Home costo della vita Bloomberg sul Brasile post-Lula .

Bloomberg sul Brasile post-Lula .

19
0
CONDIVIDI


Segnalo un interessante articolo uscito oggi sul sito finanziario Bloomberg a proposito delle previsioni inflazionarie del dopo-Lula : Post-Lula Inflation Concerns Spark CPI-Linked Bond Advance: Brazil Credit .


L’articolo evidenzia il rischio di una crescita dell’inflazione in Brasile se il Governo non interverrà con misure idonee a contenerla . Tra queste l’aumento della tassa di juro che attualmente al 10,75% è prevista in crescita sia nel prossimo anno che nel 2012 .

Il segnale è dato dalla caduta del prezzo delle obbligazioni legate all’inflazione . Oggi il bond al 10% fisso con scadenza Gennaio 2013 , a causa della caduta del prezzo rende già l’11,97 % . Nel frattempo l’inflazione attesa di Dicembre è del 5,3% mentre il Governo permane dell’opinione che questa convergerà alla meta del 4,5% .

Nel frattempo , nonostante tutte le misure adottate dal ministro Mantega , il valore del reale rimane abbastanza sostenuto sul dollaro ad 1,7 alla Borsa di New York .
Cosa fare nell’immediato ? Bene , le elezioni sono prossime , Dilma sarà quasi certamente la prossima presedente del Brasile continuando , nel bene e nel male la politica di Lula . I mercati lo sanno e pertanto non ci sono turbolenze , almeno non dipendenti dal risultato , scontato , delle elezioni presidenziali . Le previsioni pre elettorali sono quasi sempre errate . Lo sono state clamorosamente nel caso della elezione di Lula e meno clamorosamente nella sua rielezione .
Il destino del Brasile è oramai sempre più legato al destino della Cina e forse non solo il destino del Brasile .
Pertanto è in quella direzione che bisogna guardare per capire il futuro . L’enorme quantità di dollari accumulati dalla bilancia commerciale cinese e che perde di valore via via che gli USA svalutano la loro moneta , spingerà la Cina ad investire massicciamente all’estero acquisendo aziende e tecnologie ? Questo sembra essere inevitabile .
Il Brasile potrebbe , nella sua infanzia industriale , essere uno dei Paesi più appetibili da colonizzare . Staremo a vedere . I prossimi anni saranno molto interessanti .
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here