Home costo della vita L’Europa : una economia emergente

L’Europa : una economia emergente

11
10
CONDIVIDI


Europa … economia emergente ? E’ quello che pensa Kenneth Rogoff eminente professore della Università di Harward autore del libro ” This time is different ” ( Questa volta è diverso ) pubblicato nel 2009 sulla crisi internazionale .

Rogoff , se da un lato riconosce la volontà politica dei paesi membri dell’iunione di conservare la moneta unica , dall’altro non può fare a meno di constatare la inevitabilità del default di alcune nazioni europee , Grecia in testa .
Proprio oggi lo spread tra obbigazioni greche ed obbligazioni tedesche ha raggiunto il valore record di 974 punti , come dire che per tenere obbligazioni greche i risparmiatori pretendono il 10% in più rispetto a quelle tedesche .
E l’euro nel frattempo continua ad indebolirsi anche rispetto al dollaro oltre che rispetto al real brasiliano . Due mesi fa in un forum su Linkedin si chiedeva cosa sarebbe accaduto al cambio euro/real nel prossimo futuro . L’analista del Sole 24ore prevedeva un cambio di fine anno a 2,6 sulla base di astrusi ragionamenti . Io prevedevo un peggioramenteo rispetto al valore di 2.3 a cui si trovava il cambio in quel periodo e terminavo : pertanto a coloro che stanno rinviando il loro investimento in Brasile in attesa di un aumento del cambio a breve dico che state perdendo solo tempo e soldi .
La stessa cosa la ripeto oggi . Non perdete il vostro tempo in attesa di eventi , in questo momento , molto improbabili . Checchè ne dica l’analista del Sole 24 ore .

10 Commenti

  1. attenzione, che qui si rischia la figura di M. grossa pure
    con una Dilma pronta a tagliare la spesa pubblica e raffreddare l'economia stringendo il consumo a credito parlare di un real in continuo apprezzamento quando è sopravvalutato e di tanto…è quanto meno poco opportuno
    capisco che in questo blog fai pubblicità a società immobiliarie, guardacaso di stranieri, e sproni a tutto andare l'investimento in brasile

    con una borsa in bolla piena, per mia umile opinione questo paese ha una economia del tutto illusoria, basata sull esportazioni di materie prime e capitali speculativi

    a Natal l'ignoranza regna sovrana, ma di quella brutale, cioè la peggior specie di ignoranza, quella orgogliosa addirittura, non so nel resto del paese, ma a dove sono le basi per avere un economia in crescita al 10% l'anno? in Cina almeno lavorano, questi sono sempre in festa…

  2. salve,io ho fatto un piccolo investimento immobiliare nel 2003 con il cambio sull'euro a 3,60 non posso credere che il brasile possa mantenere questo ritmo di crescita ancora per molto in quanto pregiudica ogni tipo di investimento sia turistico che immobiliare al di fuori del mercato interno e nonostante il Brasile stia vivendo un momento di forte boom economico tipo Italia anni 70-80.Credo come Roby ad un cambio di tendenza altrimenti si rischia un default tipo Stati Uniti.Saluti Umby

  3. Ciao Umby

    avendo acquistato a 3.6 non puoi certo lamentarti dell'investimento fatto nel 2003 .

    Per quanto riguarda il boom economico Brasiliano sono daccordo con te che come tutti i cicli economici avrà una fine anche se nessuno può dire con certezza quando questo accadrà .

    Tuttavia in economia esistono gli indicatori e dei " metodi " che consentono di fare previsioni sensate sul breve periodo . Ecco perchè ho correttamente previsto due mesi fa il peggioramento del rapporto euro/real contro le stesse previsioni del Sole 24ore ( Se hai difficoltà a linkarti al forum segnalato fammelo sapere ).

    Questo non significa che nel 2014 il cambio sarà 1:1 , nessuno lo può dire . Tuttavia quello che potrà accadere nel corso del 2011 è abbastanza prevedibile . I movimenti della economia , benchè globalizzata , sono relativamente lenti .

    Infine vorrei che chiarissi a me e penso ad altri lettori cosa intendi per rischio " default tipo Stati Uniti "

    Saluti

  4. Spiegatemi perche' accade questo:
    giorni fa' ho acquistato un pneumatico, qui in Italia, per lo scooter che ho in Brasile marca Metzeler 3.50 10 al prezzo di 15 euro (con scontrino fiscale) arrotondando sono 35 rs.
    Non era una giacenza perche' e' stato prodotto in ottobre 2010
    Lo stesso lo si trova in internet Mercadolivre al minor prezzo di 115rs
    Sapete dove e' stato fatto? Gravata RS industria brasileira!!!!!!!!!
    Qualcosa che non quadra forse c'e'…

  5. Beato te che lo hai comprato in Italia ( Ma come lo importerai in Brasile ? Senza dichiararlo in dogana penso .)

    Comunque questo aspetto dei costi è stato trattato recentemente sul Blog . Sembra che sia la tassazione dei prodotti oltre che la forma di pagamento ( Su mercato livre il prezzo esposto non è quello in contanti ma in 12 rate ) ad incidere tanto sul prezzo finale .

    Comunque non è certo Mercado Livre un riferimento per gli acquisti . Se sai come funziona qui in Brasile devi "pesquisar" con i soldi cash alla mano .Non è come in Italia . Da un negozio all'altro , anche prossimi , puoi avere differenze di oltre il 30% sullo stesso prodotto .

    Saluti ed auguri

  6. La cosa "ilare" e' che ad un eventuale controllo doganale come potrebbero volermi tassare un prodotto fatto da loro stessi!
    Ho pesquizado assai..120 rs cash sempre in internet 160 dal concessionario, questo magari a vista mi lascia il 10%
    Ma al di la' del fatto in se' e' che un prodotto viene stratassato e il consumatore finale (brasiliano) lo paga 3/4 volte di piu'..
    Questa mi pare una distorsione aberrante nell' economia, e di prodotti 3/4 volte piu' cari che in Italy anche tu ne potresti farne un elenco da riempire l' hard disk
    Credo che i brasiliani abbiano trovato la pietra filosofale altrimenti non mi spiego certe cose..oppure Roby ha ragione..boh!
    Aspetto il racconto dell' odissea Kafkiana dell' intestazione dell' immobile, odissee ce ne sono tutti i giorni, dal far riparare la moto al farsi recapitare la lavatrice al cercare quel pezzo che ti serve e non lo trovi ….

  7. La pietra filosofale della maggioranza dei brasiliani di oggi è il parcellamento oltre al fatto che la loro priorità nelle spese è differente dalla nostra .

    Ad esempio per l'arredo della casa non mi pare proprio che il brasiliano di classe media si faccia molti problemi mentre la macchina mi sembra essere più considerata .

    Difficile infatti vedere in giro auto ammaccate come se ne vedono in quantità a Napoli mentre le case invece lasciano molto a desiderare sulla manutensione e la decorazione in genere .

    L'alimentazione è abbastanza monotona e basata sull'immancabile riso , fagioli e carne serviti in un piatto unico .

    L'abbigliamento è abbastanza semplice grazie al clima mite e costante .

    Ho abitato 7 anni in Polonia dove in estate il caldo fonde l'asfalto nelle strade e d'inverno il ghiaccio e la neve imbiancano le stesse strade per diversi mesi consecutivi .

    L'abbigliamento lì è una " locura " per non parlare dei tipi differenti di scarpe che è necessario avere per coprire tutte le stagioni .

    Insomma qui dovrebbero bastare pochi soldi per vivere ma purtroppo la civilizzazione è riuscita a rendere difficile la vita anche qui . Io mi sono convinto che solo vivendo in un piccolo centro e facendo quindi a meno della macchina per spostamenti ed acquisti si riesce a vivere con pochi soldi .

    La macchina infatti incide e molto sui costi generali .Ad esempio la mia auto nel 2010 mi è costata circa 8000 R$, nel 2009 5000 R$ , nel 2008 7000 R$ , nel 2007 , 45500 R$ incluso il prezzo di acquisto . In definitiva in tre anni e mezzo mi è costata 65500 R$ oltre ai mancati interessi sulle somme investite . Sottraendo il valore residuo ad oggi , non più di 25000 R$ sono saltati circa 40000 R$ per il trasporto in tre anni e mezzo . Per avere una idea ,il prezzo di una casa indipendente in un paese dell'interiore varia dai 30000 ai 70000 R$ !

  8. Personalmente, credo che un Paese come il Brasile, avente una superficie quasi pari a quella dell'intera UE, che vanta aziende agricole molto sviluppate e a risorse energetiche cospicue, non sia un barlume. Personalmente amo il Brasile.

  9. Salve,io sono da un anno che vivo in brasile,Salvador de bahia,e posso dire che non cambierei il brasile con nessun altro continente,clima perfetto o quasi,costo della vita molto basso (se non si esige fare festa tutti i gg)e possibilita' di avere casa o case proprie in poco tempo e a bassi costi….io penso sia meglio una bela casa che una bella macchina,ciao.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here