lunedì 2 giugno 2014

BNDES stima investimenti pari a 4.07 trilioni di reais nel periodo 2014-2017

Lo studio condotto dalla Banca Nazionale per lo Sviluppo Economico e Sociale (BNDES) indica che gli investimenti nell’economia brasiliana dovrebbero ammontare a 4,07 trilioni di reais nel periodo 2014-2017.


Valore superiore rispetto ai 3,98 trilioni stimati, per lo stesso periodo, nella rilevazione precedente pubblicata nell’ottobre 2013. Il risultato è parte dello studio prospettico di investimento aggiornato per il periodo 2014-2017, elaborato dalla divisione di ricerca e monitoraggio economico della BNDES. La mappatura comprende progetti e piani strategici delle aziende, non solo limitati a quelli sostenuti dalla Banca. Vediamo meglio di cosa si tratta e quali settori sono interessati. 
Nell’attuale stima, rientrano anche gli investimenti nella mobilità urbana, che si aggiungono ai progetti di risanamento e fanno parte del settore delle infrastrutture sociali che in passato hanno rappresentato per le aziende un forte ostacolo di crescita ed hanno conseguentemente spinto alcuni imprenditori a non investire in Brasile.
La prospettiva d’investimento nel settore della mobilità urbana si aggira attorno ai 90 miliardi di reais, increscita del 83% rispetto ai R$ 49 miliardi investiti nel quadriennio precedente (2009/2012). Gli investimenti logistici, ad esempio, dedicati a due settori fondamentali come porti eferrovie, sono aumentati del 35%.

Finalmente in Brasile, il settore della mobilità urbana, sta suscitando grande interesse e sta dimostrando di essere molto importante per lo sviluppo non solo economico, ma anche sociale del Paese.

Quali sono i settori in cui si è deciso di investire in Brasile?

Industria aeronautica


L’industria aeronautica ha registrato proiezioni di investimenti di R$ 14 miliardi, distinguendosi a livello di crescita, con progetti nei settori delladifesa e del commercio.

Energia elettrica
La prospettiva d’investimento nel 2014-17 per il settore elettrico brasiliano è di 191,7 miliardi di reais. La maggior parte degli investimenti sono destinati alla produzione idroelettrica, con 54,5 miliardi. I complessi eolici, invece, sono secondi con 43 miliardi e gli impianti ditrasmissione di energia elettrica, infine, sono terzi, con stime di investimento che raggiungono la quota di 37,6 miliardi di reais.

Ferrovie

Nel settore ferroviario, la prospettiva di investimento è 57 miliardi nel 2014-2017, in particolare: l’espansione della rete, progetti permodernizzare ed aumentare la capacità e l’espansione del magazzino. Gli investimenti sono previsti in 12 sezioni, alcuni nuovi progetti (greenfield), altri invece, riguardano l’ammodernamento della rete esistente (brownfield).

La mobilità urbana
Le prospettive per gli investimenti nella mobilità urbana, sono di 53 miliardi di reais, con un tasso di crescita medio annuo del 30%. Di questo totale, il 58% sarà destinato a progetti per la metropolitana, il 16% alla monorotaia, il 13% per Bus Rapid Transit (BRT), il 7% ai treni ed il 6% per i veicoli ferroviari leggeri (LRV).

Da dove vengono le risorse?

Questo blocco di investimenti è supportato dalla ripresa di capacità di investimento degli Stati membri, spiegata in parte dalle recenti tornate diconcessioni da parte del governo federale e dall’altra parte, dall’applicazione di fondi federali a progetti di mobilità urbana attraverso la mobilità PAC – grandi e medie città . Un altro elemento importante è l’espansione degli investimenti privati nel settore attraverso PPP(Partenariato Pubblico-Privato).


5 commenti:

  1. Ecco come il governo brasiliano pensa di affrontare il quadriennio di crisi 2014-2017 . Una magistrale operazione di investimento in infrastrutture per allontanare lo spettro della disoccupazione e del rallentamento della crescita . Una operazione elettorale ? Forse in parte si ma io sono ottimista sul futuro del Brasile .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. concordo... il paese ha bisogno di infrastrutture, non importa se ci sono motivi elettorali di contorno... certamente meglio di quanto (non) si fa in italia, ovvero appecoronarsi al kapestro della troika eurista.
      lucio.

      Elimina
    2. Molti di quei soldi vanno all' estero, acquisto di 36 aerei caccia Svedesi, 4 sottomorini Francesi, tecnologia Francese per costruirne 4 nucleari e per una portaerei, tecnologia e mezzi per il trasporto su ferrovia europei.
      Pertanto ci sarà uno sviluppo, ma non per l' industria brasiliana.

      Elimina
    3. scusa ma cosa dovrebbe fare il brasile se certe tecnologie non ce l'ha? una volta provarono a mandare un satellite e esplose tutta la base spaziale di alcantara!
      pensa quanto siamo furbi noi che invece del gripen ci compriamo gli F35 che costano il triplo...
      lucio.

      Elimina
    4. Il Brasile come l'Italia vive sui proclami, e come l'Italia arranca sui fatti. Ormai entrambi non sono più credibili... comunque forza brasile e forza italia (non il partito)..

      Elimina

Lasciate qui un vostro commento