Home Vivere in Brasile Investimenti all’estero ? Devi denunciare anche quelli sotto i 10 000 euro...

Investimenti all’estero ? Devi denunciare anche quelli sotto i 10 000 euro !

17
27
CONDIVIDI
Dal blog dell’amico Barrai di Mercato Libero pubblico questa nota che interesserà parecchi amici 


L’AGENZIA DELLE ENTRATE OBBLIGA TUTTI COLORO CHE HANNO CONTI ALL’ESTERO ANCHE PER IMPORTI INFERIORI AI 10.000 EURO A DICHIARARNE L’ESISTENZA E LA CONSISTENZA SUL QUADRO RW.

QUESTA E’ UNA DELLE NOVITA’ INTRODOTTE DI RECENTE IN FASE DI RIVISITAZIONE E SEMPLIFICAZIONE DEL QUADRO RW . QUADRO CHE DEVE ESSERE COMPILATO DA TUTTI COLORO CHE HANNO INVESTIMENTI ALL’ESTERO.
I contribuenti italiani, QUINDI, dovranno denunciare “tutte le attività e gli investimenti detenuti all’estero”: cade infatti il limite di 10.000 euro al di sopra del quale scattava l’obbligo dichiarativo nel quadro RW di Unico. Lo chiarisce l’Agenzia delle entrate nella circolare che dà attuazione alle misure fiscali della legge Europea per il 2013. 
 Il fisco italiano riduce PERO’ le sanzioni a un ammontare compreso tra il 3 e il 15% dell’importo non dichiarato (prima il range andava dal 10 al 50%). La sanzione è invece compresa tra il 6 e il 30% quando la violazione si riferisce ad attività detenuti in paradisi fiscali, gli Stati o i territori a regime fiscale privilegiato.

27 Commenti

  1. e..se per ipotesi una somma frutto di vendita immobiliare in italia di propieta' del marito, viene regalata alla consorte di nazionalita' brasiliana e la suddetta la deposita via banca nel suo conto in brasile? cosa succede?il marito deve lo stesso dichiarare nel quadro rw la somma essendo la moglie appartenente del nucleo famigliare? saluti,mery.

    • ..intendevo dire che..il provento di questa vendita regolarmente dichiarata in italia da mio marito..se lui la deposita in un conto a suo nome in brasile,penso che gli interessi che prendera' da questa somma lui li debba dichiarare ogni anno sulla sua dichiarazione in italia…e quindi pagarci il dovuto.. dato che e' una rendita che voremo usare come mantenimento nostro quandro ci trasferiamo in brasile,pensavo fosse possibile metterla a mio nome su mio conto..in maniera che initalia non sia necessario dichiarare questa eventuale rendita estera… scusa se non riesco spiegarmi bene..bjs

    • Cara Mary

      ma cosa vuoi dichiarare ancora ? I soldi che tuo marito ha faticosamente messo da parte per acquistare un immobile ( e pagarci quindi le tasse ) sono rientrati in suo possesso dopo aver ancora una volta pagato altre tasse . Li ha poi trasferiti in Brasile pagando tasse , spese e cambio . Li ha investiti , a suo rischio e pericolo in Banca dove riceve un interesse netto già decurtato dalle tasse ( 22% il primo anno ) e ridotti come potere di acquisto dalla inflazione brasiliana ( 6% ) . Se trasferisse questi soldi in Italia dovrebbe passare per un altro cambio sfavorevole , tasse e spese . Probabilmente alla fine non resterebbe proprio niente ! Ecco perchè ritengo che non si debba dichiarare un bel nulla , anche se " la casta " dice che devi farlo . Questa è la mia opinione .

    • grazie pela risposta antonio,anche io sono d'accordo..qui in italia aprofittano anche troppo. ipoteticamente parlando…porque o fisco italiano tem a orelha tam bem no muro,come parla mio marito…(:.. se volessi non declarar il trasferimento di questa somma inbrasile,come possiamo fare??pazienza e tanti viaggi da 10mila euro alla volta..(che comuncue sarebbero anche troppi visto che andiamo fuori europa..).. rrrss va bene,obrigado pelos os servicios que sao u'ltis

    • …e se riesco a depositare senza fare passare per i canali ''ufficiali''bancari…ma a..mano.. corro pericolo che in brasile mi fanno problemi e domandano da dove e come mai ho questi soldi sulla mia conta??o una volta che li ho su mio conto a nessuno importa..

    • 1)Legalmente puoi trasferire senza dichiararli sino all'equivalente di 10 000 REAIS ovvero poco più di 3000 EURO a persona . Se vuoi trasferire di più DEVI dichiararli alla dogana brasiliana compilando un modello prima di partire .
      2) Una volta che hai trasferito gli EURO devi però convertirli in REAIS ed anche qui esiste un limite che puoi superare perchè esistono molti cambisti che non richiedono il passaporto .
      3) E' evidente che il denaro trasferito in questo modo non potrà essere utilizzato per ottenere il visto permanente non essendo passato per canali ufficiali .

    • De acordo com a Receita Federal, quem entra ou sai do país com mais de R$ 10 mil em moeda nacional ou estrangeira deve fazer a declaração pela internet. É preciso também ir à fiscalização aduaneira para que seja feita a conferência dos valores declarados.
      Além da declaração, o viajante terá que mostrar à fiscalização aduaneira os comprovantes de aquisição da moeda estrangeira em banco autorizado ou instituição credenciada a operar em câmbio no país.

    • …Nossa qual è a cueca que devo ter para portar o dinheiro?!!!!!! Para MarcoFalco,suponhando que o dinheiro que coloco na minha conta no Brasil( dinheiro da cueca…..) ,So eu e meu gerente da minha conta, sabe do dinheiro ou tem como a Receita Federal saber????? Ou è como in Italia que a Agencia da Entrada pode andar a ver o dinheiro na conta e saber da onde vem? Nao quero dar poblemas para o meu marido..Obrigado e um Feliz Ano Novo para todos…

    • Anonimo, claro que a RF vai saber sim. O titular da conta vai ter que incluir na Declaraçao dos Impostos anual o saldo das suas contas bancaria e investimentos. Agora, caso nao declarar, nao sei o que pode acontecer com a Receita mais ela vai saber pelo tramite do CPF do titular da conta.

    • obrigada pela risposta…tenho uma duvida,ma minha conta e conta poupanca..eu ja nao lembro mais como funciona porque ja faz um tempo que estou aqui na Italia por isso te faço estas perguntas, Sera que tem problema se eu coloco o dinheiro na conta Poupança?? Uma volta no ano vou ao Brasil e porto sempre um pouco de dinheiro na conta Poupança,mas a RF sabe do dinheiro??, nao declaro nada porque nao moro mais ai, por queste motivo nao declaro…mas forse volto a morar ai. Eu preciso declarar odinheiro da Poupança????? Mary

    • se o dinheiro è depositado na sua conta e o seu patrimonio nao ultrepassa rs 300.000 nao precisa declarar. mas vai ter problemas se um dia ultrapassar 300.000 porquè vai ter que fazer declaraçao de IR e justificar a procedencia do dinheiro.
      se o dinheiro è depositato na conta do seu marido no brasil, pode ter problema tambem se o patrimonio total dele è menor de 300.000, no caso que ele nao declarou no ato do primeiro deposito.
      "problema" quer dizer que a conta e o cpf ficam bloqueados atè que a situaçao fique regularizada (= fazer as declaraçoes nao feitas e pagar multa).
      a receita tem acesso a movimentaçao da conta…

    • Obrigado,a resposta esta super precisa..mary … ps porem eu nao tenho a cidadinanza italiana..se meu marido, tem o dinheiro da venda imobiliaria e me dar odinheiro e coloco na minha conta Poupanca via trasferencia bancaria regulare…ele precisa declara o RW de unico in Italia?? mesmo que ele nao seja titular da conta no Brasil???? Desculpa das perguntas e muito obrigado..Este serviço de imformaçao que vocè presta, deveria ser pago ..rrss.grazie mary

  2. Vale per chi fa dichiarazione dei redditi,e per chi non deve farla? poi,come fa il nostro Ministero' . It. a sapere chi ha o non ha un conto in Brasile?Altra cosa, vorrei sapere quanto e' la tassa eventuale,sul Sole 24 Ore ho capito poco.Annosesto saluta.

  3. al ricevimento sul conto in Brasile si pagheranno:
    – 0,38 IOF generale
    – 6% se si supera 150.000 Reais
    – perdi tra il 3-4 % sul cambio Euro-USd-Reais
    – se ti va male con la Banca Centrale/Locale rischi di pagare un cambio "turistico" e sono altri 4-5%.
    Ti conviene frazionare l'importo in rate mensili massimo di 19.999,Reais per non incorrere in "incidenti".

  4. se sei in Italia ti conviene sicuramente recarti al Banco do Brasil in Milano e/o Roma e concordare con loro il trasferimento ed il cambio…..magari lasciando un 3% sul campo ce la fai a farlo in un unica operazione.
    poi in Brasile annualmente dovrai inserire in IR l'immobile e relativo valore catastale/prefetuira…non si pagano imposte se non produce reddito (affitto).

    • obrigada, la casa siamo gia a posto…il problema e' come
      fare trasferencia da italia in conto brasile..sem rastos. cmq grazie x risposta…

    • se a RF detecta o dinheiro na conta no brasil, nao declarado e nao transferido por via bancaria, o problema vai ser gravissimo… vocè no brasil tem que comprovar a formaçao legal do seu patrimonio e se nao conseguir, o surgimento desse patrimonio è interpretado como renda e taxado ao 27%!

  5. L'Italia è alla frutta e questi governi fantoccio, facenti funzione dei curatori fallimentari, hanno veramente rotto le balle!
    Per gli amici qui sopra: tutti i bonifici internazionali effettuati tramite istituzioni finanziarie vengono ora segnalati all'Agenzia delle Entrate, ergo andrebbero dichiarati e tartassati per l'ennesima volta.
    E' una caccia alle streghe ad opera della casta che vuole strenuamente mantenere i suoi privilegi e le sue pappatoie.
    Non rimane che il vecchio metodo: soldi nelle mutande e segno della croce prima di andare all'aereoporto.

    • Basta fare un trasferimento bancario sul conto del venditore dopo evidentemente aver firmato e possibiimente registrato il preliminare di compravendita . Come causale del trasferimento bisogna indicare l'acquisto dell'immobile . Ulteriori dettagli è bene richiederli in banca .

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*