, così deve essere, ahahahahaah!!!

    RispondiElimina
  72. X Lion,
    concordo sul fatto che noi italiani dovremmo chiedere chiarimenti ed interventi al nostro Ministero degli Esteri.
    Il provvedimento del Brasile è chiaro: 90 giorni all'anno retroattivi e basta.
    Spetta alla diplomazia italiana chiedere innanzitutto il perchè di tale provvedimento, che contravviene al principio di reciprocità visto che i brasiliani possono fare 90 giorni ogni 180 in Italia in base a Shengen, e poi chiedere con fermezza il ripristino della situazione antecedente in conformità agli altri paesi europei.
    Ma mi sembra che il nostro ministro degli esteri sia in tutt'altre faccende affaccendato piuttosto che tutelare i nostri interessi.
    Certo se inoltrassimo migliaia di emails e di telefonate di proteste, forse, qualcosa si smuoverebbe ...
    Marcofalco

    RispondiElimina
  73. ciao, mi trovo nella vostra stessa situazione. Sono italiana e vivo in Brasile da 2 mesi, la mia intenzione è di rimanere il più possibile poiché il mio ragazzo, italiano, lavora in Brasile come ricercatore con tanto di visto temporaneo.
    Volevo solo avvertirvi che se chiamate l'Ambasciata Brasiliana a Roma e gli chiedete a proposito di questo cambiamento di legge dei 90+90 vi potrebbero mangiare vivi come hanno fatto con me.
    Per nascondere il fatto che non sapevano rispondere alla mia domanda (è vero che è stata rettificata la legge dei 90+90 per cui adesso non esiste la proroga?) mi hanno fatto sentire una stupida perchè dal Brasile ho chiamato in Italia. Quando gli ho detto che ho chiamato l'Italia poichè mi trovo in difficoltà nel comunicare con le Istituzioni brasiliane (nel Rio Grande do Norte quasi nessuno parla inglese) mi ha risposto che dovrei conoscere il portoghese! Inoltre dato che sapevo di questa notizia da parte di persone residenti in Brasile la notizia sarebbe dovuta essere attendibile. Ma non dovrebbe essere più attendibile un'Ambasciata che un venditore di panini? Alla fine di questa conversazione non ho avuto alcuna risposta.

    Inoltre volevo chiedervi se sapete dove posso trovare informazioni sulla legalizzazione della coppia di fatto che in Brasile dovrebbe esistere.

    Grazie
    ema

    RispondiElimina
  74. Ciao Ema

    non capisco cosa intendi fare : legalizzare in Brasile l'unione stabile tra due italiani entrambi senza visto permanente ? Il tuo ragazzo ha solo un visto temporaneo per lavoro . Non credo sia possibile . Lo è nel caso di uno straniero che conviva con un brasiliano/a : va fatta una dichiarazione al cartorio e solo dopo un anno di convivenza può essere utilizzata come base per chiedere il visto per Uniao estavel . Tale tipologia di visto , relativamente nuovo è comunque di difficile ottenimento :

    Não é tão fácil como se imagina

    Visto de permanência definitiva concedido ao companheiro(a) estrangeiro(a) de brasileiro(a) que se enquadre nos requisitos impostos em lei de acordo com a documentação exigida.

    A legislação que trata desta tema é a Resolução 77 de 2008 do Conselho Nacional de Imigração.

    Para a concessão do visto, é necessário ingressar com um procedimento administrativo que tramitará em Brasília, junto aos órgãos competentes de imigração. Ou seja, não se trata de um processo judicial, mas sim de uma medida interposta diretamente nos Ministérios competentes para a concessão do visto permanente.


    É necessário comprovar-se a união estável através de documentos aceitos pelos órgãos de imigração. O fato é que o rol de documentos elencados pela Resolução Normativa é bem específico e taxativo sem deixar margem para variações.

    Esta modalidade de visto ainda traz uma distorção que discrimina os cartórios Brasileiros, uma vez que dá mais valor às uniões registradas fora do país. Então, pela legislação, a união estável registrada em um cartório do Brasil deve ter mais de um ano para poder ser utilizada como prova de convivência no pedido de visto, ao passo que, se a união foi feita no exterior, tem validade imediata.

    É comum encontrar estrangeiros que mantém uniões estáveis e duradouras, porém sem registro. Em nosso escritório, chegamos a atender alguns destes casos, porém mesmo que apresentem vários argumentos para comprovar a relação, sem o rol taxativo da legislação de imigração não há muito o que possa ser feito.

    Entendo que para este tipo de visto – União Estável – os julgadores deveriam ser mais flexíveis face ás diferentes formas de união de diferentes formas de comprovação. Uma lista fixa e taxativa de documentos impede que muitos estrangeiros alcancem a legalidade.

    RispondiElimina
  75. ciao a tutti
    domani vi aggiorno sui 90 giorni, intanto mi dite entro quando un italiano con visto permanente brasiliano (per matrimonio con una brasiliana) deve rientrare in Brasile ? qualcuno dice 18 mesi qualcuno 24, me lo chiede un amico. Domani lo chiederò anche a Milano, ma dato che voi siete quasi tutti sposati con brasiliane sicuramente lo sapete con certezza.
    Inoltre sapete se i nostri diplomi (geometra/ragioniere ecc) sono validi in Brasile o se si possono equiparare/ convalidare ?
    grazie

    ciao

    RispondiElimina
  76. X Mary

    giusta soluzione ; cambiare uno da 50 per due da 25 . Quello che tu pensi in maniera scherzosa molti italiani uomini lo hanno messo in pratica .

    Lo consiglio comunque solo se si è in ottima salute , fatevi prima un checkup !

    RispondiElimina
  77. Ciao,
    grazie della risposta! Esattamente, credevo di poter legalizzare l'unione stabile tra due italiani in Brasile, troppo bello per essere vero ;)

    Un'ultima domanda, se rimango 3 mesi in più oltre i tre messi ammessi ed accetto di pagare la multa di ca. 800 reais, dopo quanto tempo posso ritornare in Brasile?

    ema

    RispondiElimina
  78. ciao a tutti

    sono appena tornata dal Consolato Brasiliano di Milano che mi confermano (questa volta davvero in malo modo - la signora era cambiata !) che il mio rientro in Brasile è possibile solo dal 29/10/2011 essendo io entrata precedentemente in Brasile dal 28/10/2010 fino al 28/01/2011.
    Quindi fate i vostri calcoli bene perchè a noi hanno detto che prima di tale data RISPEDISCONO a casa a vostre spese.

    Confermo inoltre la follia degli uffici Brasiliani e il fatto che tutto dipenda sempre da chi si incontra quindi fate voi, ma vi dico il mio esempio:
    I nostri visti permanenti per investimento (mio e di mio marito) erano arrivati ERRONEAMENTE (chiaramente nessuno ha voluto assumersi l'onere dell'errore) a Buenos Aires.
    Ho dovuto IO DI PERSONA contattare il consolato di Buenos Aires e fare spostare la pratica (a Buenos Aires erano depositati entrambi i visti e la signora ha letto entrambi i nomi), a questo punto oggi a Milano ho trovato la mia pratica però con un altro numero di protocollo e mio marito non era più menzionato. Così la signora dell'ufficio visti di Milano assai scobutica ha fatto solo la mia pratica. Trattandomi pure malissimo come se la colpa fosse la mia e dicendomi che per mio marito mi dovevo arrangiare.
    Solo per esempio.....

    RispondiElimina
  79. Grande Antonella, sono rientrato ieri in Brasile non sapendo niente delle nuove disposizioni. Avevo giá passato piú di 100 giorni in Brasile questo anno. Mi hanno fatto entrare ma quante domande, e mi sono sentito davvero male. Mi dispiace che a rimetterci é tanta gente normale come me?

    RispondiElimina
  80. All'anonimo del 22 settembre 2011 07:19.
    la tua esperienza e' davvero importante. Questo perche' molti italiani che vanno a Fortaleza si trovano in questa situazione.
    Potresti spiegarci meglio la situazione. In particolare 1) per quale motivo ti hanno fatto entrare e per quanti giorni? 2) hai avuto una proroga? ed adesso devi pagare una multa di 8 RS al giorno?
    Grazie per le eventuali delucidazioni molto preziose per me e numerosi italiani.

    RispondiElimina
  81. Ciao mi sono scritto anonimo ma mi chiamo Paolo. Loro mi hanno contato i giorni, ed hanno sbagliato, me ne hanno "visti" 43, ma io ne avevo giá ben piú di 100, solo che con varie esntrate. E dopo tante storie mi hanno fatto il visto di 30 giorni. Ma io giá me ne vado, sinceramente, venivo in Brasile per non avere stress e burocrazie varie, ma ultimamente le cose sono peggiorate troppo. Credo che se effettivamente avessero contabilizzato i 100 giorni mi avrebbero fatto tornare in Italia con lo stesso volo. O sbaglio? Spero di essere stato di aiuto a qualcuno, ma in effetti la mia esperienza non é delucidativa, pensandoci. Complimenti per il blog e anche a tutti quelli che intervengono, ci si sente meno soli, come altri hanno giá detto meglio di me.

    RispondiElimina
  82. Per Marcofalco, ho letto il tuo commento adesso, confermo, la questione é retroattiva, loro contabilizzano i giorni prima della legge! Paolo

    RispondiElimina
  83. novita' sui 90+90 giorni di permanenza?
    si sono accordati

    RispondiElimina
  84. ciao Antonio,
    poichè la mia esperienza per l'ottenimento del visto è stata orribile, vorrei sapere se ho la possibilità di rivalermi legalmente per tutto ciò che mi è successo:
    Il ministero PER SUA STESSA AMMISSIONE (ho una mail nella quale mi confermano i loro errori) ha prima mandato i visti a BUENOS AIRES anzichè a Milano, poi dopo un tot ha inviato il visto a Milano solo che anzichè essere due: uno per me e uno per mio marito, il visto per mio marito l'hanno perso per strada e dopo telefonate, solleciti, mail ecc. riesco FORSE solo lunedì 26 sett. ad avere tutta la pratica a Milano.

    Considerando che a Milano ci sono andata già tre volte a vuoto (partendo alle 3,30 del mattino da Bologna) sono stata trattata a pesci in faccia - continuavano a dire che c'era SICURAMENTE un mio errore - e se gli scrivi non rispondono o rispondono con frasi tratte dal sito. Dici che posso far valere almeno 1 mio DIRITTO....

    Ricordo inoltre che l'ufficio visti non apre prima delle 8,30 (senza spiegazioni, visto che tutti gli altri sportelli aprono alle 8 e nel sito dice che apre alle 8) e se arrivi alle 8 al consolato c'è una fila talmente lunga che richi che non ti venga dato il biglietto per i visti, comunque alle 12,30 chiude tutto e, se ti hanno fatto bene altrimenti ti buttano fuori, che tu abbia il numero o no che tu sia lì dalle 6 o dalle 8....
    INOLTRE sempre al Consolato
    Mi hanno legalizzato i documenti dopo averli visti e passati di mano in mano, facendomi pagare 160 euro, quando poi allo sportello visti mi hanno detto che non andavano legalizzati...(ricordo che gli sportelli sono uno fianco all'altro) e si sono pure incazzati CON ME perchè li avevo legalizzati.
    Bene ora il mio volo parte il 10 ott e non mi daranno i passaporti in tempo, almeno non quello di mio marito che quindi dovrà spostare la data del volo...muratori che ci aspettano e dipendenti da assumere entro 3 anni !

    Posso richiedere almeno un risarcimento danni ? avete un legale che mmi può aiutare ? almeno le spese aeree DATO CHE NON SONO IO AD AVER FATTO ERRORI, ma sono SOLO io a subirli ?
    Grazie e scusate lo sfogo....

    RispondiElimina
  85. Ciao Mary

    capisco il tuo sfogo ma esattamente vorresti fare causa a chi .Al consolato brasiliano di Milano ?

    All'inizio della tua e-mail parli di un errore da parte del Ministero ... quale .Il Ministero del Lavoro brasiliano ?

    Non sono un esperto di diritto internazionale ma penso che esistano delle istituzioni sovranazionali a cui rivolgersi . Tuttavia non vedo come nel corso della tua vita terrena possa ottenere soddisfazione :)

    RispondiElimina
  86. X Mary....
    Ciao, volevo chiederti, quando parli della legalizzazione dei documenti, intendi quelli in prefettura?

    RispondiElimina
  87. ciao a tutti;
    è gia un po che vado in Brasile a Bahia e conoscendo questa ragazza insieme abbiamo un progetto....ma vorrei sapere alcune informazioni tramite Ottoaprile,puoi scrivermi all indirizzo taxi-8@hotmail.it ti aspetto grazie in anticipo!!
    Luca

    RispondiElimina
  88. Ciao Luca

    non ho capito niente del tuo commento ma se vuoi contattarmi la mia e-mail è sul Blog .

    RispondiElimina
  89. Ciao a tutti,
    chiedo un chiarimento sul visto per ricongiungimento faamiliare (sposato da più di 5 anni). Mia moglie che è brasiliana dovrebbe fare un documento (presso un cartorio o al consolato) dove si impegna al mio mantenimento, questo vale anche se lei non ha reddito?
    Grazie a tutti.
    Giulio

    RispondiElimina
  90. Vado parlare portoghese.Eu como cidada italiana,nascida no Brasil, filha de pai e mae italianos imigrados no Brasil apos a segunda guerra quando a Italia estava passando fome.Penso que o Brasil fez muito bem em dar so 90 dias para o cidadao italiano.O italiano em geral vem para o Brasil buscar uma mulher brasileira,geralmente sao velhos querendo uma garota mais jovem.Quando chegam ao Brasil querem um bom trabalho pois nao se sujeitam a trabalhos duros ,menoras que eles fazem os brasileiros fazerem na Italia.Quiando chegamos na Italia mesmo com uma laurea,com uma pos graduacao dizem assim...sinto muito mas nao tem trabalho nem para o italiano...nao e esata crise,20 anos atraz respondiam no mesmo modo.Se sentem nao sei o que..quando sao formados(laurea)se sentem os melhores do mundo.Mul;her brasileira para eles sao todas prostitutas,nao tem disecernimento para julgar a mulher seria da nao seria...
    Dizem que empresas de italianos no Brasil sao a maioria para lavagem de dinheiro.Penso que nao tem nada a ver com Battisti e somante a reciprocidade em razao dos mau tratamentos dados aos brasileiros e aos cidadaos por juis sanguis.
    Ja vi um caso de um italiano que reconheceu um filho da sua namorada para viver no Brasil mesmo sabendo que nao era filho dele,voltou para a Italia e a mae VIU o PORCO italiano fazendo sexo oral com o seu filho,um garoto de 8 anos...cadeia nele!Esse ainda disse para a mae que na Italia isso nao da nada ,o processo vai mais de 10 anos..E uma pena que este porco italiano estar na Italia porque no Brasil teria sido assassinado na cadeia..
    Venham italianos para lavar pratos ,limpar banheiros,carregar pesos,e ganhar o salario minimo brasileiro,e trabalhar no negro.Brasileiros facam com os italianos o que eles fazem com os imigrantes e tratem eles como os brasileirops sao tratados na Italia,deem a eles engenhieros advogados ,professores empregos de pedreiro,faxineiro,garcom,e veja se alguem vai querer ficar um dia a mais no Brasil.
    Buongiorno a tutti!!!!!

    RispondiElimina
  91. Chiarisco a tutti, scusate !
    La legalizzazione è quella che fa il consolato di milano / roma sui documenti italiani già autenticati da prefettura e/o questura.

    Infatti ad esempio: le firme fatte sui carichi pendenti devono essere poi autenticate dalla prefettura (attenzione che se la firma di chi autentica non è conosciuta dal consolato di milano non l'accettano quindi dite a cosa vi servono i documenti quando li fate autenticare).

    Dopo che i documenti sono stati autenticati si va al consolato che li legalizza pagando ben 20 euro a documento. Nel mio caso dopo che gli ho chiesto se andavano legalizzati e mi hanno detto che CERTO andavano legalizzati, l'ufficio Visti mi ha poi detto che non andavano legalizzati, quindi chiedete prima all'ufficio visti...

    Notare bene la differenza tra autenticare e legalizzare, molti cadono in questo tranello e vengono respinti dagli uffici del consolato perchè hanno fatto fare i documenti e non li hanno fatti autenticare.

    CMQ nel sito del conosolato è spiegato tutto BENISSIMO... ah ah ah.

    Il ministero che ha sbagliato tutte le mie pratiche è quello del trabalho.

    Oggi ne è successa un'altra....
    Torno ora dal Consolato, con la stessa Ana allo sportello che si diverte a umiliare tutti quelli che si presentano per i visti.
    Ora il mio visto era pronto, ma sul vecchio telegramma (quello dove si erano "persi" mio marito) era segnato un visto a tempo indeterminato.
    Nel nuovo telegramma ... con entrambi i nomi hanno messo visto con Prazo - scadenza- 3 anni.... quindi la signora ha ritirato tutto e ha detto che deve contattare il suo ministero (questa volta degli esteri) perchè è TUTTO DA RIFARE....

    Le ho gentilemente chiesto se riuesciva a fornirci risposte entro venerdì mi ha detto di scrivere sul loro sito alla loro mail.... (non rispondono quasi mai !) e che se mai mi telefonerà lei se ha delle novità... per i miei voli... mi ha sorriso e ha chiamato il numero successivo....

    La telenovela continua, se vi interessa vi tengo aggiornati....

    buona vida a tutti

    RispondiElimina
  92. X Giulio,
    la risposta è si, anche se non ha reddito.
    Se vedi il testo della dichiarazione (scaricabile dal sito del consolato di Roma) in effetti non si tratta di un semplice impegno al mantenimento ma di una più generale assunzione di responsabilità su di te, ad esempio anche per il pagamento delle spese per un tuo eventuale reimpatrio.
    Si tratta di un impegno richiesto anche in Italia per la concessione di tale tipologia di visti.
    saluti
    Marcofalco

    RispondiElimina
  93. x Ottoaprile, Marcofalco ed amici del blog:

    Questa è la risposta (a cui facevo rif. nei miei ultimi post) che l'URP del Ministero degli Esteri mi ha inviato alla richiesta di ultime info in relazione alla "riduzione soggiorno turistico in Brasile", peraltro oggetto del Blog!!
    Rimarco ulteriormente che la stessa lettera di risposta dell' URP differisce di gran lunga dalle notizie che l'Ambasciata in Brasilia fornisce ovvero totale stasi!!!!!!!

    Sono convinto che mancando la volontà politica (Ministro e Ambasciatore) difficilmente si risolve il problema, continuiamo a reclamare auspicandoci ripristino situazione antecedente 20/07/2011.
    um abraço
    Lion ;)

    Ministero degli Affari Esteri

    Servizio per la Stampa e la Comunicazione Istituzionale

    Ufficio Relazioni con il Pubblico



    Gentile Signore ,

    nel ringraziarLa per aver contattato il nostro Ufficio per le Relazioni con il Pubblico, desidero assicurarLe che la nostra Ambasciata a Brasilia si sta adoperando per richiedere formalmente alle Autorità brasiliane di ripristinare in favore dei nostri connazionali la possibilità di estendere a 180 giorni l'anno la permanenza in territorio brasiliano per motivi di turismo.



    Ad ogni buon conto, Le faccio presente che le Autorità brasiliane hanno già risposto ad una prima informale interrogazione da noi sottoposta, sostenendo che il Brasile avrebbe firmato con gli altri Stati europei accordi in tempi più recenti rispetto a quello in vigore fin’ora con l'Italia, risalente al 1960, che stabiliva il limite di 90 giorni di permanenza ("breve soggiorno") senza menzionare la possibilità di proroghe (cfr. http://itra.esteri.it/itrapgm/ ). Tali accordi prevedono la possibilità di proroga di ulteriori 90 giorni e lo stesso beneficio veniva fin'ora benevolmente applicato anche nei confronti dei cittadini italiani.



    Infine, La informo che la nostra richiesta verrà comunque presentata nelle more dell'entrata in vigore dell'Accordo europeo sui visti di breve durata per i titolari di passaporti ordinari, firmato lo scorso anno, in attesa di ratifica da parte del Congresso Brasiliano, che prevede un limite di 90 giorni di permanenza ogni sei mesi per i cittadini europei in Brasile.



    Con la sua entrata in vigore, cadrà ogni differenza di trattamento con cittadini degli altri Paesi europei.



    Cordiali saluti,





    Simone Greco

    Ufficio Relazioni con il Pubblico

    RispondiElimina
  94. finalmente l'argomento sta avendo la visibilità che merita!! speriamo bene allora ;)
    leggete qui:
    http://www.corriere.it/esteri/11_settembre_26/brasile-vacanze-italiani-tremesi_405235fe-e882-11e0-9000-0da152a6f157.shtml

    abraço,
    Lion

    RispondiElimina
  95. X Mary...
    riguardo ad autenticare e legalizzare, il sito del consolato di milano riporta:
    "Certificato di Carichi Pendenti con esito NULLO (legalizzato presso l’Ufficio legalizzazioni della Procura della Repubblica, con firma del Procuratore o Sostituto Procuratore)"
    nn parla di autenticare... che fare allora?
    Provo ad informarmi in Procura se esistono 2 procedimenti diversi.....

    RispondiElimina
  96. queria responder aquela mulher anonima, voce fala verdade, muitos italianos ma turistas estrangeros em geral quer garota brasileira joven, e eles sao velhos.... ma mi desculpa, nao pode falar que tudo gringos sao assim, eu tenho 48 anos faz tempo que venho ai.. em cearà... tambem esto procurando uma mulher, ma nao por sexo queria encontrar uma garota pra casar e viver ai.. o na italia (eu acho melhor brasil) emportante encontrar uma gata que te ama de verdade e atè agora encontrei muitas que quer sou dinheiro e presente... ma nao falo que tuda mulher brasileiras è puta..... porque tenho certeza que tem pessoas boa ai.... como em tudo mundo.
    obrigado.

    RispondiElimina
  97. X Mary , e normale che il visto sia temporaneo e per 3 anni tu nei primi 2 devi dare lavoro a 10 brasiliani con cartera assinada e fra l altro lo dici anche tu nei post precedenti che devi andare giu se no saltano le assunzioni.... quindi dammi retta prendi al volo sti 3 anni , vai giu cerca di creare qualcosa che dia reddito e assuma 10 brasiliani con inss pago da te e poi allo scadere dei 3 anni tira le somme e vedi cosa sei riuscita a fare , mi pare di intravvedere in te e nel tuo modo di porti troppe aspettative date ormai per certe prima di intraprendere una scelta di vita che puo rivelarsi vincente o perdente ma che nulla ha a vedere con la burocrazia ed il modo di essere e di porsi differente dalla tua mentalita italiana, quindi forza e vai... alla grande
    ma prendila come viene qua tanto non puoi farci niente

    RispondiElimina
  98. Per Gian, è la stessa cosa, sono solo parole, appena ricevi il certificato fattelo legalizzare / autenticare dalla procura stessa. Guarda è un procedimento semplicissimo che fanno direttamente fondamentalmente si tratta di autenticare la firma di chi ha detto che il certificato è nullo. Dopo di che devi andare al consolato che a sua volta autentica la firma che ha autenticato la firma. Ossia dice che la riconosce. Ti ricordo però una cosa importante quando avrai i documenti con esito nullo e autenticati (o in prefettura o in questura) prima di farli autenticare/legalizzare dal consolato chiedi all'impiegato del consolato se è necessaria la loro autentificazione.
    Comunque tutte le procure,prefetture,ecc. sono ben consapevoli della procedura e se chiedi a loro ti sanno rispondere perfettamente anche al telefono.

    RispondiElimina
  99. E uma pena que este porco italiano estar na Italia porque no Brasil teria sido assassinado na cadeia...

    proprio oggi é una notizia che " Uma estudante de direito de 18 anos denunciou o próprio pai por abuso sexual em Bauru, no interior de São Paulo. A jovem é a filha mais velha de uma família de classe média alta da cidade, e contou que foi abusada pelo pai dos 8 aos 16 anos. O suspeito é advogado e já fez parte da Comissão de Direitos Humanos da Ordem dos Advogados do Brasil (OAB)... O abuso contra a filha não é o único caso na família de Fernandes. Uma sobrinha, atualmente com 13 anos, e uma cunhada, de 18 anos, também o acusam de abusos durante a infância... Na manhã desta quarta-feira (28), a delegada que investiga o caso resolveu ouvir o depoimento do filho mais novo do suspeito, um menino de 9 anos que também teria sofrido abusos do pai. Diante de mais essa suspeita, a polícia poderá pedir novamente a prisão temporária do advogado."

    Come si vede i porci non sono solo in Italia, ma anche nel bellissimo Brasile di quell'anonima.

    RispondiElimina
  100. Guarda Corrado che forse ti devi informare, perchè il visto è a tempo indeterminato, dopo tre anni devi solo dare conferma del piano traballo, per altro nel nostro abbiamo 6 assunzioni e non 10.

    Così come ci scrive il ministero degli esteri che ci ha gentilmente risposto e che unisco perchè può essere utile a tutti:
    Prezados Senhores,

    Estou incluindo o Consulado-Geral do Brasil em Milão na resposta, para evitarmos a confusão que tem ocorrido entre nós por falta de comunicação.
    Espero que, dessa forma, consigamos solucionar o problema de uma vez por todas, de maneira a satisfazer a todos.

    Esclareço que ambos os vistos são válidos por prazo indeterminado.
    Existem, entretanto, três prazos referentes ao Visto Permanente da Sra. xxxx que, por vínculo de dependência, estendem-se ao Sr. yyyy. Imagino que a confusão decorra disso. Aproveito, então para explicá-los:

    1) Prazo indeterminado: validade do Visto Permanente;

    2) Prazo de 3 Anos: prazo referente ao Registro Inicial Junto ao Departamento de Polícia Federal brasileiro;

    3) Prazo de 30 dias: prazo para os senhores se apresentarem perante o Departamento de Polícia Federal para operar o registro de 3 anos mencionado supra.

    Em suma, os senhores xxxxyyyyy receberão um visto permanente de prazo indeterminado pelo Consulado-Geral do Brasil em Milão.

    De posse desse visto, poderão ingressar em território brasileiro.
    Uma vez que entrem no Brasil, terão 30 dias para se apresentar perante o Departamento de Polícia Federal. Uma vez lá, serão arrolados no Registro Nacional de Estrangeiros, por prazo de 3 anos, ao final do qual deverão retornar ao Departamento de Polícia Federal para procedimentos de prorrogação de estada no Brasil.

    Espero ter esclarecido a questão dos prazos.
    Estou à disposição para eventuais esclarecimentos que por ventura se façam necessários.

    Atenciosamente,

    Divisão de Imigração

    Cerca inoltre di intravedere meno e di conoscere meglio.

    Non ho nessuna aspettativa, anzi. Spero solo di farcela a superare tutti questi errori che stanno commettendo a mio discapito.
    Questa nn è burocrazia sono solo errori a catena confermati per altro da loro !
    mi spiace per te ma non è assolutamente vero che non posso farci nulla e non sono di certo il tipo che si fa cadere le cose in testa senza lottare.
    ti ricordo una cosa:
    "Coloro che dicono che il mondo andrà com'è sempre andato fino ad ora, contribuiscono a far sì che l'oggetto della loro predizione si avveri"

    RispondiElimina
  101. Cercate di rimanere nel tema della discussione !!!!

    Sensibilizzo il moderatore :D

    Lion ;)

    RispondiElimina
  102. brava Mary ora che ai fatto la tua frase siamo tutti piu contenti , premetto che io ho il visto per amnistia sono 15 anno che sono in Brasile e depois mi sono anche casado con una Bahiana , premesso che personamente non mi frega niente delle nuove o vecchie limitazioni che puo avere un italiano che tenta di venire a vivere in brasile ora , forse anche attratto dal nero che non riesce piu a fare la vedendo ormai un paese in totale disfatta premesso che personalmente se entra uno o non entra piu nessun italiano sia come turista qua , come investitore , come pensionato , non mi frega niente e non faccio il tifo per cio che accada , visto che il mio lavoro si basa da molto anni ormai su un 95 % di brasiliani con cui ho un occhio di riguardo visto che sono la mia prima fonte di reddito a discapito dei mie EX CONNAZZIONALI ,compresa tu percio se riesci ben buon per te se non riesci dormiro lo stesso la notte anche facendo a meno di pensare al tuo caso molto importante ... detto questo ti ripeto leggi bene cosa mi ai copiato e incollato tu ai un visto a tempo indeterminato come lo chiami tu ma solo supportato ai risultati che otterrai e dovrai dimostrare al ministero do trabalho tramite la policia federal del posto dove andrai a stare , nei 3 anni di visto dato dal registro inicial !! spero che capisci che non ti danno di certo il visto per sempre se non fai impresa non assumi ora ( grazie a Dio sta nuova legge e ancora piu restrittiva 10 brasiliani con inss pago ) dimostri di lavorare onestamente senza lavare soldi come hanno fatto molti qua e specialmente dimostri con fatti al momento di rinnovo da registro inicial che e un foglietto col tuo nome e foto che non dimostra assolutamente niente finche non ai il visto permanente cioe , come chi e qua come me fisso che receve il plico per votare , che non puo piu fare il passaporto in italia ma solo alla sede consolare di rio che e iscritto alla aire quindi con esclusione di tributi che devi al governo come il fondo per il dottore di famiglia e altri e che le rare volte che va una settimana per anno in italia e va nel comune della sua citta e richiede una sempice carta di identita italiana si vede rilasciare la stessa con la scritta residente a lauro de freitas Brasil , solo cosi puoi ritenerti di essere permanente fino ad allora sei sempre nel registro temporaneo. e la pianto con sta discussione assurda li perche non me ne frega niente continuare questa sterile discussione , io il rne ce lo ,e non me frega niente se ti danno o non ti danno il permmesso come dicono qua
    problema seu
    a te nunca mais

    RispondiElimina
  103. vedi Mary te lo copio e colo
    quello che ti ai mandato

    cosi lo capisci bene

    tieni conto che se pensi di stra 3 anni senza che nessuno dei 6 tuoi funzionari ti metta na justicia o se ne vada e si licenzi lasciandoti come succede a molti connazionali che hanno ristoranti qua senza camerieri che arrivano alle 7 di sera senza nessuna giustificazione , sei proprio ingannata o conosci poco il nord este ...


    Uma vez que entrem no Brasil, terão 30 dias para se apresentar perante o Departamento de Polícia Federal. Uma vez lá, serão arrolados no Registro Nacional de Estrangeiros, por prazo de 3 anos, ao final do qual deverão retornar ao Departamento de Polícia Federal para procedimentos de prorrogação de estada no Brasil.

    RispondiElimina
  104. X Tutti

    Se nella verifica del 3° anno il "Plano de Investimento" NON è stato rispettato cosa succede per il Visto e alla Società?

    Mauro2

    RispondiElimina
  105. Ciao Lion

    capisco il tuo disorientamento e ne approfitte per chiarire che questo è un Blog e non un Forum e pertanto NON esiste una area dedicata per argomenti .

    Per questo motivo in prima pagina ho inserito un motore di ricerca che consente di individuare gli argomenti all'interno di Post e addirittura dei commenti . Purtroppo quasi nessuno lo usa tanto è vero che oltre il 50% delle domande hanno gia la loro risposta sul Blog !

    L'importante è restare nei limiti della buona educazione : discordare si ma senza offendere o essere volgari .

    RispondiElimina
  106. Strano.. ma questa é una legge già in atto molti anni in Italia e Europa.. cosa c'è di diverso? Perché agli altri sì e a noi non? Boh.. non capisco il drama. Saluti!

    RispondiElimina
  107. Vorrei ancora un'informazione riguardo la documentazione per il visto per ricongiungimento familiare. I certificati (residenza, certificato penale e Carichi pendenti devono esssere legalizzati e accompagnati da tradizione in portoghese. Il traduttore dev'essere riconosciuto dal Consolato brasiliano? Nel caso dove trovo l'elenco di quelli riconosciuti?
    Grazie. Giulio

    RispondiElimina
  108. X Corrado

    Potrebbe per cortesia essere più chiaro, quando parla di "una nuova legge e ancor più restrittiva 10 brasiliani con inns pago" a che tipo di visto si riferisce, alla deroga del visto -INVESTITORE-(investimenti inferiori a 150K reais con creazione di almeno 10 posti di lavoro nel quinquennio successivo) oppure alla deroga del visto per -AMMINISTRATORI, DIRETTORI O GERENTI DI IMPRESA-(investimento compreso tra 150K e 600K reais con creazione di almeno 10 posti di lavoro nel biennio successivo).
    Nel post Mary parla di 6 assunzioni quindi per deduzione non si tratta delle deroghe sopra citate ma di un visto -INVESTITORE-(investimento uguale o superiore a 150K reais) dove nel "Plano de Investimento" si intende creare 6 posti di lavoro nel triennio successivo.
    Non sono disquisizioni formali ma sostanziali.
    Se mi sbaglio chiedo scusa sperando di evitare un fuoco di fila.

    Mauro2

    RispondiElimina
  109. x anonimo riguardo a il tuo quesito penso che otto aprile ti possa rispondere piu precisamente che io naturalmente mi riferivo al decreto attuato fresco fresco 2011 che prevede la creazione di 10 posti di trabalho con cartesa assinada e tributi paghi , so che al momento del rinnovo non serve solo andare li con la semplice impresa simples messa su ma con estratto degli ultimi 6 mesi di attivita , conti in regola inss pago e naturalmente nessuno che ti ha messo in justicia come ben sai che succede qua o altre cause di trabalho per contro ti porto la esperienza di dei grossi investitori italiani qua ( palazzinari con investimento da milioni di euro qua in Bahia ) questo successo addirittura se non ricordo male 4 anni fa bene dopo avere preso 3 visti per impresa ( e che imprsa ti ripeto hanno gia costruito 2 villaggi da unita minimo da 300.000 rs ) uno dei 2 ha avuto discordanze con gli altri bene si sono divisi e io ricordo che ero andato con mio taxi con loro al cartorio a fare disconoscere firma su impresa , bene neanche 15 gg dopo la federale tramite MT lo ha chiamato dicendogli che il suo visto di investitore era vencido quindi aveva a disposizione i giorni da turista per stare qua , lui naturalmente e stato un mesetto il tempo di arrumare le cose e se ne andato .. senza piu visto come dice Mary ..... PERMANENTE
    ripeto per maggiori info piu dettagliate sui 10 posti di trabalho e su la loro attuazione penso che otto aprile sia il piu ferrato in questo argomento
    ciao

    RispondiElimina
  110. caro Corrado la frase non è mia, ma di Immanuel Kant...

    va bhe

    per il visto, dopo tante lotte, lo andrò a ritirare lunedì SPERO, ma pare che entrambi siano a tempo indeterminato ALMENO COSi' MI HANNO SCRITTO NELLA MAIL DAL CONSOLATO!

    Quindi...per ora lavoreremo, tra tre anni vedremo se siamo riusciti ad adempiere al piano di lavoro. Almeno ci provo.

    Per le sfighe che lanci a destra e a manca, mi spiace per la tua ....invidia... cattiveria bho davvero non capisco...da noi si dice "che ...ti ha morsicato una tarantola?"

    Cmq spero davvero che non mi arrivino... ma che fai pure la macumba agli italiani ????

    alla faccia della solidarietà... Già è durisima così figurati se già dobbiamo lottare contro tutte queste inadempienze brasiliane e ci si mettono pure gli italiani in loco....
    Almeno 1 me ne può andare bene ?

    Tra l'altro lavoro in regola da 25 anni in una grossa azienda e non ho mai fatto nero non capisco perchè molta gente in questo blog sputi sentenze senza nemmeno sapere o conoscere.

    Vengo via da un paese per stare tranquilla ed essere meno "legata" ad orari e a stress, ma mi pare di capire che a voi il Brasile non ha fatto tanto bene, forse non bastano nemmeno 15 anni di brasile per migliorare.

    RispondiElimina
  111. X Corrado

    Grazie per avermi risposto così velocemente.

    Leggendo il suo post ho avuto la conferma che la verifica del 3° anno è discriminante per il rinnovo del visto come investitore, altrimenti il controllo a cosa serve!, ma non pensavo a metodi così risolutivi (immediata revoca del visto) piuttosto ad una conciliazione per salvare quello che di buono nel frattempo si è creato.
    La nuova normativa, che modifica quella esistente solo in alcuni punti, per ottenere il visto permanente è possibile leggerla su questo link http://www.tributosdodf.com.br/index.php/content/view/21114.html.
    Le modifiche non riguardano Mary per i motivi scritti nel mio precedente post.

    Mauro2

    RispondiElimina
  112. per mary ci tengo a dirti che io non porto sfiga a nessuno e tantomeno ti faccio .. macumbe ci tengo pero a dirti che vedrai che avrai succeso , non mi riferivo a te col nero, non mi ha morsicato nessuna tarantola e la solidarieta la do a chi se la merita indipendentemente dalla bandiera che ha , la mia e quella della visa come la macchinetta pos che ho sul taxi per farmi pagare con cartao ..pensa un po neanche e tricolore cosa vuoi che me ne puo importare di italiani giapponesi svizzeri e finlandesi..., io invidia di chi di una che va a mettere una pousadina in paraiba ?? sei fuori binario ps io non ho bisogno di migliorare certo detto da te coitada , adesso fammi il favore non riprendere il post che manco ti rispondo piu

    RispondiElimina
  113. Scusami tanto Mauro2,
    Provo a scrivere cosa ho capito per chiarirmi le idee in questo mondo folle dei visti.

    Per chi richiede un visto permanente per investimento, come ho fatto io, bisogna aprire una società con un socio brasiliano e investire 150.000 reais in questa società - per svolgere un'attività a scelta - In questo caso, come dicono di aver fatto a me (ancora non ho i passaporti alla mano - quindi non ho certezze) ti danno un visto permanente a tempo indeterminato, ma dopo 3 anni devi tornare alla Polizia Federale per controlli di documenti inerenti alla proroga del visto...

    L'amministratore in questo caso è un brasiliano io non sono AMMINISTRATORE, ma solo investitore.

    L'obbligatorietà di assunzione dei 10 lavoratori esiste solo (in base alla legge da te menzionata) per chi vuole diventare AMMINISTRATORE, DIRETTORE O GERENTE DI IMPRESA comprensivo però di un investimento che va dai 150k ai 600k reais (anche se mi pare di capire che chi investe 600k reais non ha obbligo di tali assunzioni).

    Corretto ?

    spero di sì, ma quando avrò il passaporto alla mano andrò anche alla Polizia Federal per chiedere maggiori ragguardi.

    Con certezza l'ufficio visti mi ha confermato che i miei sono visti a tempo INDETERMINATO..così c'è anche scritto sopra.. quindi dovrei essere tranquilla.

    ciao
    Mary

    RispondiElimina
  114. X Giulio ,il traduttore deve essere un traduttore giurato riconosciuto dal tribunale della tua città o altro tribunale,sul sito del consolato di Milano ci dovrebbe essere un elenco,io ero di Como e mi sono rivolto ad uno di Varese,se vuoi ho ancora il suo numero di telefono ,ho fatto tutto per corrispondenza e tutto è andato perfettamente.Puoi farlo anche tu, basta fare il "Giuramento" ,presso il tribunale,ma non so dirti come funzioni veramente, ne se questo non crei problemi poi al consolato.

    RispondiElimina
  115. Mister Corrado,
    che tu non mi risponda più è solo un piacere ed un onore, ma tu chi ti credi di essere per dire agli altri cosa devono o non devono fare ? se io scrivo o non scrivo lo decido io e,dato che siamo in un blog, chi ci ospita gentilmente in questo blog.

    Coitada ossia poveretta/disgraziata lo vai poi a dire a qualcun'altro, chi ti credi di essere ? con chi ti credi di parlare ?
    pensavi che non sapessi il significato di tale parola ?

    Io non ho offeso nessuno e non dico nomi a nessuno quindi vedi di rispettare gli altri, che è la cosa principale richiesta nei blog.

    Dall'alto del tuo taxi giudichi chi ? manco scrivesse il guru della finanza !
    io faccio quello che riesco e non chiedo nulla a nessuno in particolare a te. Ho investito quello che avevo e apro sì la MIA POUSADINHA in Paraiba, ma con grande orgoglio e gioia. Non voglio ne diventare miliardaria ne fare il passo più lungo della gamba. Se non ce la farò tornerò in Italia, pazienza, ma prima ci provo e lotto.

    X Giulio se sei di Bologna conosciamo anche noi un traduttore giuramentato, cmq in Consolato hanno l'elenco.

    RispondiElimina
  116. Salve a tutti. Notizie aggiornate e sicure . A Fortaleza il funzionario calcola i giorni di presenza a partire dal giorno di arrivo. Per esempio se arrivo il 10 ottobre 2011 il funzionario calcorera' i giorni di presenza andando a ritroso fino al 15 ottobre 2010. Questo e' certo e sicuro.Se qualcuno ha ulteriori informazioni invito a condividele e non solo a leggere.

    RispondiElimina
  117. X Corrado e Mary

    non ho cancellato i commenti perchè avete iniziato con correttezza e poi avete finito con gli insulti e pertanto ho lasciato , per equità , rispondere anche Mary .
    Da questo momento però NON pubblichero ulteriori commenti ingiuriosi . Soprattutto mi sorprende Corrado che in passato si è sentito offeso da un commento di un altro lettore ma non ha perso tempo a fare altrettanto .

    Evitiamo di beccarci a vicenda , siamo tutti nella stessa barca , cerchiamo di aiutarci mettendo la nostra esperienza a disposizione senza spaventare o peggio ancora offendere .

    RispondiElimina
  118. Per anonimo di Fortaleza

    purtoppo la tua esperienza conferma quella di molti altri e cioè che la nuova norma sui visti E' RETROATTIVA .

    RispondiElimina
  119. Per anonimo di Fortaleza

    Puoi spiegare meglio il tuo concetto? :-|

    Lion ;)

    RispondiElimina
  120. X Giulio,
    questo è il link del Consolato brasiliano dove sono riportati i traduttori giuramentati:
    http://www.consuladobrasilroma.it/outras/tradutor.html

    Ma sei sicuro che vadano tradotti? (sul sito non dice nulla)
    La richiesta di visto per ricongiungimento la stai facendo in Italia o in Brasile?

    Marcofalco

    RispondiElimina
  121. ... Da questo momento però NON pubblichero ulteriori commenti ingiuriosi.

    Vive la Liberté!

    RispondiElimina
  122. Anonimo

    non so quale sia il tuo concetto di Libertà ne so dove sei stato educato ma a me sin da bambino , ed ho 56 anni , è stato insegnato che la mia libertà finisce dove comincia quella dell'altro Ed a te cosa è stato insegnato ?

    RispondiElimina
  123. PARECE QUE ESTOU LASCADO!
    Ragazzi,mi chiamo Cristian e ho iniziato la mia avventura con delle ferie in Brasile nel 2010. Da li ho iniziato a conoscere e sposare la belezza del Brasile e del popolo brasiliano.
    Dopo avere imparato il portoghese più o meno bene ho deciso di permanere in loco quest'anno per un periodo di due mesi dal 22 di Febbraio alla fine di Aprile(che poi sono diventati tre fino al 23 di Maggio)a Fortaleza (Jericoacoara) e se non era per qualche problema bancario avevo già avviato le pratiche per la mia domanda di visto permanente come investitore anche se non lo avevo programmato.
    Così ho deciso di ritornare al più presto possibile per non utilizzare tutti i 6 mesi che avevo a disposizione per poter poi ritornare in Brasile e avviare il tutto.
    Volevo ripartire a Settembre ma, dopo un ragionamento più lucido, avevo programmato di rientrare a Novembre,anche perchè così in base ai miei calcoli, sarei riuscito a fare le cose con calma avendo a disposizione 6 mesi.
    ORA...dopo aver sentito parlare ieri di questo cambio di disposizioni sul visto mi sono messo a leggere il blog ed ecco arrivare l'avvilizione più totale...
    Da quello che ho capito
    N1 non posso ritornare in Brasile prima del 22 Febbraio per il cambio di disposizioni;
    N2 in base alla RESOLUÇÃO NORMATIVA CNIG Nº 95/2011 non mi basterà fare un investimento di 150000 reais ma dovrei comprovare di dare lavoro a 10 persone cosa che, nell'azienda che vorrei creare, sarebbe inverosimile!
    VI PREGO DITEMI CHE HO CAPITO MALE!

    CRISTIAN

    RispondiElimina
  124. E aggiungo,dopo aver attentamente letto la storia delle vicissitudini burocratiche di Mary,che ringrazio perchè penso sia un buon monito per persone come me che vogliono trasferirsi in Brasile,non mi scoraggio ma é chiaro che sono rimasto inorridito!

    Ai ai que desafio vai ser!

    RispondiElimina
  125. LEGGETE CON ATTENZIONE E SOFFERMATEVI ALL' ART 5, DURATA DEL SOGGIORNO:
    COME VEDRETE E' STATO FATTO UN ARBITRARIO SOPRUSO DA PARTE DEL BRASILE NEI CONFRONTI DELL'ITALIA:

    13712/10 DT/ff
    DG H IT

    CONSIGLIO
    DELL'UNIONE EUROPEA
    Bruxelles, 28 settembre 2010

    Fascicolo interistituzionale:
    2010/0227 (NLE)

    13712/10





    VISA 218
    AMLAT 102






    ATTI LEGISLATIVI ED ALTRI STRUMENTI
    Oggetto: ACCORDO tra l'Unione europea e la Repubblica federativa del Brasile in materia
    di esenzione dal visto per soggiorni di breve durata per i titolari di passaporti
    EU/BR/it 1
    ACCORDO
    TRA L'UNIONE EUROPEA E
    LA REPUBBLICA FEDERATIVA DEL BRASILE
    IN MATERIA DI ESENZIONE DAL VISTO PER SOGGIORNI
    DI BREVE DURATA PER I TITOLARI DI PASSAPORTI ORDINARI

    EU/BR/it 2
    L'UNIONE EUROPEA, in appresso denominata "l'Unione",

    e

    LA REPUBBLICA FEDERATIVA DEL BRASILE, in appresso denominata "Brasile",

    in appresso denominate insieme "le parti contraenti",

    DESIDEROSE di garantire il principio di reciprocità e di agevolare gli spostamenti riconoscendo ai
    cittadini degli Stati membri dell'Unione e ai cittadini del Brasile condizioni di ingresso in esenzione
    dal visto per soggiorni di breve durata.

    RIBADENDO il loro impegno per assicurare il prima possibile la reciprocità in materia di
    esenzione dal visto, nel pieno rispetto delle rispettive procedure parlamentari e delle altre procedure
    interne.

    AL FINE DI rafforzare i vincoli di amicizia e rinsaldare ulteriormente gli stretti legami tra le parti
    contraenti.

    TENENDO CONTO del protocollo sulla posizione del Regno Unito e dell’Irlanda e del protocollo
    sull’integrazione dell’acquis di Schengen nell’ambito dell’Unione europea, allegati al trattato
    sull’Unione europea e al trattato sul funzionamento dell'Unione europea, e confermando che le
    disposizioni del presente accordo non si applicano al Regno Unito né all’Irlanda,

    HANNO CONVENUTO QUANTO SEGUE:

    EU/BR/it 3
    ARTICOLO 1
    Obiettivo

    I cittadini dell'Unione e i cittadini del Brasile titolari di un passaporto ordinario valido possono
    recarsi, transitare e soggiornare nel territorio dell'altra parte contraente, senza essere in possesso di
    visto, soltanto per turismo o affari per un periodo massimo di tre mesi su sei conformemente alle
    disposizioni del presente accordo.


    ARTICOLO 2
    Definizioni

    Ai fini del presente accordo valgono le seguenti definizioni:

    a) "Stato membro": qualsiasi Stato membro dell’Unione, ad eccezione del Regno Unito e
    dell’Irlanda;

    b) "cittadino dell’Unione": qualsiasi cittadino di uno Stato membro come definito alla lettera a);

    c) "cittadino brasiliano": chiunque possieda la cittadinanza brasiliana;

    d) "spazio Schengen": lo spazio senza frontiere interne comprendente i territori degli Stati
    membri come definiti alla lettera a) che attuano integralmente l’acquis di Schengen;

    EU/BR/it 4
    e) "acquis di Schengen": tutte le misure volte ad assicurare la libera circolazione delle persone in
    uno spazio senza frontiere interne, insieme a misure di accompagnamento direttamente
    collegate per quanto concerne i controlli alle frontiere esterne, l'asilo, l'immigrazione, la
    prevenzione della criminalità e la lotta contro quest'ultima.


    continua ...................................

    RispondiElimina
  126. ARTICOLO 3
    Ambito di applicazione

    1. Ai fini del presente accordo per "turismo e affari" si intendono:

    − attività turistiche;

    − visite a parenti;

    − il prospettarsi di opportunità commerciali, la partecipazione a riunioni, la firma di contratti e
    le attività finanziarie, amministrative e di gestione;

    − la partecipazione a riunioni, conferenze o seminari, purché i partecipanti non ricevano alcun
    compenso per le loro attività rispettivamente da fonti brasiliane o dell'Unione (ad eccezione
    delle spese di soggiorno corrisposte direttamente o tramite un'indennità giornaliera);

    − la partecipazione a competizioni sportive e artistiche, purché i partecipanti non ricevano alcun
    compenso rispettivamente da fonti brasiliane o dell'Unione, anche se le competizioni
    prevedono premi, compresi premi in denaro.

    EU/BR/it 5
    2. Il presente accordo non si applica ai cittadini dell'Unione e ai cittadini brasiliani che intendano
    svolgere attività remunerate o lavoro dipendente, impegnarsi nel campo della ricerca, partecipare a
    tirocini, seguire corsi di studio e operare in ambito sociale, o che desiderino dedicarsi ad attività di
    assistenza tecnica, ad attività missionarie, religiose o artistiche.


    ARTICOLO 4
    Condizioni di esenzione dal visto e condizioni di soggiorno

    1. L'esenzione dal visto di cui al presente accordo si applica ferme restando le leggi delle parti
    contraenti che stabiliscono le condizioni per l'ingresso e il soggiorno di breve durata. Gli Stati
    membri e il Brasile si riservano il diritto di rifiutare l’ingresso o il soggiorno di breve durata nei
    rispettivi territori qualora almeno una delle suddette condizioni non risulti soddisfatta.

    2. Durante il soggiorno i cittadini dell'Unione ammessi a beneficiare del presente accordo
    devono rispettare le disposizioni legislative e regolamentari in vigore nel territorio del Brasile.

    3. Durante il soggiorno i cittadini brasiliani ammessi a beneficiare del presente accordo devono
    rispettare le disposizioni legislative e regolamentari in vigore nel territorio di ciascuno Stato
    membro.

    4. L'esenzione dal visto si applica indipendentemente dal mezzo di trasporto utilizzato per
    attraversare le frontiere delle parti contraenti aperte al traffico internazionale di passeggeri.

    5. Fatto salvo l'articolo 7, alle questioni concernenti i visti che esulano dal presente accordo si
    applicano il diritto dell'Unione, il diritto nazionale degli Stati membri e il diritto nazionale
    brasiliano.

    EU/BR/it 6
    ARTICOLO 5
    Durata del soggiorno

    1. Ai fini del presente accordo, i cittadini dell’Unione possono soggiornare nel territorio del
    Brasile per un periodo massimo di tre mesi su sei a decorrere dalla data del loro primo ingresso nel
    territorio del paese.

    2. Ai fini del presente accordo i cittadini brasiliani possono soggiornare nello spazio Schengen
    per un periodo massimo di tre mesi su sei a decorrere dalla data del loro primo ingresso nel
    territorio di uno Stato membro che attua integralmente l’acquis di Schengen. Detto periodo di tre
    mesi su sei è calcolato indipendentemente della durata del soggiorno decorsa in uno Stato membro
    che non attua ancora integralmente l’acquis di Schengen.

    3. I cittadini brasiliani possono soggiornare nel territorio di ciascuno Stato membro che non
    attua ancora integralmente l’acquis di Schengen per un periodo massimo di tre mesi su sei a
    decorrere dalla data del loro primo ingresso, indipendentemente dalla durata calcolata per lo spazio
    Schengen.

    4. Il presente accordo non pregiudica la possibilità per il Brasile e per gli Stati membri di
    estendere oltre tre mesi la durata del soggiorno conformemente al diritto nazionale o dell'Unione.

    EU/BR/it 7


    continua .................................

    RispondiElimina
  127. Per l'Unione europea Per la Repubblica federativa del Brasile
    DICHIARAZIONE COMUNE
    SULLE INFORMAZIONI FORNITE AI CITTADINI
    RIGUARDANTI L’ACCORDO DI ESENZIONE DAL VISTO


    Riconoscendo l’importanza che riveste la trasparenza per i cittadini dell’Unione europea e per i
    cittadini brasiliani, le parti contraenti convengono di assicurare la piena divulgazione delle
    informazioni riguardanti il contenuto e le conseguenze del presente accordo di esenzione dal visto e
    relative questioni, quali i documenti di viaggio validi per l'esenzione dal visto, l'applicazione
    territoriale, compreso l'elenco degli Stati membri che attuano integralmente l'acquis di Schengen, la
    durata del soggiorno consentita e le condizioni di ingresso, incluso il diritto di ricorso in caso di
    rifiuto.


    Abraço,
    Lion ;)


    N.B.: NON RESTA CHE CONTINUARE A RECLAMARE ENERGICAMENTE IN TUTTE LE SEDI ISTITUZIONALI NAZIONALI, EUROPEE, MASS MEDIA ECC. AL FINE DI RIPRISTINARE QUANTO PRIMA I GIUSTI ACCORDI :)

    RispondiElimina
  128. X tutti

    riporto il contenuto di una interrogazione alla Farnesina dell'On. Fabio Porta , Deputato eletto nella Circoscrizione Estero America Meridionale .


    “Da luglio, gli italiani che chiedono il visto turistico per il Brasile sono sottoposti a un trattamento diverso rispetto ai cittadini degli altri paesi europei”. E’ quanto ha affermato l’on. Fabio Porta, eletto nella Circoscrizione America Meridionale della Circoscrizione Estero, motivando un’interrogazione presentata sull’argomento al Ministro degli Esteri.

    “Per decenni, infatti, agli italiani, come a tutti gli altri europei, era riconosciuto per ragioni turistiche una permanenza fino a sei mesi (90+90 giorni). Nell’ultimo aggiornamento che il Ministerio das Relacoes Exteriores brasiliano ha fatto della tabella relativa ai visti d’ingresso, invece, la durata della permanenza è stata praticamente dimezzata”.

    “Qual è la ragione di questo particolare trattamento?”, si è chiesto l’on. Porta. “Si possono fare diverse ipotesi, ma per non lasciare spazio a congetture, assieme ai colleghi Farina, Fedi, Garavini e Narducci, mi sono rivolto al Ministro degli Esteri per saperne di più e, soprattutto, per chiedere di avviare gli opportuni contatti con le autorità brasiliane per superare al più presto questa anomalia”.

    “Voglio ricordare – ha concluso Porta – che la questione ha una ricaduta più vasta di quanto si possa pensare. Anche se il visto è “turistico”, di esso si servono studenti per ragioni di studio e di ricerca, professionisti e imprenditori e mediatori commerciali per affari e soprattutto anziani, che scelgono il Brasile per permanenze prolungate in un ambiente climaticamente e socialmente ospitale. Molti di loro, anzi, hanno acquistato modeste abitazioni per alternare, secondo le stagioni, i periodi di riposo tra Italia e Brasile.

    Mi auguro, dunque, che al più presto si torni ad una condizione di uniformità di trattamento tra i cittadini di tutti i paesi europei, anche per superare situazioni polemiche e rimettere al centro le questioni reali e gli interessi concreti delle persone”.

    RispondiElimina
  129. seguiva:

    ARTICOLO 6
    Gestione dell’accordo

    1. Le parti contraenti istituiscono un comitato di esperti (in appresso denominato: il "comitato").

    Il comitato è composto di rappresentati dell'Unione e del Brasile. L'Unione è rappresentata dalla
    Commissione europea.

    2. Il comitato si riunisce, ogniqualvolta necessario, su richiesta di una delle parti contraenti per
    controllare l'attuazione del presente accordo e risolvere le controversie derivanti dall'interpretazione
    o dall'applicazione delle sue disposizioni.


    ARTICOLO 7
    Rapporto tra il presente accordo e gli accordi bilaterali
    di esenzione dal visto in vigore tra gli Stati membri e il Brasile

    Il presente accordo lascia impregiudicati gli accordi o le intese bilaterali conclusi tra i singoli Stati
    membri e il Brasile, nella misura in cui l'oggetto di tali accordi o intese esuli dall'ambito di
    applicazione del presente accordo.

    EU/BR/it 8
    ARTICOLO 8
    Scambio di fac-simile di passaporti

    1. Se non vi hanno già provveduto, entro trenta (30) giorni dalla data della firma del presente
    accordo il Brasile e gli Stati membri procedono allo scambio, per via diplomatica, di fac-simile dei
    propri passaporti ordinari validi.

    2. Nel caso di introduzione di nuovi passaporti ordinari o di modifica dei passaporti esistenti, le
    parti procedono allo scambio, per via diplomatica, dei fac-simile dei nuovi passaporti o dei
    passaporti modificati, corredati di informazioni dettagliate sulle specifiche e l'applicabilità, al più
    tardi trenta giorni (30) prima dell'introduzione.

    continua ..............................

    RispondiElimina
  130. seguiva:

    ARTICOLO 9
    Disposizioni finali

    1. Il presente accordo è ratificato o approvato dalle parti contraenti in conformità delle rispettive
    procedure interne ed entra in vigore il primo giorno del secondo mese successivo alla data in cui le
    parti contraenti si notificano l'avvenuto espletamento delle suddette procedure.

    2. Il presente accordo è concluso per un periodo indeterminato, salvo possibilità di denuncia ai
    sensi del paragrafo 5.

    3. Il presente accordo può essere modificato previo accordo scritto delle parti contraenti. Le
    modifiche entrano in vigore dopo che le parti contraenti si sono notificate l’avvenuto espletamento
    delle procedure interne necessarie a tal fine.

    EU/BR/it 9
    4. Ciascuna parte contraente può sospendere in tutto o in parte il presente accordo. La decisione
    sulla sospensione è notificata alla controparte al più tardi due mesi prima della sua entrata in vigore.
    Una volta cessati i motivi della sospensione, la parte contraente che ha sospeso l’accordo ne
    informa immediatamente la controparte.

    5. Ciascuna parte contraente può denunciare il presente accordo tramite notifica scritta alla
    controparte. L'accordo cessa di essere in vigore 90 giorni dopo la data della notifica.

    6. Il Brasile può sospendere o denunciare il presente accordo solo nei confronti di tutti gli Stati
    membri dell'Unione.

    7. L'Unione può sospendere o denunciare il presente accordo solo per quel che riguarda gli Stati
    membri nel loro insieme.


    Fatto a Bruxelles, in duplice esemplare nelle lingue bulgara, ceca, danese, tedesca, estone, greca,
    spagnola, francese, italiana, lettone, lituana, ungherese, maltese, olandese, polacca, portoghese,
    rumena, slovena, slovacca, finlandese, svedese e inglese, ciascun testo facente ugualmente fede.

    DOPO L'ART. 9, C'è LA CONCLUSIONE DELLE 23.49

    Abraco, Lion ;)


    LA FONTE DEL TRATTATO :
    http://register.consilium.europa.eu/pdf/it/10/st13/st13712.it10.pdf

    RispondiElimina
  131. X Mary

    Corretto, ha compreso perfettamente quanto ho scritto, anche l'osservazione dei 600K reais è corretta, del resto essendo una cifra spartiacque bastano pochi reais in più o in meno e mutano totalmente le disposizioni attuative.

    Rimane da chiarire come abbia potuto ottenere un visto a validità indeterminata alla prima richiesta, non sarà che beneficia delle eccezioni legate all'età? La invito a leggere il post scritto da -ottoaprile- il 13 agosto 2011 17:22 sul link http://www.vivereinbrasile.com/2011/07/come-prendere-il-visto-permanente-in.html.

    P.S. Non mi consideri una persona invadente o scostumata, nello scrivere "Rimane da chiarire..." non voglio assolutamente sindacare sul suo visto, anzi ne sono felicissimo e se mi permette l'abbraccio augurandole buona fortuna per l'attività che intende avviare in Brasile.

    Mauro2

    RispondiElimina
  132. Ma è mai possibile che il nostro ministro non ha capito nulla....

    http://195.110.133.122/media/20110928/20110928-CANALE_5-TG5_1300-131726327a.asf.html

    NON E' PIù SEMESTRALE MA ANNUALE , L'HANNO CAMBIATO I BRASILIANI ARBITRARIAMENTE, solo a noi!!!

    ASSURDO!!

    Lion ;)

    RispondiElimina
  133. Guarda Mauro2, nemmeno io ho capito molto sul nostro visto, dato il casino successo potrebbe essere successo di tutto, ma sono contenta di averlo e di riuscire a partire.
    Ormai però non ho nessuna intenzione di chiarire nulla, mi presenterò alla Polizia Federale la prossima settimana e sentirò la "nuova" versione.
    In effetti leggendo il blog di Antonio, potrebbe anche essere che avendo noi 47/48 anni ci abbiano "condonato" un visto a tempo indeterminato perchè quasi anzianotti ! chissà, non credo comunque sia quello.
    In effetti sul visto che ho appena ritirato c'è scritto a tempo INDETERMINATO, ma c'è anche scritto che dopo 3 anni devo presentarmi alla Polizia Federal per questo "procedimentos de prorrogação de estada no Brasil" null'altro, quindi non so se mi controlleranno il piano di lavoro o altro, ma dato che in Brasile ogni persona che incontri si inventa la sua verità sentirò la verità della Polizia e poi vi racconterò. Oggi comunque allo sportello mi hanno pure detto che io sono STATA FORTUNATA che di solito va anche molto peggio... figuriamoci...certo che se dovevo aspettare loro e il loro aiuto....VOGLIA DI FARE SALTAMI ADDOSSO...

    RispondiElimina
  134. x ottoaprile e amici del blog

    uno si illude che possano risolvere la cosa poi sente l'intervista del Ministro degli esteri italiano e ti cade il mondo addoso. qui, il minkia ci vuole, meritano di essere mandati a quel Paese!!! da questo momento se non ho novità rilevanti, neanche ho più voglia di postare nulla.
    um abraço,
    Lion

    RispondiElimina
  135. ma scusate... cosa vuol dire i cittadini europei possono soggiornare 3 mesi su sei....
    poi: allora tutti nell'unione europea? non sono riuscito a capire bene scusate.... se qualcuno mi spiega in modo che io capisca grazie...

    RispondiElimina
  136. gentilissimo Corrado,
    gradirei che la smettessi di importunarmi anche sul mio profilo di FB.
    Ho già provveduto a bloccarti, ma volevo chiarire anche qui.
    grazie

    RispondiElimina
  137. X Lion,
    in merito alla normativa che hai riportato, all'articolo 9 si parla di procedure da espletare per l'entrata in vigore del trattato.
    Sai mica se sono state espletate?
    Quanto a quel lecchino mentecatto servo sciocco di Frattini, non potevamo aspettarci nulla di buono.
    Marcofalco

    RispondiElimina
  138. x Marcofalco

    A quanto pare a breve , speriamo !!!
    questo trattato è stato redatto lo scorso anno ma sembrerebbe che si aspetta la ratifica del governo brasiliano.

    Abraço,
    Lion

    RispondiElimina
  139. Salve a tutti, mi chiamo Marco, vivo e lavoro a Natal da quasi 8 anni e mi permetto solo di presentarmi poichè questo Blog, il suo moderatore e gran parte degli intervenenti sono stati per me una piacevole scoperta.

    D'ora in poi continuerò a seguire il blog con interesse, approfittando in senso buono delle altrui esperienze (positive o negative che siano)e cercando di dare chiaramente anche il mio piccolo contributo grazie agli anni finora trascorsi in questo paese che amo e che, nel bene o nel male, mi ha permesso di trovare una dimensione ideale.

    Per ciò che mi riguarda, confermo che la legge dei 90 giorni improrogabili finora si è dimostrata retrottiva e confermo anche che il visto "permanente" per motivi di lavoro è soggetto a rinnovo (il terzo rinnovo dovrebbe essere quello definitivo, nel mio caso dopo i primi 5 anni, ora diventati 3, mi è stato rinnovato di altri 9) e bisogna presentare alla polizia federale tutta la documentazione necessaria a comprovare che si è investito e si sta continuando ad investire, apportando denaro, lavoro proprio e creando posti di lavoro ai brasiliani (provato sulla mia pelle e presentato pacchi di documenti in proposito).

    Quello che posso dire, almeno per ciò che mi riguarda, é che se si ha una buona capacità di adattamento, due soldini in tasca (è brutto dirlo ma è la verità e soprattutto si seguono le regole, nonostante le difficoltà che si incontrano il Brasile ti permette di guadagnare e di stare bene.
    Scordiamoci che é il terzo mondo e non dimentichiamoci mai, invece, che siamo e saremo sempre ospiti a casa di qualcun altro. Comportiamoci quindi come tali.

    RispondiElimina
  140. X TUTTI:

    RAGAZZI FORSE BUONE NOTIZIE. CHI CI CAPISCE E' BRAVO:

    http://www.portalconsular.mre.gov.br/antes/quadro-geral-de-regime-de-vistos-1

    :-|

    RispondiElimina
  141. Ho parlato con un'addetta del consolato Brasiliano a Roma.
    CON CERTEZZA IL VISTO E' STATO RIPRISTINATO A 3+3 MESI.
    In particolare la normativa e' arrivata stamattina al consolato Brasiliano.
    DIREI FINALMENTE!!

    RispondiElimina
  142. x tutti

    è stato modificato Entrance Visas in Brazil.
    Nel nuovo schema è stato asportato l'improrogabile anno per l'italia ed asterisco x tutti i Paesi tranne Francia!!!!:
    http://www.portalconsular.mre.gov.br/antes/quadro-geral-de-regime-de-vistos-1

    se le leggi sono queste :
    Lei n.º 6.815, de 19 de agosto de 1980.
    - Decreto n.º 86.175, de 10 de dezembro de 1981.

    in rif. alla legge specifica:
    "Os estrangeiros em viagem de turismo ao Brasil poderão aqui permanecer por um prazo máximo de 90 (noventa) dias, prorrogável por igual período. Assim, podem permanecer 180 (cento e oitenta) dias a cada 12 (meses), contados da primeira entrada no Brasil.

    Para a prorrogação do prazo de estada, o pedido deve ser feito à Polícia Federal antes da expiração do prazo de estada inicial."

    forse è tornato tutto come prima!!!
    abraço,
    Lion


    Si sollecitano interpretazioni :D

    RispondiElimina
  143. ciao a tutti, mi chiamo sara e spero possiate risolvermi un quesito: a febbraio 2011 dovrei partire per un periodo di 4 mesi con il mio ragazzo per un viaggio in brasile, se faccio un biglietto di ritorno modificabile e riparto dal brasile dopo aver fatto un mese da "clandestina" cosa mi può succedere al momento della partenza in aereoporto?

    RispondiElimina
  144. x Anonimo

    non ti succederà nulla perchè non puoi viaggiare indietro nel tempo Febbraio 2011 è già passato :).

    A parte gli scherzi sembra che la legge sia stata nuovamente modificata e pertanto potrai trascorrere 4 mesi NON da clandestina .

    RispondiElimina
  145. qui sè riportata la legge di rif :

    http://www.emdoc.com/?m=3&s=2

    Lei n.º 6.815, de 19 de agosto de 1980.
    - Decreto n.º 86.175, de 10 de dezembro de 1981.

    Abraço,
    Lion

    RispondiElimina
  146. BOA NOITE VOU ESCREVER EM PORTUGUES PARA SER ESPECIFICO.
    O MEU COMPANHO FOI PARA O BRASIL EM 29/10/2010.RENOVOU PARA MAS 3 MESES E SAIU DO BRASIL EM 09/04/2011.
    SO QUE NOS JA COMPRAMOS A PASSAGEM PARA VOLTAR AGORA E FAZER MAS 6 MESES.
    NOS DEVEMOS PARTIR AGORA DIA 29/10/2011.E VOLTAR DIA 09/04/2012.
    ESTAMOS MUITOS PREOCUPADOS COM ESSA NOVA LEI.PQ ELE ESTA COM MEDO DE PARTIR.
    SE REALMENTE ELE PARTIR O QUE PODE ACONTECER QUANDO ELE CHEGAR NO AEROPORTO DO RIO DE JANEIRO.
    OU SE ELE NAO PARTIR SO PODE VOLTAR PARA O BRASIL SO EM JANEIRO DE 2012.PQ FOI AULTIMA ENTRADA DELE NO CASO DA LEI..GOSTARIA QUE OTTOAPRILE ME RESPONDE.SE PQ FALOU QUE MUDOU DE NOVO.
    PODE ME CHAMAR POUSADA DEL SOLE

    RispondiElimina
  147. Sono con gli stesse problemi di pousada del sole
    Qualcuno potrebbere aiutarti?

    RispondiElimina
  148. ciao,
    sono luca ho investito 150.000 euro in immobili in brasile,
    vorrei sapere come posso fare per prendere il visto permanente, aprire conto in banca.
    ho fatto domanda per rne, 11000 reais....
    ho aperto una pousada, ma nn ci sto capendo piu nulla, anche perche la mia procuradora mi rende tuttto difficile

    RispondiElimina
  149. Per Marcofalco,
    La richiesta di visto la sto facendo in Italia ed in Consolato mi chiedono i documenti tradotti e asseverati.
    Faccio questo visto (matrimonio da oltre 5 anni) per superare il problema della permanenza max di 90 giorni che però adesso sembra ritornata a 90+90. Nei prossimi giorni consegnerò tutti i documenti in Consolato, speriamo bene.
    Grazie a tutti.
    Giulio
    Giulio

    RispondiElimina
  150. Ciao Luca

    la tua è una strana domanda . Hai investito in Brasile 150 000 EURO ovvero circa 350 000 REALS . aperto una pousada , nominata una procuratrice , letto il BLOG ( Almeno spero ) e non sai come prendere il visto permanente ?

    Spiegati meglio per favore .

    RispondiElimina
  151. CIAO AMICI.
    QUERO UM ESCLARECIMENTO.DESEJO NAO QUERO?SE POSSIVEL.
    FOI CANCELADO OS 90 DIAS?VOLTO A SER COMO ANTES?
    90+90?
    EU SOU GAY O MEU NAMORADO E ITALIANO.E COMPRAMOS UMA CASA NO BRASIL EM SALVADOR ONDE FIZEMOS UMA POUSADA.ELE SO PODE FICAR NO BRASIL 6 MESE PARA ME AJUDAR.
    NOS ESTAMOS VOLTANDO AGORA DIA 15 DE OUTUBRO.
    VAMOS FAZER A UNIAO ESTAVEL,PQ NO BRASIL OS GAYS JA PODEM FAZER UNIAO ESTAVEL.
    SEI QUE E UMA LEI NOVA TB.
    SEI QUE NAO E DA SUA PARTE ESSAS COISAS.
    MAS VC ACHA QUE COMO A LEI E IGUAL PARA TODOS ELE PODE TER O VISTO PERMANTE?
    NAO QUEREMOS MORAR DEFINITVO EM NO BRASIL
    SO NAO QUREMOS FICAR COME ESSA PREOCUPAçAO DE VISTO.
    SEI QUE NAO ITALIA NAO E VALIDO ESSA LEI
    MAS NAO IMPORTA.IMPORTANTE E ELE.
    O SENHOR PODE ME FAZER ALGUM ESCLARECIMENTO

    RispondiElimina
  152. X Giulio,
    pensandoci bene giustamente il Consolato dovrà poi trasmettere i documenti a Brasilia prima di ricevere l'ok per consegnarti il visto quindi devono essere tradotti. L'elenco dei traduttori accreditati lo trovi sui siti dei Consolati (Roma o Milano). Certo traducendoli in Brasile credo che avresti speso qualcosa in meno.... mas fezer o que?
    Tieni presente che l'RNE per casamento ha come presupposto che tu risieda in Brasile per cui dovrai fornire alla Policia Federal un indirizzo di residenza in Brasile e sarebbe bene che tu permanga lì per il periodo intercorrente tra l'ingresso in Brasile e la consegna dell'RNE definitivo (dovrebbero volerci circa 180 giorni che io sappia). In caso contrario, ossia che tu esca dal Brasile prima della consegna dell'RNE, sarà meglio avvisare la PF che stai recandoti momentaneamente all'estero per evitare che non ti trovino in caso di controlli. Nel tuo caso non dovrebbero fare il sopralluogo ma non si sa mai, meglio avvisare, non costa nulla.
    Tieni anche presente che con l'RNE, oltre che poter stare quanto vuoi in Brasile, hai altri 2 benefici: eviti la fila dei non brasiliani in aereoporto e puoi aprire un conto in banca!
    Buona fortuna e tienici informati sulla tua pratica. Potrebbe tornare utile ad altri (me compreso) sapere esattamente come funziona il tuo iter burocratico (modalità e tempi).
    un saluto
    Marco

    RispondiElimina
  153. Visto turistico ripristinato a 180 giorni, sono appena tornato dalla polizia federale e me lo hanno confermato direttamente oggi 11 ottobre 2011.

    RispondiElimina
  154. @Marcofalco ,
    potresti specificare le fonti governative dove si dice che col visto permanente si fa la fila insieme ai brasiliani entrando in Brasile e non coi gringos, mi risulta guardando in giro che varia da aeroporto a aeroporto, o se viaggi con coniuge brasiliano , bambini etc..o che e´permesso ma nessuno cita dove sta scritto, link please

    RispondiElimina
  155. marco natalbrasil penso che oggi tu abbia fatto felice migliaia di persone è sicuro vero??
    grazie mille....

    RispondiElimina
  156. X ottoaprile.
    Ciao sono sempre io.
    Siccome sono stato purtroppo sommerso da un mucchio di post non ho avuto risposta.
    Vabbè...per quanto riguarda il visto mi sembra che le cose si siano messe di nuovo bene, ma per quanto riguarda la domanda di visto permanente come investitore insomma dovrei assumere per lo meno 10 operai?
    Se potete rispondetemi
    GRAZIE

    Cristian

    RispondiElimina
  157. posso confermare che con il documento rne qui a rio si fa' una fila differenziata.c'e' scritto residenti

    RispondiElimina
  158. X Anonimo delle 12:12

    il visto per turismo è stato ripristinato a 90+90 giorni pertanto non devi preoccuparti .

    Circa il visto per Uniao Estavel esiste in Brasile questa legge e pertanto dovete andare alla PF di Salvadore e chiedere quale documentazione produrre .

    Auguri

    RispondiElimina
  159. x cristian
    se richiedi il visto permanente come investitore individuale(pessoa fisica)e trasferisci R$150000(o piu') in una ditta gia' esistente o nuova non c'e' un numero stabilito di persone da impiegare. Purtroppo molti fanno confusione e mischiano i dettami di 3 normative. Quella a cui devi fare riferimento e' la numero 84 del febbraio 2009 almeno finche' non viene sostituita da una piu' recente.L'importante e' che l'attivita' sia reale e potenzialmente possa dare rendita(quindi pagare tasse al governo)e qualche posto di lavoro per brasiliani.Il procedimento puoi farlo da solo ma se non hai dimestichezza con la lingua,burocrazia etc.. e' meglio che ti affidi ad un'agenzia con dimostrabile esperienza.Qui a Rio in genere la pratica viene svolta per R$3500 piu' spese di documentazione varie(legalizzazioni,traduzioni etc..)Se ti rivolgi ad avvocati la somma puo' tranquillamente triplicare.Sono venuto a conoscenza di alcune agenzie che offrono delle scorciatoie che reputo pericolose.Come gia' detto piu' volte da Antonio,lo scopo di un forum e' dare delle info generali in quanto entrare in dettaglio diventa complicato.

    RispondiElimina
  160. X Anonimo delle 10:36 dell'11 ottobre,
    Per quanto ne so non esistono "fonti governative", ossia leggi o normative, che regolano le file in aereoporto. E' la PF che divide in base ai controlli di frontiera necessari. In alcuni aereoporti c'è scritto residentes no Brasil/estrangeros, in altri aereoporti trovi scritto semplicemente brasileiros/estrangeiros. Ma la sostanza del discorso non cambia: ai fini degli adempimenti di frontiera la distinzione la fa il fatto che essendo titolare di RNE sei anche residente in Brasile (a tutti gli effetti, anche fiscali ad esempio) per cui NON soggetto a visto di ingresso. La cittadinanza brasiliana o meno non c'entra nulla.
    Per tranquillizzarti posso dirti che io a Salvador sono passato con i brasiliani anche senza RNE ma solo perchè stavo con mia moglie brasiliana e la PF non ha eccepito.
    Lo stesso criterio logico ho verificato che viene anche applicato all'ingresso di un brasiliano in area Shengen.
    Marco

    RispondiElimina
  161. Cristian umica13 ottobre 2011 03:44

    Grazie per il consiglio Mitico(guido)
    Troppo gentile...e grazie ad ottoaprile che ha creato questo blog utilissimo!!!!

    RispondiElimina
  162. Grazie Guido.In verità però ho trovato proprio qui su questa pagina del blog (data da Mauro 2 il 30 settembre 2011)questa normativa nuova di zecca ( www.tributosdodf.com.br/index.php/content/view/21114.html. )in cui alla fine sembra specificare una clausola che obbliga all'assunzione di 10 operai, se hai tempo dagli un'occhiata. E siccome io vorrei aprire un piccolo "Allugo de quadriciclos"non riuscirei ad assumere così tante persone.
    Per quanto riguarda la pratica da avviare mi ero rivolto,li a Fortaleza, a un avvocato (italiano)che mi ha sparato 7500 reais più spese. Poi ho trovato una "Camera di commercio"che me ne ha chiesti 5000 ma non so quanta esperienza abbia e nemmeno non ho credenziali su quest'ultima. Anzi se qualcuno sapesse qualcosa in merito mi faccia sapere: CAMERA DI COMMERCIO ITALO-BRASILIANA regione nordest (sta attaccata al consolato a Fortaleza).
    Ma quelle agenzie di cui mi parli di Rio sono Brasiliane? Sono forse degli enti che potrei trovare anche a Fortaleza?
    Ringrazio Guido e chiunque potesse rispondermi anticipatamente.
    Cristian

    RispondiElimina
  163. x cristian: come gia' ti dicevo si crea sempre confusione tra le diverse normative.quella che interessa te e' la numero 84 del febbraio 2009. quando una nuova uscira' dovrai leggere che sostituisca questa.le agenzie di cui ti parlavo sono brasiliane e si occupano di tutte le tipologie di visti tra cui quello che interessa te.(io per il momento mi occupo solo di quello per studenti)Tieni presente quando compari i prezzi se per caso non hanno anche incluso le pratiche di apertura della ditta(circa R$2500)se vuoi puoi contattarmi su skype .ciao e auguri

    RispondiElimina
  164. salve, ho letto con piacere che sono stai ripristinati i 90+90 gg a disposizione con visto turistico; volevo esporre il mio caso se gentilemate qcuno puo consigliarmi o vissuto esperienza simile ... il mio primo ingresso risale al 5 dic 2010 uscito 28 feb 2011; secondo ingresso 7 maggio 2011 - uscito 28 lug 2011 ... totale gg dal primo ingresso 167 di soggiorno in brasile ne rimarebbero 13 ... tra pochi giorni rientro in brasile che rischio ? ... mi apporranno un prazo sul passaporto? e se questo prazo lo sforo a cosa vado incontro? solo multa? ... ringrazio vivamente a chi mi puo darmi consigli pratici

    enzo

    RispondiElimina
  165. X Cristian

    Le regole riportata sul link www.tributosdodf.com.br/index.php/content/view/21114.html valgono solo ( ripeto SOLAMENTE) per chi richiede il visto come -AMMINISTRATORI, DIRETTORI O GERENTI DI IMPRESA-.
    Chi presenta domanda di visto come -INVESTITORE- deve rispettare la risoluzione riportata sul link www.brasilglobalnet.gov.br/ARQUIVOS/Outros/RN84p.pdf

    Ciao a tutti
    Mauro2

    RispondiElimina
  166. X Enzo,
    le risposte ai tuoi quesiti le trovi nella legge del 1980 che trovi a questo link:
    http://www.planalto.gov.br/ccivil_03/leis/L6815.htm

    saluti
    Marcofalco

    RispondiElimina
  167. X Guido.
    Grazie,sono a caccia di consigli e di esperienze vissute prima di partire, perchè quando le conosci le cose ti senti più calmo ed é più difficile cadere nelle mani sbagliate.
    Ti lascio la mia mail così mi puoi mandare l'indirizzo skype.
    Di nuovo grazie
    Cristian
    j.j.bintar@tiscali.it

    RispondiElimina
  168. X Marcofalco,
    ho portato tutti i documenti legalizzati, tradotti e asseverati in Consolato a Milano ed ho portato anche mia moglie per firmare la dichiarazione di responsabilità. Mi hanno detto che potrò ritirare il passaporto con il visto Giovedì 20/10. Sembra tutto ok, ma fino a quando non ritiro il passaporto con il visto non canto vittoria. Alla consegna del passaporto mi daranno anche una carta da compilare e consegnare alla Policia Federal. Per il resto con il visto potrò aprire una società senza soci brasiliani e investendo il capitale che vorrò e potrò assumere il personale che riterrò necessario senza particolari vincoli. Dovrò fermarmi almeno 180 giorni, tempo richiesto dalla PF per un eventuale controllo per poi ricevere la carta d'identità brasiliana, poi sarò libero di uscire dal Brasile senza particolari problemi. Così sono le informazioni che ho, poi vi aggiornerò.
    Per il resto grazie a tutti Specialmente a Marcofalco e Ottoaprile.
    Giulio

    RispondiElimina
  169. X Giulio

    grazie a te che hai condiviso con tutti noi la tua esperienza aiutando cosi decine e decine di altri amici .

    Saluti ed auguri

    RispondiElimina
  170. X giulio,in base alla mia esperienza,uguale alla tua,posso confermare tutto,l'unica cosa che posso dirti è che non avrai nessuna visita da parte della pf.Dopo i 180gg avrai la CIE,con classificazione permanente ma con validade fino al 2020...da rinnovare comunque tranquillamente, come una semplice scadenza di una nostra carta d'identità

    RispondiElimina
  171. Complimenti per il blog, che riunisce segnalazioni, consigli e spranze.

    A quacuno risultano specifiche norme sul prossimo ingresso in Brasile sia da considerarsi improrogabilmente il 1 di gennaio, o è consentito anche in novembre, per coloro che sono usciti in aprile?

    Segnalo inoltre foto, link e racconti di storie e vicissitudini brasiliane sul sito:

    www.maxbonaventura.it

    A presto

    XCHRIS

    RispondiElimina
  172. Cristian umica17 ottobre 2011 11:01

    Ciao ottoaprile rieccomi a scriverti con tanto piacere,volevo farti una domanda sul passaporto per capire quanti mesi ho ancora a disposizione per il nuovo anno 2011 ti scrivo qui sotto le date d'ingresso e uscite fatte nel 2010 in modo che tu possa dirmi come calcolare i mesi quando possa rientrare in brasile avendo i 180 giorni completi grazie in anticipo per la tua delucidazione

    DATA INGRESSO 17\1\2010 USCITA 20\2\2010
    DATA INGRESSO 16\7\2010 UCISTA 12\10\2010

    In base a queste date vorrei sapere quando posso rientrare in brasile e quanto tempo avro' per restarci o quando avro' tutti e 180 giorni a disposizione.

    RispondiElimina
  173. Ciao Cristian

    la veccha legge è stata ripristinata e pertanto siperati i 90 gg in Brasile puoi chiedere alla PF una proroga di ulteriori 90gg .
    Tu hai già superato nel 2010 il limite dei 90gg e pertanto ti chiedo : come sei rimasto in Brasile ?Da abusivo o sei stato alla PF per la proroga ?

    RispondiElimina
  174. Cristian umica18 ottobre 2011 03:28

    Ciao Ottoaprile grazie per avermi risposto.
    Io sono uscito dal brasile come ti ho scritto nel precedente post non entro in brasile dall'ultima uscita che è stata 12\10\2010...ecco perche' ti ho chiesto ora rientrando a gennaio 2012 posso dinuovo rifare i 90+90 giorni?...io ora sono in Italia..sono il primo che rispetta le leggi e mai resterei da abusivo o clandestino in brasile :) non è
    per me...se gentilmente mi potresti dire in
    base alle date che ti ho riporato, quanto ora posso stare in brasile tornando a gennaio

    DATA INGRESSO 17\1\2010 USCITA 20\2\2010
    DATA INGRESSO 16\7\2010 UCISTA 12\10\2010

    QUESTE SONO LE DATE D'INGRESSO E USCITA CHE HO FATTO NEL 2010..POI NON CI SONO PIU' TORNATO. E VOGLIO TORNARCI A GENNAIO...QUANTO POTREI RESTARE?

    RispondiElimina
  175. Ciao Cristian

    la regola generale è : tornare indietro di un anno rispetto alla data in cui si vuole partire e verificare se in quel lasso di tempo hai esaurito o meno i 90gg ( La proroga infatti la devi chiedere quando sei in Brasile e non dall'Italia ) .

    Nel tuo caso che parti il Gennaio 2012 devi tornare indietro sino a Gennaio 2011 . In questo periodo tu non hai trascorso nemmeno un giorno in Brasile e pertanto non hai alcun problema ad entrare e goderti i tuoi 90+90 gg . Naturalmente devi avere il passaporto in regola .

    RispondiElimina
  176. Cristian umica18 ottobre 2011 09:00

    Grazie ottoaprile mi hai dato una bellissima notizia!!!! grazie di vero cuore :)

    RispondiElimina
  177. Vi ringrazio per questo blog, molto interessante, e vorrei sottoporvi un quesito. L'ultima mia visita in Brasile è iniziata il 10-12-2010 e si è conclusa il 4-4-2011. Alla frontiera mi hanno detto che al mio ritorno dovrò pagare tot reais per i 24 giorni in più dei 90 regolamentari, in quanto non ho richiesto la proroga (non lo sapevo). Avrei pertanto due domande, e mi rivolgo a voi perchè col consolato di Milano non ho cavato nulla.
    1 La multa pregressa la potrò pagare direttamente al mio ritorno in Brasile?
    2 Posso rientrare in Brasile a metà novembre di quest'anno e per quanto tempo?
    3 Se - per esempio - io esco dal Brasile, vado in Argentina 15 giorni, e poi torno in Brasile, il conteggio dei giorni concessi dal visto si interrompe oppure no?
    Grazie dell'attenzione e un abbraccio
    enrico

    RispondiElimina
  178. otto aprile, se vedi il mio post precedente con qualche domanda sui visti, anonimo e firmato enrico, rispondimi per favore perchè non so che fare. Potrebbe essere utile incaricare un amico che prenda informazioni dalla policia federal a guarulhos, visto che qui a Milano io non ci riesco? grazie e scusa l'insistenza
    enrico

    RispondiElimina
  179. Ciao Enrico

    purtroppo non sono in grado di risponderti e pertanto giro le tue domande agli amici del Blog .

    RispondiElimina
  180. X Enrico,
    leggi la Legge 6815 del 1980 che ho più volte citato nei miei posts. In particolare l'art. 26.

    http://www.planalto.gov.br/ccivil_03/leis/L6815.htm

    La multa avresti dovuto pagarla prima di uscire ed ora la devi pagare con gli interessi prima di poter rientrare. Chiedi a qualcuno di pagartela e mandarti il comprovante così da poterlo esibire all'ingresso.
    Se hai già trascorso 114 giorni in Brasile negli ultimi 360 vuol dire che, teoricamente salvo provvedimenti restrittivi, puoi farne ulteriori 66 (180 - 114).
    Credo che i giorni trascorsi in Argentina sospendano il conteggio dei 90+90 ma non è che ricominciano daccapo. Per conferma chiedi comunque alla PF.
    ciao
    Marco

    RispondiElimina
  181. grazie MarcoFalco
    enrico

    RispondiElimina
  182. ciao a tutti sono Arianna.. mi è appena capitata uno spiacevolissssimo inconveniente sono apena stata mandata indietro dalla biglietteria della Luftansa all'areoporto di Venezia .. Avevo un biglietto per 20 giorni per Salvador.
    L'lutima volta che son stata in Brasile ho fatto 3 mesi e da quel ritorno sono passati 180 giorni (come mi ha detto la polizia federale in brasile: devono passare 180 gg prima di rientrare) ma ora che le cose sono cambiate secondo la compagnia aerea io non posso rientre prima di un anno..e quindi mi sono fregat aun biglitto e il soggiorno .. chiedo a voi che ne sapete un pò di più .. la comapgnia ha ragione? perchè mi sembrano tutti poco informati, ed è stato facile per loro rimandarmi a casa così! dicendomi che la mia permaneza in brasile di 3 mesi e già stata consumata ora devo aspettare un anno dalla mia prima partenza.( io son stata a salvador dal 18 gennaio al 17 aprile)ora dovevo aspettare il 18 gennaio 2012.
    A Qualquno che sappia rispondermi ..
    GRazie Arianna disperata per un sogno crollato così velocemente!

    RispondiElimina
  183. Ciao Arianna

    la legge dei 90+90 gg per il visto turistico è stata ripristinata ma molti dimenticano che i secondi 90gg sono di proroga e vanno chiesti in Brasile all'ufficio della PF . Pertanto se tu hai già consumato tutti i primi 90 gg NON puoi rientrare in Brasile prima di un anno . Diverso è il caso di quei paesi per i quali l'accordo è 90 gg OGNI SEI MESI .

    RispondiElimina
  184. nao è assim nao rapaz!! ottoaprile la legge è stata modificata come prima, guarda Entrance Visas in Brazil, aggiornato:

    http://www.portalconsular.mre.gov.br/antes/quadro-geral-de-regime-de-vistos-1

    abraço,
    Lion

    RispondiElimina
  185. Ciao Lion

    grazie della annotazione ma la legge è stata modificata appena 3 giorni fa e probabilmente non a tutte le frontiere è arrivata la circolare . Prima era 8 ( senza asterisco ) ovvero 90gg all'anno con possibilità di proroga per altri 90gg .

    RispondiElimina
  186. @enrico , quoto le risposte di Antonio a Cristian e Arianna , fai attenzione

    "Ciao Cristian

    la regola generale è : tornare indietro di un anno rispetto alla data in cui si vuole partire e verificare se in quel lasso di tempo hai esaurito o meno i 90gg ( La proroga infatti la devi chiedere quando sei in Brasile e non dall'Italia ) .

    Nel tuo caso che parti il Gennaio 2012 devi tornare indietro sino a Gennaio 2011 . In questo periodo tu non hai trascorso nemmeno un giorno in Brasile e pertanto non hai alcun problema ad entrare e goderti i tuoi 90+90 gg . Naturalmente devi avere il passaporto in regola.

    Ciao Arianna,
    la legge dei 90+90 gg per il visto turistico è stata ripristinata ma molti dimenticano che i secondi 90gg sono di proroga e vanno chiesti in Brasile all'ufficio della PF . Pertanto se tu hai già consumato tutti i primi 90 gg NON puoi rientrare in Brasile prima di un anno . Diverso è il caso di quei paesi per i quali l'accordo è 90 gg OGNI SEI "

    RispondiElimina
  187. Scusate la presicazione, però mi sembra che non sia tornato TUTTO come prima.
    Prima era 90+90 anche consecutivi, bastava chiedere la prorroga ala ploicia federal, adesso io capisco che sono 90 ogni 6 mesi, ossia fatti i 90 giorni devi tornare a casa.
    Certo, non dovrai aspettare un anno ma solo sei mesi, ma comunque dopo i 90 giorni devi uscire...
    O sbaglio???

    RispondiElimina
  188. Sbagli Patrizio, x fortuna è tornato tutto come prima. sono stati postati i link dove è tutto spiegato ;)
    abraço
    Lion

    RispondiElimina
  189. LION,
    è proprio dal tuo link che vedo quanto detto sopra, ho scaricato la circolare aggiornata al 24 Ottobre e interpreto che tutti i paesi Europei possono avere un permesso per turismo di 90 gg, solo Francia e Italia, in questa ultima circolare, possono avere 90 giorni ogni 6 mesi ( almeno questo è il significato dell'asterisco)
    Sbaglio ancora??
    Grazie

    RispondiElimina
  190. Quà non si capisce piu' niente, è possibile che non ci sia un competente che spieghi bene come ci si deve conportare, senza buttare dei soldi per il biglietto aereo, e tornarsene a casa dispiaciuti.chi ha competenze scriva con chiarezza quanto tempo vale questo benedetto visto grazie.

    RispondiElimina
  191. si Patrizio, devi leggere oltre alla tabella anche la legge di rif.
    l'avevo postata:
    qui è riportata la legge di rif :

    http://www.emdoc.com/?m=3&s=2

    Lei n.º 6.815, de 19 de agosto de 1980.
    - Decreto n.º 86.175, de 10 de dezembro de 1981.

    Abraço,
    Lion

    RispondiElimina
  192. Ho visto Grazie.
    Ho visto anche questa dicitura nella legge da te citata, al paragrafo "visto per turismo":
    O visto de turista é, normalmente, concedido por até cinco anos e permite múltiplas entradas.

    Sai a cosa si riferisce?

    RispondiElimina
  193. sono Arianna ..
    io ho fatto 90 giorni , ho aspettato 180 gg, il 26 ottobre la compagnia aerea luftansa mi ha rifiuatto l'imbarco . ,, il problema è che se anche la legge è stata ripristinata , le compagnie aeree non sono state aggiornate!
    ora io mi devo spaccare in 4 perche la compagnia mi ridia i soldi o il volo, problema maggiore perche la compagnia è condor ed è in germania, qualquno conosce qualcosa a riguardo ,, pensavo anche di affidarmi a un legale

    RispondiElimina
  194. Ciao 8 aprile e Marcofalco,
    sono riuscito ad avere il visto permanente fortunatamente senza grossi intoppi, venerdì emigro. Mi hanno detto che al mio arrivo, entro 30 giorni, devo consegnare la carta alla polizia Federale e dichiarare l'indirizzo di residenza. La funzionaria del consolato di Milano mi ha detto che la PF verrà (probabilmente) a controllare se realmente risiedo lì e può darsi mi chieda anche l'iscrizione all'AIRE. Voi ne sapete qualcosa? Perchè io volevo iscrivermi all'aire successivamente, per non perdere l'assistenza sanitaria in Italia. Non ho ben capito se ci sono dei vantaggi con l'iscrizione all'aire.
    Ciao a tutti, ci terremo in contatto.
    Giulio

    RispondiElimina
  195. X Arianna,

    è ovvio che la compagnia ha sbagliato. La lufthansa ha sicuramente degli uffici in Italia cui rivolgersi, la Condor credo di no. Prima di spendere soldi con un legale cerca di scrivergli vie email. Cerca i recapiti sul sito. Sarebbe megli portarsi il testo aggiornato della normativa all'imbarco e, in caso di rifiuti, farsi mettere per scritto le motivazioni con la firma del funzionario che si è assunto la responsabilità di rifiutare l'imbarco.
    Marcofalco

    RispondiElimina
  196. Ciao Giulio

    alla PF non interessa niente della iscrizione all'AIRE . Il visto permanente è compatibile con la residenza fiscale in Italia e pertanto nessuno può obbligarti ad iscriverti all'AIRE a meno che non ricorrano le condizioni .

    RispondiElimina
  197. Ciao Ottoaprile,
    la funzionaria del Consolato mi ha detto che l'iscrizione all'Aire è una delle prove che veramente certificano che risiedo in Brasile. Perchè probabilmente molti chiedono la residenza in Brasile senza risiedervi realmente. Tu dici che in alcuni casi sono obbligato ad iscrivermi. Quali sono questi casi?
    Saluto e ringrazio.
    Giulio

    RispondiElimina
  198. mi spiace otto ma 10 anni fa anzi 11 al rilascio della amnistia al atto di andare a prende lo stato fi famiglia al consolato di campo grande e rilasciarmi un documento pagato 180 rs all epoca e che in italia non costa niente , prima di fare le pratiche l addetto al consolato mi ha dato un plico giallo da compilare che era la iscrizione alla aire e praticamente se non la portavo di sopra compilata non mi dava baixa per lo stato di famiglia che mi serviva per portare alla pf , quindi da quel momentosono iscritto ... di obbligo alla aire e so di certo che a parte votare qua , non potere piu fare il passaporto nelle questure italiane ma solo alla ambasciata di rio ecc ecc so per certo che hanno tolto il contributo del medico di famiglia che lo stato italiano passava quando ero in ita me la detto il mio ex.. dottore che ci sentiamo sempre e che mi ha detto questa novita , quindi puo darsi che alla pf nello specifico non serva nell immediato , ma al consolato nel mo caso ti GARANTISCO CHE SE NON MI ISCRIVEVO NON MI RILASCIAVANO LO STATO DI FAMIGLIA che era tassativo per dare baixa al rne in regime di amistia grazie e ciao

    RispondiElimina
  199. Ciao Giulio

    vai al link :http://www.servizidemografici.interno.it/sitoCNSD/pagina.do?metodo=homeSettore&servizio=navigazione&codiceFunzione=PR&codiceSettore=AI

    e trovi tutte le info sulla iscrizione all'AIRE . Tra l'altro trovi la seguente frase : " non devono iscriversi all´ AIRE le persone che si recano all´ estero per un periodo di tempo inferiore all´ anno " . Ora il possedere il visto permanente NON ti obbliga a risiedere in Brasile .TI CONSENTE di restare quanto tempo vuoi in Brasile ma anche di viaggiare , come faccio io una volta all'anno per l'Italia . Pertanto non esiste obbigatorietà di iscrizione all'AIRE nel momento della richiesta del visto permanente . Stampa il testo da internet e mostralo all'impiegato disinformato del consolato di Milano e soprattutto chiedigli , a beneficio di tutti , di mostrarti " dove sta scritto " che l'acquisizione del visto permanente " richiede l'iscrizione all'AIRE . Io ti ho mostrato " dove NON sta scritto " ed è il sito del Ministero dell'Interno Italiano .

    RispondiElimina

Lasciate qui un vostro commento