Home attualità Caso di pedofilia o paranoia ?

Caso di pedofilia o paranoia ?

10
2
CONDIVIDI

Brasile, bacia la figlia di 8 anni romano arrestato per molestie

SAN PAOLO – La sua bambina nega le molestie, però un imprenditore di Guidonia, arrestato l’altro ieri sulla spiaggia di Fortaleza in Brasile per aver baciato sulla bocca la figlia di otto anni, rischia dagli 8 ai 15 anni di reclusione in base a una nuova legge brasiliana anti-pedofilia approvata proprio il mese scorso.

Alla funzionaria brasiliana Ivana Timbò, responsabile del commissariato per la lotta allo sfruttamento minorile, la figlia dell’imprenditore ha recisamente negato qualsiasi molestia da parte del padre, confermando solo i “bacini” sulla bocca.

Anche la moglie brasiliana ha negato qualsiasi atteggiamento sconveniente del marito verso la figlia e si è detta scioccata per il malinteso. Su richiesta dell’uomo le fonti ufficiali non rivelano le sue generalità, ma si è appreso che viene dalla cittadina in provincia di Roma e ha 48 anni.

L’incredibile caso sarebbe da attribuire, secondo l’avvocato del consolato italiano, ad un eccesso di zelo da parte di una coppia anziana di brasiliani e della polizia locale, impegnata nella lotta alla prostituzione infantile dilagante nella località balneare del nordest del Brasile.

Il consolato generale italiano di Recife ha ottenuto durante la giornata vari attestati di benemerenza e buona condotta dell’accusato.

Secondo il sito di un quotidiano brasiliano, l’imprenditore è rinchiuso nel carcere di Fortaleza.
L’uomo è sposato con una brasiliana e da 12 anni viene a passare le vacanze sulle spiagge paradisiache della città, accompagnato dalla moglie e dalla figlioletta. Anche quest’anno la coppia stava trascorrendo una quindicina di giorni sulla Praia do Futuro, una spiaggia frequentata dalle famiglie del Cearà più che dai turisti, allo stabilimento “Complexo CrocoBeach”.

Tutto è nato dall’intervento di una coppia brasiliana (marito e moglie di 70 e 75 anni, entrambi ex funzionari statali di Brasilia), che si è detta scioccata dalle effusioni del padre alla figlioletta. Secondo i due ci sarebbero stati baci sulla bocca e palpeggiamenti, senza tener conto della presenza della madre della bambina. Così hanno denunciato l’atteggiamento sospetto dell’uomo ai responsabili dello stabilimento e alla polizia.
Intanto la televisione brasiliana ha trasmesso alcuni spezzoni di video ripresi dalle telecamere di sicurezza dello stabilimento balneare dove si trovava l’uomo, con la moglie e la figlioletta. In una delle sequenze, si vede l’imprenditore uscire tranquillamente dallo stabilimento, prima dell’intervento della polizia, mentre cammina abbracciato alla bambina seguito dalla moglie. In un’altra, un bagnino e una cameriera dello stabilimento smentiscono che vi sia stato qualsiasi comportamento scorretto o ambiguo da parte dell’uomo.

Il Cearà, di cui Fortaleza è capitale, è uno stato poverissimo dove negli ultimi dieci anni è dilagata la prostituzione infantile e il turismo sessuale: in particolare vengono qui molti italiani. Basta passeggiare di notte sul lungomare della città per essere abbordati da manipoli di ragazzine chiaramente sotto i quindici anni.

Fonte : La Repubblica

2 Commenti

  1. Da tg24.sky.it, 10 Settembre 2009:

    "E' stato rilasciato Giuliano Tuzi, l'imprenditore di Guidonia fermato nove giorni fa con l'accusa di aver molestato la figlia di otto anni baciandola sulla bocca in uno stabilimento balneare a Fortaleza, in Brasile. Diversi giorni fa l'uomo si era sentito male in cella a causa di un forte sbalzo di pressione, ed era stato trasferito in ospedale. Tuzi rientrerà domani a Milano con un volo charter."

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here