Home Vivere in Brasile L’Italia , paese delle opportunità … mancate

L’Italia , paese delle opportunità … mancate

4
19
CONDIVIDI

Suicidio gas di scarico donna Cascina

Una donna di origine brasiliane , madre di tre figli , si suicida a Cascina nel pisano in seguito alla disperazione causata dalla crisi economica .La notizie è di fine Febbraio di quest’anno ma l’ho trovata solo oggi . Mi ha colpito oltre che la tristezza della vicenda , purtroppo non unica , il commento lasciato da un lettore : Antonio , conoscente della sfortunata . Infine mi chiedo se i servizi sociali del Comune di Cascina fossero a conoscenza del disagio di questa famiglia  e delle tante altre che saranno nelle stesse condizioni . 

Ennesima tragedia della disperazione. Una donna di 46 anni, madre di tre figli, originaria del Brasile ma residente a Cascina, si è tolta la vita respirando il gas di scarico della sua auto.


La notizia è riportata dai quotidiani locali. La donna sarebbe arrivata in macchina fino a Madonna dell’Acqua, poi avrebbe compiuto il gesto definitivo.

Alla base della decisione motivi economici: la 46enne, che lavorava come addetta alle pulizie, voleva una casa popolare o comunque un’abitazione con un affitto meno caro, visto che non riusciva ad arrivare alla fine del mese.

COMMENTO DI ANTONIO 

Suicidio gas di scarico donna Cascina
Lamento molto per la ragazza che si chiamava Claudia. L’ ho conosciuta 18 anni fa. Siamo arrivati insieme in Italia, io come musicista ed lei come ballerina di un gruppo folclorico.
Io son tornato in Brasile, mi sono sposato, son diventato cristiano e fatto una vita nuova. Purtroppo molti che sono rimasti con la illusione della vecchia Italia che abbiamo conosciuto, l’Italia delle opportunitá…hanno avuto il destino di Claudia.
Come tanti altri immigrati. E’ molto triste  sapere che Italia non offre piú opportunità neanche agli italiani. Spero sinceramente che tutti gli italiani (i quali considero come fratelli), possano uscire da questa maledetta crisi.
Il camino secondo me é Gesu Cristo. L’Italia ha perduto la fede  ha perduto i valori che han fatto di questa una delle più grandi nazioni.

Fonte : Pisatoday “

19 Commenti

  1. Volevo inserirlo nel testo ma va bene anche nei commenti : se questa donna si fosse trovata nelle stesse condizioni in Brasile , secondo voi , si sarebbe suicidata ?Secondo me no altrimenti ci sarebbero suicidi in massa da queste parti . Cosa ne pensate ?

    • Guardi che l'Italia e' anche casa mia. Il fatto che io sia nata in Brasile non mi priva di poter vivere ovunque, quindi lei che parla di casa… che sostiene così fortemente il diritto di proprietà sulle terre italiane perché si interessa e legge, cercando inutilmente di offendere, notizie sulle disgrazie altrui… sono altrui quindi non guardi non faccia almeno commenti inoportuni.
      Non mi sento una straniera qua e nemmeno in Brasile perché son cresciuta condividendo casa "mia" con tanti esseri oriundi dall'oltre oceano. Se lei conoscesse bene il Brasile saprebbe che è un popolo che ha accolto milioni di italiani e tedeschi oltre a giapponesi, francesi, Polacchi, ecc… E che tra l'altro si sono potuti inserire benissimo in quella società; tant'è che sia nell'ambito economico che politico si individuano dal cognome una valanga di italiani che si sentono, come me, a casa propria.
      Quindi, casa mia è casa tua e casa tua è casa mia

  2. qui avrebbe dovuto "dribblare" molti che si sarebbero interessati al suo stato per loro interesse. ogni debolezza di un individuo qui in Brasile diventa una opportunità per un altro individuo.

  3. profonda tisteza, son cose che non dovrebbero accadere in un paese civile, ma orma l'Italia non lo è più, sopravvivere in Italia è molto più difficile che in Brasile, per il costo della vita. La fede aiuta spesso a superare i problemi, unita a una maggiore solidarietà, forse questo evita suicidi in Brasile, anche tra i più poveri.

  4. Le mie condoglianze ai figli di Claudia.
    Non c'e la si può fare quando davanti a te trovi una nazione che insiste in mantenere un branco di incompetenti e corrotti in parlamento. Noi non c'è la facciamo a arrivare a fine mese e loro girano con scorta, auto blu e altri tanti privilegi che a noi costa la disperazione come nel caso della mia compaesana. In Brasile forse non si sarebbe sentita così sola perché in fin dei conti siamo un popolo che ha sempre perseverato nonostante le difficoltà.
    Mi dispiace tanto non essere tornata prima in Brasile quando i miei figli erano più piccoli perché non si prevede un futuro tranquillo per loro.

  5. Antônio,ma tu qui in Brasile hai mai visto um articolo parlando di um suicídio?
    Io no,neanche quando ,nella citta' dove vivo,in pieno giorno,e nel centro dela citta',uma donna (anche lei addetta alle pulizie,guarda la coincidenza) si e' gettata dal quinto piano del palazzo dove lavorava.
    Non e' usita uma riga sul fato,nonostante circolasse addirittura um vídeo della sua caduta.
    Quello che voglio dire e' che l'ipocrisia,male umano e comune in tutto il mondo,qui in Brasile spesso copre la realta',tutti sanno e tutti fanno finta di non sapere e di non vedere.:
    I suicidi in Brasile sono numerosi.
    Nelle zone rurali e' comune il suicídio com il veleno per topi,si próprio veleno per topi.
    Nelle citta' o giu' dal balcone o tanti bei sonniferi.
    Com questo non voglio dire che la crisi in Itália non stia causando molto disagio e mlta disperazione nei piu' deboli,ma volgio ricordare che qui in Brasile i piu' deboli non sono próprio considerati,quindi di um caso símile qui non ne avremmo avuto neanche la notizia.
    Quanto al comento di Antônio,sembra che lui si sia salvato solo perche' e' tornato in Btasile ,sposato e diventato Cristiano.
    Quindi in Itália saremmo tutti scapoli e atei e perduto tutti valori cristiani.
    Mentre in Brasile ,la nazione con il piu' grande numero di cattolici al mondo sono tutte rose e fiiori..
    Mha.

    • "qui in Brasile i piu' deboli non sono próprio considerati,quindi di um caso símile qui non ne avremmo avuto neanche la notizia."
      In contrasto con quanto affermi basta seguire un qualsiasi tg locale . La maggior parte di morti ammazzati sono regolamenti di conti tra persone di quartieri poveri .

    • E chi há parlato di morti ammazzati?
      Non si stava parlando di suicidi per disperazione?
      Se non ti piacciono i miei commenti puoi non pubblicarli,come hai gia'' fatto qualche volta.

    • Regolamento di conti per droga etc…quindi sono regolamenti di conti tra criminali non tra gente che per via della poverta´ non ce la fa´ad arrivare a fine mese…. in Brasile della gente povera non se ne frega nessuno, basta vedere quello che hanno speso per i mondiali invece di costruire stadi era meglio che costruissero scuole , ospedali attrezzati e magari qualche casa popolare invece di tenere le favelas con lo sgotto in strada etc…. e´una vergogna …

    • Ciao Benedetto

      io pubblico sempre i commenti tranne quando sono offensivi e questo è sul filo del rasoio . Non capisco perchè sei sempre così acido … fai come Grillo e prenditi un malox .

    • X Anonimo

      guarda che il governo brasiliano ha il più grande programma mondiale di costruzione di case popolari : Minha Casa Mina Vida … informati . Per il resto questa è una polemica che porterà solo danni al Brasile e chi veramente lo ama lo capisce . Il risulato netto di tutte queste proteste saranno solo due :
      1) Aumento delle vendite dei giornali stranieri
      2) Perdita di milioni di dollari da parte del turismo brasiliano

    • a) @ Antonio ed @ Benedetto: qui in Brasile diverse persone vengono suicidate, credetemi.
      b) @ Anonimo, non è vero che qui in Brasile della gente povera non se ne frega nessuno, assolutamente non vero.
      Gentile Anonimo il problema vero è che chi rappresenta la gente povera e parlando di Mondiali di Calcio del
      2014 da alcuni anni tra le miriadi di feste e festini per l'occasione regalate alla gente povera come medicina
      alla loro povertà (sic!) affermano pomposamente sia in TV che sui Giornali ed in Internet che il Brasiliano vero
      ha (aveva) bisogno di stadi nuovi piuttosto che ospedali, facendo diventare lo stadio nuovo la panacea della
      povertà……vedi ad esempio continue dichiarazioni di RONALDO ex campione di calcio conosciuto nel
      mondo intero. Questo è quanto, purtroppo.

    • Della gente povera non frega niente a nessuno tranne a chi ci campa e ci lucra sulle notizie riguardanti questi disgraziati. Vedi i tg e trasmissioni TV seguitissime che sulla " mattanza " nei quartieri popolari fanno veri e propri show ( e chi abita in BR sa di cosa parlo)..altroche' "pietas"..qui i poveri sono messi in tv e fanno fare soldi …Mi spiace ma e' cosi.

  6. Ritornato da poco dall'Italia, in una delle zone più povere del Brasile (nordest). Mi permetto di dire che gli italiani nonostante la politica,stanno ancora meglio dei Brasiliani,grazie a una usanza risparmiarmiatrice e a modi di comportarsi ponderati.
    La differenza é che in Italia in questi anni,sono entrate in vigore così tante leggi sbagliate che si può dire d'essere in un regime proibizionista. Mi sento di dire che abbiamo lasciato così fare questi politici che abbiamo perso la nostra identità.Chiaro é che la crisi poi non aiuta.
    In sostanza ciò che volevo dire é che; un brasiliano con in tasca 724 R$, trova il modo di usare questa somma per vivere e divertirsi, più di un italiano che si ritrova in tasca 1000 euro (valore più di tre volte superiore).
    Il brasiliano,anche nei modi più semplici e genuini,come sedersi fuori di casa bevendo un'acqua di cocco conversando con il vicino se la fa passare. Invece al giorno d'oggi in italia,le poche facce che si vedono in giro,sono visi preoccupati,arrabbiati o adirittura tristi e tutte le antiche usanze che ci univano e ci davano un'identità come popolo stanno svanendo.
    Spero che un giorno le cose cambino…in meglio chiaro, non come hanno fatto finora.

  7. Io acido? Sopratutto quando mi si risponde fuori tema,e mi si attribuiscono parole non scritte.

    Purtroppo per questo io non posso consigliarti um fármaco,ma solo un po' di autocritica.

    PS
    E si ,non mi hai pubblicato un commento,che non era assolutamente ofensivo,metteva solo in dubbio la sicurezza del paradiso dove vivi.
    Adesso mi giudicherai offensivo?

  8. Salve a tutti. Io credo che la corruzione dei politici brasiliani sia a livelli inavvicinabili rispetto a quella dei politici italiani,e quindi la scusa che l'Italia va a rotoli solo per questo non regge.Invece,per me,dice giustamente Cristian Jeritronica:l'italiano sente più la crisi perché abituato da decenni a vivere mediamente meglio e circondato da tante cose superflue non riesce ad accettare di vivere in maniera modesta.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here