Home costo della vita Nuova manovra per contrastare l’aumento del real

Nuova manovra per contrastare l’aumento del real

9
13
CONDIVIDI
Una nuova manovra è stata annunciata da Dilma e che va nella direzione di indebolire il real allo scopo di migliorare l’export  . Questa notizia assieme alla ” percezione ” che in Europa la situazione si sta stabilizzando dopo il disinnesco della bomba Grecia provocherà nel medio periodo un ulteriore rafforzamento del cambio euro/real . Si riaprono così spazi interessanti per coloro che intendono investire in Brasile .


 Iniziata la guerra fiscale globale? Sembra di sì. Dopo la Gran Bretagna di David Cameron e la proposta di riforma fiscale a favore delle imprese degli Stati Uniti di Barack Obama è la volta del Brasile del presidente Dilma Rousseff che si è impegnata a ridurre le imposte sulle imprese locali così da aiutarle a investire e a competere in un mondo inondato da una massa enorme di denaro presi a prestito a buon mercato dalle banche centrali , soldi che stanno danneggiando l’economia del Brasile, e dei paesi emergenti facendo rafforzare le monete locali e diminuendo l’export. La Rousseff lo ha rivelato alla rivista Veja nel corso di una intervista

“Gli imprenditori si sono lamentati che la pressione fiscale in Brasile frena le migliori iniziative e impedisce loro di competere alla pari nella partita globale”, ha detto la Rousseff. “Sono d’accordo. Dobbiamo abbassare la pressione fiscale. E abbiamo intenzione di abbassarla”. Il governo brasiliano è molto preoccupato degli effetti di un real forte che è sostenuto da ingenti flussi di capitali stranieri che arrivano in Brasile in cerca di tassi di interesse interessanti e scappano appena fatto il pieno di plusvalenze senza fare investimenti duraturi. Sono i cosiddetti hot money, cioè investimenti di breve respiro .

di Vittorio Da Rold – Il Sole 24 Ore – leggi su http://24o.it/23iiu

13 Commenti

  1. Domanda semplice per molti di voi che abitano in brasile e che ultimamente hanno cambiato euro in reais. Iof a parte,dal cambio ufficciale,quanti punti normalmente si pappa una banca da un bonifico internazionale?
    Obrigado
    Cristian

  2. Cristian dipende dalla banca brasiliana e dalle banche "tramite" che veicolano gli euro in Brasile e li trasformano in Real.
    Nella mia esperienza personale posso dire che il Banco Brasil (applica circa il 2% di commissioni di cambio + delle spese fisse) è più conveniente di Bradesco e HSBC (della Caixa Economica neanche parlarne).
    Sui bonifici internazionali dove è importante limitare l'incidenza delle spese varie sull'importo netto da riconoscere al beneficiario (come nel caso della costituzione di impresa in cui devono arrivare minimo 150.000 real) è possibile optare per spese a carico dell'ordinante (opzione bonifico con spese "our") al momento della disposizione del bonifico (in Italia).
    Al Banco Brasil inoltre è possibile una procedura che lascia i soldi in transito fino a 90 giorni, in attesa delle variazioni di cambio, che da modo di scegliere il giorno e il momento migliore per effettuare il cambio e di trattarlo con la banca (bonifico "Hold"). E' possibile effettuare un bonifico hold sul BB anche se non si è clienti dello stesso ma si ha il conto su un'altra banca. Ovviamente tale procedura è valida per importi rilevanti.
    abraços
    Marco

    • Dario ovviamente è possibile trattare spese e commissioni anche con la banca ordinante italiana, ossia quella da cui si fanno partire i soldi, non le commissioni di cambio che, ovviamente, vengono percepite dalla banca ricevente in Brasile dove avviene il cambio. Per avere un'idea in media lo standard di spese delle banche italiane sui bonifici internazionali (fuori area UE) è di 25-50 euro di spese fisse oltre a 0,40 – 0,70% di commissioni valutarie sugli euro inviati.
      La banca "tramite" è una terza banca che canalizza tutte le entrate in euro provenienti da tutto il mondo verso la banca ricevente brasiliana. Ovviamente viene scelta dalla banca ricevente, non possiamo deciderla noi, in genere ha sede a Francoforte o Londra e applica delle commissioni fisse. Il Banco Brasil, ad esempio, riceve tutti gli euro dalla propria filiale tedesca (BB Francoforte) che applica 15 euro fissi di spese.
      In sintesi per mandare soldi dall'Italia al Brasile dobbiamo foraggiare almeno 3 banche con i nostri soldi con un costo totale che va dal 3 al 5% dell'importo.
      abraço
      Marco

  3. X Marco.
    Io sto facendo con Bradesco e al cambio attuale,ieri,il netto era a 2,44 reais per euro. Mi sembra un pò poco.Che ne dici? Cercherò di prendere informazioni al Banco do Brasil come da te suggerito.
    Grazie.
    Cristian

    • Ciao Cristian infatti come dicevo il Bradesco è più caro del BB in meiro alle commissioni di cambio applicate sui bonifici esteri in entrata. Non so in quale città ti trovi ma se è abbastanza estesa informati qual è la filiale "capozona" del BB che tratta le operazioni di cambio per la tua città (a Salvador ad esempio la Filiale dove vengono accentrate queste operazioni è quella di Pituba) dove si deve andare a trattare il cambio e dare disposizioni quando si effettuano i bonifici con procedura "hold" di cui ho parlato sopra.
      Il vantaggio è quello di avere una "finestra temporale" di 90 giorni durante i quali si può decidere in tempo reale se cambiare o meno i soldi inviati al valore di cambio contrattato quel giorno.
      Questo ovvia al problema di non sapere mai al momento dell'invio dei soldi dall'Italia il valore del cambio che verrà applicato all'arrivo (generalmente dopo almeno 2 o 3 giorni) che può variare anche di molto.

  4. Banco do brasil applica l'1% della somma che si trasferisce.Quindi sarebbero metà delle tasse che pagherei con bradesco. Resta il fatto che il banco do brasil sembra ci si impieghi più tempo a aprire il conto e da quello che mi hanno detto,per fare questa operazione lo dovrei aprire per forza con loro. Di buono é che sembrerebbe ci sia una burocrazia più spiccia.
    Non lo sò…credo che per stavolta chiuderò gli occhi e cambierò alla meno peggio, per una questione di praticità, con Bradesco.
    Anche Bradesco propone lo stesso sistema di cambio di 90 gg.
    Oggi il cambio Bradesco era a 2,46: chiaro é salito! 🙁

  5. Il cambio Santander è allineato alle altre banche proprio perchè il Santander applica una commissione percentuale di cambio come tutte le altre banche. Nessuno lavora gratis. Le commissioni non si vedono perchè sono già detratte dal cambio netto. A parte viene percepito lo IOF (minimo 0,38%) che viene evidenziato.

  6. In definitiva:
    Ieri il cambio ufficiale maggiore(preso da siti internet)era a 2,5486.
    Cambio Banco do Brasil 2,5380.
    Ho chiamato il Bradesco dove ho aperto il conto e volevano chiudermi il cambio a 2,49 per telefono,ma gli ho detto di aspettare perché volevo parlare con loro personalmente.
    Siccome oltre al cambio non molto buono,mi avevano combinato più di qualche errore,quando sono arrivato là, gli ho subito chiesto come dovevo fare per stornare il bonifico perché oltre a una evidente negligenza da parte loro,avevo appurato che cambiando così avrei perso del denaro.
    Le cose sono subito cambiate:da 2,49 1l cambio è andato magicamente a 2,52!
    Quindi ho pagato solo poco più di quell'un per cento che mi stava facendo il Banco do Brasil e senza riaprire un'altro conto e stornare il bonifico che sarebbe stato come affrontare le fatiche di ercole di nuovo.
    Le spese accessorie sono di 390 reais (155 euro)per il bonifico partito dall'italia,434 reais (180 dollari)per la banca di destinazione e chiaramente lo IOF al 0,38.
    Un consiglio:non fatevi scrupoli a trattare con sti ladri della banca che, in una maniero o nell'altra, comunque rubano i vostri averi.
    Abraço
    Cristian

  7. Cristian se vedi bene con la tua trattativa quei 3 centesimi in più ti hanno fruttato circa 1.800 reais netti con i quali ti sei ripagato tutte le spese accessorie, quindi ne è valsa la pena.
    Confermo che le banche sono tutte ladre, bisogna pagare in proporzione al servizio avuto, quindi poco (te lo dice uno che ci ha lavorato 26 anni). Bisogna sempre cercare di negoziare e cercare quella più conveniente in base alle proprie esigenze.

  8. Proprio così.
    L'ho postato appunto nel blog,per dare informazioni a chi in caso potrà contrattare,qualora dovesse fare trasferimenti bancari.
    Altra cosa:diffidate delle informazioni date dal personale brasiliano. Cercate sempre di chiedere a più persone della stessa azienda o ancora meglio cercate riscontri in altre aziende che danno quel tipo di servizio che state cercando.Anche se la persona che vi trovate davanti,dovrebbe avere la competenza per rispondervi,la maggior parte delle volte o per incompetenza o per "preguiça",purtroppo vi chiuderà la porta in faccia.
    Non bisogna assolutamente desistere. Al costo di diventare cinici e antipatici anche se non lo siete.
    Saluti
    Cristian

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here