Home costo della vita Il cambio euro-real : la croce del pensionato italiano in Brasile

Il cambio euro-real : la croce del pensionato italiano in Brasile

295


Si parla spesso del trasferimento della propria pensione in Brasile come mezzo per ottenere il visto e vivere tranquillamente di rendita in Brasile . L’idea è sicuramente attraente e realizzabile ma merita alcune importanti riflessioni prima di essere attuata .

I cambiamenti economici intervenuti in Brasile ed in Europa negli ultimi 10 anni impongono una speciale attenzione a quello che è il cambio euro -real può riservare in futuro e già riserva oggi per coloro che la scelta di venirsene in pensione in Brasile l’hanno fatta anni fa .
Un pensionato italiano che si sia trasferito in Brasile 5 anni fa ha visto la sua pensione equivalente in reals ridursi drasticamente . Se con 1000 euro al cambio di 3.8 riceveva 3800 R$ , oggi a stento prende 2300 R$ , quasi il 40% in meno . Oltre a ciò la rivalutazione della pensione italiana segue l’ inflazione europea , oggi ai minimi storici , mentre l’inflazione brasiliana benchè controllata è comunque intorno al 5% all’anno . Pertanto , anche se il cambio fosse rimasto inalterato il potere di acquisto si sarebbe comunque ridotto .
L’altro punto da valutare , senza però drammatizzarlo , è che in Brasile l’assistenza sanitaria ha un costo . Esisiste la sanità pubblica : il Sistema Unico di Salute ( SUS ) , a cui io personalmente mi sono spesso rivolto , ma per ricoveri e/o cure urgenti è meglio avere una assicurazione sanitaria ( Plano di Saude ) . Alla età tipica del pensionato , questa assicurazione , che dipende dalla età dell’assicurato oltre che dalle prestazioni erogate , vale non meno di 500 R$ . Inoltre le medicine si pagano a meno che non siano somministrate in ospedale .
Pertanto , nel prendere la fatidica decisione tenete d’occhio questi due aspetti : cambio/ inflazione e salute .
Come fare fronte a questi inconvenienti ? E’ ovvio che se potessimo contare su una pensione mista parte in reals e parte in euro sarebbe ideale . Questo lo si può ottenere creandosi una rendita finanziaria qui in Brasile all’atto del trasferimento come pensionato .
Si tratta di trasferire qui in Brasile , attraverso la banca , un gruzzolo di almeno 100 000 euro da applicari in fondi a basso rischio del tipo DI . Questi fondi renderanno entro fine anno il 10% netto ovvero 1900 R$ al mese che andranno ad integrare la pensione italiana in euro . Il vantaggio di questa soluzione è che la parte in reals è agganciata al costo del denaro e quindi indirettamente alla inflazione brasiliana . Naturalmente , per evitare che il gruzzolo perda il suo valore nel tempo sarebbe opportuno non prelevare non più di 1000 R$ al mese , potendo fare una eccezione di tanto in tanto .

295 Commenti

  1. ciao antonio
    sicuramente prima di una decisione cosi' rischiosa e meglio creare o comprare qualcosa che dia un reddito e non basarsi solo sulla pensione.. perche' i tempi cambiano e il brasile non e piu' cosi' vantaggioso..
    anche se spero che in europa le cosa migliorino e che l'euro/real ritorni come in passato.
    ciao

  2. Paixao

    un altra possibilità sarebbe investire in immobili , ma rende meno dell'investimento finanziario . Io ho appena acquistato un ufficio . Ho speso cash 120 000 R$ e ricavo 700R$ al mese al netto delle spese . Se avessi investito in Fondi DI ricaverei 1000 R$ al mese .In più i 1000 R$ sono al netto delle tasse che sono il 22% mentre i 700R$ sono al lordo delle tasse che dovrò pagare sulla dichiarazione !

    Pertanto io non consiglio l'immobile , se non per uso proprio o per rivenderlo se acquistato a basso prezzo e poi ristrutturato .

    Ciao

    • Purtroppo caro amico, la speculazione edilizia è stata permessa solo in Italia, nelel altre parti del mondo è scoraggiata perchè la casa è un bene di prima necessità…

      Sotto questo profilo, l'italiano è uno sporco sfruttatore…

  3. Caro Antonio e' vero quello che dici che il cambio euro/real si e' deprezzato abbastanza, anche se penso che questa situazione non possa durare per molto tempo a causa della costante penalizzazione delle esportazioni brasiliane che ne risenteranno sempre piu' dell'apprezzamento della valuta locale e di conseguenza il Governo e soprattutto la Banca Centrale dovra' intervenire per correggere queste distorzioni, ma i pensionati che sono tassati qui in Brasile pagano molto meno di tassazione rispetto alle aliquote italiane e quindi bisogna considerare anche questo aspetto che potrebbe minimizzare l'effetto cambio.
    Un grande abbraccio.

  4. L'investimento immobiliare ha ancora la sua validita' qui in Brasile perche' recupera la perdita inflazionistica con un costante incremento annuo del valore patrimoniale; e' logico comunque che bisogna investire in immobili di qualita' e ben localizzati nei quartieri nobili della citta' come gia' avviene per esempio in Natal dove la qualita' e l'ubicazione degli immobili sono ben valorizzati.
    Questo e' un complemento al mio precedente post.

  5. Caro Anonimo

    l'analisi dell'investimento immobiliare io l'ho già fatto in molte sedi . Quando sono presi a quattrocchi tutti gli immobiliaristi , purtroppo ,mi danno ragione !

    Per quanto mi riguarda ho sempre investito nelle aree nobili sia a Salvador che a Natal.

    L'ufficio di cui parlavo si trova in un Predio Empresarial nuovo in Via Romualdo Galvao no Tirol . Più nobile di così solo il principe di Galles ! Allo stesso prezzo compravo tre sale commerciali al centro na Cidade Alta !

    Per inciso la Receita Federale alcuni mesi fa ha beccato un amico a Bahia che viveva da anni affittando tre appartamenti agli stranieri ma non lo aveva mai fatto la dichiarazione .Una ragazza gli ha fatto la spia . Risultato ci ha rimesso un sacco di soldi di multa .

  6. Caro Antonio,
    la mia esperienza immobiliare e' stata molto positiva specie qui in Fortaleza; un esempio ho acquistato un immobile nel 2006 a R$ 150.000 e l'ho rivenduto nel marzo di quest'anno a ben R$ 305.000, una rivalutazione di ben il 100% in appena 4 anni, naturalmente come dicevo nel mio precedente post immobile di qualita' e ben localizzato; altro immobile acquistato nel 2004 a R$. 420.000 e rivenduto alla fine del 2008 a ben R$ 850.000, altro immobile acquistato a Praia das Fontes a fine 2006 per R$ 240.000 e adesso me lo vogliono gia' pagare R$ 490.000, ma non vendo. Questi sono dati reali e per questo considero l'investimento immobiliare in Brasile ancora un ottimo affare con rendimenti superiori a quelle delle rendite finanziarie, naturalmente occorre saper bem acquistare e non perdere il timing.

  7. ciao antonio
    la mia esperienza immobiliare e positiva..
    affitto delle casa a brasiliani che vivono li..
    e non ci sono mai stati grossi problemi.. tranne la manutenzione visto il mare a pochi metri..
    penso che il cambio euro real come e adesso non sia ottimo per il turismo..
    se le cose non cambiano in futuro andare in brasile costera' molto … oltre il volo ci sara il cambio poco favorevole..
    ciao

  8. Innanzitutto grazie per i commenti che animano il Blog e creano spunti nuovi ed interessanti per nuovi articoli .

    Io non dico che l'investimento immobiliare sia un cattivo affare tanto è che ho acquistato e continuo ad acquistare immobili . Ma che il suo rendimento sia superiore a quello finanziario , qui in Brasile , è tutto da dimostrare .

    Il discorso meriterebbe un articolo apposta . Basta solo osservare che in Brasile una agenzia immobiliare che si occupa di affitti prende per questo servizio il primo affitto oltre al 10% al mese di quelli seguenti .

    Se ad esempio conseguite 1000 R$ di affitto per un contratto annuale invece di percepire 12000 R$ ne percepirete solo 9900 pari al 17.5% in meno !

    Per quanto poi riguarda la vendita di un immobile per poter fare un confronto bisogna rendere i dati omogenei . Si confrontano pere con pere . I dati di acquisto e vendita degli immobili sono lordi dalle tasse , dai costi di gestione dell'immobile ( IPTU ,condominio , manutensioni ) e dalle eventuali commissioni di agenzie immobiliari coinvolte nelle transazioni .

    Inoltre sul guadagno effettuato nella vendita immobiliare ,anche in Brasile devi pagare le tasse , a meno di non reivestire il tutto entro l'anno .
    Pertanto i dati vanno depurati da tali costi prima di fare confronti .Le rendite finanziarie sono tassate alla fonte e pertanto sono gia al netto di tasse ( Dal 15 al 22% ) e commissioni
    ( Dallo 0.5 al 3 % ).

    Giusto per non esagerare , dal Maggio 2004 al Maggio 2010 l'indice BOVESPA , a cui ad esempio è legato il rendimento del Fondo Azionario BOVESPA ATIVO del BANCO REAL , dove ho il mio conto , è salito del 250% .

    Inoltre i due tipi di investimento sono del tutto diversi .

    Molti che vengono a vivere in Brasile hanno bisogno di una rendita per " mangiare " ogni mese e non possono farlo acquistando un appartamento da 450000 R$ ed affittandolo a 1000R$ ( Difficile ! ).

    Se invece investono i 450000 R$ in CDS o Fondi DI ( Semplicissimo ! )che oggi rendono il 10% netto al mese e sono a bassissimo rischio ricavano una rendita di 3750 R$ al mese con la quale possono vivere .

    E' vero che l'appartamento si rivaluta ma è anche vero che nel frattempo sto facendo la fame a 1000 R$ al mese ! Mentre , se voglio , dei 3750 R$ posso prelevarne solo 2000 e lasciare gli altri 1750 sul conto a creare profitto composito .

    Con questa tecnica dopo 15 anni i 450 000 R$ saranno diventati 1 175 323 R$ pur avendo nel frattempo prelevato 828 940 R$ !!

    E allora perchè investire anche in immobili ? Perchè è sempre bene differenziare . Perchè esiste sempre e comunque il rischio politico , ecc. ecc.

    Ciao

  9. ciao Ottoaprile,scusa non ho capito questa frase che hai scritto sopra:
    "un gruzzolo di almeno 100 000 euro da applicari in fondi a basso rischio del tipo DI . Questi fondi renderanno entro fine anno il 10% netto ovvero 1900 R$ al mese che andranno ad integrare la pensione italiana in euro…"
    forse volevi scrivere 10000 euro anziche' 100000?
    grazie
    Leo

  10. Sono capitato su questo interessantissimo blog digitando su google le parole "cambio euro real futuro", preoccupato di come l'idea di trasferirmi con la mia famiglia in Brasile possa non essere più conveniente se basata su una rendita finanziaria. Ecco, volevo sapere se al di là degli auspici e delle analisi approssimative ("il real deve essere svalutato se no vanno in crisi le esportazioni – il real deve essere svalutato perchè il turismo potrebbe risentirne"), qualcuno può fare delle previsioni puntuali e analitiche su come sarà il futuro del cambio euro-real. Grazie e complimenti al sig. Antonio

  11. Salve a tutti,
    per quanto riguarda la valutazione del real in futuro, penso che per il momento non vedo riprese per l'euro
    Il real dovrebbe ancora apprezzarsi fino ad attestarsi su 2 nei confronti dell'euro almeno fino alle prossime elezioni presidenziali
    1 euro = 2 reais
    In futuro penso che venga mantenuto questo cambio fino ai prossimi mondiali del 2014
    Per il momento le banche mondiali stanno comprando grosse riserve di real brasiliano e di won sudcoreano che porta a schizzare verso l'alto il valore di queste monete
    Successivamente al 2014 si potrebbe avere un riequilibrio del cambio sui 2.6/2.8 che è il veritiero valore di cambio
    Saluti a tutti

  12. ciao a tutti sono Enrico da ancona io dovrei ricevere 60.000 reais sul mio conto in italia per la vendita in corso di un flet a boa viagem recife era di mio figlio che una tragedia me lo ah portato via chi mi sà dire come fare sembra ci siano problemi a ricevere un acconto prima del compromesso così mi dice l'agenzia brasiliana che mi segue la cosa vi sarei grato di vostri consigli. e-mail ruamuniz@lice.it era la via dove abitava il mio Massimo. grazie a tutti.

  13. Le sue previsioni si stanno rivelando esatte sig. anonimo. Ma perchè le banche mondiali stanno comprando grosse riserve di reais? e perchè questa supervalutazione dovrebbe durare fino ai mondiali 2014? Infine perchè ritiene che il cambio veritiero sia 2,6 – 2,8? Scusi le troppe domande e grazie per l'attenzione. Atè mais

  14. Salve a tutti,sono Alberto da Napoli.Devo trasferirmi a Belo Horizonte con 1110 euro di pensione,ho un appartamento comprato 7 anni fa.Sarò tranquillo,non uso l'auto.Grazie

  15. Ciao Albero

    Belo Horizonte è la capitale dello stato di Minas Gerais uno dei più sviluppati del Brasile . Le sue condizioni sono ideali per poter condurre una vita più che dignitosa . Peccato solo che la città , rinomata per le sue donne molto belle , non abbia il mare .

    Saluti ed auguri

  16. salve a tutti, tra pochi giorni devo andare in brasile ospitato da miei parenti. secondo voi conviene imparare la lingua e incominciare a studiare la? quale stipendio si prende in media?, il potere di acquisto ora come ora com'è? (alcuni esempi vanno bene).

  17. Caro Giuseppe

    è praticamente impossibile rispondere alla tua domanda . Il Brasile ha le dimensioni di un continente e le condizioni di vita cambiano moltissimo tra Nord ( meno sviluppato) e Sud ( Più sviluppato ) . Inoltre se non hai il permesso di soggiorno non puoi lavorare ne restare in Brasile per oltre 6 mesi all'anno . Ti consiglio di stare lì qualche mese e renderti conto di persona . La lingua la impari sul posto senza grandi difficoltà .

    Auguri e buona fortuna

  18. ciao Giuseppe tu chiedevi quale sia lo stipendio medio in brasile ti dico quello minimo che è di 450 real considera il cambio 100 euro = 230 real ogni giorno le quotazioni cambiano negli ultimi 5-6 anni l'euro ha perso il 40% di valore al cambio pertanto non c'è più convenienza nemmeno andarci con la nostra moneta unica andarci a lavorare poi immagina tu ,se vai per ditte europee che ti pagano bene è una cosa altrimenti permessi a parte non voglio scoraggiarti, lascia perdere vai con i nostri soldi come turista stai sei mesi poi volta per la disperata italia dimenticavo anche così fatti un seguro medico perchè altrimenti se ti succede qualcosa ti fanno piangere ,perchè negli ospedali pubblici è meglio che non li visiti nemmeno .sappi che mio figlio nonostante l'assicurazione privata al medical center di recife me l'anno condannato a morte cosa poi avvenuta in italia era un atleta con un fisico da invidiare perciò attenzione pensano solo ai soldi sono dei bastardi stai in campana e non contare sulle ambasciate e consolati italiani non contiamo niente e ricorda nel loro paese un brasiliano a sempre ragione non è come in italia nonostante i difetti anzi mille difetti. ciao da enrico di ancona

  19. ciao a tutti,ho una voglia matta di trasferirmi in brasile ho 42 anni sposato con una brasiliana da 12 anni,ho una casa in saquarema-rio de janeiro,ho appena venduto una casa in italia e ho messo da parte un bel gruzzoletto,diciamo sui 270.000 euro avendo gia un conto corrente aperto banca bradesco,volevo sapere se riesco a vivere dignamente di rendita quale il miglior investimento senza alcun rischio di perdere il capitale non ho molte pretese(mi basta una casa vicino al mare che ho gia,sole,samba e un buon caiperinha)saluti a tutti da CLAUDIO.

  20. Ciao Claudio

    ci credo che non vedi l'ora di trasferirti … ma attenzione che tua moglie ti terrà d'occhio 🙂

    Visto che non hai figli ed hai gia acquistato la la casa non vedo grossi problemi .Certo il momento non è ideale per cambiare in R$ i tuoi euro e pertanto io aspetterei un poco che il cambio migliori . Se proprio hai fretta cambiane solo la metà ed aspetta almeno sei mesi per cambiare l'altra metà .

    Facendo un calcolo ad oggi 270 000 euro sono circa 594 000 R$ che ti rendono , investiti in FONDI DI , poco più di 4000R$ netti al mese .

    Naturalmente , data la tua giovane età , la eventuale pensione di vecchiaia italiana ti verrà corrisposta tra circa 25 anni ! Questo tempo è troppo lungo per non tener conto della erosione del tuo capitale dovuto all'inflazione ( Oggi al 4.5% ). E allora ?

    Allora sarà bene , anche se non c'è fretta , pensare a qualcosa da fare per compensare l'inflazione . Del resto dopo alcuni anni di samba , caipirinha e … tu stesso avrai voglia di fare qualche cosa d'altro .In fondo in fondo siamo brasiliani di adozione ma restiamo italiani .

  21. ciao claudio con la tua cifra io non la investirei tutta in brasile io ci andrei cauto i risvolti della vita sono tanti non per essere un guastafeste ma ,un piccolo canale con l'italia te lo consiglio spassionatamente poi vedi meglio le cose e le situazioni vivendo li ho diversi amici e contatti ,il mio vuole essere solo un piccolo contributo sai: io tra l'altro ci andavo spesso ,mio figlio viveva là 6 mesi l'anno comunque in attività piccoli investimenti altrimenti ti giochi il capitale e…. occhio agli italiani ed ai brasiliani,in tutto .boa sorte. enrico

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here
This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.