martedì 4 ottobre 2011

Moody segue Standard & Poor e taglia il rating italiano


1 commento:

  1. Moody’s Investors Service ha deciso di tagliare il giudizio sui bond italiani di ben tre voti, citando "un reale aumento" del rischio nei finanziamenti del paese. Il merito di credito è stato dunque portato da Aa2 ad A2, rating più basso di quello dell’Estonia, alla pari di quello maltese. L’outlook è negativo ad indicare che ulteriori downgrade sono possibili.
    Questo comporterà ulteriori oneri a carico dell'Italia per finanziare il proprio enorme e crescente debito.
    Dove porterà tutto questo? Sarà sufficiente "riformare" ulteriormente le future pensioni (solo quelle, i grassi vitalizi attuali no) oppure sarà meglio abolirle del tutto?
    D'altro canto non si può non continuare a finanziare banche, guerre e sperperi privati con i soldi pubblici .... non si può perdere l'occasione dell'ottimo alibi fornito dalla crisi per non rubare ai poveri per dare ai ricchi.

    RispondiElimina

Lasciate qui un vostro commento