Home Vivere in Brasile Comunicazione di servizio : commenti

Comunicazione di servizio : commenti

69
0
CONDIVIDI

In questi giorni la Società FEDERWEB TRENTO ,di cui vi avevo parlato qualche settimana fa quando il sito è tornato on -line  e che fornendo supporto  tecnico  , ha completato la procedura di trasferimento del contenuto del sito Vivereinbrasile dalla piattaforma ” amatoriale ” Blogger a quella più professionale di WordPress oltre a trasferire fisicamente tutti i file in un nuovo server .

Chi si collegherà in queste ore noterà la profonda ristrutturazione del sito che è tuttora in atto per migliorarne accessibilità e performance .Questo processo di transizione ha determinato la ” perdita ” di alcuni contenuti :  gli ultimi tre post ed i relativi commenti . Mentre siamo riusciti a ripubblicare i tre post non è stato possibile ricostruire i commenti che comunque non sono andati tutti  persi . Sono riuscito a recuperare quelli  del 5 e 6 Marzo  e li pubblico di seguito con il nome dell’autore .

Mi scuso con quelli che sono andati del tutto persi .

 Maurizio Fedrighelli

Io non lo considero un ´gatto´ma un diritto, visto che mi fanno il prelievo forzato del canone rai nella bolletta elettrica,
HAvevo suggerito di sboccare la visione all´estero a chi e titolare di un abbonamento, ma non si sono degnati neanche di rispondermi

Postato da maurizio fedrighelli in Vivere in Brasile alle 5 marzo 2017 15:04

Sono d´accordo con te, ma il problema e´che qui dove abito io in Alagoas ho solo Oi Velox, pertanto era l´unica soluzione per vedere i canali italiani e comunque volevo precisare che con questo sistemasi possono vedere i canali in HD con appena 2 mega

Postato da maurizio fedrighelli in Vivere in Brasile alle 5 marzo 2017 11:40

Maurizio hai Oi conta total? Il plano a 2 mb non esiste piu’! facendo richiesta via telefono te lo aggiornano a 5mb incredibilmente in 2 3 giorni!

Postato da Anonimo in Vivere in Brasile alle 6 marzo 2017 07:44

Undo

il censimento Aids in Brasile ed in tutto il mondo così è stato definito dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. C’entra per questo ed anche perchè è l’unico dato ufficiale diffuso mondialmente. Altra cosa sono le esperienze personali vissute che ognuno di noi, abituati a vivere socialmente, ha. Indipendentemente di dove si trova e di dove vive e con chi vive.

Postato da undo in Vivere in Brasile alle 5 marzo 2017 10:06

con il proliferarsi della tecnologia e conseguente aumento delle informazioni calerà presto una consapevolezza diffusa. ovviamente ci andrà del tempo e cambio generazionale. basta “geladina” basta “boutequim” basta “churrasco queimado” e, sopratutto “basta musica assordante”.

Postato da undo in Vivere in Brasile alle 5 marzo 2017 10:02

Giorgio di Chiaro

Quando hanno fatto precipitare la selic al 7%, 2012 credo, hanno iniziato a buttarsi la zappa sui piedi con la crescita dell’inflazione; quando hanno portato la selic al 14,25% hanno iniziato a martellarsi i maroni con l’aumento del debito pubblico dovuto anche ai ricchi premi elargiti ai compratori di titoli di Stato.; quando la selic e’ caduta a terra hanno cambiato le regole fiscali della Poupanca; quando il real era diventato il nuovo dollaro hanno cambiato idea ed in pochissimo tempo hanno adottato una moneta bulgara in caduta libera; quando il Brasile iniziava a non cagarselo neanche un pensionato d’ oro hanno cambiato le regole per l’ottenimento del Visto da investitore; quando c’era da approfittare del boom hanno fatto di tutto per indebitarsi per un decennio e svegliarsi nel 2016 come se fosse il 2002….QUANDO IL BRASILE SARA’ UN PAESE NORMALE SMETTERO’ DI AMARLO !! CON LORO NON TI ANNOI MAI !!

Postato da Giorgio Di chiaro in Vivere in Brasile alle 6 marzo 2017 14:54

ED ANCHE IN QUESTO CASO DIVERTIMENTO ASSICURATO : GLI INVESTIMENTI IN DOLLARI SONO FACILMENTE NEGOZIABILI IN TUTTO IL MONDO, INVECE IL BRASILE E’ UN PAESE ALTAMENTE PROTEZIONISTA E UN NON RESIDENTE NON PUO’ ACQUISTARE TITOLI DI STATO BRASILIANI SE NON A DETERMINATE CONDIZIONI. POI MI SPIEGHERANNO, IN CASO DI TRIPLICE RIALZO DEI TASSI AMERICANI E PAVENTATA DECURTAZIONE DEGLI INTERESSI VERDEORO DOVUTA ALLA DISCESA SELIC, CHI AVRA’ IL CORAGGIO DI ACCONTENTARSI DI UN 6 O 7% NETTO PRESO IN BRASILE QUANDO TUTTI SANNO CHE BASTA UN MESE DI CAMBIO CONTRARIO PER COMPROMETTERE IN TERMINI REALI E NON RELATIVI(REAIS) GLI INTERESSI MATURATI. I GRANDI INVESTITORI MIGRERANNO VERSO GLI USA, LA CRISI AMERICANA DEL 2008 E’ FINITA E SE IN UN RECENTE PASSATO IL BRASILE E’ STATO UN BUON SALVADANAIO PER I FONDI PENSIONE ED ALTRI CAPITALI SPECULATIVI INTERNAZIONALI,ADESSO NON C’E’ PIU’ LA NECESSITA’ DI SPECULARE IN BRASILE E ASPETTARE CHE PASSI LA TEMPESTA. CONTINUO A SOSTENERE CHE PORTERANNO LA SELIC AL 9% E POI METTERANNO DI NUOVO IN MOTO LA PROPAGANDA E DIFFONDERANNO LA NOTIZIA, INFONDATA COME SEMPRE, CHE L’INFLAZIONE HA RIALZATO LA TESTA.

Postato da Giorgio Di chiaro in Vivere in Brasile alle 6 marzo 2017 15:14

Lucio

la reforma da previdencia è una delle rare cose buone e necessarie che sto governo sta facendo.
lucio.

Postato da Anonimo in Vivere in Brasile alle 5 marzo 2017 11:16

ma come non s’incazzeranno mai? e le manifestazioni oceaniche anti-PT del 2013-2014 coi black block che sfasciavano tutto, bruciavano palazzi governativi e spaccarono 3 costole al capo della polizia di RJ?
lucio.

Postato da Anonimo in Vivere in Brasile alle 5 marzo 2017 11:22

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here