domenica 17 luglio 2011

Omaggio a Tiziano Terzani

Voglio dedicare il post di questa domenica 17 Luglio ad un personaggio che molti conoscono ma che tutti dovrebbero conoscere alla stregua di Bill Gates o Lady Gaga .

Il mondo sarebbe migliore se tutti prendessero insegnamento  da questo italiano scomparso il 28 Luglio del 2004   ad Orsigna , un paesino di montagna vicino Firenze dove era nato nel  1939 . Tra poco sarà appunto il settimo anniversario da quando ha lasciato il suo corpo .

Il fatto di essere morto quasi nel luogo dove era nato è stato per lui una scelta non un caso . La vita infatti lo ha aveva portato in giro per il mondo grazie alla professione che lui amava , quella di giornalista .
Molti avranno già capito che parlo di Tiziano Terzani ,  grande giornalista e scrittore fiorentino .

Ho conosciuto lo scrittore Terzani per caso .Era l'anno 2000 , in quel periodo vivevo e lavoravo  in Italia ed avevo l'abitudine di uscire nell'intervallo di pranzo per  mangiare in un vicino centro commerciale . Tra i tanti negozi c'era una libreria dove sfogliavo qualche volume alla ricerca di qualcosa di interessante da leggere , tipicamente saggi di economia o matematica . Quel giorno mi sono imbattuto in un libro della collana SuperPocket  della Longanesi che si chiamava " in Asia " . Sul retro del libro un commento di Igor Man della Stampa che mi colpì particolarmente .Diceva " Qualcuno a proposito di Tiziano Terzani ha parlato di Hemingway , di Bruce Chatwin , io ho osato scomodare addirittura Heine e Goethe . Ma se parlassimo semplicemente di ' inviato alla Terzani ? "

Cominciai allora a sfogliare il libro e scoprii una incredibile affinità con colui che lo aveva scritto . Era un periodo che anch'io viaggiavo molto per lavoro ed in ogni viaggio , a dispetto della Azienda che pensava solo al Contratto , cercavo di ritagliarmi uno spazio per conoscere meglio  il posto che visitavo . Alcune volte compravo anche un libro di storia del paese che cercavo di leggere in anticipo come mi capitò con la Colombia e l'India .

Quel libro lo lessi e rilessi e poi ne ho acquistato una versione più lussuosa ma il SuperPocket è sempre con me e mi accompagna in tutti i viaggi . Adesso è qui in Brasile a Natal dove  il clima tropicale lo ha fatto ingiallire e gli ha donato una patina di antico .In un angolo in alto a desta della copertina il prezzo di 7900 lire mi ricorda  un periodo in cui trovare lavoro era difficile ma possibile e la laurea aveva ancora un valore .Dopo  quel libro ho praticamento acquistato e letto tutto quello che era in giro su Tiziano .

Terzani viaggiava il mondo poichè è stato per anni inviato del Der Spiegel , il noto giornale di lingua tedesca perchè come lui stesso dice in una intervista nessuna testata italiana gli aveva offerto tale opportunità .  Grazie al suo lavoro è stato presente a tutte le svolte epocali della nostra storia recente , soprattutto in Asia . Riassumere la sua vita e le sue opere non è mio compito  e pertanto rinvio ai siti specializzati ricordando che esiste anche il suo sito http://www.tizianoterzani.com  dove è possibile reperire ed acquistare libri e DVD .

Ma la vera svolta è avvenuta quando Tiziano ha scoperto di avere un tumore all'intestino . Da quel momento ha deciso che dopo una vita passata a diventare qualcuno adesso voleva essere nessuno ( Anam ) . Benchè fiducioso nella scienza occidentale , si è curato nei miglior centro antitumori di New York , ha comunque voluto sperimentare personalmente ed a livello mondiale  ogni altra alternativa di cura di cui veniva a conoscenza . Il tutto è mirabilmente descritto nel suo ultimo libro " Un altro giro di giostra ".

Concludo il mio personale omaggio a Terzani con la frase di inizio del suo libro " in Asia " . " Diventai giornalista perchè alle corse podistiche arrivavo sempre ultimo " , mi ricorda sempre il motivo per cui scelsi a suo tempo la facoltà di Ingegneria anzicchè quella di medicina deludendo così le aspettative di mia madre  "  Diventai ingegnere perchè andavo male in matematica "

2 commenti:

  1. Grande Tiziano, persona eccezionale e grande scrittore oltre che conoscitore del mondo, fantastico quando descrive in un suo video, peraltro gia' espresso nel libro un'altro giro di giostra, la ruota dello yin e dello yang.
    Peccato nn averlo conosciuto, spero di farlo durante i miei viaggi tenendomi in cuore i suoi insegnamenti, abbraccio Oliviero, Daniele Caputo.

    RispondiElimina
  2. Tiziano e' stato un grande giornalista e una grande anima. Nel suo libro L'ultimo giro di giostra aveva capito, come l'iperspecializzazione della scienza e la sua prosopopea, abbia fatto perdere di vista il significato ultimo della malattia, dell'esistenza e della morte per la donna e l'uomo occidentale. Gli ultimi suoi anni di vita sono una grande gioia nei confronti della vita nonostante la malattia, e un inno alla vecchiaia, inteso come quel periodo di vita in cui finalmente dici quello che effettivamente pensi (tanto non ci sono piu' riconoscimenti carrieristici da raggiungere).. cosa sempre piu' rara da trovare specie tra "i vecchi" italiani. Grazie per il post, grazie a Tiziano!

    RispondiElimina

Lasciate qui un vostro commento