sabato 14 gennaio 2012

Strane coincidenza

Qualcuno mi ha fatto notare che  nel 1912 ( per la verità la notte del 15 Aprile ) affondava il Titanic  ed oggi a  distanza di "quasi" 100 anni  ed in aggiunta di Venerdì 13 , è affondata la più grande nave italiana da crociera la Costa Concordia varata appena pochi anni fa e definita un " tempio galleggiante " . In realtà a  cercar bene si trova sempre come associare un evento all'altro . Speriamo solo  che il numero delle vittime accertate non aumenti . 





13 commenti:

  1. Sarà una coincidenza anche il fatto che nel 2006 al momento del varo della Costa Concordia la bottiglia di spumante non si ruppe?
    http://youtu.be/Wwn6-DlhiR0

    Eppoi parlano male della scaramanzia...
    salut
    Marco

    RispondiElimina
  2. Per quel che possa valere, il declassamento dell'Italia a BBB+ è stato poche ore prima dell'incidente. La espressione "la nave affonda" la dobbiamo prende in senso figurativo, come una metafora? Siamo davanti ad una sincronocità di cui parlava Jung? Volevo dire che il morale non è molto alto qui in Italia e questi eventi non sono di certo incoraggianti. Vediamo se il capitano Super Mario Monte ci porta lontano dagli scogli o ci fa urtare contro.

    RispondiElimina
  3. La mia intuizione che l'affondamento non era un caso o una fatalità, ma qualcosa di simbolico trova conferma nell'opinione di Massimo Mazzucco qui:

    http://www.luogocomune.net/site/modules/news/article.php?storyid=3918

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mo pure qua le fesserie di Mazzucco...Paulo ma ci faccia il piacere!

      Elimina
    2. Non credo Mazzucco sia uno che dica fesserie, forse uno non condivide il suo punto di vista, ma lui è un serio ricercatore e documentarista.

      Inoltre, quello che dice non è farina del suo sacco, è un riassunto delle intuizioni di molte persone.

      Io non credo all'incidente causato dallo stupido capitano, "errori" di questo tipo sono troppo delle "coincidenze" e lasciano quel senso strano che qualcosa sta succedendo.

      Ci sono almeno due possibilità per capire le "coincidenze":

      1 - Una élite con la mente distorta affascinata dai simboli (anche per ragione di malattia mentale) ha forzato il capitano a farlo sotto ricompensa e minaccia di sterminio di tutta la famiglia.

      2 - Una sincronicità come descritta scientificamente da C.G.Jung o René Guénon nei suoi studi sulla simbologia. In questo caso la "coincidenza" non è un atto volontario, ma un fenomeno che fa parte della nostra realtà.

      Insomma, c'è chi sente certe cose anche se non riesce a spiegarle e chi è impermeabile.

      Elimina
    3. si certo Paulo, continua cosi che vai forte con le teorie astruse ....schettino è un cretino,spiegazione Scientifica , che è sempre meglio delle bobagem a cui solo tu credi

      Elimina
    4. Caro Paulo,eventi sincronici,coincidenze,atè magia,sono cose distanti dalla mentalità occidentale positivista e razionale..Puoi anche aggiungere Steiner o Evola o Gurdjeff ma sempre,come vedi,rimarresti alvo di ironie...poi perchè questa "ancestralità" non faccia quasi più parte della struttura psichica degli europei è un' altro discorso...Non so chi sia Mazzucco e mi stacco un' attimo dalla tragedia della nave,ma questo modo di condurre la vita,dando molta attenzione ai presentimenti,all'attività sensoriale certamente mi appartiene...i brasiliani,come altri popoli,hanno un approccio diverso all'irrazionale rispetto agli occidentali...Nella "folha" oltre all' oroscopo puoi trovare addirittura la Rivoluzione Solare (Retorno Solar),in molti quotidiani ci sono i buzios e i tarot,logico che così impostate sono forme di oroscopia approssimative e grossolane,ma comunque denotano un' interesse del lettore...Io sia in Brasile che quando sono qua in europa,se ne ho bisogno,ho i miei oraculi,ho anche l' abitudine di farmi leggere il destino da una cigana...sono una persona di buona cultura,con responsabilità familiari e lavorative,come tutti...per alcuni sono bobagem,per altri no...ieri scrissi in altro post che molti europei deslocati in brasile portano con loro
      anche i loro preconcetti e che questo non li aiuta,li invitai a leggersi TOCAIA GRANDE,la storia non ufficiale ma vera del brasile,spero ne converrai...leggetevi,se volete,anche "O Sumiço DA SANTA" i libri di Amado oltre a dare grandi emozioni possono essere rivelatori...
      8 aprile è campano,quindi aggiungiamo anche "Sud e magia" del grande De Martino..ritengo che esista un grande laço che unisce tutti gli esseri umani,oltre qualsiasi differenza,chi riesce a vederlo vive molto meglio degli altri...
      vi ringrazio

      Elimina
  4. O consulado do Brasil em Roma informou que 53 brasileiros estavam no navio de cruzeiro Costa Concordia, que naufragou na costa italiana na noite de sexta-feira. Segundo o consulado, a empresa Costa Cruzeiros, dona da embarcação, disse que 47 dos brasileiros eram passageiros e os outros seis, tripulantes. Até o momento, não há informações de brasileiros entre os mortos, feridos e desaparecidos.
    Um grupo de 26 brasileiros que estava no navio já está a caminho de Milão, segundo a embaixada brasileira na cidade. Caso necessário, a embaixada do Brasil na Itália providenciará novos passaportes para essas pessoas. No caso de quem precisar viajar imediatamente ao Brasil, emitirá um documento chamado Autorização de Retorno ao Brasil (ARB), que substitui provisoriamente o passaporte.

    Agência Estado

    RispondiElimina
  5. Senza parlare dei morti e dispersi ( purtroppo ce ne sono ancora tanti )
    Ikke ci faceva sto gigante vicino l' isola dle Giglio ?
    E poi, in quanto tempo ci si riprenderá dal disastro ambientale ?
    Il capitano che abbandona la nave poi é da barzelletta............

    Saluti a tutti

    Salvatore

    RispondiElimina
  6. Quella dell '"inchino " è una usanza molto in voga tra le navi da crociera ed è ben vista dalle Società armatrici e benchè azzardate le manovre devono per forza essere state autorizzate dalla Capitaneria di Porto . Pertanto non capisco la veemenza con cui la Capitaneria di Porto di Livorno tratta il capitano del Concordia , come se non fosse corresponsabile della tragedia e la rapida sparizione dal Blog della Costa Crociere della celebrazione dell'inchino fatto dalla stessa nave all'isola di Procida il 9 Agosto 2011 .

    RispondiElimina
  7. Questo fatto della Concordia da un punto di vista sembra chiaro: un capitano irresponsabile, ragazzone e anche codardo combina una gran cazzata.

    Il "colpevole" è stato individuato subito e nessuno pone una domanda e nemmeno aspetta l'investigazione e il giudizio legale. Ci sarebbero diverse domande da fare, fra cui:

    1 - Qualcuno ha controllato se il GPS e altri apparecchi funzionavano correttamente?

    2 - Qualcuno ha investigato i contatti e frequentazioni del capitano negli ultimi tempi?

    3 - Come mai un così incompetente capitano assume il comando della più grande nave di crociera del mondo? Se per guidare la macchina le assicurazioni vogliano sapere tutto di te, per le navi non importa?

    4 - L'ammutinamento che ruolo ha avuto sul capitano? Era effettivamente in comando?

    5 - Siamo sicuri che "rendere omaggio" all'isola a mezzanotte di un giorno di inverno sia cosa comune e desiderata?

    Come in tutte le grandi tragedie c'è subito uno o più colpevoli e le cose parlano chiaro, ma nessuno fa le domande o cerca delle risposte. Sembra che vada bene così, l'assicurazione (dei soliti banchieri e potenti) paga milioni di euro senza discutere. Sai, se la verità viene fuori può costare loro molto di più.

    RispondiElimina
  8. http://complottismo.blogspot.com/2012/01/chi-ha-affondato-la-concordia.html

    Un riferimento alla ricerca del Mazzucco

    RispondiElimina

Lasciate qui un vostro commento