Home Vivere in Brasile Domenica in casa .

Domenica in casa .

2
0
CONDIVIDI

Le imprese di omnibus dello Stato del RN hanno deciso di sospendere il servizio sino a che non sarà presa una drastica risoluzione in termini di sicurezza .Pertanto da oggi i cittadini si arrangino . Io ho gia visto circolare carrozze con cavallo qui in città .

Sembra proprio che le tranquillizzanti parole del Governatore non siano servite molto . Addirittura la Urbana azienda municipalizzata di nettezza urbana ha sespeso da ieri il servizio di raccolta in tutta Natal preoccupata della incolumità dei propri mezzi uno dei quali è stato incendiato .

Durante tutta la notte di sabato ho udito sirene dei vigili che correvano per la città a spegnere incendi .Vediamo cosa è stato escogitato dai banditi per animare il sabato sera .

Lo show è iniziato  alle 20 :30 con l’esplosione di una agenzia  della Caixa Economica nella Zona Nord di Natal . Granate sono state esplose a scopo dimostrativo . Nulla è stato asportato .

Ma la voglia di un vero incendia alla fine ha prevalso ed i banditi alle 21:30 hanno dato fuoco al patio interno della Delegacia Geral della Policia Civil del Rio Grande do Norte ( DEGEPOL )  Ben dieci veicoli ci hanno rimesso le penne .

Per continuare  è stato dato alle fiamme l’auditorio della scuola di agenti penitenziari della Redinha , un barrio prossimo al mare ed al celebre Ponte Navarro .
In mattinata è stato tentato , per fortuna senza successo , l’incendio del terminale di omnibus nel barrio di Guarapes .

Aumenta nel frattempo il numero degli arrestati , arrivato a 50 e con essi il numero di molotov sequestrate .

Stranamente , nonostante gli attacchi , la Sejuc ovvero la Segreteria di Stato con a capo il recente eletto Wallber Virgolino , ha ritenuto di mantenere per i detenuti il diritto alla visita dei familiari . 

Strano , perchè Virgolino è stato l’artefice della installazione delle antenne che bloccano i cellulari e che  secondo la Sejuc sono il mezzo con cui i criminali in galera continuano a mantenere il controllo della loro rete di traffico .

Virgulino non ha  mai sentito parlate dei ” pizzini ” ? Bigliettini trasportati da avvocati e parenti dei detenti durante le visite  e mezzo di comunicazione preferito dai capi della mafia .

Le comunicazioni con i cellulari sono l’antitesi della privacy come hanno dimostrato recentemente le intercettazioni telefoniche di cui il giudice Moro si è servito per incastrare politici ed impresari corrotti .

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*