sabato 28 luglio 2012

Il visto permanente per unione stabile

Un articolo di Adler Martins , avvocato di Belo Horizonte ,autore di diversi blog sia in portoghese che in inglese sul diritto internazionale .
In questo si parla del visto permanente per matrimonio e per unione stabile . Sono analizzate le condizioni che bisogna rispettare per aver diritto a questi tipi di visto e la documentazione da produrre . Particolarmente interessante la sezione che riguarda le unioni stabili .
L'articolo è tratto dal suo Blog in lingua inglese :http://brazilianlawblog.com dove i lettori interessati a questioni legali riguardanti il Brasile possono rivolgersi per richieste di chiarimento .
Essendo l'articolo è in inglese consiglio l'uso di Google a coloro che non conoscono bene la lingua .

Love is always in the air when we talk about Brazil. At times when Brazilian economy is  better than others, this love tends to materialize in subsequent relocations to Brazil.

So you married a Brazilian and now you both want to come live in Brazil. Or you live with a Brazilian in a stable union and want to come to here.

But how does your marriage becomes fully efficient in Brazil? How do you prove a stable union? How can you get a visa to live in Brazil? These are some of the issues we will address today.

Marriage issues

Pursuant to Statute no. 6.015/73, which regulates public registries, the marriage of a Brazilian celebrated in a foreign country is considered authentic pursuant to the laws of this country after the certificate of marriage is legalized at the competent Brazilian Consulate (article 32). However, the marriage can only produce effects in Brazil if the legalized certificate of marriage is transcribed into the books of the 1stRegistry of the domicile of the Brazilian spouse (That is, a Cartorio. A detailed regulation can be found in 
http://www.adlerweb.blogspot.com.br  )

Therefore, in order to have a fully effective marriage in Brazil, the first step is to legalize the certificate of marriage (at the consulate) and the second is to submit it to the Registry (at a Brazilian cartório).

Note that the issue of whether homosexual marriages are accepted under Brazilian Law is not completely settled, although the Supreme Court of Justice understanding has made decision that recognizes this possibility.

Therefore, registering the certificate of a homosexual marriage in a Brazilian Registry may present problems, even if the marriage is officially recognized by the laws of the country in which it was celebrated.

Stable unions

For many purposes, Brazilian law equals marriage and stable unions. A stable union is defined as a family entity living together in a public, continuous and lasting manner and with the aim of constituting a family. There is no time requirement for a stable union, though courts are more incline to recognize them when they exist for a longer period of time (a year or more).

In 2011, the Federal Supreme Court recognized the validity of stable unions between homosexual couples.

But how do you prove a stable union?
For visa purposes, this condition can be proved with:
(1) one of the following documents (Art. 2 of Resolution CNIg no. 77/2008)


(a) certificate of stable union issue by a government entity of the country of origin; or

(b) proof of stable union issue by a competent Brazilian court or similar foreign authority.

OR

(2) by presenting the following documents (Art. 3 of Resolution CNIg no. 77/2008):

(a) certificate of civil registration of the Foreigner (in case, the Foreigner’s National Registration number and the Taxpayer’s Registry (CPF) or foreign equivalent (including passaport);

(b) declaration of two people which attests the existence of the stable union; and

(c) at least two of the following documents:

(i) proof of economic dependency issued by the fiscal authority or an entity equivalent to the Brazilian Revenue Office;

(ii) certificate of religious marriage;

(iii) will declaration which proves the union;

(iv) life insurance contracted by one of the interested parties which appoints the other person as beneficiary;

(v) duly registered deed of sale of real estate which appoints both interested parties as owners or lease signed by both; or

(vi) joint bank account.


NOTE: Documents number ii to vi must be at least one year old before they can be accepted. So, no lightning speed civil unions!

How to request the permanent visa

After obtaining proof of your marriage or stable union, you can request a family reunion visa. In Brazil, family is a constitutionally upheld value and so Brazilian authorities tend to grant this type of visa with relative ease.

If you are outside Brazil, you can request this visa at the Brazilian Consulate which has jurisdiction over your domicile. If you are already in Brazil, you should address your request to the nearest Federal Police office.

Pursuant to Resolution CNIg no. 36/1999, Brazilian authorities may grant permanent visas to foreigners married to Brazilians.

With this visa, you are allowed to stay and work in Brazilian territory and you may enter and leave the country as you wish.

However, if you stay over two years outside the country, you may lose your visa and, thus, you would have to either request a new one or ask for the revalidation of the previous one.

Note that pursuant to art. 75 of Statute no. 6.815/1980 (which regulates the legal status of foreigners in Brazil), a foreigner with a Brazilian spouse or companion cannot be expelled from Brazilian territory if the marriage and/or stable union exists for over 5 years. Accordingly, after this period, the foreigner can request the transformation of its permanent visa into a kind of permanent stay permission.

29 commenti:

  1. Ciao antonio,
    credo di aver capito da questo articolo, come legalizzare in Brasile, un matrimonio contratto all' estero. Non è un processo automatico ma mi sembra percorribile in caso di un unione stabile.
    Se invece il matrimonio viene contratto in brasile, cosa cambia?
    Roberto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il visto permanente per matrimonio, qui i casi possono essere diversi:

      1) matrimonio celebrato in Italia con cittadino/a brasiliana e richiesta del visto al consolato brasiliano in Italia.

      2) matrimonio celebrato in Italia con cittadino/a brasiliana e richiesta del visto alla polizia federale in Brasile.

      3) matrimonio celebrato in Brasile con cittadino/a brasiliana e richiesta del visto al consolato Brasiliano in Italia. E' possibile sposarsi in Brasile (a questo link i documenti da produrre per potersi sposare presso un cartorio a Fortaleza - 26/11/2009) rientrare in Italia e richiedere il visto permanente al consolato Brasiliano in tal caso non è necessaria nessuna trascrizione in quanto il matrimonio ha già piena validità essendo stato celebrato in Brasile, oltre ad una fotocopia autentica (fatta in cartorio in Brasile o allo stesso consolato) del certificato di matrimonio è necessaria una dichiarazione della parte brasiliana ed altri documenti da produrre in Italia, tale procedura è chiaramente in indicata sui siti internet dei consolati brasiliani in Italia (Roma o Milano - www.consbrasroma.it - www.consbrasmilao.it )

      4) matrimonio celebrato in Brasile con cittadino/a brasiliana e richiesta del visto alla polizia federale in Brasile. E' possibile entrare in Brasile da turista, con tutta la dovuta documentazione(a questo link i documenti da produrre per potersi sposare presso un cartorio a Fortaleza - 26/11/2009), sposarsi in Brasile e presentare direttamente la domanda di visto permanente alla polizia federale. In tal caso bisogna stare attenti a non farsi mancare tutti i documenti necessari sia per il matrimonio che per la successiva richiesta di visto. Per sposarsi sarà necessario produrre in Italia l'estratto di nascita con maternità e paternità ed il certificato cumulativo di stato libero, cittadinanza e residenza da legalizzare in prefettura e poi al consolato brasiliano in Italia e successivamente da tradurre in Brasile, poi quando si è in possesso del certificato di matrimonio è necessario avere tutti gli altri documenti già indicati al punto 2. La validità dei documenti fatti in Italia è di 90 giorni, tempo più che sufficiente ad espletare entrambe le pratiche.

      Facciamo presente che spesso i documenti possono variare da stato a stato ed anche da cartório a cartório nello stesso municipio. Sia il cartório che la polizia federale possono richiedere documentazioni aggiuntive, quindi il consiglio migliore è sempre quello di informarsi direttamente presso l'ufficio dove si svolge una determinata pratica. In prima fase nel caso di "pedido de permanencia definitiva com base em casamento" non viene concesso un "visto permanente" ma solo un permesso provvisorio, la polizia in caso di matrimonio farà i dovuti controlli finalizzati a verificare che il matrimonio sia reale, in genere avviene una visita di funzionari della polizia federale presso il domicilio degli sposi. Altra cosa che non tutti sanno è che dal momento in cui si ha in mano il permesso provvisorio fino della notifica dell'avvenuta concessione della permanenza definitiva si è obbligati a permanere in Brasile e non si può stare fuori dal paese per più di tre mesi consecutivi.

      Elimina
    2. tutto chiarissimo.
      grazie
      Roberto

      Elimina
    3. Io l' ho fatto e per esperienza ti dico che nessuno é venuto a controllare a casa. Anzi nemmeno mi hanno notificato l' arrivo del permesso definitivo! Inoltre alla federale non mi hanno detto dell' obbligo di non assentati dal paese per piú di tre mesi. Infatti sono tornato dopo 4 mesi . Morale, al rientro in Brasile vado alla federale per vedere se per caso si erano dimenticati di me e con sorpresa mi hanno dato il permesso definitivo. Sorte?

      Elimina
  2. Antonio volevo chiederti una cosa visto che nn ho chiara una cosa: ammettiamo che venga concesso regolare visto di permanenza sulla base del matrimonio e che poi dopo un tot numero di anni, la coppia si separi.
    Il cittadino straniero che nel frattempo ha regolare visto permanente, lo perde oppure no?
    Saluti,
    Marco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Adesso ti faccio io una domanda a cui ti prego di rispondere :

      ammesso che il visto si perda tu cosa farai adesso : non ti sposi più ? In altri termini la tua decisione di sposarti dipende da questa risposta ?

      Elimina
  3. Ciao,
    scusa se rispondo solamente ora ma sono stato diversi gg senza connettermi.
    Io non ho la minima intenzione di richiedere il visto permanente dal momento che vengo in Brasile solamente come turista (anche se manco ormai già da qualche anno).
    Ti ho solamente chiesto questo, vale a dire se il visto permanente si perde in seguito a separazione e/o divorzio, dal momento che in Italia chi ha la cittadinanza Italiana non la perde essendo praticamente un diritto acquisito.
    Ero quindi soltanto curioso di sapere come funziona in Brasile
    Un salutone
    Marco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che c'entra il visto permanente con la cittadinanza?

      Elimina
    2. si, se ti separi legalmente perdi il visto permanente

      Elimina
    3. Grazie per il contributo Fran75 , questa è una domanda che appare spesso sul Blog .

      Elimina
    4. ecco le parole nell'atto ufficiale della Policia federal:
      "Face às diligências procedidas pelo Departamento de Polícia Federal, DEFIRO o presente pedido de permanência, vez que restou provado que o (a) estrangeiro (a) está casado de fato e de direito com cônjuge brasileiro (a), salientando, todavia, que o ato persistirá enquanto for detentor da condição que lhe deu origem".

      Elimina
    5. Grazie per la precisazione . Certo che sembra abbastanza limitante il fatto che la condizione debba persistere senza porre alcuna limitazione temporale o causale . Se ci si separa dopo 30 anni mi pare una ingiustizia privare il coniuge del visto così se uno dei coniugi viene a mancare . Forse esistono dei casi particolari che andrebbero analizzati con maggiore attenzione e comprensione .

      Elimina
    6. Forse, dopo un certo numero di anni che si vive in Brasile, conviene chiedere la cittadinanza che, credo, non sia revocabile.
      O no?

      Elimina
  4. Una domanda agli amici del blog:dovrei sposarmi il prossimo anno con una ragazza brasiliana, il mio progetto è trascorrere 8 mesi in italia per lavoro( hotel in costiera amalfitana) e 4 mesi in Brasile(Fortaleza),visto la procedura per ottenere il visto permanente che non credo faccia al mio caso, cosa mi consigliate? Grazie in anticipo a chi vorrà rispondere e un saluto a tutti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anticipa il matrimonio di quattro mesi e richiedi il visto per matrimonio . Verifica di avere con te tutti i documenti richiesti dalla PF per questo caso .

      Elimina
    2. penso che tua moglie ti seguira' vero? allora: residenza in italia e solo 3 mesi all' anno in br come turista...facilissimo!

      Elimina
    3. gradirei un chiarimento da Antonio, con il visto per matrimonio posso restare 4 mesi e non i canonici 3 come turista(come giustamente segnalato dall'anonimo delle 01.30)? Grazie per l'aiuto.

      Elimina
    4. Dopo aver fatto la richiesta di visto puoi restare in Brasile il tempo che vuoi anche se non hai ancora ricevuto l'approvazione .

      Elimina
  5. Mi sembra molto strano comunque che si perda il visto permanente in seguito a separazione e/o divorzio, soprattutto se questo sopraggiunge dopo x anni di matrimonio ecc.

    RispondiElimina
  6. Ciao a tutti,
    vorrei chiedere aiuto per capire come risolvere la mia situazione,
    io sono un ragazzo italiano fidanzato con una ragazza di fortleza che per ragioni di studio è in italia, durante una "vacanza di perlustrazione" a Fortaleza abbiamo deciso di trasferirci e fare famiglia lì.....io ho ricevuto un offerta di lavoro e vorremmo capire come muoverci per ottenere l'autorizzazzione per lavorare ed il visto permanente....dato che la nostra intenzione è formare una famiglia vorremmo sposarci...facendolo in brasile quali documenti servono e dopo il matrimonio otterrei velcemente il visto per lavorare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao

      se ti sposi potrai chiedere il visto permanente per matrimonio e quindi non avrai bisogno del visto di lavoro che deve chiedere l'impresa che ti assume e non tu . Con il visto permanente puoi ottenere la Carteira de Trabalho e lavorare senza problemi . Naturalmente tutto ciò richiederà tempo ... molto tempo .

      Elimina
  7. A proposito di visto permanente per uniao estavel:

    non capisco come è possibile che i documenti dal punto II al VI debbano essere antecedenti di un anno alla data di presentazione della richiesta del visto ??

    Se senza visto permanente non si può avere conto corrente per esempio ??
    Oppure a chi senza visto permanente (quindi senza sicurezza del futuro, senza lavoro regolare) verrebbe in mente di fare testamento o assicurazione sulla vita alla propria fidanzata un anno prima della richiesta del visto ??

    Francesco (Uberlandia)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. " E quello per questo è un sogno " .... chi lo ha detto ?

      Elimina
  8. Conoscete qualcuno che è riuscito ad ottenere questo tipo di visto...??

    Leggevo che le richieste per questo tipo di visto sono triplicate alla PF ma di quanti ce l'abbiano fatta...

    Francesco (Uberlandia)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Francesco

      un nostro cliente italiano che vive in unao estavel con una spagnola ha ottenuto il visto per la moglie e la bambina nata dalla unione , dopo aver egli stesso ottenuto il visto permanente come investitore presso il nostro Studio . E' un caso leggermente differente dal solito ma noi ci occupiamo solo di visti per investimento .

      Elimina
    2. Salve mi chiamo Francesco e avevo bisogno di informazioni riguardo al permesso permanente per unione stabile.Inanzittutto scusate per il disturbo.Mio padre si e' deciso di trasferirsi in Brasile e in quanto convive con una persona in Brasile voleva fare il permesso unione stabile ...volevamo capire solo quali sono i documenti che deve portare al consolato brasiliano in italia per procedere con il permesso .Alcuni documenti li ha gia' fatti in brasile.Ho mandato un email al consolato brasiliano a Milano ma non ho avuto risposta. Grazie mille

      Elimina
    3. La lista di documenti e la procedura da seguire sono contenuti in questo articolo :http://www.vivereinbrasile.com/2013/01/visto-per-uniao-estavel.html

      Elimina
  9. Salve,io sono brasiliana e mi devo sposare in Brasile con il mio fidanzato italiano,ho già tutti i documenti ma ho un dubbio. Mi è stato detto che basta la legalizzazione in prefettura dato che lui entra come turista e poi facciamo tutto la. Noi viviamo a Carloforte (un isoletta a sud-ovest della sardegna che è già un isola!!!) e non possiamo assolutamente fare un viaggio del genere fino al consolato a Roma,anche perchè partiamo a fine novembre!! Mi hanno detto che il tutto va legalizzato solo in prefettura, compresi i precedenti penali, e poi facciamo tutto in Brasile dopo sposati,confermate?? Poi la,Ribeirao Preto SP, possono far tutto anche tramite consolato italiano in Brasile,molti fanno così. Mi aggiornate un pochino? Graziee.

    RispondiElimina

Lasciate qui un vostro commento