Home economia Opportunità per le grandi imprese italiane in Brasile

Opportunità per le grandi imprese italiane in Brasile

6
8
CONDIVIDI

Il Brasile premia gli investitori italiani, esenzioni fino al 90%

Il Brasile premia gli investitori italiani, esenzioni fino al 90%

Esenzioni fiscali fino al 90% per 15 anni per le aziende italiane che investiranno nel Mato Grosso do sul, tra le regioni del Brasile più promettenti dove l’economia cresce del 16% l’anno. E’ l’offerta lanciata oggi al mondo imprenditoriale italiano dal governatore dello stato sud americano, Andrè Puccinelli, in visita al ministero dello Sviluppo economico. Una sorta di road show alla presenza delle più grandi aziende italiane (tra cui Fs, Finmeccanica, FederUnacoma ecc.), per attrarre investimenti in un paese che, con un Pil di 24 miliardi di dollari, è in piena crescita economica.

“Tra i 27 stati brasiliani siamo i più attrattivi – afferma Puccinelli – perché oltre a ridurre le imposte comunali, regionali e federali, garantiamo agevolazioni per l’acquisto di macchinari, rilascio rapido delle licenze, concessioni di aree per nuovi impianti industriali”. Il Mato Grosso do sul, grande come l’Italia ma con appena 2,5 milioni di abitanti, molto ricco di materie prime, chiede di tutto, dalle macchine agricole e di movimento terra (25 milioni gli ettari coltivabili), alle infrastrutture, a tecnologia e logistica.

“Ci sono tutte le premesse per sinergie davvero importanti – ha detto il sottosegretario al Mise Massimo Vari presente ai lavori – dove l’imprenditoria italiana potrà portare il suo know how e i brasiliani offrire le migliori condizioni”. Il presidente dell’agenzia Ice, Riccardo Monti, ha confermato come il governatore in prima persona si stia impegnando molto nella ricerca di nuovi investimenti, in particolare nel settore dei trasporti e infrastrutture, dove sono asfaltate 7mila chilometri su 20mila e devono essere costruiti due porti fluviali e una rete ferroviaria ad alta velocità.

Fonte : Italia Oggi 


Booking.com

8 Commenti

  1. Ecco questo mi sembra uno stato interessante per chi voglia investire o comunque lavorare in Brasile. Certo non vi sono delle spiagge ma in compenso c'è il pantanal e la localita' di Bonito, note in Brasile per le attivita' legate all'ecoturismo.

  2. Allora la capitale Campo Grande ha un tenore di vita elevatissimo ed è l'unica capitale del Brasile a non avere le Favelas.. gli italiani sono pochissimi sono 170 su una popolazione di 800.000 persone (parlo sempre della capitale)… lo Stato è molto interessante e Puccinelli (nato a Viareggio..) vuole incentivare gli investimenti sopratutto Italiani… io mi sono trovato benissimo ed ho mangiato un SoBa' meraviglioso!!! 🙂 posso dare informazioni se a qualcuno potesse interessare investire li.

    Ciaoo Fabio

    • Purtroppo penso che Puccinelli sia interessato ad attirare grandi imprese e non piccoli imprenditori senza soldi come la maggior parte di quelli che oggi sbarcano in Brasile .

      Attendo qualcuno che mi contraddica naturalmente

    • Il paradiso purtroppo non appartiene a questo mondo e credo che la maggior parte degli italiani ne sia convinta. Ma dal momento che le grandi imprese italiane arrivano li', nello stato di Puccinelli, si aprono buone prospettive anche per le imprese minori.

      Attendo qualcuno che me lo confermi, naturalmente!

  3. una informazione..dato che trovo fonti contrastanti.. la tassazione sui redditi come viene applicata e su quali scaglioni? grazie. marco b.

  4. Una regione interessante per chi, giovane o meno giovane, desidera trasferirsi in Brasile per motivi di lavoro, è la regione di Joinville localizzata a nord dello Stato di Santa Catarina, nel sud del Brasile. La ditta italiana più grande li e che si trova a Garuva è la Marcegaglia do Brasil ma tutta quella regione (Joinville, Garuva, Araquari, Jaragua' do Sul) è in forte crescita e quando leggo il principale giornale locale (www.an.com.br) sento spesso dire che manchi manodopera qualificata. Peraltro è senz'altro un posto migliore per viverci che l'ormai affollatissima Sao Paulo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here