Home costo della vita La patente per stranieri in Brasile

La patente per stranieri in Brasile

126


L’ente CONTRAN ( Consiglio Nazionale per il Transito ) ha recentemente emendato una risoluzione risalente al 2006 che obbligava gli automobilisti stranieri a fare una traduzione giurata della propria patente per poter circolare nel territorio brasiliano .

Il paragrafo 3 dell’articolo 1 della risoluzione 193 del 2006 recitava :
O condutor … deverá portar a carteira de habilitação estrangeira, dentro do prazo de validade, acompanhada da respectiva tradução juramentada e do seu documento de identificação, devidamente reconhecida mediante registro junto ao órgão ou entidade executivo de trânsito dos Estados ou do Distrito Federal.

Dal Marzo 2010 il paragrafo 3 è stato così emendato :

O condutor … deverá portar a carteira de habilitação estrangeira, dentro do prazo de validade, acompanhada do seu documento de identificação.


Pertanto dal Marzo 20101 è sufficiente la patente in corso di validità accompagnata da un documento di identificazione ( Passaporto ) .
Vale la pena ricordare che questo è valido solo per i turisti entro i 180 gg di permanenza mentre per i residenti , ovvero coloro che permangono oltre i 180 gg all’anno , permane l’obbligo di sostenere l’esame per ottenere la patente di guida brasiliana come recita la stessa risoluzione 193 nel par.4 dell’Art.1
O condutor estrangeiro, após o prazo de 180 (cento e oitenta) dias de estada regular no Brasil, pretendendo continuar a dirigir veículo automotor no âmbito territorial brasileiro, deverá submeter-se aos Exames de Aptidão Física e Mental e Avaliação Psicológica, nos termos do artigo 147 do CTB, respeitada a sua categoria, com vistas à obtenção da Carteira Nacional de Habilitação.

Si noti che non è necessario fare un vero e proprio esame di guida con corsi teorici e pratici ma basta il cosiddetto Esame Psicofisico e la Visita Medica . Il tutto è svolto al DETRAN di competenza in un paio do giorni . Naturalmente la patente straniera deve trovarsi in corso di validità .
Io ho personalmente sperimentato questa procedura al DETRAN di NATAL nell’ Ottobre 2009 ed ha perfettamente funzionato . Costo complessivo : 275 R$ .
Resta comunque un dubbio . Per ottenere la patente il DETRAN ha preteso la mia CIE ( Carta di identità di Straniero ) che notoriamente non è concessa immediatamente dopo la richiesta del visto permanente . Pertanto se non si è in possesso della CIE difficilmente il DETRAN prenderà in considerazione la vostra richiesta e sarete costretti a guidare per un certo periodo fuorilegge .
Se qualche amico ha risolto questo cavillo burocratico sarebbe interessante sapere come .
Sembra che nell’attesa dell’RNE la PF rilasci su richiesta un documento detto SINCRE che consente il rilascio provvisorio della Carteira de Trabalho nonchè della  Carteira de Motorista ( Habilitaçao ) 

126 Commenti

  1. L’accordo non è ancora valido causa ritardi burocratici che ad oggi ne hanno impedito l’applicazione. L’ultima news risale a circa 10 giorni fa: una seconda interrogazione parlamentare al ministri degli Esteri e dei Trasporti da parte dell’onorevole Fabio Porta rappresentante degli Italiani nel Mondo.
    “Gli interessati, sia italiani in Brasile che brasiliani in Italia in realtà aspettano di sapere non solo che l’accordo sia stato finalmente firmato, ma soprattutto quando potranno iniziare a presentare le domande presso gli uffici del Paese di residenza affinché la patente di cui sono dotati possa essere riconosciuta e abilitata”.

    • @Mauro, se la patente è Italiana non puoi convertirla in patente internazionale in Brasile ma solo in Italia c/o la motorizzazione. La patente internazionale è scritta in diverse lingue non solo in Italiano come la patente comune. Avendo la moglie Brasiliana per Lei diventa tutto piu’ facile qui in Brasile fare la conversione della patente. In sintesi: a) fai tradurre in portoghese la patente Italiana da un “giuramentato”. Questa traduzione è immediata e vale per 3 mesi nei quali tua moglie può comodamente chiedere la conversione; b) aspettare? vedi tu, io penso che tua moglie perchè Brasiliana sia nelle condizioni di non aspettare. Buon tutto!

  2. Buon giorno a tutti.
    Sapreste per favore dirmi se dopo la firma dell’accordo tra le 2 motorizzazioni,(italiana e brasiliana), ci sono state modifiche nell’effettuare la conversione? E se ci sono state, quali sono?
    Ho ascoltato diversi pareri che ritengo poco credibili, mi é stato addirittura detto che ormai si puó circolare tranquillamente con la patente italiana.
    Quale é la veritá? Aiuto!!!

    Grazie a tutti e buona giornata!!!

    • @anonimo. Se aspetti che la burocrazia tra Italia e Brasile e l’on. Fabio Porta (inascoltato sia dal Parlamento Italiano che dai Politici e Dirigenti pubblici Brasiliani) facciano dei passi avanti……campa cavallo! Vedi l’incredibile storia (telenovela) della doppia imposizione subita dai Pensionati Italia residenti in Brasile (alla fonte/Italia e in Brasile/residenza) che dura dal 2002… l’on Fabio Porta ed i suoi interlocutori sia Italiani che Brasiliani non sono ancora riusciti a correggere questa bruttissima storia!!!! Per la patente cerco di risponderti da Italiano (pensionato Inps) residente in Brasile in attesa che le Signorie si mettano d’accordo (difficile, molto difficile in breve/medio tempo). 1° fai tradurre da un Traduttore giuramentato la tua patente Italiane in Portoghese (Consolato Brasiliano in Italia ha la lista ed i Consolati Italiani in Brasile hanno la lista) con la traduzione puoi circolare per 3 mesi in Brasile senza problemi. In alternativa se hai una Patente Internazionale va bene; 2° recati in Detran (Motorizzazione Brasiliana) con la patente originale + la traduzione giuramentata + RNE (carta di identità per stranieri) o Sincre rilasciato dalla Policia Federal in attesa dell’RNE rilasciato a conferma della domanda che hai presentato e protocollato alla Policia Federal + comprovante di residenza (una bolletta di consumo a nome tuo) + CPF….e ti iscrivi a Detran per il rilascio della Patente Brasiliana. Prima di questo rilascio il Detran ti indicherà dove andare per una visita medica e psicologica che una volta espletata ti consentirà di recarti al Detran per ritirare la patente Brasiliana. La tua patente Italiana sarà sempre in tuo possesso. Dovrai pagare dei DUDA (tasse/gabelle) per Detran e per la visita medica/test psicologico. Io mi sono trovato bene con Detran di RJ, ho impiegato 1 mese per fare tutto e ritirare la patente Brasiliana che ho già rinnovato 3 volte senza problemi. Avevo anche tutti i documenti in ordine. Boa sorte e…..non aspettare la burocrazia. Se la Polizia ti ferma e circoli con la patente Italiana corri il rischio che: a) ti sequestrano la patente se sei fuori tempo (+ di 3 mesi); b) ti sequestrano il veicolo; c) ti segnalano al Detran rendendoti la vita difficile per la conversione; e) paghi una multa salatissima; f) ti avviso che in Brasile sono cambiate le cose e il famoso “jeitinho” (la mancia) non funziona piu’! Ate.

      • Ciao Undo ma per chi è in Italia invece cosa fare? Mia moglie va in Brasile per fare la patente parte tra 1 mese proprio in virtù di questo accordo.

        • Ciao Mauro, non esiste nessun accordo operativo esistono solo chiacchere tra 2 Paesi chiaccheroni che si parlano addosso e che incolpano l’uno e l’altro. Se tua moglie parte per la conversione della patente ed è in possesso dei documenti che ho indicato ed è di nazionalità Italiana DEVE fare il percorso che ho indicato. Se è di nazionalità BRASILIANA per tua moglie sarà piu’ semplice (Carta di identità brasiliana + patente italiana + cpf + comprovante di residenza Brasiliano che potrebbe essere anche a nome di un parente…però dimostrabile la parentela. Ma se è di nazionalità Brasiliana può fissare un appuntamento in Consolato Generale del Brasile (a Milano o a Roma) ed avere tutte le informazioni necessarie e precise sapendo che il Consolato NON rilascia la patente perchè solo il Detran può convertirla e lo fa fisicamente in Brasile. Scusa ma se è ancora in Italia potrebbe trasformare la patente Italiana in patente Internazionale così per 3 mesi se è Italiana può condurre tranquillamente in Brasile….i 3 mesi diventano 3 anni (validità della patente Internazionale) se tua moglie è Brasiliana. Tutto molto piu’ semplice ed in attesa che i minotauri della burocrazia dei 2 Paese di mettano d’accordo (per me MAI avverrà, come per la doppia imposizione fiscale per i pensionati Italiani residenti in Brasile…..in attesa dal 2002). Boa sorte.

          • ho affermato 3 anni se tua moglie è Brasiliana ma è da verificare perchè potrebbe essere 3 o 5 anni o, purtroppo, solo di 1 anno. Senti la motorizzazione Italiana sulla validità della patente Internazionale emessa in Italia sia nel Mondo che in Brasile.

          • Grazie Undo ! Mia moglie è brasiliana e la motorizzazione quando è stata interpellata ci ha risposto 1 anno. Purtroppo in Italia da alcuni anni la patente si può fare solo in Italiano. Quindi per comodità avevo pensato di farle fare la patente in Brasile e attendere l’accordo sperando che 1 anno fosse sufficiente per permettere l’applicazione dell’accordo. Adesso non sono più cosi sicuro… è forse il caso di chiedere la conversione in patente internazionale direttamente in Brasile ? o fidarsi e attendere sperando che tutto faccia il suo corso nel più breve tempo possibile…

  3. escreco em portugues por nao saber escrever bem em italiana,aconteceu com nos eu e meu marido em junho de 2013 foi retirada as patentes italianas na conversao em espirito santo agora somos em espanha precisamos da italiana, o detran mandou p embaixada italiana o proprio detran mandou email nos mandamos mas a enbaizada nao responde a motorizasao diz que devemos fare da capo acho um absurdo, alguem pode me ajudar

    • il ritiro della patente europea credo sia per il principio di reciprocita`, cioe` la patente italiana/europea vale in Brasile e viceversa(3mesi), io googlando ho trovato questo,spero sia d`aiuto:
      O que e` necessário para dirigir na Espanha?

      Caso tenha a CNH brasileira segundo o Boletín Oficial del Estado (BOE núm. 61 de 12 de março de 2009), há um acordo de reconhecimento recíproco entre a Espanha e o Brasil. O titular deve estar com a CNH em vigor e válida, ter idade mínima exigida pelo Estado, tendo o direito de dirigir temporariamente veículos referentes a categorias que constem em sua carta, de acordo com seu tipo. O prazo para utilizar a carteira na Espanha é de 180 dias.

      1- Se você for TURISTA
      Se você vem para a Espanha como turista e não vai passar mais de 90 dias no país, você pode dirigir usando sua carteira de motorista brasileira. Sempre que for dirigir, leve tanto a carteira de motorista como o passaporte, porque se você for parado o policial pode te pedir os dois, já que o passaporte, em teoria, confirma sua data de entrada no país – ou pelo menos na Europa – e ele vai ter certeza de que você é realmente turista. Simples assim!

      2- Se você for ficar mais de 90 dias

      Se você vem passar uma temporada na Espanha superior a 90 dias, por exemplo, se você vier fazer um intercâmbio de alguns meses, você pode tirar a Permissão Internacional Para Dirigir, mais conhecida como PID, aí no Brasil, antes de vir pra cá. Como é isso? Simples! Dê uma olhada no Detran do seu estado. No caso do Detran-SP, é só entrar nesse site que ele vai te ensinar o passo a passo. Você pode fazer até a solicitação até pela internet e eles mandam para a sua casa (com um custo de R$ 11 pelo envio).

  4. Confermo che anche a Bahia la conversione della patente italiana in CNH viene fatta nel giro di 20/30 giorni senza ritiro di quella italiana e senza necessità di recarsi al Detran (basta andare in un qualsiasi SAC presso i centri comerciali). E' sufficiente superare visita medica e test psico-attitudinali.

  5. A Bahia l'esame psicologico consiste in una prova senza pc con test simili ai quiz della settimana enigmistica; penso a causa del basso livello di istruzione della popolazione. La patente italiana non viene ritirata, anche sul sito del Ministero degli Esteri italiani si può vedere che non esiste più accordo di reciprocità tra i 2 paesi sul tema patente.
    Lory&Paolo

    • Scusa Senninha, dove trovi che non c'é reciprocità? Pechè se questo existe in Italia DEVONO convertirmi la patente Brasiliana!! La scusa della motorizzazione è che in Brasile dovete fare tutti gli esami.

    • Nell'elenco dei paesi firmatari dell'accordo con l'Italia il Brasile non compare quindi si dipende dalla legislazione interna di ogni stato, e qui la patente non me l'hanno ritirata. In italia non mi sono informata su come funzioni per i brasiliani.

  6. Non c'è bisogno di consegnare la patente italiana in tantissimi stati qui in Brasile. Peccato che in Italia si continui a richiedere di fare tutti gli esami come deficienti, da capo, per averne una italiana. Non esiste proprio reciprocità. Non solo costa l'occhio della testa fare una patente da capo in Italia come è offensivo che venendo in Brasile un Italiano possa semplicemente fare un'esame medico ed uscire con una patente brasiliana in mano!

    • Non è esatto . Lo straniero che risiede in Brasile , anche con la patente italiana in corso di validità , DEVE fare sia l'esame medico che un esame scritto di circa un centinaio di quesiti in portoghese . Posso garantirti che molti connazionali NON lo superano .Quello che si evita è la prova pratica di guida .

    • Confermo anche in Alagoas visita medica piu' esame scritto niente ritiro patente italiana.
      Che si esca con la patente brasiliana in mano…io ci ho messo qualche mese ( e' vero che non avevo fretta) ma sono andato 3 volte al Detran centrale, che a Maceio' e' na fim do mundo e 2 in succursali causa diffusa cialtroneria imperante in loco.
      Se un Brasiliano in Italia si deve fare tutte le guide esami ecc compensera' il fatto che il permesso di soggiorno per matrimonio lo avra' in un mese contro i miei 3 anni in Brasile!

    • Al DETRAN di Natal, una volta preparati tutti i documenti, ho fatto tutto in 1 giorno(test psicotecnico + visite mediche), e 3 giorni utili dopo, avevo la patente a casa tramite posta; NON mi è stata ritirata la patente italiana ; per quanto riguarda il permesso di soggiorno per matrimonio, anche qui lo concedono in pochissimo tempo, solo che è un PROVVISORIO(cartaceo), ma valido finche' non ti rilasciano il PERMANENTE(quello in plastica), dopo circa 1 anno e mezzo. Probabilmente tra Stati e Stati, i tempi possono differenziare.

      Carmine.

  7. Salve, io ho la doppia cittadinanza, italiana e brasiliana (sono nato in Brasile e mia madre è italiana) al momento ho solo il passaporto italiano (fare quello brasiliano è più complesso e ancora non l'ho fatto) quindi posso entrare in Brasile solo come turista, ed è quello che ho intenzione di fare a gennaio, vorrei andare a Rio de Janeiro, poi spostarmi con l'autobus verso Angra dos Reis e li affittare un'auto. Vorrei chiedere conferma che serve solo la patente italiana e non serve la traduzione e nemmeno il permesso internazionale di guida. E' così? Lo so che l'articolo ne parla ma essendo risalente a 5 anni fa forse qualcosa è cambiato di nuovo volevo sincerarmi. Il fatto è che, a tutt'oggi, se vado nel sito di Viaggiare Sicuri dicono che serve ancora la traduzione e andare all'ufficio DETRAN e googlando vedo che la stessa cosa dice il consolato italiano a Recife

  8. ciao a tutti, quindi al momento della consegna della patente brasiliana, esiste un obbligo di legge per la riconsegna di quella italiana?

    • Fino ad alcuni mesi fa andava consegnata la patente italiana ma recentemente mi sembrava di aver letto che avessero di nuovo cambiato la normativa e il ritiro non veniva più fatto ma non ho certezza.

  9. slave a tutti!
    si e' poi piu' capito se per fare la conversione della patente c'e' bisogno della traduzione giurata o no a Fortaleza?
    Grazie…

  10. Ma scusate, se in Brasile si fa la conversione facendo soltanto l'esame medico ed il "psicotecnico" perche in Italia bisogna fare la patente da capo?! Non é in regime di reciprocità?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here