domenica 30 ottobre 2011

Per la prima volta in Brasile gli immigranti superano gli emigranti



Dopo venti anni di emigrazione il Brasile ridiventa un paese di immigrazione , complice la duratura crescita economica interna e la crisi globale .

Secondo il Dipartimento Stranieri del Ministero della Giustizia il numero di stranieri in situazione regolare in Brasile è aumentato del 52,4 % negli ultimi sei mesi e continua crescendo questo semestre .La concessione di visti permanenti è aumentata del 67% dal 2009 al 2010 ed il numero di naturalizzazioni sono passate da 1056 a 2116 .A Giugno 2011 il Brasile contava 1,466 milioni di stranieri contro i 961877 di Dicembre .
 

Depois de duas décadas exportando mão de-obra brasileira para o mundo - uma linguagem técnica para descrever o movimento migratório de brasileiros que deixaram o país em busca de emprego e melhores condições de vida lá fora -, o Brasil volta a ser um país de imigrantes, resgatando uma característica de sua História que parecia perdida após anos de crises econômicas. Levantamento do Ministério da Justiça mostra que a quantidade de estrangeiros vivendo no Brasil - trabalhando, estudando ou simplesmente acompanhando seus cônjuges - superou, pela primeira vez em 20 anos, o número de brasileiros que deixam o país para viver no exterior pelos mesmos motivos.

Segundo o Departamento de Estrangeiros da Secretaria Nacional de Justiça do Ministério da Justiça, o número de estrangeiros em situação regular no Brasil aumentou em 52,4% nos últimos seis meses, e continua crescendo este semestre. Até junho de 2011, o Brasil tinha 1,466 milhão de estrangeiros, contra 961.877 em dezembro de 2010. A concessão de vistos de permanência cresceu 67% de 2009 para 2010, enquanto os processos de naturalização dobraram: de 1.056 para 2.116.

Não há estatísticas oficiais sobre a quantidade de imigrantes em situação irregular no país, mas os principais institutos e ONGs que trabalham com imigrantes no Brasil calculam esse número em 600 mil, o que levaria o total de estrangeiros morando hoje no Brasil para mais de dois milhões. O crescimento desse grupo também é grande. Segundo a maior instituição de apoio aos imigrantes irregulares no país - o Centro Pastoral dos Migrantes, em São Paulo -, a Casa do Migrante hospedou 477 pessoas em 2010 (267 da América do Sul), alta de 76% em relação a 2009. Este ano, no primeiro semestre, o avanço já chega a 84%.

Fonte : Globo

venerdì 28 ottobre 2011

Purtroppo se ne sono accorti !



Ebbene si , se ne sono accorti che quello della Grecia è un default a tutti gli effetti e ... l'euforia in Borsa è terminata .


Piazza Affari sprofonda e cede oltre il 2%, prima di ripiegare a fine seduta a 1,78%. Eppure la mattinata era partita all'insegna degli acquisti per le Borse del Vecchio continente. Poi la giravolta con il montare delle preoccupazioni per la tenuta dei conti italiani. E soprattutto perché i Bot assegnati in asta hanno raggiunto il rendimento record del 6%, mettendo in secondo piano l'ottimismo per gli accordi raggiunti a Bruxelles sul salvataggio della Grecia e la ricapitalizzazione delle banche. E anche l'ok al piano di sviluppo presentato dall'Italia viene ridimensionato dai mercati: la Germania chiede adesso al Paese di rispettare gli impegni. E così torna a crescere lo spread tra i titoli italiani e quelli tedeschi tornato a 383 punti. In Spagna, nel frattempo, la disoccupazione nel terzo trimestre è salita al 21,5% al massimo dal 1996, mentre l'euro è arrivato a 1,41 dollari.

Fonte : La Repubblica 

Il ministro La Russa difende il made in Italy : Maserati e non Audi per le auto blu




È polemica sulle 19 Maserati blindate acquistate dal ministero della Difesa. A chiedere lumi, con un’interrogazione al ministro La Russa, è il deputato Pd Emanuele Fiano, responsabile Sicurezza del partito. «Faccio una domanda semplice: di fronte alla durissima crisi economica che subiscono sulla loro pelle milioni di italiani, di fronte agli oltre 2,5 miliardi di euro di tagli subiti in tre anni dal comparto Difesa, di fronte alle accorate proteste che a questo riguardo proprio nelle ultime ore il Cocer dell'Esercito ha rivolto al governo, esistono ragioni comprensibili e spiegabili per le quali il ministero della Difesa ha sentito il bisogno di arricchire il proprio parco auto con 19 Maserati blindate?». «Spero che sarà il ministro in prima persona a spiegare come si concili questo acquisto di auto della tipologia di lusso con le continue difficoltà nella manutenzione, e addirittura nel pieno di carburante, che lamentano tutte le strutture del comparto Sicurezza e Difesa dello Stato», conclude Fiano. «Erano le auto più convenienti», replica il segretario generale della Difesa, generale Claudio De Bertolis. «Tutti gli acquisti delle Maserati sono stati effettuati con contratti 2009-2010. Si tratta di macchine blindate destinate ai vertici della Difesa a cui compete la speciale protezione secondo quanto definito da un organismo del ministero dell'Interno». Le Maserati, aggiunge, «sono risultate le vetture decisamente più convenienti, destinate a sostituire le precedenti Thesis e Audi 6 che hanno esaurito il loro ciclo tecnico di servizio».

 La Russa si infervora: «Queste Maserati non sono nell’utilizzo né del ministro, né dei sottosegretari, né del capo di gabinetto, né del mio staff». «È comunque strana questa polemica», insiste il ministro ex An. «Chi si lamenta ora avrebbe dovuto farlo prima quando c’erano le Audi. Le Maserati acquistate costano meno e sono italiane».

Copyright © L'Unità.

Un pò di cifre per i nostri lettori : la Maserati Quattroporte viene venduta in due versioni: un V8 4.244 di cilindrata, dalla modica cifra di 117.370 euro, e un V8 da 4.691 di cilindrata, da 126.552 euro. Questo senza considerare i
costi di blindatura (che tra l'altro avranno impatto anche sui consumi, visto il peso maggiore).

Specifiche: Solo il 4.2, con una potenza di 400 cavalli e coppia massima di 460 Nm a 4750 giri/min, riesce a spingerla alla velocità di 270 km/h, garantendole un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 5,6 secondi. Per garantire una guidabilità ottimale in presenza di un peso vettura maggiorato e di rapporti cambio/differenziale maggiorato, i tecnici Maserati hanno apportato alcuni adeguamenti specifici al software della centralina di controllo del motore. Cambio DuoSelect a sei marce dovrebbe essere identico a quello di serie, con rapporti di 4a, 5a e 6a adattati al caso.

Come si può immaginare i consumi non sono quelli di una monovolume: urbano 21,99 (L/100 km), extra urbano 10,5 (L/100 km), combinato 14,73 (L/100 km). Emissioni non proprio eco-friendly: 345 (g/km). In aggiunta, l’Italia ha il primato delle auto blu: oltre 620.000 con numeri che continuano ad aumentare. Superati di netto tanti paesi, tra cui: Stati Uniti 72.000, Francia 61.000, Regno Unito 55.000 e Germania 54.000. Ma non solo: Spagna 42.000, Giappone 30.000, Grecia 29.000 e Portogallo 22.000.


giovedì 27 ottobre 2011

Il mercato del lusso in Brasile



Secondo quanto emerso ieri, martedì 25 ottobre, dal seminario organizzato da Altagamma, il Brasile sembra essere davvero uno dei luxury market più promettenti tra le nuove economie emergenti. Il mercato dei consumi di alta gamma in Brasile vale 2,3 miliardi di euro (1,3% del Global Luxury Market) e ha mostrato una crescita media del 45% annuo nel periodo 2003-2011.

Sono diversi gli asset che spingono le contrattazioni: un PIL cresciuto a un tasso (CAGR) del 12% dal 2005 a oggi, il rafforzamento della valuta, un’inflazione stabile, un aumento degli investimenti statali in infrastrutture. In qualità di grande produttore di commodities, inoltre, l’economia brasiliana sta beneficiando del boom mondiale dei prezzi delle materie prime.

Anche il profilo del consumatore è allettante: 155mila milionari – più che in India e in Russia- 5mila ultramilionari (individui con 30 milioni $ in asset liquidi) e un bacino potenziale di 10 milioni di persone appartenenti alla classe media. Si osservi, inoltre, che il 75% dei consumatori è rappresentato dalle donne. La preponderanza di consumatrici ha modificato rispetto ad altri mercati la classifica delle categorie di prodotto: al primo posto profumi e cosmetici seguiti da gioielli. Due le città che negli ultimi 15 anni hanno saputo attirare i brand internazionali del lusso: San Paolo con il 70% del mercato nazionale e Rio de Janeiro con il 25% per un totale di 80 negozi.

Due aree d’ombra incombono, però, su questo promettente mercato: i dazi doganali e la burocrazia. I primi intervengono pesantemente sul prezzo finale al consumo che di media arriva a essere quattro volte quello europeo. Infine la burocrazia che rilasciando con il contagocce e in tempi biblici i permessi d’importazioni causa soprattutto per i settori stagionali, come la moda, un’enorme asimmetria tra la domanda e l’offerta.

Il Brasile, secondo l’intellighenzia presente al seminario, è un mercato promettente ma da trattare con estrema cautela. Fondamentale è avvalersi di un distributore locale ben radicato sul territorio e avere aspettative positive di ritorno sugli investimenti in tempi medio lunghi.

Disinnescata la bomba Grecia ... almeno così dicono




I leader europei alla fine hanno convinto gli obbligazionisti ad accettare una perdita del 50% sul debito della Grecia ed hanno deciso di aumentare il valore del Fondo Salva Stati a 1000 Miliardi di euro ( 1T euros ) allo scopo di rafforzare le difese contro la speculazione e gli attacchi all'euro .

Questo , in estrema sintesi il contenuto dell'accordo che oggi ha fatto ritornare euforici  le borse e l'euro .E' probabile che questo rasserenamento possa nell'immediato giovare anche al cambio euro -real .

lunedì 24 ottobre 2011

Vivere in Brasile : le vostre storie /11



Vi ricordate del primo articolo uscito nella " rubrica " le vostre storie ? E' stato pubblicato il 20 Marzo del 2011 e suscitò molti commenti positivi . Per chi l'avesse persa la storia era questa :

Ciao! Noi siamo l'esempio che a trasferirsi sono anche le famiglie numerose. Io e mio marito, entrambi italiani, ci siamo trasferiti a Praia do Forte, vicino a Salvador, circa 2 anni fa con 4 bambini!
Non siamo ricchi ma abbiamo investito quello che serviva per chiedere il visto comprando un negozio e siamo riusciti ad aprirlo con circa 5.000 reais, semplice, senza pretese...certo lavoriamo abbastanza visto che vendiamo tra le altre cose le marmellate che faccio io e i liquori che fa mio marito ma ne vale la pena....il negozio ha preso e piace.

Non è stato facile tutti i giorni, ci sono stati grossi dubbi, difficoltà a abituarsi ad una mentalità molto diversa, imparare la lingua e anche qualche fregatura...ma perché in Italia sono tutti santi? comunque nei momenti difficili, ci bastava guardare i bimbi, liberi, a piedi nudi, senza bisogno di niente e i dubbi sparivano! Noi spendiamo circa 1000 reais al mese di sanità...ma pensando a quanto costino i dentisti in Italia, probabilmente ne spenderemmo molti di più lì...

Per quanto riguarda la scuola, è vero non è così facile ma non è tragico come ho letto in qualche commento...i miei figli vanno alla scuola municipale (con i "negretti" per usare un termine orribile che ho letto in un altro commento di qualche ignorante che fa meglio a stare a casa) perché non ci sono scuole private nelle vicinanze. La direttrice e le insegnanti sono in gambissima, tutt'altro che analfabete, e con una gran voglia di migliorare le cose anche se non nego che i problemi siano tanti...c'è un grosso lavoro anche per me che li seguo a casa e integro dove ci siano delle lacune...ma siamo sicuri che in Italia non ci siano?

Inoltre, credo che ci sia più futuro per loro qui, anche con tutte queste difficoltà, visto che io e mio marito siamo entrambi laureati, con fatica perché siamo stati studenti-lavoratori, ma abbiamo sempre fatto altro!! Tutto questo per dire che noi, quello che cercavamo, l'abbiamo trovato...qualità di vita, serenità, e perché no....il caldo tutto l'anno!! che effettivamente è un gran risparmio....specialmente con 4 figli!

  Ti faccio i complimenti per il blog anche se non ti nascondo che non ho ancora letto così tanto e spero di conoscerti un giorno visto che ci piacerebbe
 venire a vedere Natal!



Virginie


Ebbene la scorsa settimana Virginie ed il marito Massimo mi hanno fatto una splendida sorpresa . A bordo del loro Kombi  Wolkswagen hanno viaggiato per due giorni da Praia do Forte a Natal e mi hanno fatto conoscere la loro splendida famiglia che , incredibile ma vero , è ulteriormente cresciuta : adesso i figli sono 5 . Tommaso , Alice , Asia ,Matteo e l'ultima nata di soli tre mesi Sofia . 


Quello che più è sorprendente però è la tranquillità di Virginie che mi immaginavo un poco più anziana ma soprattutto con i capelli ritti in testa per tenere a bada 5 figli e portare avanti una attività completamente nuova in un paese sconosciuto  , senza l' appoggio della famiglia anche se con il valido aiuto di Massimo .


In basso siamo tutti in posa per la foto ricordo nella hall  dell'hotel Pestana .








E' stato un vero spettacolo uscire tutti assieme e passeggiare sull'orla di Praia do Meio dove siamo andati a visitare il Centro di Artigianato per confrontare i prodotti venduti qui a Natal con quelli prodotti da loro . I bambini sparivano continuamente " risucchiati " dalle loje di prodotti di artigianato che traboccavano di statuette di legno colorate , collanine , borsette , magliette ... un vero e proprio paese dei balocchi per i simpatici marmocchi .


Quando sono ripartiti per Praia do Forte mi hanno lasciato come ricordo alcuni dei loro prodotti che vedete nella foto che segue  ( Il galletto non c'entra nulla , l'ho aggiunto io  per decorazione )




Un liquore di  maracuja : il maracujello  , una marmellata di mango e maracuja buonissima e di cui è restato solo il vasetto ed un barattolino misterioso con goiabada con pimenta che sono curioso di sperimentare .


Arrivederci Virginie e Massimo , spero con tutto il cuore che la vostra avventura brasiliana continui con il successo che meritate e mi auguro di  farvi visita la prossima volta nella splendida Praia do Forte .



domenica 23 ottobre 2011

O gigante accordou !



Guardate questa  nuova pubblicità della Johnnie  Walker in Brasile : stupenda ! 

Questo governo non aiuta certo l'immagine dell'Italia all 'estero



Guardate la reazione di Sarkozy e Merkel alla domanda della  giornalista "Il premier italiano vi ha rassicurato sui provvedimenti che prenderà il suo governo?". Segue la reazione ilare di Merkel, Sarkozy e di tutta la stampa presente. Poi la risposta diplomatica del presidente francese: "Abbiamo fiducia nel senso di responsabilità dell'insieme delle autorità italiane, politiche, finanziarie ed economiche".


Come italiano all'estero mi sento veramente offeso da questo comportamento delle due massime autorità francese e tedesca e mi auguro che chi ne ha l'autorità ed il dovere faccia sentire la sua voce , in primis il Presidente Giorgio Napolitano . 





sabato 22 ottobre 2011

" E' ora di pasta ! " Festa do Macarrao a Natal







12ª Festa do Macarrão 29 de Outubro de 2011



Desde 1998 o Centro di Cultura Italiana MadrelinguA tem apresentado em Natal È ora di pasta!-Festival do Macarrão, em ocasião da comemoração mundial do Dia Internacional do Macarrão (25 de outubro).

Consolidado no calendário gastronômico da cidade, esse evento é único, no Brasil, por apresentar um conjunto de documentos que permite conhecer a verdadeira origem deste alimento.

Lenda e realidade: as origens do macarrão




Por quem, quando e onde foi “inventado” o macarrão? Até não muito tempo atrás a lenda dizia que o mercador veneziano Marco Polo (1254-1324), ao voltar da China, teria introduzido a receita na culinária italiana. Entretanto, existem provas que mostram que tudo começou antes e em outro lugar.

A mistura de água e farinha de trigo duro (triticum durum) já era conhecida na Mesopotâmia e na área do Mar Mediterrâneo desde 1.000 a.C. Mas é na Sicília do século XII que a realidade prevalece sobre a lenda. Em 1154 o geógrafo árabe Al-Idrisi presenteia o rei normando Rogério II da Sicília (no Sul da Itália) com um livro, no qual ele descreve que “...em Trabia (cidade que ainda hoje existe) fabrica-se uma massa filiforme, a itriya e expedem-se grandes cargas em navios para a Calábria (região da Itália) e outros países do mundo islâmico...”. Deduz-se, então, que se essa massa podia viajar durante semanas sem se deteriorar, só podia ser na forma de massa seca, isto é, mistura de água e farinha de trigo duro colocada ao sol escaldante daquela região. Assim nasceu o macarrão que conhecemos hoje.

O evento é composto de três partes:

1) cultural (26 painéis - documentos, gravuras e fotos - que permitem conhecer as origens e a evolução do macarrão);

2) gastronômica (bruschettas - tomate seco, pesto de manjericão, antipasto, pasta de tomate seco - e dois pratos de macarrão -Penne Primavera - atum, azeitona preta, pimentão fresco - e Fusilli al Sugo -molho de tomate fresco e queijo escamorza italiano);

3) musical (música ao vivo com o cantor italiano Sandro).



Senha individual: R$ 25,00 (bebidas e sobremesa cobradas à parte) – Venda no local

Local: Centro di Cultura Italiana MadrelinguA – Rua Souza Machado, 1034 - Tirol

Data: sábado 29/10/2011 Horário: 20h

Informações: 3219-4669 / 9991-0876



Michele Maisto Diretor

venerdì 21 ottobre 2011

Offerta immobiliare lampo a Petropolis , Natal




Questa offerta lampo è dedicata ai fortunati che conoscono questo quartiere di Natal e sanno quanto è ricercato dai residenti . Si tratta del quartiere in di Natal " prossimo a tudo " come si è soliti dire qui . Per tudo si intende le migliori università e scuole della capitale , i migliori e più attrezzati ospedali e cliniche , il centro commerciale più grande dello Stato e quinto in tutto il Brasile : il Midway Mall con cinema e teatro di livello europeo , ristoranti , bar , ritrovi per i giovani , la grande Piazza Civica e ovviamente il mare di Areia Preta , Praia do Meio , Praia do Forte .

Ma passiamo all'offerta che il tempo è poco : tipologia due vani da 56 e 57 mq con varanda e posto auto in un condominio nuovo ( Consegna 2013 ) provvisto di ogni infrastruttura : Il Residencial Villes de France .


Indirizzo : Avenida Prudente de Morais , Petropolis , Natal  . Chi conosce la capitale del Rio Grande do Norte sa che si tratta di una localizzazione unica .Di seguito  è riportata  una delle piante disponibili , quella dell'appartamento da 57 mq .


Ma quanto costa questo gioiellino di investimento ? Molto meno di quello che vale perchè si tratta di un lotto , in esaurimento di un investitore che ne ha comprati 20 e li sta rivendendo con il 20% di sconto sulla tabella del costruttore per ottenere liquidità . I prezzi variano a seconda del piano scelto , l'edificio ha 16 piani ma non tutti sono disponibili ovviamente .Il prezzo medio è di 70 000 euro .Non fate confronti inutili con località remote  : qui affittate sicuramente ai massimi del mercato e a clienti solvibili .  La tabella delle disponibilità cambia ogni giorno e pertanto non la pubblico . Attualmente dei 20 iniziali ne restano meno di una decina . Lo stato della costruzione è quello che vedete nella foto seguente : 


La vendita è ovviamente in contanti pertanto decidete presto e contattatemi ma solo se siete realmente interessati all'acquisto . 

Ultimissime dal mercato immobiliare di Sao Paulo



Il mercato immobiliare di Sao Paulo continua a sbalordire . Nel primo semestre del 2011 , nonostante l'aumento della offerta di immobili per affitto sia stata del 6,32% , non è riuscita comunque a stare dietro alla domanda . Gli appartamenti più richiesti sono i due vani con posto auto localizzati in prossimità delle stazioni della Metropolitana .



A oferta de imóveis para locação cresceu 6,32% no primeiro semestre de 2011 em São Paulo, na comparação com o mesmo período do ano passado. Mesmo assim, o crescimento não foi o suficiente para cobrir toda a demanda, segundo informações do portal InfoMoney.

“A procura ainda é muito superior, especialmente no caso de apartamentos de dois dormitórios, com uma vaga na garagem, em regiões centrais ou localizadas nas proximidades de estações de metrô”, explica Roseli Hernandes, diretora da Lello Imóveis, empresa que realizou a pesquisa na cidade de São Paulo.

O estudo mostra ainda que a cada três imóveis disponíveis, dois são alugados em um período de duas e cinco semanas. "A velocidade de locação é muito boa", diz Roseli.

E come vanno invece le vendite ? Ebbene nel solo mese di Agosto la crescita è stata del 36,4% rispetto allo stesso mese del 2010 . Ancora una volta i due vani ( Intorno ai 50mq ) fanno la parte del leone .


A quantidade de imóveis residenciais novos vendidos em agosto na cidade de São Paulo teve alta de 36,4% na comparação com o mesmo mês do ano passado, segundo pesquisa realizada pelo Secovi-SP. O número pode ser explicado pelo expressivo aumento nos lançamentos na capital paulista: em relação a agosto de 2010, houve crescimento de 111,8%.

A preferência dos paulistanos, ainda de acordo com a pesquisa, é por imóveis de 46 a 65 m2 (54,9% dos imóveis vendidos) e de dois dormitórios (67,8%). "Esses aspectos demonstram que a oferta de imóveis novos na cidade está plenamente aderente à demanda do mercado", avaliou o economista-chefe do Secovi-SP, Celso Petrucci.


Natal Copa 2014 : demolito il Machadinho



Il nuovo Stadio che ospiterà la Copa 2014 . O Arena das Dunas  sorgerà sulle ceneri degli attuali due stadi esistenti in città noti come Machadinho e Machadao . La demolizione del Machadinho sarà completata in 30 giorni , seguirà a ruota quella del Machadao che occuperà circa quattro mesi . In questo filmato la demolizione del Machadinho .


giovedì 20 ottobre 2011

Il Banco Central riduce la SELIC di 0,5 punti


Con un occhio alla crisi mondiale e l'altro all'inflazione interna , oramai al 6,5% , il Copom ( Comitato di Politica Monetaria ) ha deciso il taglio della tassa SELIC di 0,5 punti percentuali portandola quindi all'11,5% all'anno .

Per la prossima riunione prevista per il 30 Novembre si parla di un taglio dello stesso valore o addirittura superiore se la situazione mondiale dovesse richiederlo .

E pensare che appena nel Giugno di quest'anno gli analisti prevedevano una crescita mediamente costante dell'indice per tutto il 2011 per poi mantenersi costante o iniziare a diminuire nel 2012 .  Questo anticipo di circa sei mesi della discesa della SELIC dimostra che la crisi si sta espandendo ad un ritmo accelerato rispetto alle ipotesi iniziali . 



O Banco Central (BC) reduziu a taxa básica de juros em 0,5 ponto nesta quarta-feira, para 11,5% ao ano, em meio a um cenário de crescente deterioração externa e de evidências de desaceleração da economia doméstica.

Em curto comunicado divulgado no anúncio da decisão, o Comitê de Política Monetária reiterou o recado da moderação.

"Dando seguimento ao processo de ajuste das condições monetárias, o Copom decidiu, por unanimidade, reduzir a taxa Selic para 11,50% ao ano, sem viés. O Copom entende que, ao tempestivamente mitigar os efeitos vindos de um ambiente global mais restritivo, um ajuste moderado no nível da taxa básica é consistente com o cenário de convergência da inflação para a meta em 2012".

Para o ex-diretor de política monetária do BC e atual economista-chefe da Confederação Nacional do Comércio, Carlos Thadeu de Freitas, se o cenário internacional continuar ruim, haverá novo corte de 0,5 ponto na próxima reunião.

"Se o quadro internacional continuar do jeito que está, o BC deve novamente cortar a Selic em 0,5 ponto na próxima reunião. Apenas uma ruptura justificaria um corte mais forte."

No final de agosto, o Copom chocou o mercado ao promover um corte de 0,5 ponto na Selic após um ciclo de cinco altas seguidas, justificando a decisão devido ao cenário externo adverso.


Havia um consenso naquele momento entre os analistas de que o juro seria mantido, apesar da forte turbulência externa, uma vez que a inflação doméstica estava correndo acima do teto da meta. No mercado de juros futuros, porém, já havia algumas apostas de corte de 0,25 ponto.

A decisão do BC gerou fortes críticas de economistas ao BC de Alexandre Tombini. Mas desde agosto o cenário externo se deteriorou ainda mais, com a contínua indefinição para um desfecho da crise da dívida da zona do euro. Embora a Grécia esteja sendo o foco principal, Itália, Espanha e Portugal também seguem no turbilhão.

Internamente, a economia doméstica sofreu desaceleração maior que a esperada por analistas em agosto, segundo o Índice de Atividade Econômica do BC, considerado dado antecedente do Produto Interno Bruto, que mostrou queda de 0,53% ante julho.

A inflação, contudo, segue sendo uma preocupação importante. As expectativas do mercado para a inflação no ano que vem crescem há sete semanas, segundo a sondagem Focus do BC, e estão em 5,61% - bem acima da meta central de 4,5% que o BC insiste que será alcançada em 2012.

Para este ano, as projeções do mercado são de uma inflação de 6,52%, acima do teto de meta, de 6,50%. Em setembro, o IPCA, índice de preços ao consumidor que é usado como parâmetro para o regime de metas, registrou alta de 7,31% no acumulado em 12 meses.

O Copom voltará a se reunir nos dias 29 e 30 de novembro.

Fonte Reuters 

mercoledì 19 ottobre 2011

Report GENERAZIONE A PERDERE



Per chi , come me , si era  perso questo servizio di Report . Ascoltatelo attentamente e soprattutto prendete una rapida decisione per il bene dei vostri figli . Contemporaneamente mi assale un dubbio terribile  : chi pagherà le  pensioni visto che l'attuale generazione non trova lavoro e se lo trova sono "lavoretti " ? Ci aspetta una quarta età da inferno dantesco ! I veri , primi " dannati " di questo inferno sono  a mio parere proprio  coloro che andranno in pensione tra 10-15 anni  , che pur avendo lavorato e versato i propri contributi si vedranno negata la pensione e , complice l'età , non avranno nemmeno la forza di ribellarsi come fanno oggi i giovani . 

 Report GENERAZIONE A PERDERE

martedì 18 ottobre 2011

Il Brasile ha bisogno di oltre 150 000 ingegneri entro il 2012


Adesso però non venite tutti qui sperando di trovare un posto come ingegnere . L'articolo dice solo che ne servono 150 000 entro il 2012 ... dopo non si sa per quanto tempo serviranno ancora . Io sono laureato in Ingegneria elettronica ed il mio tipo di specializzazione  , automazione industriale , era molto ricercata in Italia  negli anni 70 ma  è si praticamente estinta  negli anni 90  ben prima dei 40 anni ( per ora ) richiesti per andare in pensione . Pertanto tenetevi  sempre un mestiere di riserva .


Luciele Velluto - Jornal da Tarde
O Brasil precisa de mais 150 mil engenheiros até o final de 2012, segundo dados da Confederação Nacional da Indústria (CNI). E, por causa de investimentos no setor de energia, infraestrutura e a descoberta do pré-sal, uma das áreas com maior necessidade de profissionais é a de petróleo e gás.
 - Wilton Júnior/AE
Wilton Júnior/AE
De acordo com o Instituto de Pesquisa Econômica Aplicada (Ipea), o setor de petróleo e gás (incluindo-se extração e refino) continuará expandindo sua demanda por esses profissionais a taxas entre 13% e 19% ao ano. No Brasil, formam-se anualmente 48 mil engenheiros em todas as especializações.
Na procura por profissionais para o setor de petróleo e gás, de cada dois candidatos selecionados, dois são contratados. “Normalmente, para vaga de engenharia, a seleção é feita com quatro, cinco profissionais para só então a empresa escolher. Já quando a vaga é no segmento de petróleo e gás, são selecionados um ou dois candidatos. E, se forem dois, ambos são contratados por causa da grande demanda”, diz João Amaral, headhunter da divisão de Petróleo e Gás da Michael Page, empresa de recrutamento e seleção.
Atualmente, na Michael Page há 40 vagas abertas para esse segmento da engenharia e, segundo Amaral, com dificuldade para serem preenchidas. “As empresas têm pago altos salários para quem é especializado nessa área. Até porque, para a companhia vale mais a pena pagar bem e manter a operação do que parar a produção por causa da falta de profissional”, comenta o headhunter.
A demanda é tão grande que o setor tem buscado profissionais em outras áreas da engenharia, como automotiva, de energia, de telecomunicações e até da indústria farmacêutica.
“É um setor que tem pago mais que os outros e oferece um bom pacote de benefícios para atrair pessoas de outras áreas. E isso também é estratégia para manter o profissional na empresa, já que a disputa é grande”, afirma Rafael Meneses, da empresa de recrutamento e seleção Asap.
O diretor da empresa de recursos humanos FCB, Valter Teixeira, explica que as vagas não se limitam a Petrobrás e subsidiárias da estatal. “Há demanda em empresas que prestam serviço, realizam e executam projetos para a Petrobrás”, explica.
Porém, não basta ter vontade de migrar para o segmento. Segundo os especialistas, nem para todas as áreas do setor de petróleo e gás a formação de engenheiro, mecânico, eletrônico ou de produção, é suficiente. “Tem que ir atrás de especialização. Para quem trabalha embarcado (nas plataformas de extração de petróleo), por exemplo, é um trabalho muito específico. Mas paga o dobro”, afirma Amaral.
Outra recomendação dos especialistas em recursos humanos e seleção é buscar cursos técnicos na área, que podem oferecer um diferencial para esse profissional. “E uma segunda língua é fundamental, pois há empresas novas chegando ao País ou atuando lá fora”, diz Meneses.
Na área
A engenheira química Maria Regina Oeino, de 51 anos, voltou para o setor de petróleo e gás após um hiato de dez anos. “Eu comecei nessa área trabalhando com projetos e depois, quando o setor ficou ruim, saí, atuei na indústria e virei professora universitária. Só voltei agora, nos anos 2000, quando o setor voltou a ter investimento”, conta.
Maria Regina afirma que o mercado tem grande demanda e houve um período em que faltou formação de profissionais para atuar na área. “Não se encontra engenheiros no setor com 15 anos de atuação, por exemplo. Ou são mais velhos, como eu, ou mais novos. Isso porque nos anos 90 não havia investimento e demanda nesse setor”, analisa.
Para a engenheira, nos próximos 10 a 20 anos esse será um setor de forte oferta de vagas. “Estamos defasados e é hora de recupera.”

sabato 15 ottobre 2011

Draghi approva la rivolta dei giovani contro le Banche !



Ecco il titolo di Repubblica di questa mattina :


Ed ecco  i titoli  nel pomeriggio 




Non c'è che dire , Draghi ci ha azzeccato ma forse farebbe bene a stare zitto vista la sua posizione . 




venerdì 14 ottobre 2011

Nell'attesa della tragedia greca, S&P dà un ritocchino alla Spagna



L'agenzia di rating internazionale Standard & Poor's ha tagliato in nottata il rating sul debito sovrano della Spagna a AA- da AA con outlook negativo a causa delle prospettive incerte sulla crescita e il probabile deterioramento del sistema finanziario . Dopo Fitch anche S&P ha deciso per il " ritocchino " .

giovedì 13 ottobre 2011

Nuovo episodio della telenovela Battisti : il visto è nullo !



ll Ministero Pubblico del Distretto Federale ritiene illegale il visto concesso all'italiano Cesare Battisti e ne chiede l'immediata deportazione . Ma non in Italia ... in Francia , Messico o qualsiasi altro paese che lo accetti . La telenovela continua .



O Ministério Público Federal no Distrito Federal (MPF/DF) questionou nesta quinta-feira o visto do italiano Cesare Battisti, por meio de uma ação civil pública. O MPF/DF diz que o ato de concessão do visto pelo governo foi ilegal e, por isso, pede sua anulação e a deportação de Battisti. O ex-ativista, no entanto, não seria enviado para a Itália, onde foi condenado à prisão, mas para a França ou México, onde viveu antes de se mudar para o Brasil, ou ainda para outro país que concorde em recebê-lo.
O procurador da República Hélio Heringer, autor da ação, argumenta que, de acordo com a lei, é proibida a concessão de visto a estrangeiro condenado ou processado em outro país por crime doloso, passível de extradição segundo a lei brasileira. Esse seria o caso de Battisti. Aos 56 anos, ele foi condenado à revelia em seu país com pena de prisão perpétua pelo assassinato de quatro pessoas entre 1977 e 1979. Na época, Battisti integrava a organização Proletários Armados Pelo Comunismo (PAC). O ex-ativista nega as acusações.
No último dia do mandato, o ex-presidente Luiz Inácio Lula da Silva decidiu negar a extradição do ex-ativista. Em junho de 2011, o Supremo Tribunal Federal (STF) confirmou a decisão de Lula e libertou o italiano. Em 2009, o tribunal havia considerado os delitos de Battisti como crimes de natureza comum e não política, autorizando sua extradição, mas deixou nas mãos do presidente a decisão final sobre o assunto. Para Heringer, no entanto, a decisão política do ex-presidente não muda a natureza dos crimes imputados a Battisti.
"Tal competência é exclusiva do STF e foi exercida para declarar os crimes praticados como sujeitos à extradição. Desse modo, sendo os crimes dolosos e sujeitos à extradição segundo a lei brasileira, não há que ser concedido visto de estrangeiro a Cesare Battisti", diz ele na ação, que vai ser julgada na 20ª Vara Federal.
O procurador diz que a medida não tem caráter punitivo e não se confunde com a extradição, pois ele não seria entregue à Itália, país onde nasceu e foi condenado. Heringer argumenta que apenas nessa hipótese estaria sendo violada na decisão do ex-presidente Lula.

Esplosione al centro di Rio de Janeiro


Poche ore fa è esplosa la cucina del Ristorante Filè Carioca nei pressi di Piazza Tiradentes nel centro di Rio .



Tre morti e 17 feriti il bilancio al momento . Sei bomboloni di gas ognuno di 45kg alimentavano la cucina del ristorante che , secondo il Corpo dei Pompieri , non aveva l'autorizzazione ad usare il gas .





Il proprietario del ristorante è stato ricoverato in preda ad una crisi nervosa all'apprendere dell'accaduto .






Net Brazil : l'import- export a Natal







Il post di oggi è dedicato ad una Azienda brasiliana con anima Italiana : la Net Brazil import – export Ltda

La Net Brazil ha la sua sede principale a Natal nello stato del Rio Grande do Norte, com sede nel Praia Shopping famoso punto commerciale e turístico della cittá.

La Società nasce nel 2004 come negozio di informática, servizi e manutenzione di vari punti internet e alberghi della cittá, con il passare del tempo sono nate nuove opportunitá attraverso l´import di macchine di caffé e macchine automatiche per fare succhi di arance . Sono nate pertanto la Orange Brazil , la Coffee Brazil, la Brita Brazil ed ultimamente é in fase di startup anche la Net Brazil Imóveis .

Come esempio di attività di successo nel nostro Stato del Rio Grande do Norte
ho intervistato il Responsabile , l´Amministratore Devis Possagno allo scopo di soddisfare le leggittime curiosità di tanti amici che si chiedono quali attività svolgere qui in Brasile .

Ciao Devis , molti amici italiani che si sono trasferiti in Brasile hanno aperto attività legate al turismo come pousada , ristorante , bar , noleggio auto . Queste attività benchè attraenti sono in verità un poco inflazionate. Tu al contrario hai optato per una azienda di import - export il che mi sembra molto interessante . Vuoi parlarcene ?


Grazie Antonio per La possibilitá di parlare della mia Azienda. Mi chiamo Devis Possagno e da circa 7 anni sto vivendo nel nordest del Brasile . Assieme ad un altro italiano (che vive qui da circa 10 anni) abbiamo avviato un attivitá imprenditoriale fondata in parte su servizi di informática e manutenzione e dall´altra sulla distribuzione e vendita di macchine per la preparazione del caffé e macchine per fare succhi di arance importate direttamente dalla Cina.





Acquistare una delle nostre macchine non soltanto aumenta il prestigio di Hotel, Pousadas, Ristoranti, Motel, Bar, ma porta assieme alla automazione , anche rapiditá e igiene . La manutenzione delle macchine è curata dai nostri tecnici ed il magazzino ricambi è direttamente presso la nostra sede . Questo riduce gli eventuali fermo macchina aumentando la produttività delle stesse .

Su internet è presente il nostro sito e-commerce : www.vendesy.com.br

In questi anni abbiamo raggiunto ottimi risultati ma siamo sempre alla ricerca di prodotti innovativi da immettere nel mercato brasiliano e viceversa esportare quelli Brasiliani all´estero.

Un altro esempio di importazione è una macchina per il settore delle costruzioni civili . Si tratta di una macchina che produce ghiaia triturando grosse . Il “Britador di Mandibulas “ che potete vedere nella foto sottostante oggi é usato in uma fabbrica di Gesso.





Grazie Davis per la tua disponibilità ed auguri per le tue attuali e future iniziative . 

Grazie a te Antonio ,  lascio la mia email per coloro che volessero contattarmi personalmente : 


devisnetbrazil@yahoo.com


Cédula de Identidade per Stranieri (CIE) di età superiore ai 51 anni


Ho trattato questo argomento in molti commenti ma non ho mai dedicato un Post completo a questa Circolare del 2008 . La pubblico con traduzione dei passi più importanti sperando così di chiarire i tanti dubbi espressi dai lettori del Blog .





PORTARIA Nº 2.524, DE 17 DE DEZEMBRO DE 2008
( Circolare del ministero della Giustizia  )


Dispõe sobre a expedição de Cédula de Identidade para Estrangeiros (CIE) maiores de 51 (cinqüenta e um) anos e deficientes físicos de qualquer idade.


Disposizioni sulla emissione della CIE a maggiori di 51 anni o deficienti fisici di qualsiasi età 


O MINISTRO DE ESTADO DA JUSTIÇA, no uso de suas atribuições legais, e
CONSIDERANDO o disposto na Lei nº 10.741, de 01 de outubro de 2003, que institui o Estatuto do Idoso;
CONSIDERANDO a Lei nº 7.853, de 24 de outubro de 1989, que dispõe sobre o apoio às pessoas portadoras de deficiência e sua integração social, entre outros;
CONSIDERANDO os termos do Decreto-Lei nº 2.236, de 23 de janeiro de 1985, e suas alterações, inclusive a Lei nº 9.505, de 15 de outubro de 1997, que dispensa a substituição de documento de identidade aos maiores de 60 (sessenta) anos e aos deficientes físicos, resolve:


Art. 1º Ao estrangeiro residente na condição de permanente, cuja idade seja igual ou superior a 51 (cinqüenta e um) anos à época do registro, ou de qualquer idade, desde que portador de deficiência física, será expedida Cédula de Identidade para Estrangeiro (CIE) com prazo de validade indeterminado.


Allo straniero residente con visto permanente , la cui età sia superiore o uguale ai 51 anni all'epoca della registrazione o di qualsiasi età , nel caso sia portatore d alcuna deficienza fisica , la CIE sarà emessa con tempo di validità indeterminato .




Art. 2º É facultada a substituição da Cédula de Identidade para Estrangeiro ao detentor da condição a que alude o Art. 1º desta Portaria.


Parágrafo único. A taxa de expedição do documento de que trata o caput deste artigo fica limitada a 25% do valor fixado para expedição da primeira via da CIE.


Art. 3º O estrangeiro residente na condição de permanente, portador de CIE com prazo de validade determinado, cuja idade seja superior a 60 (sessenta) anos, poderá requerer, sem ônus, a substituição de sua CIE na unidade da Polícia Federal mais próxima de sua residência.


Lo straniero residente con visto permanente , portatore di CIE con tempo di validità determinato , la cui età sia superiore ai 60 anni , potrà richiedere , senza oneri , la sostituzione della sua CIE alla Polizia Federale prossima alla sua residenza .


Art. 4º Esta portaria entra em vigor 30 (trinta) dias após sua publicação.
TARSO GENRO


Publicada no DOU Nº 246, quinta-feira, 18 de dezembro de 2008, Seção 1,



martedì 11 ottobre 2011

Muore Dom Vicenzo una icona italiana a Natal



Dom Vicenzo era una istituzione vivente a Natal . Io l'ho conosciuto durante uno dei miei primi viaggi nella Cidade do Sol nel 2004 quando aveva ancora una Pousada a Ponta Negra . Innumerevoli gli aneddoti che si raccontano su di lui .

Ha partecipato tra l'altro alla fondazione della Associazione ACIBRA di cui era membro onorario . Proprio venerdi scorso , durante l'incontro mensile  che si tiene all'Auditorium della Libreria Siciliano era apparso con la sua coppola bianca nel documentario che tre giovani natalensi del Corso di Comunicazioni della Università Potiguar hanno dedicato alla immigrazione italiana : " Un pezzo italiano na Cidade do Sol "

Il Blog Vivereinbrasile e l'Associazione ACIBRA si associano al dolore della famiglia per la perdita dell'indimenticabile  Dom Vicenzo .




Morreu nesta terça-feira (11) Vicenzo Giorgio, o Dom Vicenzo, que há 36 anos comanda a madrugada da capital dos magos-notívagos com a Trattoria Bella Nápoli, o único restaurante que fica aberto durante toda a madrugada, com o som de piano de Manoel das quintas aos sábados.


Vicenzo foi internado no Hospital da Unimed devido uma pneumonia. Os médicos, então, constataram um problema bem maior, incurável: câncer generalizado. Era fumante inveterado .
Os filhos estão no Grupo Villa para decidir se haverá velório antes do corpo embarcar para ser cremado no Recife (PE). A qualquer momento, o blog informará.
Nos anos 70, o italiano Vicenzo Giorgio veio morar no Brasil. casou-se com uma gaúcha. Em 1975, fundou em Natal a Trattoria Bela Napoli, primeiramente na Praia do Meio. Depois para o lugar onde funciona até hoje: Avenida Hermes da Fonseca, que ele comandava ao lado do filho mais velho, Luigi Giorgio, com a tradição de funcionar até o sol raiar.
Inteligente e agradável, somou bons amigos em Natal., da velha e da nova guarda.

L'Associazione ACIBRA porta O MONSTRO a Natal






Na próxima quinta-feira, 13 de outubro, estréia às 19:30 no Auditório da PotyLivros do Praia Shopping o evento CinemItalia, uma nova iniciativa daAssociação Cultural Ítalo-Brasileira do Rio Grande do Norte (ACIBRA/RN) no âmbito das comemorações do Ano da Itália no Brasil.

A proposta do ciclo CinemItalia é propiciar de uma forma leve e descontraída momentos de encontro entre os apaixonados pela língua e a cultura italianas, a comunidade dos descendentes de italianos em Natal, os italianos que residem e trabalham na Cidade do Sol e todos os natalenses interessados, através de expressões da Sétima Arte do país mediterrâneo, cuja produção cinematográfica continua rica e efervescente. Os encontros, com entrada franca, acontecerão uma vez por mês.

No primeiro encontro será exibida a comédia Il Mostro (O Monstro, 1994) de Roberto Benigni, na versão original com legendas em português.

Escrita e dirigida pelo premiado ator e diretor de A Vida é Bela, vencedor de dois Oscars, Il Mostro é uma divertida comédia de equívocos. Um serial killer pervertido está á solta e o paisagista e pintor de letreiros Loris (Roberto Benigni), um caloteiro de primeira e artista de segunda que vive fugindo do proprietário de seu apartamento para não pagar o aluguel, é o principal suspeito. Isso graças ao seu péssimo hábito de ser surpreendido em situações comprometedoras pelas quais sempre teriam uma explicação que o inocentasse não fosse a incompetência da polícia. Jessica (Nicoletta Braschi), uma policial à paisana, é incumbida pelo excêntrico psicanalista policial Tacconi (Michel Blanc) de seguir Loris e adquirir provas para efetuar sua prisão. Mas as coisas não saem bem de acordo com o planejado...

Considerado pela crítica internacional um dos mais engraçados filmes das últimas décadas, Il Mostro revela a capacidade da comédia italiana de se renovar em temáticas e linguagens sem perder sua incrível força expressiva e seu tradicional caráter de crítica social e de costume.


Trichet , la crisi è sistemica : austerità permanente e meno wellfare .



Per chi non l'avesse capito Trichet ti sta dicendo di  stringere la cinghia per i prossimi ... 15 anni . Poi non dire che non ti ho avvertito ! 


Eurozona deve apertar o cinto por um longo tempo

Segundo informe, "sem novas medidas de austeridade, a dívida pública vai ultrapassar 100% do PIB nos próximos 15 anos"




"La crisi del debito ha ormai raggiunto dimensione sistemica e nelle ultime tre settimane è peggiorata". Il giudizio netto è di Jean-Claude Trichet, presidente della Banca centrale europea, che lo ha espresso nel corso di un'audizione, in qualità di presidente del Comitato per il rischio sistemico, davanti alla commissione affari economici del parlamento europeo. Trichet ha avvertito che sul rischio del debito sovrano l'epicentro è l'Europa, ma il problema è globale perché si sta allargando agli usa ed al Giappone. "Ogni ritardo ad agire aggrava la situazione" ha detto Trichet, sollecitando le istituzioni nazionali e comunitarie ad attuare quanto prima i piani e gli impegni concordati nel vertice di fine giugno.

Crisi globale - "Nell'ultimo mese - ha spiegato il governatore Bce - lo stress sul debito sovrano si è spostato dalle economie più piccole a quelle dei maggiori paesi dell'Unione europea. Segni di tensione sono evidenti in molti mercati dei bond governativi europei, mentre l'alta volatilità sui mercati azionari indica che le tensioni si sono allargare ai mercati dei capitali di tutto il mondo". La situazione, aggiunge, "è stata aggravata dal progressivo prosciugamento del mercato interbancario", mentre l'elevata interconnessione dei mercati finanziari ha aumentato i rischi di contagio e il "rapido accrescimento dell'impatto negativo sull'economia in Europa e altrove".

Governi in ritardo
 - "Da tempo ammonisco i governi - ha spiegato Jean Claude trichet - , ho lanciato molti moniti ma molti governi mi hanno criticato dicendo che la situazione non era così grave. La Bce non si è mai autocompiaciuta. Non abbiamo mai dormito sugli allori".

Consolidare le banche - Parlando dei rischi di solidità delle banche europee, il presidente Bce ha poi auspicato che i "supervisori coordinino il rafforzamento del capitale" perché servono "risposte chiare" anche su questo fronte: "Sono aumentati i rischi di liquidità e di finanziamento delle banche e potrebbe essere benefica la possibilità che l'Efsf presti soldi ai governi per ricapitalizzare le banche. Comunque, è necessario che sulla ricapitalizzazione delle banche e sulla crisi del debito sovrano ci siano presto decisioni chiare perché abbiamo i minuti contati". Trichet auspica che queste decisioni possano arrivare già dal vertice del 23 ottobre.

L'esempio di Dexia - Dal canto suo, ha spiegato Trichet, l'European systemic risk board sta lavorando sulle "vulnerabilità" che le grandi banche dell'area euro accusano sulla necessità di ottenere rifinanziamenti in dollari. Sono stati dunque siglati nuovi accordi di scambio valutario fra Bce e Federal reserve, la banca centrale americana, per assicurare alle banche europee anche rifinanziamenti in dollari. Trichet ha citato anche il caso Dexia, la banca franco-belga finita in dissesto a causa della pesante esposizione su titoli di stato dei paesi periferici. Si è deciso di "salvarla" con cessioni a "spezzatino" e nazionalizzazioni (in Belgio). Secondo Trichet ora è molto importante che i vari paesi coinvolti attuino rapidamente quanto concordato di fare su Dexia.

L'Ue prevede nuove manovre - Intanto, previsioni negative arrivano dal rapporto trimestrale della Commissione Ue che affronta il problema del debito pubblico elevato. Secondo il dossier, in molti Paesi della zona euro saranno necessarie "ulteriori misure di consolidamento dei conti, oltre a quelle già prese finora", per assicurare la stabilità delle finanze pubbliche. In assenza di misure di consolidamento aggiuntive, spiega Bruxelles, il debito sarà sopra il 100% del pil nei prossimi 15 anni e continuerà a salire in seguito.

Austerità permanente - In quest'ottica, la Commissione ritiene che servano da un lato misure di austerità permanenti per abbattere la barriera del debito al 100% del pil e continuare a crescere per gli anni a venire; dall'altro una radicale correzione dei conti pubblici a lungo termine per prevenire i problemi legati all'invecchiamento della popolazione e la conseguente crescita dei costi sociali.

"I rischi di peggioramento delle prospettive di crescita - si legge nel rapporto - sono aumentati principalmente a causa delle preoccupazioni per la crisi dell'eurozona non risolta e delle sue ripercussioni sui mercati finanziari e sul rallentamento dell'economia a livello globale". Il debito pubblico di Eurolandia, tra l'altro, secondo il rapporto
è aumentato negli ultimi anni a causa del "deficit elevato e degli aiuti statali alle banche".

Fonte : La Repubblica