Home europa Ho trovato lavoro in Brasile : una esperienza reale

Ho trovato lavoro in Brasile : una esperienza reale

12
0
CONDIVIDI

Penso di fare cosa gradita ai tanti lettori che mi scrivono sulla questione del lavoro dipendente in Brasile riportando questo caso reale tratto da un forum di cui sono membro . Il nome della lettrice è stato modificato per riservatezza .








Buongiorno,

sono Chiara , ho quasi 28 anni e in aprile partirò per il Brasile con la speranza di trovare un ambiente più favorevole e stimolante di quello attuale in Italia.

Sono architetto e vorrei sviluppare le mie conoscenze in ambiti che mi appassionano molto ma che in Italia/Europa sono sottovalutati.
Mi piacerebbe poter collaborare in progetti di architettura sostenibile e autocostruzione (come costruzioni con materiali naturali con attenzione alla bioclimatica dell’edificio ed interesse sociale), all’architettura del paesaggio (progettazione di spazi pubblici, parchi, percorsi ecc…) o progetti legati a Expo e/o Mondiali (megastrutture e spazi pubblici o progetti volti a investire per lasciare qualcosa alla popolazione piú povera).

Purtroppo con il visto turistico non potrò fermarmi più di 3 mesi, per questo mi farebbe piacere potermi confrontare con chi ci è già passato per avere il suo punto di vista, condividere le mie aspettative e poter avere qualche suggerimento su come entrare nel mondo del lavoro.

Grazie mille per la disponibilità.

RISPOSTA 


Ciao Chiara , 

io non ci capisco niente di architettura, ma lavoro in Brasile da pochi mesi e sono passata per tutto l’iter burocratico che probabilmente dovrai affrontare anche tu, quindi mi sento di darti qualche consiglio. 

Dato che partirai tra un mese, ti consiglio di cercare di focalizzarti su una zona del Brasile..è un paese enorme e devi capire quali sono gli Stati in cui si lavora tanto con l’architettura sostenibile e tutto ciò che riguarda il tuo campo. A quel punto dovresti fare una ricerca degli studi o delle aziende che possono interessarti ed entrare in contatto con loro per fissare un colloquio (lo parli il portoghese?) e sfruttare i 3 mesi che hai a disposizione per girare e conoscere un pò del Brasile ma sopratutto per avere i contatti che ti permetteranno di ottenere il visto di lavoro.

Un visto di lavoro temporaneo (2 anni) come dipendente di un’azienda brasiliana viene concesso dal Ministero do Trabalho e Emprego dopo che l’azienda brasiliana fa la richiesta di assunzione dello straniero (cioè tu): dovrai preparare parecchi documenti e ti consiglio di avere all’interno dell’azienda brasiliana una persona di riferimento (meglio se un avvocato) che dovrà sistemare una serie di documenti relativi all’azienda e che verranno presentati all’MTE, insieme a tuoi docs.


Una volta inviati tutti i documenti, il tuo “processo” avrà inizio..di solito si prendono 30 giorni per farti avere notizie, dopodichè se i documenti sono a posto avrai buone notizie, altrimenti dovrai provvedere alla sistemazione di ciò che manca e aspettare qualche altra settimana. 

E’ un processo molto lungo e ti assicuro che ti fanno andare via la voglia..ma ci vuole pazienza. Io ci ho messo 9 mesi, ma alla fine ci sono riuscita.
Per questo ti dico di cercare di metterti in contatto con gli studi e fare dei colloqui quando sarai qui in Brasile, perchè se sei fortunata e trovi lavoro, puoi avviare le pratiche sin da subito, ma se non va, dovrai tornare in Italia e aspettare altri 3 mesi per rimettere piede in Brasile come turista ed eventualmente fare altri colloqui.

Ciao!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here