Home costo della vita Venire e restare in Brasile : il visto permanente .

Venire e restare in Brasile : il visto permanente .

131

Ricevo sempre più spesso delle e-mail di italiani che hanno deciso di trasferirsi in Brasile , alcuni addirittura con moglie e figli , e che mi chiedono informazioni sulla situazione del lavoro o della sicurezza .

Ho notato che molti ignorano il fatto elementare che il Brasile , non essendo un Paese dell’Unione Europea , richiede il conseguimento di un visto permanente per restarci . Ho addirittura osservato un senso di fastidio in alcune risposte come a dire : ma come noi italiani che apparteniamo ad un paese sviluppato , abbiamo bisogno di un visto per stare in Brasile , un paese in via di sviluppo ?

Ricordo che per l’ingresso in Brasile basta il visto turistico che viene rilasciato senza costi e formalità particolari all’aeroporto di destinazione in Brasile mediante semplice apposizione di un timbro sul passaporto . La validità di tale visto è fino a tre mesi . Osservate che ho detto fino a tre mesi , può accadere infatti che il funzionario addetto al controllo vi rilasci il visto solo per un mese e questo in dipendenza della data di rientro sul vostro biglietto aereo .

Il visto turistico può essere prorogato per altri tre mesi recandosi agli uffici appositi della PF ( Polizia Federale ) . Trascorsi i 6 mesi bisogna uscire dal Paese pena essere dichiarati irregolari e quindi essere espulsi al primo controllo che vi scopre . Per rientrare in Brasile dopo i 6 mesi regolari dovete attendere almeno altri sei mesi . Il limite di permanenza è infatti di 6 mesi all’anno : 6 dentro e 6 fuori del Brasile . Molti utilizzano questa ciclicità per trascorrere i sei mesi invernali in Brasile ed i sei mesi estivi in Italia sfruttando il fatto che in Brasile le stagioni sono invertite rispetto all’ Italia .

Per coloro che intendono restare in Brasile come residenti è necessario un visto permanente . Il modo più semplice è quello di richiedere un visto per investimento . Non che sia l’unico ma è senz’altro il più semplice . Gli altri due : sposare un/a brasiliano/a oppure avere un figlio brasiliano non sono in realtà dei mezzi per avere il visto ma sono degli eventi che vi danno diritto al visto , il che è profondamente diverso .

Esiste in realtà un altro tipo di visto permanente , quello per i pensionati che si trasferiscono in Brasile . Anche in questo caso però si tratta di una situazione particolare in cui la maggior parte degli aspiranti non si trova .

Il visto quindi per eccellenza , valido in tutte le circstanze è quello per investimento che risolve in un solo ” colpo ” sia il problema visto che quello della attività da svolgere in Brasile . Per questo visto è necessario prevedere un investimento di almeno 150 000 R$ che , badate bene , non è la somma che pagate per ottenere i visto , ma quella che investite nella vostra attività . Il visto in realta vi costa dai 2000 ai 3000 R$ ed è la somma pagata alla Agenzia che segue il vostro processo ( Avvocato e commercialista ) .

Il 13 febbraio del 2009 è stata pubblicata sul Diario Ufficiale dell’Unione ( La nostra Gazetta Ufficiale ) la nuova risoluzione normativa che regola l’ottenimento del visto permanente per investimento in Brasile. Di seguito riporto una sintesi della legge .

L’autorizzazione del visto permanente è condizionata all’investimento in valuta straniera di una quantità uguale o superiore a R$ 150 000 in una impresa nuova o gia esistente .

In casi di eccezionale interesse sociale l’importo potrà essere inferiore , questo è a discrezione del Consiglio Nazionale di Immigrazione . La richiesta di visto dovrà essere accompagnata dai seguenti documenti :

1) Modello appositamente compilato

2) Procura se l’investitore si fa rappresentare da qualcun’ altro

3) Atto costitutivo della Società beneficiaria dell’investimento

4) Registazione SISBACEN di investimento diretto in Brasile o contratto di cambio emesso dalla Banca che riceve l’investimento redatto secondo i canoni del RMCCI ( Regulamento do Mercato de Cambio e Capitais Internacionais )

5) Ricevuta del pagamento della tassa individuale di immigrazione in nome della impresa richiedente .

6) Ricevuta di consegna della dichiarazione dei redditi dell’ultimo esercizio fiscale dell’impresa richiedente , quando esistente

7) Piano di investimento Il Ministero del Lavoro comunicherà al Ministero degli Esteri l’ autorizzazione alla concessione del visto.
La prima CIE ( Cédula de Identidade do Estrangeiro ) rilasciata avrà validità di tre anni . Alla sua scadenza la CIE sarà rinnovata nei termini disposti dalla legge nº 8.988, del 24 Febbraio del 1995 , a patto che l’imprenditore continui ad essere investitore in Brasile . A tale scopo dovrà produrre la seguente documentazione :

1) Tassa per la sostituzione della CIE

2) La CIE in suo possesso in originale

3) Copia autenticata del rappresentante legale dell’impresa

4) Copia dell’ ultima dichiarazione dei Redditi della Impresa e relativa ricevuta di consegna .

5) Copia del RAIS (Relação Anual de Informações Sociais) degli ultimi due anni che dimostri la effettiva creazione di posti di lavoro prevista nel piano di investimenti .

6) Copia dell’ultima ricevuta del FGTS (Fundo de Garantia do Tempo de Servico), il nostro TFR.

PER COLORO CHE SONO INTERESSATI A CONSEGUIRE QUESTO VISTO METTO A DISPOSIZIONE UNA STRUTTURA IN GRADO DI SVOLGERE L’INTERO PROCESSO .
PER INFO INVIATE UNA E_MAIL A : A.OLIVIERO55@ GMAIL.COM

131 Commenti

  1. buongiorno, disturbo per chiedere un'informazione. il mio compagno (marito a breve) andrà a vivere a san paolo per lavoro con visto. la mia domanda è: io posso ottenere un visto per ricongiungimento familiare? se sì, mi dicono che bisogna spettare 2 anni, in alternativa devo trovare lavoro là anche io per avere un visto. E' vero? grazie mille, aspetto una gentilissima risposta. Michela Bonicoli

    • Ciao Michela

      il visto per lavoro NON è un visto definitivo ma temporaneo e dura due anni . Tuttavia , in seguito ad una recente modifica della legge SE a tuo marito l'impresa conferma il visto per ulteriori due anni allora questo diventa permanente immediatamente . In tal caso potrai chiedere il visto per ricongiungimento familiare .

  2. buongiorno volevo portare alla vostra attenzione la mia situazione io piu´di 5 anni orsono ho conseguito il visto per investimento con la relativa identita´RNE ho fatto degli investimenti comprando delle case per poi un giorno venire a vivere in questo paradiso ora il giorno e´arrivato pero´il visto mi e´scaduto nel maggio del 2013 io lúltima volta che sono entarto in brasile era novembre del 2012 ora essendo in brasile e pensando che essendo un visto permanente basta rinnovarlo mi ritrovo che mi si dice che non si puo´rinnovare ma bisogna necessariamente fare tutto a nuovo quindi nuovo visto con tutti i documenti e la burocarazia. vi risulata anche a voi questo tipo di situazione? in pratica con il visto scaduto devo per forza farne uno nuovo? per ora sono entrato in brasile come turista quindi con i 90 giorni a disposizione.grazie per la vostra risposta
    marco

    • il visto per investimento non e permanente e il rinnovo dopo 2 anni non e automatico nel senso che devi dimostrare che hai assunto personale,fatto funzionare un attivita ecc…
      a quanto ne so io,devi rifare tutto da capo.quello che hai in mano non vale piu niente.
      ciao
      francis

  3. Sono italiana (66 anni) o già il visto permanente del Brasile. Ora sono in Italia dal mese di luglio 2014. Quanto tempo posso rimanere fuori del Brasile – in modo consecutivo – senza perdere il visto permanete? Grazie!

    • Puoi restare sino a due anni fuori del Brasile a meno che il tuo visto non scada prima . Alcuni visti , anche se permanenti sono soggetti ad una rivalidazione in data specificata sulla CIE . Verifica cosa è scritto sotto la voce : VALIDADE e se è scritto INDETERMINADA non ci sono problemi .

  4. Ciao ottoaprile,
    Mi chiamo Domenico e vivo um Brasil e,
    Da Alcuni giorni no ottenuto il visto e per um ritiro avevo indicato um consolato in Argentina, per motivi di lavoro dobrei rientrare in italia e né vorrei approfittare per ritirare il visto um Itália.
    É possibile chiedere il câmbio del luogo di ritiro?
    Ti ringrazio anticipatamente

  5. Buonasera, mi chiamo Luca e vivo in brasile da quasi 4 anni, premetto che sono i possesso di: visto permanente (sposato con Brasiliana e padre di una bambina nata in Brasile), RNE , patente Brasiliana e CPF. Il problema giunge adesso, il mio passaporto Italiano scade l'anno prossimo, ogni anno mi reco in vacanza in Italia per 20/30 giorni, e sopra al passaporto ho il visto Permanente. Il mio dubbio e': quando rinnovero' il passaporto in Italia (non posso farlo in Brasile in quanto non sono iscritto all'Aire e non vorrei futuramente farlo) cosa accadra' con il Visto incollato sopra? Dovro' rifare tutta la documentazione al consolato del Brasile in Italia? E se non dovessi fare in tempo a fare tutti i documenti nel periodo della mia permanenza di 20/30 giorni in Italia ? Non sono riuscito a trovare nessuna indicazione riguardo al rinnovo di un passaporto con visto permanente. Qualcuno potrebbe gentilmente indicarmi tutti i passaggi ed i documenti necessari ? Grazie mille per l'aiuto. Saluti Luca

    • Ciao

      non capisco cosa significa che sul passaporto hai il visto permanente . Non ti hanno dato la CIE plastificata con il numero di RNE ? Questa è la prova del conseguimento del visto permanente . Circa il rinnovo del passaorto non mi risulta che devi essere iscritto all'AIRE . Chiedi al Consolato .

    • Però in ogni caso bisogna andare alla PF x il ritiro della CIE.
      In realtà dovrebbe essere la PF ad informarti che è pronta, ma io dopo circa 1 anno mi sono presentato di persona e la tessera era pronta già da diverso tempo ( così mi ha riferito la persona che mi ha consegnato il CIE ).
      Questo è avvenuto a Joao Pessoa ….
      Saluti
      Enrico da Ferrara

    • IO che mi trovo nelle stesse condizioni ed a gennaio mi scade il passaporto, mi sono informato al Consolato Brasiliano a Roma che mi ha confermato che nel caso, per entrare in Brasile basta presentare il vecchio passaporto dove è scritto, dalla Polizia Federale che hai il permesso di soggiorno illimitato. Comunque se sei in possesso del documento d’identità RNE basta presentare quella. Per la prima volta porterò tutte e due e chiederò alla Polizia Federale se nel futuro servirà sempre portare il vecchio passaporto, ma non credo.

  6. dal sito della Polizia di Stato: se si richiede un nuovo passaporto , si deve riconsegnare il vecchio passaporto che sarà annullato e restituito con il nuovo documento (quindi se con il vecchio documento ci sono dei visti ancora validi questi potranno essere presentati in frontiera esibendo anche il vecchio passaporto) …..quindi deduco alla Polizia Italiana non frega nulla dei visti presenti sul passaporto da rinnovare.Saluti.

    http://www.poliziadistato.it/articolo/10301-Il_Rilascio/

  7. Buonasera….avrei un quesito per me molto importante.
    Tra circa due anni dovrei trasferirmi in Brasile con mia moglie (brasilera) è i miei due bambini di 8 e 3 anni ..naturalmente ho già registrato il matrimonio è i due bambini al consolato….però il problema è che non ho il casellario giudiziale generale apposto per alcune cause civili ridicole…quindi arrivo al dunque…mi possono rifiutare il visto permanente. ? Come posso fare eventualmente per rimanere in Brasile legalmente con la mia famiglia? Grazie in anticipo.

    • ricongiungimento famigliare. quando sei in Brasile come turista avrai a disposizione 3 mesi per presentare domanda all’Ufficio Estrangeiros della Policia Federal……portati con te copia della registrazione del matrimonio in Consolato e copia del tuo certificato di nascita ed un documento in corso di validità. Appena arrivi vai al cartorio civil a trascrivere il matrimonio, è importante.

      • dimenticavo, registra il tuo matrimonio anche al Consolato Italiano e fai una bolletta di utenze a nome tuo come comprovante di residenza (gas-acqua-luce-telefono-internet-tv-etc.)

        • speriamo Andrea abbia nel frattempo risolto. ma davvero ci sono problemi a ottenere visti per cause civili banali? per quelle penali (in cui si è però gli autori, chiaro) invece ovvio che fanno bene a non voler concedere visti. se la famiglia si trasferisce che fanno, il padre in un continente e moglie e figli in un altro? se si, proprio come dicevo, l’intento sembra proprio far valere il caro vecchio detto “mogli e buoi dei paesi tuoi”

  8. buongiorno.
    un mio amico ha un albergo in Brasile, e vorrebbe che io andassi li a gestirlo, di cos’avrei bisogno come visti, o permessi…. grazie mario.

    • Il Brasile è complesso e iperburocratico, personalmente ti consiglio di rivolgerti al Consolato Generale del Brasile o in Milano o a Roma poi eventualmente per chiarimenti sulle criptografie del Consolato questo blog ti potrà sicuramente aiutare. In diversi di noi ci siamo già passati.

  9. Salve, ho un piccolo dubbio….!
    Dal 2006 al 2016 sono rimasto in brasile con visto permanente (inderteminato).
    Mi versavo i contributi e, per motivo di salute, sono stato dichiarato invalido al 100%.
    Percepivo una pensione dal” INSS (nostro inps), sotto forma di salario minimo.
    Poi, la mia situazione di salute si e’ aggravata, in piu’, mia madre non stava bene e nel febbraio del 2016 sono ritornato in italia!
    Rimanendo in contatto con impiegate del INSS, via e-mail, mi comunicavano che, la mia pensione era stata bloccata nel”aprile del 2017!
    Ogni anno si deve andare a firmare per dimostrare che si e in vita!
    Leggendo le varie vissicitudini dei nostri connazionali, quello che mi interessa sapere e?
    Il mio RNE rimane valido….? Visto che e indeterminato!
    La ringrazio fin d”ora per una sua risposta.

    DISTINTI SALUTI

    VIRGILIO CROSARA

  10. ciao Virgilio,la regola e`che perdi il visto se stai fuori dal Brasile piu’ di 2 anni consecutivi. Il tuo visto permanente, se non sei rientrato anche per pochi giorni per mantenerlo valido durante 2 anni, e`perso.

  11. oi Virgilio. l’RNE anche se a tempo indeterminato ti scade se stai fuori dal Brasile + di 24 mesi consecutivi (2 anni). Per l’esistenza in vita da confermare all’INSS dovresti recarti personalmente al Consolato Generale o di Roma o di Milano e farti rilasciare “l’esistenza in vita” previdenziale e poi inviarlo all’INSS. Prova a sentire i tuoi contatti INSS se a loro andrebbe bene così per riprendere la liquidazione della pensione. Se si, sarà una operazione che dovrai ripetere annualmente.

    • Ai pensionati italiani residenti in Brasile, Citibank, responsabile dei pagamenti delle pensioni INPS all’estero , manda ogni anno un Modulo ( o Certificato) Esistenza in Vita ;
      Questo Modulo, va compilato davanti ad un Testimone Accettabile (specificato nelle istruzioni), il quale firma il Modulo come testimone dell’esistenza in vita del pensionato;
      Tale Modulo, vai poi rispedito a Citibank (entro una certa data )per continuare il pagamento della pensione all’estero.
      Credo che l’INSS possa fare altrettanto per i propri pensionati all’estero.

  12. VIRGILIO per tua maggiore informazione ti aggiungo che la pensione di invalidità (quella assistenziale) viene pagata all’interessato unicamente se risiede nel Paese di erogazione. Esiste la pensione di invalidità contributiva (sia in Brasile che in Italia) che potrebbe essere liquidata anche se l’interessato risiede in altro Stato ma le condizioni base sono: 1° l’esistenza in vita 2° la titolarità e la validità di un documento del Paese erogante. Il tuo RNE è scaduto e dovresti rifarne uno nuovo ma necessariamente dovresti essere in Brasile. Penso però che avendo tu ottenuto una pensione di invalidità contributiva dovresti essere in possesso del certificato a nome tuo della stessa + un conto corrente bancario dove era versata + CPF in corso di validità + INSS che è (stato) il tuo sostituto di imposta quando la percepivi. Tutto questo potrebbe agevolarti nel rinnovare l’RNE forse anche attraverso il Consolato Generale del Brasile o a Milano o a Roma…… Comunque al Consolato devi andare per ottenere il certificato di esistenza in vita che poi invierai all’INSS, sempre che agli stessi vada bene. Verificalo prima di andare al Consolato. Sei un soggetto “conosciuto” e già “registrato” in Brasile…….questo dovrebbe aiutarti. Insomma non perdere la speranza, provaci. In bocca al lupo!

  13. Mi sembra di ricordare che la normativa non preveda il ritiro automatico dell’RNE ma discrezionale da parte della PF. Credo che, se opportunamente motivato e ferme restando le motivazioni del rilascio, la revoca possa essere evitata.

    • l’RNE non lo ritirano, lo annullano a sistema senza dirtelo e tu lo vieni a sapere quando ti presenti in Aeroporto. Poi per tentare un rinnovo (complicatissimo ma possibile) devi essere sul posto in Brasile, devi essere armato di documentazioni che motivano l’assenza per piu’ di 2 anni debitamente tradotte da un giuramentato e devi essere in possesso di tutta la documentazione necessaria per la domanda ex novo nel caso le motivazioni non vengono accettate. Per il caso di Virgilio ha una tenue possibilità di rinnovo perchè ha il libretto dell’INSS personale, ha pagato e percepisce una pensione di invalidità contributiva da tempo ed ha un conto corrente che riceveva mensilmente tale pensione, inoltre ha il CPF e tutti gli anni l’INSS in qualità di sostituto di imposta trasferiva alla Segreteria Fazenza l’IR di Virgilio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here