Home Vivere in Brasile Effetto “novela” a Genipabù

Effetto “novela” a Genipabù

5
11
CONDIVIDI



Ieri si è conclusa la “telenovela ” delle sei di Rete Globo ” Flor do Caribe ” ambientata sul litorale natalense in particolare la praia di Genipabù e già si risente dell’effetto sul turismo .


Oggi sono stato a Genipabù che è appunto uno delle mie spiagge  favorite per essere relativamente vicina a dove abito ed essere ancora incontaminata . Durante lo scorso mese le intense piogge avevano trasformato una porzione della strada di accesso in un lago che nella parte centrale poteva ingoiare anche un fuoristrada . Dopo diverse giornate di sole e svariati reportage televisivi ho pensato che la situazione si fosse stabilizzata , che almeno avessero scaricato nel buco un camion di ghiaia .

Nulla di tutto ciò : la laguna è si sparita ma solo per trasformarsi nel terzo girone dell’infermo quello dove i dannati sono immersi nel fango fino al collo . Impossibile entrare con il SUV , ho visto un Troller ( Fuoristrada molto alto ) entrare dentro , affondare e quasi capovolgersi dopo una serie di paurosi sobbalzi . Ho pertanto ripiegato su una specie di ponticello ricavato di lato alla voragine  utilizzando i detriti di una casa , presumo abbandonata ,  distrutta allo scopo .

Arrivo a Genipabù e noto un movimento inconsueto : parecchi  bus turistici parcheggiati in una radura che avevano evidentemente già scaricato il loro carico umano . Il lungomare solitamente tranquillo trasformato in una pista di buggy in corsa nel tentativo di schiacciare qualche bagnante troppo lento sul bagnasciuga . Tralascio la puzza di miscela che esalano i motori schioppettanti di questi mezzi che presumo siano a due tempi . 

Finalmente arriva la tanto attesa signora delle aragostine che questa volta però ci offre 3  aragostine al prezzo di  R$ 20 . A quel prezzo ne compro un chilo al mercato di sabato . Ci rinuncio , ne ho diverse nel congelatore e posso rifarmi a casa . Il prezzo ante novella era  R$10 per 5 aragostine ! 

La botta finale che mi ha fatto uscire dai cosiddetti gangheri è stata la classica porzione di patate fritte che io odio ma di cui i brasiliani in spiaggia sembra non possano fare a meno passata dal già assurdo prezzo di  R$8 a quello ” udite udite ” di  R$15 per un piatto di patate fritte in olio riciclato e senza nemmeno l’ accompagnamento di ketchup e simili , solo il sale  ! 

A quel prezzo faccio un pasto completo  al ristorante Dunnas di Ponta Negra incluso le  bevande ed alla fine mi offrono  anche il cafesinho di cortesia ! 

Morale della favola : evitate accuratamente Genipabù almeno fino a che l’effetto “novela” non sia passato . Dimenticavo il parcheggio , R$ 5 , quello almeno non è aumentato ! 

11 Commenti

  1. ciao antonio,
    troppo bello il tuo racconto e ci fa proprio vedere la fotografia del brasile dove non si guarda in faccia nessuno e si fanno aumenti del 100% in un batter d'occhio.ahhahah
    penso che anche i terreni eventualmente in vendita abbiano radoppiato di prezzo…)
    pero,guai se qualcuno porti un camion di ghiaia..ahhaha
    saluti
    francis

    • Da "condannare" non sono quelli che triplicano i prezzi in un istante ma chi ugualmente compra a prezzi assurdi! Purtroppo il complesso di "vira-lata" fa' che per ostentare possibilita' economica parecchi stolti alimentino questi comportamenti! Sicuro se tutti facessero come Antonio in un medesimo istante ritornerrebbero ai livelli normali!

    • Io di solito mangio 400gr che al prezzo di R$25/Kg sono R$ 10 più la bevanda !Scelta di primi classici brasiliani o di pasta , carne alla brace ( Maninha , Alcatra , Picanha , ecc ) , pesce al forno , salmone , una banco intero dedicato solo alle verdure fresche anzi freschissime , stuzzicherie varie ( olive verdi , cetriolini , cipolline , uova ,.. ) ecc . Se vuoi a parte c'è una selezione di dolci e torte . Che dire : buon appetito e se se vivi da solo a Natal puoi tranquillamente evitare di arredare la cucina ,equipaggiarla e fare la spesa : spendi molto meno mangiando fuori .

    • anch'io quando ho abitato per un paio di mesi a recife andavo a mangiare a peso per 22 reais al kg e me la cavavo con 12/15 reais e poi andavo al supermercato e mi chiedevo:come c…. fanno questi a guadagnare,sperem che non mi diano del cane da mangiare!!!per questo mangiavo pesce,hahahaahh
      comunque,era buono e non dovevo cucinare.
      saluti
      francis

    • Ciao Francis

      guadagnano poco sul singolo pranzo ma guadagnano sul volume . Il segreto è tutto lì .Tieni presente che , nonostante la grande varietà disponibile , il brasiliano mangia fondamentalmente riso o pasta scotta , fagioli ben brodosi e carne , poca insalata , zero frutta . Io faccio la spesa a casa e pertanto conosco bene i prezzi al dettaglio dei vari prodotti . Quando riempio il piatto il prezzo che pago è circa il doppio del costo del prodotto grezzo ma se io volessi disporre della stessa varietà spenderei molto di più a causa dell'inevitabile sfrido . Se voglio mangiare tre cetriolini o due olive devo necessariamente comprare un intero barattolo che poi non utilizzerò . Lo stesso vale per l'insalata : nonostante io la centrifughi bene alla fine non ne consumo più della metà perchè sono l'unico a casa a mangiarla . Lo stesso per molti altri prodotti ad eccezione di riso . fagioli e pasta .

      Spesso vedo brasiliani arrivare a tavola con il piatto colmo di pastasciutta o riso e fagioli , patate fritte , mandioca fritta , banana fritta . pollo ecc. tutti prodotti che pesano maledettamente ma hanno un costo unitario basso .( Un chilo di patate costa R$2 , un chilo di riso R$2 , un chilo di fagioli R$3,5 ). Io mangio tipicamente una montagna di insalata verde con una abbondante porzione di pesce al forno o salmone .Qualche patatina fritta e due rotelle di melenzane fritte .

      Il ristoratore ovviamente ha i suoi bei grattacapi per bilanciare il " cardapio " e fare in modo che il prezzo medio basato sul piatto medio sia conveniente per lui e per il cliente . Chi ci riesce ha successo in questo mestiere .

    • ciao antonio,
      in effetti,dove andavo io il prezzo era piu alto se il ristoratore giudicava che la carne nel piatto era piu del 50%.
      ed e anche verissimo sul fatto che molti piatti che vedevo mangiare a brasiliani pesavano sui 7 etti perche pieni di roba "pesante" tipo riso,patate e fagioli.io,facevo come te con pesce,insalata e un po di pomodori e me la cavavo con 400gr max.
      dobbiamo allora dire grazie ai brasiliani che ci permettono di mangiare a poco prezzo.fossero tutti come noi,il prezzo sarebbe molto diverso.)
      saluti
      francis

  2. Concordo speriamo che l'efetto novella sparisca in fretta e che sistemino l'accesso alla praia.é anche la mia spiaggia favorita e quella dei miei sogni…..
    poco tempo fà ho visto un annuncio su bomnegocio di una casa de praia della novella in vendita,non oso pensare quanto potevano chiedere visto che non c'era il prezzo sull'inserzione.
    Ciao a tutti Stefano.

    • Non era la casa della novella , era solo pubblicità ingannatoria . La maggiorp arte delle scene della novella sono state girate a Rio compresi gli interni .A Genipabù non esista Vila dos Ventos e nemmeno sul litorale potiguar !

  3. A Fortim (Ceará), un paesino sul mare attraversato dal rio Jaguaribe, da Nildo, pescatore del luogo, ho comprato 10 aragoste a 50 reais, e 5 kg di ottime vongole per 15 reais.
    Ciao Yuri.

  4. Qualcuno deve aver informato il proprietario del Dunnas che ha subito aumentato il prezzo da 25 a 26 reais a kg e cosa peggiore ha eliminato dal "cardapio " salmone e dentice al forno ! Adesso c'è pesce grigliato a tranci ( congelato ) o alla milanese o … ma comunque non interinho come prima ! Per il resto tutto normale .

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here