sabato 9 gennaio 2016

La vita in tempo di inflazione a due digit


In questi giorni l'argomento principe di apertura dei TG è l'inflazione che ha sforato il 10% deflagrando la peggiore delle ipotesi del governo che era il 6,5% .

Ancora oggi , in una intervista a Tombini , Presidente del Banco Centrale , il cui compito era tenere sotto controllo l'inflazione si parla di generiche azioni che verrano prese per riportare l'inflazione in meta trascurando che la causa della inflazione è a tutti ben nota : l'aumento del carburante e del costo della energia ( +50% !!) che si è " diffuso " su quasi l'80% dei prodotti campione .

Nel frattempo Levy , costretto a lasciare il Ministro delle Finanze in Brasile va ad occupare il posto di Direttore Finanziario del Banco Mondiale ( O ex-ministro da Fazenda, Joaquim Levy, vai assumir o cargo de diretor financeiro do Banco Mundial (BIRD), em Washington. Levy deixou a Fazenda em dezembro do ano passado, quando foi substituído por Nelson Barbosa, ex-ministro do Planejamento ) . Adesso due sono le possibilità : o Levy è uno buono e si è tolto dagli impicci o ...

Tornando alla inflazione , una volta esaurito l'annuncio si apertura , parte il teatrino delle interviste . Il tema : come risparmiare con l'inflazione in alta . Prima era comune consigliare di sostituire la carne rossa con il pollo o addirittura con le uova ma i tre prodotti hanno avuto aumenti percentuali simili : di almeno il 13% . 
Incredibilmente anche lo zucchero prodotto in Brasile in quantità esorbitanti è aumentato . Le aziende hanno preferito produrre etanolo . Ed ecco il consiglio della "donna di casa " , usare il miele al posto dello zucchero come se il miele non fosse infinitamente più caro dello zucchero !!
 
Per ridurre i consumi di energia poi la parola d'ordine è spegnere i condizionatori e sostituirli con i ventilatori il cuoi prezzo ovviamente è aumentato . Ma la sorpresa più amara l'hanno avuta gli abitanti di Sao Paulo .Sentite questa .

 Lo scorso anno l'ente che di occupa della distribuzione dell'acqua , per ridurre il consumo di questo prezioso elemento , ha promosso una campagna di sconti per chi riducesse il consumo . Per esempio se da 10 000 litri si riduceva ad 8000  litri si otteneva uno sconto in bolletta di diciamo il 20% sull'effettivo consumato .
In conseguenza di ciò molti Condomini si sono organizzati,  hanno investito pesantemente in tecnologia di riuso dell'acqua piovana ed hanno ottenuto lo sconto .Un anno dopo l'ente cambia le regole : oggi per ottenere lo sconto bisogna consumare , per ritornare all'esempio precedente , non 8000 litri ma 6200 litri !! Limite questo pressocchè impossibile da raggiungere .

E l'investimento sostenuto ? Viva il Brasile ! 

Nessun commento:

Posta un commento

Lasciate qui un vostro commento