Home costo della vita Trasferirsi in Brasile , un anno di buoni motivi !

Trasferirsi in Brasile , un anno di buoni motivi !

259

Ripropongo questo Post scritto nel Marzo del 2009 perchè è bene confrontarsi di tanto in tanto con i propri pensieri , soprattutto a distanza di tempo , è uno dei vantaggi di avere un Blog .

Ebbene rileggendolo penso di aver reso realmente un buon servigio a quelli che oltre a leggerlo lo hanno seguito . Chi ha investito i fatidici 200 000 euro all’epoca del mio Post oggi si ritrova con un valore equivalente di 250 000 euro solo grazie al cambio e di 275 000 se ha pure investito in BOT Brasiliani .
Questo Post ha reso a chi ci ha creduto il 37.5% sul patrimonio !!

Molti amici continuano a chiedermi se e come possono trasferirsi in Brasile sulla scia di molti coraggiosi o incoscienti , dipende dal punto di vista , che l’hanno già fatto . Ed il numero sta aumentando negli ultimi tempi a causa della violenta crisi economico finanziara che sta spazzando via il lavoro e le speranze di un futuro per molti giovani .


C’è da dire che la crisi non è solo italiana ma mondiale solo che quando negli Stati Uniti la disoccupazione era del 3% , nel Sud Italia si era al 30% e a nessuno importava , ora che la disoccupazione negli Stati Uniti ha toccato la quota fatidica del 10% tutto il mondo trema . Cosa voglio dire con questo ? Che a noi italiani emigrare in qualsiasi altra parte del mondo , a parte rare eccezioni , può solo convenire .

Ma veniamo al caso Brasile . Fino all’anno scorso la crisi era solo sui giornali che parlavano di quello che stava accadendo fuori del Paese . La sensazione generale , alimentata anche dalla stampa specializzata , era che la tempesta lì fuori non avrebbe toccato il Paese se non in minima parte . Insomma in Brasile ci sarebbe stato solo un acquazzone . Quest’anno invece la musica è cambiata . Ci sono state parecchie dimissioni nel settore auto , minerario e della grande distribuzione .Le Banche hanno incominciato a scricchiolare così come giganti quali la Petrobras . L’intervento del governo , devo dire veramente tempestivo , ha tuttavia se non risolto ,almeno messo a tacere le voci più allarmanti .

E’ di questi giorni la notizia della riduzione del tasso di sconto di 1.5 percentuali dal 12.75% all’11.5% . Questo dovrebbe dare stimolo alla economia reale . Forse è ancora poco . Lo vedremo nei prossimi mesi . Il cambio euro- real si mantiene stabilmente a 3 con lievissime oscillazioni nell’uno e nell’altro senso .

Il cambio a 3 non và sotto stimato nella scelta del momento di trasferirsi in Brasile . Secondo me oggi è un momento d’oro per questa decisione . Vediamo perchè :

1) Non lasciate niente alle vostre spalle , solo problemi ed un incerto futuro . Oramai in Italia il lavoro è finito , anche quello squalificato . Quello qualificato , che dava piacere oltre alla indipendenza economica , come dovrebbe essere il vero lavoro era già finito da tempo .Dunque niente rimpianti .

2) Difficilmente in futuro il cambio sarà più favorevole . Il valore max raggiunto durante la prima elezione di Lula è stato 4 ma tutta l’America Latina sembrava sull’orlo della bancarotta . L’Argentina era appena fallita , in Venezuela c’era stato il colpo di Stato che aveva deposto il presidente Chaves ed in Brasile , per la prima volta sembrava che l’eterno secondo Luiz Inacio Lula da Silva del temuto Partito dei Lavoratori potesse prendere il potere .

Le cose sono andate poi come sappiamo : l’Argentina ha rinegoziato il suo debito , Chaves è rientrato trionfalmente a Caracas ed è stato rieletto , Lula è effettivemente diventato il nuovo presidente del Brasile , ma , contrariamente ai timori degli economisti , sotto di lui il Brasile ha prosperato come non mai . E’ stato indubbiamente fortunato perche , grazie alla apertura del mercato alla Cina , c’è stata una enorme richiesta di materia prima di cui il Brasile è principale esportatore : soia , minerale di ferro , succo d’arancia , caffè , zucchero .

3) Il costo della vita è ancora relativamente basso . Si vive tranquillamente con 1000 euro al mese e poichè siete sempre in vacanza non spenderete più una cifra per andare al mare una volta l’anno .

4) Gli interessi sui BOT brasiliani , benchè si siano ridotti di molto , sfiorano ad oggi il 10% netto .

5) Il clima è eccellente ( Almeno al nordest ) il che si traduce in una drastica riduzione dei costi per riscaldamento e vestiario .Bermuda , polo e infradito per tutto l’anno ! E poi i brasiliani
sono cordiali e disponibili . L’ età media in Brasile è di 28 anni contro i 43 dell’Italia . E non dimentichiamoci della musica , del cibo eccellente e … delle donne .

Avete bisogno di altri motivi per prendere la fatidica decisione ?

259 Commenti

  1. Caro Antonio,
    relativamente al visto permanente per trasferimento pensionistico sai per caso da chi deve essere legalizzata la "Dichiarazione bancaria attestante che l'importo della pensione potrá essere trasferito in Brasile"??? nessuno mi sa dare una risposta….Grazie

  2. Caro Gianpi

    non prendertela … ma gia che c'eri non potevi acquistare un bunker antiatomico interrato nel giardino della villetta ? Era molto di moda durante gli anni della guerra fredda .

    Comunque a parte la battuta che spero mi perdonerai credo che anche ad uno che la pensa come te il Brasile convenga di più e per tanti motivi .Qui con 40 000 euro puoi comprare un "sitio" di qualche ettaro ed essere davvero indipendente dal punto di vista alimentare . Sole e calore non mancano ed il petrolio non ti serve in campagna , ti basta coltivare qualche pianta oleiginosa come la Jatropha curca per far andare il tuo generatore diesel e la Moringa oleifera per tutto il resto ( Alimentazione animale , sapone , depurazione acqua , ecc. ) .
    Qui avresti un mondo da scoprire .

    Auguri e buona fortuna

  3. ciao a tutti,
    L'idea di trasferirmi o provarci era venuta anche a me, dico era perchè ci ho rinunciato, per varie ragioni, sopratutto analizzando a fondo la situazione economica mondiale.
    Forse mi sare dovuto trasferire quando a rio si trovava un kitinete per 20000€, ma tant'è…
    La situazione economica mondiale è guidata, volenti o nolenti, dagli USA i quali oramai, complice un debito indescrivibile, sono diventati oramai insolventi.
    stanno inoltre gettando ulteriore benzina sul fuoco con criminali operazioni di QE, stanno cioe' stampando moneta, sfruttando il fatto che il dollaro è ancora la moneta di scambio internazionale.
    Cio' si tradurra', prima o dopo, in una iperinflazione che molti da repubblica di Weimar o molto peggio, allora la germania non aveva arsenali nucleari…
    Il crollo degli USA, ed è solo una questione di tempo, trascinera' tutte le altre economie, emergenti e non, questo è inevitabile.
    In piu', ulteriore elemento diistruttivo, è stato raggiunto nel 2008 l'oil peak, il picco di estrazione massima del petrolio.
    La IEA, nel suo ultimo outlook ci dice che: ENTRO IL 2015 IL MONDO ENTRERA' IN UNA CRISI ENERGETICA STRUTTURALE SENZA RITORNO..lascio a voi immaginare gli scenari.
    Non si creda che il Brasile sia fuori dai problemi di approvvigionamento del petrolio, sfortunatamente vi informo che il Brasile non è autosufficente e deve quindi importare, come oramai tutti i produttori minori, UK compresa.
    E quindi voi direte?…bene, alla fine ho agito cosi: venduto l'appartamento in citta' e mi sono comprato una vilettina a schiera( guadagnandoci 40000@) nuova in campagna, ho scelto una zona ricca di fattorie(arriveranno anche problemi di cibo..purtroppo).
    La zona è al centro comunque di una zona che fa capo a citta' medie comode da raggiungere, prevedo una perdita del lavoro possibile nei prrossimi anni, quindi avrei ancora qualche speranza di trovare qualcosa in quel senso.
    Ho reso la casa indipendente con pannelli fotovoltaici e solare.
    Ho messo in sicurezza i risparmi, comprando argento fisico e commodities agricole(il cibo è l'unica cosa che serve veramente a vivere, tutto il resto è inutile)….Il Brasile?..mi accontentero' come ho sempre fatto di passarci le vacanze, finche' il trasporto aereo sara' ancora abbordabile….chi voglia informarsi piu' approfonditamente, ricerchi inflation.us, gerald celente, mark faber,jim rogers, peter schiff..auguri a tutti

    • …io invece ..contro la crisi e lo scenario apocalittico ho preso il primo aereo e mi sono trasferito in Brasile con la mia bella famigliola …e quando percepisco qualche pericolo , ce ne andiamo in spiaggia a Gamboa do Morro e beviamo una SKOL gelada …meglio dell'argento fisicooo!!!!…ma daiiii!!!!!

  4. Ciao Roberto

    nel mio caso ho affidato ad una persona di fiducia in Italia il compito di ritirare la posta ( Per le raccomandate devi fare una delega permanente alle Poste ) e comunicare il contenuto via e-mail.I pagamenti li eseguo on-line grazie a FINECO BANK .

    La stessa persona ha anche le chiavi dell'appartamento dove risiedo ed una volta a settimana lo controlla .Se ci sono problemi contatta l'amministratore dello stabile .

    Quando sono in Italia tutti i pagamenti in Brasile sono addebitati automaticamente . Vivendo in un appartamento inoltre ho la sicurezza 24H e posso lasciare l'abitazione incustodita senza problemi . Lascio alla amministrazione la mia e.mail per contatti urgenti .Se vivi da solo è consigliabile sconnettere le varie utenze : energia , acqua ,gas .

    Saluti

  5. è esattamente quello che volevo fare, rimanere in Brasile e tornare in italia una volta l'anno, il problema è come e dove ricevere la corrispondenza italiana se si ha residenza in brasile o viceversa quella brasiliana se si ha residenza in italia, tenendo presente che se, come nel mio caso, si hanno interessi e immobili da curare in ambedue i paesi è necessario ricevere le notifiche importanti non a un anno di distanza. Il dilemma non è solo di natura postale, ma proprio logistica. Se voi avete una situazione simile alla mia, ditemi come vi siete organizzati.
    grazie per la cortese attenzione.
    Roberto.

  6. Per quanto ne so l'iscrizione all'AIRE comporta la possibilità di votare e rinnovare documenti presso i consolati italiani in Brasile ma, di contro, comporta la perdita dell'iscrizione al Servizio Sanitario italiano.
    Credo quindi che l'iscrizione all'Aire porti più svantaggi che vantaggi anche in considerazione del fatto che l'assistenza sanitaria pubblica brasiliana SUS, in linea di massima, ancora non è all'altezza di quella italiana.
    Marco

  7. Ciao Roberto

    il possesso del visto permanente brasiliano non ti impedisce di conservare la residenza italiana a patto che tu non sia assente dall'Italia per oltre un anno . Per la conservazione del visto brasiliano basta non trascorrere fuori del Brasile oltre due anni .

    Pertanto se tu vivi in Brasile ed una volta all'anno rientri in Italia conservi il visto permanente per il Brasile e la residenza in Italia .

    Qualora tu invece voglia volontariamente cambiare residenza devi iscriverti all'AIRE per aver diritto al voto e al rinnovo di alcuni dei documenti italiani pur essendo in Brasile .

    Non conosco esattamente cosa perdi o guadagni facendo questo . Ti consiglio di rivolgerti al Consolato o direttamente all'AIRE .

    • a novembre di quest'anno mi sposo in brasile quindi potro richiedere il visto permanente per restare li,ho saputo que inizialmente mi viene rilasciato il visto provvisorio,la domanda e la seguente:quanto tempo posso restare fuori dal brasile senza rischiare di perdere il visto?sempre 2 anni come il visto permanente?perche ho visto che dopo tre mesi si perde il visto provvisorio ma non e cosi per tutti i paesi,qualcuno puo darmi ua risposta?grazie

    • Ciao Salvatore

      stai facendo un poco confusione . Quando ti sarai sposato in Brasile potrai chiedere in visto ma ti daranno solo un numero di protocollo in attesa della visita della PF che verificherà che effettivamente tu stai convivendo con tua moglie . Pertanto NON puoi allontanarti dal Brasile , se non per motivi validi e giustificabili poichè in caso di visita della PF rischi che ti rifiutino il visto . Informati bene presso la PF del luogo dove risiedi .Una volta conseguito il visto permanente , allora si che vale la regola dei 2 anni . Questo è quanto mi risulta … ma non trascurate mai di verificare presso gli organi competenti .

  8. Salve a tutti.
    Io possiedo un immobile nel nordest del Brasile, conosco bene questo paese e penso di trasferirmi gradualmente nell'arco di qualche anno.
    Quello che mi lascia ancora un po' in dubbio è sapere quanti e quali diritti si perdono nel nostro paese d'origine una volta in possesso del visto permanente e della residenza in Brasile.
    Sarei grato all'autore di questo blog se potesse chiarirmi questo punto.
    Cordiali saluti. Roberto

  9. Quoto in pieno quanto scritto dall'anonimo del 27 novembre ore 06:12 sia in merito alle considerazioni sul blog e del suo scrittore ma anche in merito alla considerazione finale.
    Fare una scelta di vita come quella di trasferirsi in Brasile non può basarsi solo su calcoli economici. Se non si è più che pronti anche dal punto di vista caratteriale ed umano si rischia comunque di fallire o di andarsi a cacciare in situazioni difficili.

  10. Una cosa si evince leggendo questo blog fantastico: l'intelligenza, la sensibilità, l'eleganza (e chi più ne ha più ne metta!) di chi lo scrive…
    Con tali doti, in Italia aveva avuto sicuramente molto successo e sicuramente non manca di averne anche in Brasile…
    Attenti quindi a fare solo calcoli economici e di interessi bancari ci vogliono grande equilibrio e selfcontrol!

  11. Grazie sia a Marcofalco che ad Antonio:il mio stile di vita,per fortuna,è molto sobrio anche qui in Italia,più per abitudine che per necessità.Adattando alla mia persona le vostre stime ne deduco che con 1500-2000 reais al mese posso starci benissimo,anche perchè non amo le auto costose e penso non userò Sky.Inoltre non frequento ristoranti se non sporadicamente,non bevo,non fumo e mangio con moderazione…quindi,come dice Antonio,tutto dipende dallo stile di vita desiderato.

  12. Hai ragione Antonio,
    quelli riferiti sono dati di un 75enne agiato pensionato con una giovane compagna bahiana. Insomma una persona che pensa più a consumare che a risparmiare ed investire. E' ovvio che si possono fare vari tagli a quell'elenco, va letto in chiave puramente indicativa.
    Anche io non mi sognerei mai di comprare un'Honda Civic in Brasile!
    Bisogna comunque anche tenere presente alcuni extra che periodicamente possono verificarsi come ad esempio un viaggio, un bene da comprare, una riparazione da fare in casa. E poi quando si fanno dei budgets preventivi è sempre meglio tenersi un pò larghi per precauzione, a stringersi dopo si fa sempre in tempo e poi, in chiave prospettica, l'inflazione potrebbe portare ulteriori rincari.
    In sintesi possiamo dire che in Brasile si può vivere con molto poco (lo fanno in tanti) o con tantissimo, tutto dipende dallo stile di vita desiderato. Per questo è difficile dare indicazioni valide per tutti.
    abraços
    Marco

  13. Grazie Marco per i tuoi preziosi contributi .

    Comunque , avendo vissuto a Salvador per 4 anni posso dire che in realtà , se si fa un poco di attenzione si può vivere bene banche con 4000 – 4500 R$ in due .

    Ad esempio dall'elenco si vede che Francesco usa per spostarsi una Honda Civic , una delle berline più care del mercato .Questo porta a 170 R$ l'assicurazione mensile contro gli 85-100 di una utilitaria . Il Plano di saude anche è caro : io pago 560 R$ per 4 persone con AMIL .

    Tra mercato e ristorante ci sono 1600 R$ che in due sono uno sproposito .Io li spendo in 4 persone .Una serata in pizzeria costa 60 R$ due adulti e due bambini , per 4 settimane sono 240 R$ . Restano altri 360 R$ per le uscite in spiaggia dove uno spiedino costa comunque 2 R$ , un cocco 1,5-2 R$ e così via .

    Insomma non dimentichiamo che lo stipendio di un brasiliano di classe media è di 3000 R$ e pertanto diamoci una calmata , soprattutto se avete , come me , una moglie brasiliana … 🙂

  14. X Enrico di Ferrara e Roberto C.
    Qui sotto vi scrivo un riassunto delle spese mensili sostenute da un mio carissimo amico con la sua compagna a Salvador Bahia nel corso del 2010. Ovviamente ognuno ha le proprie preferenze individuali e quindi sono dati indicativi e molto soggettivi. Ma è sempre bene confrontarsi e fare paragoni.
    Costi vita per due persone :
    Fonte : Francesco e Debora

    1—seguro carro Civic R$170
    2—IPVA “ " R$140
    3—gasolina R$350
    4—Restaurantes R$600
    5—condominio R$300
    6—serviços gerais* R$450
    7—mercado R$1000
    8—telef.total ** R$300
    9-agua R$115
    10—electricità R$190
    11—SKY R$140
    12-Plano saude 2 pess. R$600
    ——————————
    TOTALE R$4.355

    *porteiro/jardim + empregada
    **tel fixo + 2 celul + internet

    Faltam ainda:
    — Remedios/medicos (vc tem que fazer uma estima pessoal).
    –Roupas
    –Viagems

    Da questo si desume che per vivere benino a Salvador, pur avendo casa di proprietà, in 2 persone adulte bisognerebbe prudenzialmente prevedere oggi in media 5/6.000 real al mese credo.
    Abraços, Marco.

    • Mi chiedo che tipo di vita fa o ha fatto questa famiglia in Italia, sono sicuro che questo è un valore esagerato 5.000R$ al mese per vivere in Brasile in tre, si parla quasi 2500 € con una casa di proprietà? poi come vivevano qui in Italia, quali standard di vita ha avuto? Quello che voglio dire è che se ho scelto di vivere in Brasile dovesse avere tutte queste spese possono poi continuare in Italia, certo che po se spende circa 600R$ con ristoranti in un mese,,, cmq ultimamente non c'è molta differenza tra il costo a vivere in Brasile o in italia, una noce di cocco sulla spiaggia può costare fino a € 4,00 e la casalinga che vuole comprare uno sgrassaore al supermercato spende circa 10.00R$
      Non è come molto tempo fa che il turista poteva mangiare, divertirse o acquistare a buon mercato, l'ultima volta con mio marito in Fortaleza, fu sorpresa dal costo di tutte le cose

    • HO VISSUTO A MACEIO DAL 1 DICEMBRE 2010 AL 1 MARZO 2011.
      ACQUA E ENERGIA 60 REAL TOTALI
      E COMUNQUE CONDUCENDO UNA VITA NORMALE DA RESIDENTE ANDANDO AL RISTORANTE UNA O DUE VOLTE ALLA SETTIMANA NON SUPERO I 3600 REAL PER 2 PERSONE AVENDO LA CASA DI PROPRIETà!
      QUEI CONTI PER LA MIA ESPERIENZA NON SONO PROPRIO REALI!!!!!!!!!!!!!!!!!

    • Ciao Anonimo

      non posso non osservare che avendo vissuto per un periodo limitato quasi sicuramente NON hai fatto il piano di salute ( R$ 600 ) , inoltre parli di casa e non di appartamento pertanto non pagavi il condominio ( R$ 800 ) . Sommando solo questi due costi spendevi di più dei 4355 indicati nell'esempio ( 3600 +600 +800 = 5000 !! )

  15. Roberto , se abiti nel Nordeste . hai una casa di proprietà e vivi da solo 2000 R$ sono sufficienti . Tuttavia è necessaria una certa disciplina ed attenzione nelle spese . Il costo del Plano di Saude dipende dalle prestazioni e dall'età . Se sei giovane 30-40 anni i 300 R$ possono bastare .

  16. Ciao Antonio.Ma allora,per me che vivo da solo e ho già una casa di proprietà in Brasile potrebbero bastarne anche 2000,come dice pure mio nipote?
    E per un plano de saude solo per me potrebbero bastare 300 reais al mese?

  17. Ciao Enrico

    i calcoli che hai fatto sono realistici . Forse hai esagerato qualche voce tipo Plano di Saude che per 600 R$ è già ottimo e Alimentazione ma hai dimenticato qualche altra , come il Telefono cellulare e la TV Cavo o Satellitare . Cosa intendi con Previdenza Privata ?

    Comunque io direi che oggi a Joao Pessoa possono bastare anche 4000 R$ in tre ma come dici tu esistono anche gli imprevisti .

    Visto che comunque il tuo trasferimento è tra 3/4 anni mi sembra prematuro fare questi calcoli . Piuttosto io non aspetterei tanto tempo a fare un investimento immobiliare visto che hai deciso di trasferirti .

    Saluti d auguri

    • Rileggendo questa risposta vedo quanto sono stato profetico nel consigliare di non attendere oltre per un investimento immobiliare .Speriamo che Enrico abbia nel frattempo seguito il mio consiglio .

  18. Salve Antonio,
    sono Enrico di Ferrara e come dicevo ho intenzione di trasferirmi a Joao Pessoa nel giro di 3/4 anni.Ho stimato che per il tenore di vita della mia famiglia (moglie e bambino di circa 2 anni)dovrei affrontare una spesa mensile di circa 4.000 R$ :
    R$ 300 x Condominio
    R$ 1.000 x Feira
    R$ 1.000 x Plano de Saude
    R$ 400 x Scuola bambino
    R$ 300 x Luce+Acqua+Gas+Internet …
    R$ 300 x Benzina+Assicurazione Carro
    R$ 500 x Previdenza Privata
    R$ 200 x Secretaria ad ore (non tutta la giornata).
    Quindi dovrei avere delle entrate x circa 5.000/5.500 R$ al mese, anche per far fronte a spese impreviste (medicine varie, dentista …).
    Secondo la tua esperienza sono valori che possono corrisponde alla realtà oppure sono calcoli teorici … ti rigrazio anticipatamente per l'eventuale risposta.
    Enrico

  19. Ciao Cecilia

    se vai nella lista delle Etichette e fai click sulla parola "visto" incontri tutti i post che parlano di visto per il Brasile .

    Comunque , immagino che tu ed il tuo compagno siate italiani e pertanto la soluzione migliore è in cosiddetto visto per investimento . Apri una attività autonoma investendo un minimo di 150 000 R$ ed ottieni il visto permanente da investitore .
    Esisitono numerose società di consulenza per questo scopo , dipende molto dalla città dove intendi trasferirti .

    Per quanto riguarda l'assistenza sanitaria devi fare una assicurazione privata o plano di saude .Il costo dipende dai servizi e soprattutto dall'età che hai . Varia dai 300 ai 1000 R$ a testa . Esiste uno sconto per famiglie . E' inutile preoccuparsene se prima non risiedi qui i prezzi variano nel tempo e a secoda della zona dove deciderai di trasferirti .

    Per altre informazioni sul costo della vita in brasile clicka su Costo della vita in alto subito sotto il titolo Vivere in Brasile

  20. Avrei alcune domande da farLE.
    Io e il mio compagno abbiamo intenzione di trasferirci in Brasile, ma per quanto riguarda il permesso di soggiorno?
    e Volevo chiederle inoltre se conosce qualche sito dove posso informarmi per quanto riguarda l'assistenza sanItaria e tutto ciò che occorre da sapere.
    Grazie mille
    Cecilia

  21. Sale, volevo gentlmente chiedere come funziona con i bot brasiliani, esempio investo 100 mila e li tengo bloccati per 1 anno , e alla fine ci quadagno sicuramente quasi il 10% e' cosi? grazie

  22. tutto bello.

    peccato che non sia semplice trasferirsi…….il brasile mica è l'italia che accoglie la feccia del mondo.
    in brasile se non porti soldi non entri.

    • per favore non diciamo c….te!!!!!adesso l'italia si ritrova in questa situazione per colpa degli stranieri…..detto da una straniera poi……e poi prova tu ad entrare legalmente in Italia poi quando hai trovato il modo me lo dici

    • Caro Babajazz
      Il mio commento ti arriva solo dopo un anno perche' solo adesso ho saputo dell'esistenza di questo interessantissimo blog.
      Non so quindi se lo leggerai ma se non te probabilmente lo leggeranno altri.
      Sulla polemica dell'immigrazione dai paesi africani e asiatici si è già scritto tanto ma quello che pochi sanno è che anche per molta gente che abita all'estero, è un fenomeno che da' fastidio.
      Tu, da italiano, se pensi di andare a Rio, pensi di trovare belle mulate, di mangiare la famosa feijoada, di bere la caipirinha, ecc., ecc. Ma qualora tu arrivassi li e vedessi al posto delle mulatas delle arabe con il corpo e anche la faccia tutta coperta, al posto della feijoada ila gulash ungherese e al posto della caipirinha la vodka russa, cosa penseresti? Ti andrebbe bene lo stesso?
      Allora, vedi, quando uno è in Brasile e pensa di venire in Italia, pensa di trovare belle donne tipo la Loren, begli uomini tipo Mastroiani (faccio l'esempio di attori antichi perche' quelli piu' recenti non sono noti in Brasile), delle pizze, delle paste e gelati di ogni genere, ecc., ecc.
      Ma oggi uno arriva a Milano e trova dapperttutto cinesi, arabi, hispanoamericani e africani, questi che ti perseguitano per vendere dei libri, negozi di kebab, cucina etnica, ecc., ecc.
      Mi dispiace per voi ma non è questa l'Italia che ai brasiliani interessa.

    • Ciao Ricardo

      innanzitutto benvenuto al Blog e visto che domani è Pasqua : feliz Pascoa !
      il tuo commento è molto interessante perchè cambia il punto di vista : non più l'italiano che viene in Brasile ma il brasiliano che viene in Italia e non si ritrova con lo stereotipo creato dalle agenzie turistiche e dall'industria cinematografica .
      Devo dire che questo accade purtroppo in tutto il mondo . Quando sono stato la prima volta a Casablanca in Marocco ho cercato invano i luoghi dove è stato girato il celeberrimo Casablanca con Bogart . Bene , ho poi saputo che il film NON è stato affatto girato a Casablanca .

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here