domenica 6 aprile 2014

Comida brasileira in rassegna dal blog : "Rotolando verso il sud "

L'amica Laura Piscitelli ,trasferitasi anche lei in Brasile assieme al marito Renato , ha fondato un interessante blog che consiglio periodicamente di visitare e che si chiama " Rotolando verso il sud ".

Il blog è essenzialmente autobiografico e racconta le avventure , gli stati d'animo e le difficoltà della nostra amica nel suo cammino di integrazione in terra Brasiliana . Lo Stato in cui si trova Laura è quello di Roraima nel Nord del Brasile e la città Vilhena . Laura ama il sole e le spiaggie del nordeste e spera di trasferirsi al più presto a Fortaleza . Nel frattempo insegna italiano ed assieme al marito affitta immobili .

Recentemente ho trovato sul suo blog questo interessante compendio sulla cucina brasiliana , certo non esaustivo , ma abbastanza completo ed istruttivo per chi pensa che qui ci si nutra solo di riso e fagioli che è un mito comune tra gli italiani così come lo è tra i brasiliani quello che gli italiani mangino solo pasta e pizza .




Cari lettori,
oggi approfitto del post che ho scritto giorni fa per la pagina Facebook "Italiani all'estero: Istruzioni per l'uso", per passare in rassegna alcuni dei cibi brasiliani che ho conosciuto in questi due anni e mezzo di permanenza in Brasile. 

Spesso si pensa (erroneamente) che il Brasile non abbia una propria identità culinaria (beh, diciamo che per noi italiani nessun paese sembra all'altezza) perché è un paese coloniale, dove via via si sono insediati popoli provenienti da molte parti del mondo, infatti qui convivono gli indigeni insieme ai discendenti di africani, italiani, tedeschi, arabi, polacchi...

In realtà è proprio questa mescolanza che ha dato origine ad una culinaria tutto sommato molto variata e dai sapori contrastanti. Lo stesso contrasto che caratterizza la popolazione brasiliana, la ritroviamo di fatto nei loro piatti tipici, o meglio, nei piatti tipici di ogni regione del paese. Sì, perché a seconda della regione che consideriamo, gli abitanti hanno abitudini alimentari diverse e questo è un aspetto del Brasile che mi piace tanto: durante il mio primo viaggio in terra brasiliana, in 3 mesi difficilmente ho mangiato cose uguali, magari lo stesso piatto sì, ma preparato in modo totalmente diverso da città a città. Allora spesso mi trovo a dire che la "coxinha" più buona l'ho mangiata a Manaus oppure che la "feijoada" del nordest non ha eguali!

La cosa interessante è che, per esempio, pur essendoci tanti discendenti di italiani qui in Brasile, la pizza viene preparata in modo differente, diverso è l'impasto, diverso è il tipo di cottura, diversi sono gli ingredienti e diverso è addirittura il modo di servirla e mangiarla in pizzeria! Spesso i piatti brasiliani sono versioni rivedute e corrette di piatti tipici di altri paesi, e devo ammettere che in genere questa rivisitazione porta a risultati notevoli.

Tra i piatti più conosciuti al di fuori dei confini nazionali, tutti probabilmente conoscono la Feijoada e il Churrasco, che si mangiano in molti ristoranti in Europa e in America, ma ci sono tanti altri piatti e snack buonissimi che in genere si assaporano solo qui in Brasile, spesso soltanto in determinate regioni.

Ad esempio in Amazzonia, dove vivo, si mangia molto pesce di fiume, come il Tucunaré, il Pirarucù, il Tambaquì, il Dourado ecc., una zuppa che si chiama Tacacá (di origine indigena) e che contiene una verdura che addormenta la lingua ma che è molto saporita nonostante ciò, un piatto che si chiama Vatapá (piatto di origine africana a base di farina di mais, noci varie, pan grattato, erbe ecc), nonché tante preparazioni a base di frutti amazzonici, come il Guaraná, l'Açaì e il Cupuaçu preparati sotto forma di mousse, gelato o bevande rinfrescanti. L'influenza indigena in questa parte del Brasile è notevole.

Tacacá (quello che addormenta la lingua...Porto Velho, capitale del nostro stato, Rondonia)
Al nordest del Brasile ho sperimentato un'ottima Feijoada (zuppa di fagioli neri e carne di maiale accompagnata con riso bianco), si mangia molto una carne seccata al sole e conservata nel sale che si chiama Carne de Sol, molte frittelle di farina di Tapioca ripiene (una delizia!) e l'Acarajé (massa fritta fatta con farina di fagioli e ripiena), che a me sinceramente non è piaciuto affatto, anche se è una specialità della regione. Sulla costa si mangia molto pesce, gamberi e frutti di mare. Si mangia molto mais, come nella regione centrale del Brasile, vi nomino solo la fantastica Pamonha (una massa a base di mais grattugiato che viene cotta al vapore e può essere farcita all'interno con marmellata di goiaba e formaggio), che può essere dolce o salata a seconda dei gusti ed è una vera delizia per il palato. Questi piatti sono di derivazione portoghese e africana.

Feijoada (Salvador de Bahia/BA)
Il Churrasco (pezzo di carne intero cotto alla brace usando degli spiedi giganti) è tipico del Rio Grande do Sul, lo stato più a sud del Brasile, dove l'influenza italiana è notevole. E' uno dei pochi stati in cui si producono insaccati, latticini, vino e si mangia la polenta! Sempre nella regione sud ma sulla costa si consumano molto pesce e ai frutti di mare. La bevanda tipica della regione (e diffusissima anche nella città in cui vivo che è stata popolata da persone del sud del paese negli anni '70) si chiama Chimarrão (bevanda a base di foglie di erva-mate e acqua calda) , ma si beve anche molto vino e birra prodotta localmente, nelle zone di discendenza tedesca, polacca e ucraina.

Churrasco gaucho (Festa do Costelão, Vilhena/RO)
Chimarrão
Al Sudest, nello stato di Minas Gerais producono un ottimo formaggio, famoso a livello nazionale, ed è un classico il Pão de Queijo (massa a base di fecola della radice di Manioca e formaggio, a forma di piccoli panini cotti al forno) accompagnato da un buon "cafezinho" chiamato anche "preto" (caffè assoluto, scuro).

Pão de Queijo (Ouro Preto/MG)
Tra i dolci che amo e che faccio spesso anche a casa c'è la Tapioca e il Pudim de Leite (una specie di crème caramel preparato con latte, panna da cucina e latte condensato, cotto al forno a bagnomaria). Ho anche fatto la Pamonha una volta, ma la preparazione è lunga e non sempre è periodo di produzione del mais, prefersico comprarla già pronta! E poi ci sono i Brigadeiros, deliziose palline dolci al cioccolato e latte condensato da mangiare senza sosta...

Mousse di Cupuaçu (a casa nostra, Vilhena/RO)
Preparazione della Pamonha (casa del suocero, Santa Luzia d'Oeste/RO)
Frittella di Tapioca ripiena (Recife/PE)
Non dimentichiamoci poi gli snack brasiliani (che vengono chiamati localmente "salgadinhos", ovvero "salatini"), che secondo me sono tra i più buoni al mondo: Coxinha (una specie di supplì, la massa può essere fatta usando farina di frumento o radice di manioca cotta e in genere il ripieno è a base di pollo ed erbe locali), Pastel, Kibe (di origine araba, a base di carne macinata e una farina speciale che si chiama Bulghur), Enroladinho, Croquete, Torta Recheada (la nostra pizza ripiena salata), Empada, Cachorro Quente (un ricco hot-dog brasiliano), Rissoles e chi più ne ha più ne metta!

 Kibe fritto (a casa nostra, Vilhena/RO)
Tra le bevande, sicuramente tutti conoscono la Caipirinha brasiliana, un cocktail a base di cachaça o pinga (distillato della canna da zucchero), limone e zucchero, buonissima!!!

Caipirinha (Porto de Galinhas/PE)
Ovviamente ci sono altri centinaia di piatti brasiliani che conosco solo di nome o magari nemmeno conosco ancora, spero però con questo post di avervi dato un motivo in più per venire a conoscere il Brasile!!!

Bom apetite a todos!

1 commento:

  1. Questo articolo mi ha fatto riaffiorare tantissimi ricordi "gastronomici" della mia permanenza in Brasile. Senza alcuna critica, vorrei aggiungere tra i piatti piu' comuni, specialmente nel Nordeste, la moqueca, una zuppa a base di pesce e frutti di mare, la quale ricetta cambia da stato a stato. 
    Altra piccola precisazione riguarda la pamonha: senza alcuno spirito campanilistico, la migliore di gran lunga si mangia a Goiania, per via del tipo diverso di mais che cresce li (a detta della gente locale). Se qualcuno di voi vive a Goiania o e' di passaggio per di la', approfittatene...
    Antonio 

    RispondiElimina

Lasciate qui un vostro commento