Home lavoro Semplificata la procedura per ottenere il visto di lavoro e consentire ,...

Semplificata la procedura per ottenere il visto di lavoro e consentire , agli studenti in Brasile per post graduazione , stage di lavoro .

9
2
CONDIVIDI

Finalmente un segnale positivo sul fronte della ” sburocratizzazione ” delle procedure di visto . L’articolo che segue è tradotto da Folha de Sao Paulo di ieri . Come al solito trovate  la versione originale dell’articolo subito dopo la traduzione . Conoscendo l’interesse dei lettori per questo argomento ,non appena saranno disponibili ulteriori aggiornamenti li pubblicherò .


































Il governo attuerà due misure per cercare di attrarre manodopera qualificata estera e di rendere la vita più facile per le aziende che sono alla ricerca di professionisti del settore oltre a ridurre i documenti necessari per il visto di stage a studenti in post graduazione .



La pubblicazione sulla “Gazzetta Ufficiale” dell’Unione  ( DOU ) è in programma per oggi. Le misure erano state studiate a partire dalla fine dello scorso anno, come Folha  ha anticipato nel mese di dicembre. Le norme adottate, tuttavia, hanno tenuto conto delle proposte del Segretariato per gli Affari Strategici della Presidenza.
Le proposte originali permetterebbero a  professionisti altamente qualificati di ottenere il visto anche senza contratto di lavoro e non costringono lo  straniero a lasciare il paese per ottenere un nuovo visto ogni volta che cambia azienda o lavoro. 

Le modifiche approvate questa settimana dal Consiglio Nazionale di Immigrazione ( CNI )  consentono di ridurre la burocrazia per le domande di visto per lavoro temporaneo e permanente.

Fino ad ora infatti il lavoratore straniero che voleva  richiedere un visto di lavoro doveva  consegnare al consolato del Brasile della sua  regione documenti quali il diploma e la prova di esperienza per valutazione .
Questa fase poteva  durare fino a 30 giorni. Poi si doveva  tradurre la documentazione. Solo allora il processo iniziava  a tramitare per il ministero, che aveva  circa 20 giorni per valutare e rilasciare il visto.

Il Brasile richiede in media 19 documenti agli immigrati in cerca di lavoro visto, Messico e Canada, sono 8, nel Regno Unito, 12, in Australia e in Cile, 13.

O governo vai implantar duas medidas para tentar atrair mão de obra estrangeira qualificada e facilitar a vida das empresas que estão procurando profissionais especializados: reduzir os documentos exigidos para visto e permitir “estágios” de estudantes de pós-graduação.

A publicação no “Diário Oficial” da União está prevista para hoje. As medidas vinham sendo estudadas desde o final do ano passado, como antecipou a Folha em dezembro. As regras aprovadas, no entanto, ficaram aquém das propostas feitas pela Secretaria de Assuntos Estratégicos da Presidência.
As propostas originais permitiriam que profissionais altamente qualificados obtivessem visto mesmo sem contrato de trabalho e não obrigavam mais um estrangeiro a sair do país e pedir novo visto cada vez que mudasse de empresa ou de cargo.
As mudanças aprovadas esta semana pelo Conselho Nacional de Imigração reduzem a burocracia para pedidos de vistos de trabalho temporários e permanentes.

Até agora, o trabalhador estrangeiro que queira pedir visto precisa entregar no consulado brasileiro de sua região papeis como diploma e um comprovante de experiência, que serão avalizados. Essa fase pode demorar até 30 dias. Depois, é preciso traduzir a documentação. Só então o processo começa a tramitar no ministério, que tem cerca de 20 dias para avaliá-lo e conceder o visto.

O Brasil exige hoje em média 19 documentos ao imigrante em busca de visto de trabalho -no México e no Canadá, são 8; no Reino Unido, 12; na Austrália e no Chile, 13.

Com isso, a obtenção de visto de trabalho leva, em média, 52 dias. Na Austrália, são 30 dias, e, no México, 40.
Fonte : Folha de Sao Paulo 

2 Commenti

  1. ciao ottoaprile posso chiederti dove posso trovare la lista esatta dei documenti e la procedura esatta per ottenere il visto di lavoro? Sul sito del consolato c'è scritto ben poco purtroppo. Grazie in anticipo.

    • Ciao

      premesso che di esatto in Brasile c'è ben poco, mi sembra che il sito del Consolato di Milano sia molto preciso .Comunque il visto NON sei tu a farlo ma la Società brasiliana che ha deciso di assumerti .

      Visto temporaneo 5 – VISTO DI LAVORO CON VINCOLO CONTRATTUALE CON SOCIETÀ BRASILIANA (Risoluzione Normativa n°99/2012/CNIg)

      Attenzione: lo straniero in possesso di un contratto di lavoro con una società brasiliana dovrà attestare la sua qualifica ed esperienza professionale, che devono essere compatibili con l’attività alla quale è stato designato.
      Tale attestazione dovrà essere fornita dalla Società Brasiliana richiedente al momento della domanda di visto presso il Ministero del Lavoro brasiliano, presentando diplomi, certificati o attestazioni rilasciate da enti o società presso cui lo straniero abbia svolto la sua attività, che soddisfino uno dei seguenti requisiti:
      1. esperienza professionale biennale con Licenza di scuola secondaria di primo grado, con almeno 9 anni di scuola; oppure
      2. esperienza professionale di almeno 1 anno, dalla data di conclusione degli studi universitari abilitanti all´esercizio della professione; oppure
      3. conclusione di master o corso universitario compatibile con le attività che andrebbe a svolgere; oppure
      4. esperienza triennale nell’esercizio della professione la cui attività di natura artistica e/o culturale non sia attinente al proprio curriculum studiorum.

      La richiesta di manodopera straniera dovrà essere giustificata dalla società richiedente.

      La richiesta di questo VISTO si svolge in due fasi.

      FASE 1 – LA CONTROPARTE BRASILIANA AVVIA LA PROCEDURA PER L’OTTENIMENTO DELL’AUTORIZZAZIONE TEMPORANEA DI LAVORO PRESSO I DISTACCAMENTI DEL MINISTERO DEL LAVORO BRASILIANO
      Per conoscere la documentazione da presentare, le procedure da seguire e la tempistica si deve contattare direttamente
      Ministério do Trabalho e Emprego
      Secretaria de Relações do Trabalho – Coordenação Geral de Imigração
      Pagina web: http://www.mte.gov.br

      FASE 2 – Documentazione da presentare al Consolato Generale in seguito all'ottenimento dell’autorizzazione

      1. Passaporto originale e fotocopia con validità minima di 6 mesi e 2 pagine libere;

      2. 1 (una) foto formato tessera, frontale, su sfondo bianco o chiaro;

      3. Modulo unico https://scedv.serpro.gov.br/frscedv/index.jsp; compilato on-line e firmato;

      4. Estratto di nascita con paternità e maternità (legalizzato in Prefettura);

      5. Fotocopia del biglietto di andata e ritorno o della rispettiva prenotazione;

      6. Certificato Penale del Casellario Giudiziale con esito NULLO (legalizzato presso l’Ufficio legalizzazioni della Procura della Repubblica, con firma del Procuratore o Sostituto Procuratore);

      7. Certificato dei Carichi Pendenti con esito NULLO (legalizzato presso l’Ufficio legalizzazioni della Procura della Repubblica, con firma del Procuratore o Sostituto Procuratore);

      8. I familiari inclusi nell’autorizzazione di visto dovranno presentare, inoltre, il Certificato di matrimonio (moglie/marito) o Certificato di Nascita con paternità e maternità (figli) legalizzati in Prefettura.

      Nota: I documenti indicati ai punti 4 e 8 dovranno essere successivamente legalizzati dal Consolato Generale (costo della legalizzazione: € 20,00* per ogni documento).

      Validità dei documenti: data di rilascio inferiore a 3 mesi.

      Tempi di rilascio del visto: 10 (dieci) giorni lavorativi dopo la consegna della documentazione completa.

      Costo del visto: € 100,00* (cento euro). Il visto è gratuito per i cittadini italiani che si rechino in Brasile per un periodo inferiore o pari a 90 (novanta) giorni.

      * i valori degli emolumenti consolari sono soggetti alla variazione del tasso di cambio.

      Le informazioni sopra citate possono essere soggette a modifiche in conformità alle disposizioni normative divulgate dal Ministero degli Affari Esteri brasiliano.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here