Home Vivere in Brasile Nonostante la crisi il 2012 è record per il turismo in Brasile

Nonostante la crisi il 2012 è record per il turismo in Brasile

6
6
CONDIVIDI

Solo un primo assaggio di quello che potrebbe accadere sino al 2014 , speriamo bene . Come avevo già osservato in vari commenti recenti , operando nel settore turistico ho percepito un sensibile aumento della domanda anche se il turismo interno fa da padrone .


La mia personale opinione è che molti soldi cambiati o prelevati con la carta di credito dagli stranieri siano andati per pagare investimenti di piccolo importo ( Immobiliare ) piuttosto che spesi in turismo .Questo spiegherebbe anche il calo di Dicembre .

Os gastos de turistas estrangeiros no Brasil alcançaram recordes históricos em 2012. A receita cambial foi de US$ 6,64 bilhões, superando em 1,37% o acumulado em 2011. A informação é do Ministério do Turismo.

Até então, o melhor resultado obtido com os gastos de estrangeiros com cartão de crédito e trocas cambiais oficiais no Brasil era o de 2011, com US$ 6,5 bilhões.

Os gastos de estrangeiros no Brasil cresceram 168% nos últimos 10 anos, ainda de acordo com o MTur. Subiram de US$ 2,47 bilhões em 2003 para os atuais US$ 6,64 bilhões.

Apesar do bom desempenho no acumulado no ano, a receita de dezembro de 2012 apresentou queda de 11,4% em relação ao mesmo período de 2011. Os dados são do Banco Central.

6 Commenti

  1. Ciao, sono Marco un lavoratore dipendente bancario di 50 anni, single, che è in procinto di fare investimenti immobiliari in Brasile, con la recondita speranza di cambiare vita. La zona scelta è Combuco, nel Cearà. La zona è ad alta espansione visti gli insediamenti industriali nel porto di Pecem. Dovrei acquistare (1) un terreno edificabile per 30.000 euro con la prospettiva di rivenderlo al doppio quando verrà approvato il piano edilizio; (2) due terreni edificabili per 40.000 euro all'interno di un complesso turistico già recintato, con guardiania e infrastrutture turistiche, con la prospettiva di costruire in proprio attraverso una ditta di amici spendendo 200.000 euro e affittando poi le villette a 2000 euro l'una. Il primo investimento è per abitazione di fascia medio-bassa, la seconda medio-alta. Se tutto va bene dovrei trovarmi con una rendita di 4000 euro/mese avendo investito 210.000 euro. A quel punto vorrei mettermi a part-time verticale e lavorare sei mesi in Italia e stare sei mesi in Brasile, per due anni e successivamente vendere una casa dal valore di 650.000 in Italia, acquistare una pousada e trasferirmi in Brasile. Vorrei capire come fare per visti e conto corrente per la prima fase (due anni). Sarei intenzionato a fare un conto non residenti.

  2. per la prima volta su maceio dopo moltissimi anni airitaly ha volato solo 4 settimane (incredibile)
    non vedo questa euforia per le vacanze in brasile.

    poi altra cosa, il brasile sta diventando troppo caro.

    che i mondiali e le olimpiadi aiuteranno il turismo è chiaro ma poi……..

    luca

  3. Marco, i terreni che ti sono stati offerti sono in vendita anche per i locali e non solo per stranieri. chi ti controlla la documentazione.Anche se hai i soldi in euro comincia a ragionare in termini di valuta locale.quando ci saranno le prossime elezioni locali?che significa quando viene approvato il piano edilizio?con 200000 euro cosa esattamente ti costruiscono?cosa affitteresti per 2000 euro al mese a cumbuco per tutto l'anno?ma chi ti ha fatto il piano economico mago zurli?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here