Home immobili I rischi del matrimonio brasiliano : blocco della vendita di immobili !

I rischi del matrimonio brasiliano : blocco della vendita di immobili !

30
7
CONDIVIDI
Questo post illustra i rischi associati al matrimonio in terra brasilis  che la maggior parte degli italiani e non solo  ignorano . Partiamo con la scelta del regime patrimoniale al momento del matrimonio . Esistono tre possibilità :
Comunhão parcial de bens – tutto quello che è acquisito dopo  il matrimonio , anche se intestato ad uno solo dei coniugi , è proprietà dei due .Fanno eccezione i beni ottenuti per donazione o eredità i quali saranno di esclusiva proprietà del beneficiario.
Separação de bens – in questo caso ciò che è stato acquisito prima o dopo il matrimonio sarà di esclusiva proprietà dell’intestatario del bene a meno che non sia intestato ad entrambi .
Comunhão total – è il caso più compromettente . Tutto , sia che sia stato acquisito prima che dopo il matrimonio appartiene ad entrambi i coniugi anche le donazioni o le eredità .
Ma la cosa più importante a mio parere da sapere è che queste tre possibilità sono in un certo senso vane  perchè : indipendentemente dal regime patrimoniale scelto la vendita di un immobile richiederà inprescindibilmente  l’annuenza del coniuge anche se non proprietario ! 
 
Questa  regola , contraria al senso comune , consente al coniuge  ” dispettoso ” di bloccare la vendita di un immobile ovvero di un bene di enorme valore semplicemente non dando il proprio consenso all’operazione anche se legalmente NON ha alcun diritto sullo stesso !
Questa cosa  dovrebbe essere scritta a caratteri cubitali  all’entrata dei cartori dove si celebrano i matrimoni civili perchè si tratta di una regola dalla logica contorta  ed assolutamente assente in altri Paesi civili . Gli stessi avvocati brasiliani sono scandalizzati dall’uso che viene fatto di questa legge che mette nelle mani di persone criminali un’ arma di ricatto  assolutamente legale .

Morale della storia : nessun regime patrimoniale mette in salvo i vostri beni se la vostra metà decide di segarvi in due o perchè i rapporti sono cambiati o semplicemente perchè era tutto premeditato .

CONDIVIDI

7 Commenti

  1. in compenso (non so se lo sapete) in brasile la legge prevede che, in caso di separazione-divorzio, il coniuge cacciato di casa (il maschio) ha diritto ad un indennizzo mensile pari alla metà del canone d'affitto mensile di mercato dell'immobile.
    è una norma giustissima e inesistente altrove mi pare.
    lucio.

    • ma come! a me hanno sempre detto che le donne sono quegli esserini angelici e romantici e pieni di amore e giustizia nonchè sfruttate dai cattivoni omaccioni… 🙂
      lucio.

    • Negli altri Paesi non so ma in Italia sicuramente non è così . Se sei sposato con la separazione dei beni l'altro coniuge non ha alcun potere doi veto sulla vendita dei tuoi beni .

    • La separazione dei beni è uno degli aspetti fondamentali per evitare il "rassodamento delle natiche"; l'altro se proprio si devono firmare dei documenti meglio firmare quelli dell' uniào estavèl piuttosto che del casamento.

      Esistono comunque casi di Comunione dei Beni con bene personale di uno dei coniugi, nel caso questo immobile non sia quello di residenza della famiglia.

      Come questo avvenga non ricordo ma ho fatto alcune pratiche catastali nella mia "vita anteriore" con questa modalità. Francesco

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here