Traduzione dal portoghese: Italiano IT Português PT
Home economia SELIC al 12% già da Marzo ?

SELIC al 12% già da Marzo ?

12
17
CONDIVIDI


Parrebbe proprio di si . L’indiscrezione è pubblicata sull’autorevole giornale finanziario : Valor Economico

Para recuperar a credibilidade perdida na política de combate à inflação, o governo já admite, em conversas internas, a possibilidade de o Banco Central (BC) aumentar a taxa básica de juros (Selic), na próxima semana, em 0,75 ponto percentual. Segundo informações obtidas pelo Valor, o governo reconhece que está perdendo a batalha das expectativas inflacionárias e, por isso, trabalha agora contra o relógio para ganhar credibilidade e reverter o momento ruim.Avalia-se, em Brasília, que o BC não conseguirá trazer a inflação em 2011 para a meta oficial, de 4,5%. O objetivo agora é evitar que o IPCA fique acima de 6,5%, o limite máximo do intervalo de tolerância do regime de metas, e que caia abaixo de 5,5% ou 5% em 2012. O plano é chegar a dezembro deste ano com os agentes econômicos acreditando que, no próximo ano, a inflação cederá a níveis próximos da meta.Il governo vuole dare un segnale forte e credibile sulla intenzione di riportare in meta il valore della inflazione . Erminio Fraga , ex del Banco Centrale e ben noto a livello mondiale per essere stato allievo e braccio destro del noto speculatore George Soros , appoggia pubblicamente la proposta ” choque ” .Nesse tratamento de choque contra a inflação, o governo avalia que o Copom pode elevar a taxa Selic em 0,75 ponto percentual, e não em 0,5 ponto, como se previa antes, inclusive no mercado. A decisão depende da diretoria do Banco Central e o Palácio do Planalto nada fará para interferir, mas já se sabe que, diante do quadro adverso, o Copom pode acelerar a alta dos juros agora e, mais adiante, se obtiver resultados positivos no front inflacionário, encurtar o ciclo de aperto monetário.Na semana passada, o ex-presidente do Banco Central Armínio Fraga defendeu publicamente um aumento maior da Selic neste momento – de 11,25% para 12% ao ano. Armínio é um dos poucos integrantes do mercado que acreditam que o governo não dará trégua ao combate à inflação em 2011. Ele aposta, inclusive, que as medidas fiscais terão o rigor necessário.
Il consiglio , per chi può , è quello di affrettarsi ad aprire un conto qui in Brasile ed investire sui Fondi DI . La bonanza durerà sicuramente per tutto questo anno e parte del 2012 , poi si vedrà se conviene investire qualcosa su qualche fondo azionario .

17 Commenti

  1. Il problema che sta alla base è la forte crescita dell'inflazione che, in termini reali, è ben al di sopra del dato dichiarato ufficialmente.
    Questo determina una forte erosione dei rendimenti effettivi netti e dei capitali finanziari.
    E' di questi giorni la notizia che a gennaio le vendite al dettaglio sono aumentate del 6,9 per cento rispetto allo stesso mese del 2010 e per febbraio si prevede una crescita addirittura dell’8,7 per cento. Tutto questo lascia prevedere ulteriori rincari di tutti i prodotti necessari, ad iniziare dai generi alimentari.
    E noi sappiamo quanta fatica costi all'italiano il doversi limitare nel mangiare e bere bene. Ultimamente anche la tipica bottiglia di birra Skoll bem geladinha nei bar di Salvador si paga quasi 5 real, per cui il prezzo del vino non lo consideriamo neppure! Per non parlare poi dei prezzi della carne, dell'olio, dell'acqua ecc.
    Credo che la famosa scheda sul costo medio della vita in Brasile vada rivista purtroppo al rialzo.
    abraço
    Marco

  2. Ciao Marco

    ti faccio una domanda visto che vivi a Salvador dove ho trascorso oltre quattro anni . Visto che la geladinha costa quasi 5 R$ hai notato una diminuzione del consumo ? Voglio dire i bar sono sempre affollati come prima ?

    Sicuramente quello del costo della vita è un post che " rinfrescherò " assieme a quello dei motivi per trasferirsi in Brasile .

    Saluti e grazie per i tuoi preziosi contributi . Spero di incontrarti prima o poi !

  3. Ciao Antonio,
    è proprio questo il fatto, almeno una certa fascia di brasiliani continua a comprare (e a bere) come se nulla fosse, almeno nelle zone di Salvador che frequento io.
    Questa prolungata euforia consumatrice comporta rialzi dei prezzi costanti e a tappeto.
    Anche la fascia medio-bassa della popolazione compra oramai di tutto, senza pensare troppo al domani. Forse perchè crede che domani sarà migliore.
    Solo per fare degli esempi, mio suocero che è un povero pensionato al minimo e vive nella zona più umile di Itapuà, si è comprato divano e TV nuovi (ovviamente parcelado) per assistere alle partite del Bahia. Mio cognato, pedrero, si è comprato il secondo frigorifero nuovo a R$1300 a vista.
    Ricorderò sempre la sera del 24 dicembre (questo Natale) quando sono andato a comprare delle sigarette al supermercato (Hiperideal che non è tra i più economici) e, alle 8 di sera, c'era ancora la fila alle casse mentre gli scaffali erano stati svuotati, sembrava fossero passate le cavallette, si erano comprati quasi tutto a qualsiasi prezzo. Lo stesso dicasi per la sera di capodanno. Quando vedo le striminzite file ai supermercati di Roma (quelli che non hanno ancora chiuso) pur pieni di super offerte, mi viene da sorridere. Anche nei più economici ristorantini di comida a quilo si pagano ormai almeno R$20 al chilo! I posti negli alberghi per il veglione di capodanno sono stati venduti quest'anno dai R$300 a persona in su. Io li ho trovati cari ma sono stati venduti tutti anche perchè non ci sono più le baracche de praia. Per non parlare poi dei prezzi assurdi che vedo negli shopping sempre gremiti, oramai molto più cari che in Italia.
    Vedo che anche coloro i quali si sono trasferiti qui a suo tempo con discrete pensioni in euro, oggi cominciano a fare dei conti e dei tagli. Se prima si mangiava picanha 2 volte a settimana, ora si mangia 2 volte al mese, e forse meno.
    Dico questo senza alcun intento critico o polemico ma solo per descrivere una realtà, anche perchè io amo molto questo Paese, te ne sarai accorto, e a me le motivazioni per trasferirmi in Brasile non mancano.
    Inizio a pensare che, oltre a rinfrescare senz'altro il post sul costo della vita in Brasile, a vantaggio di tutti, forse dovremmo cominciare a pensare anche a un "decalogo" su come risparmiare su alcuni costi.
    Noto che i brasiliani sono molto bravi a spendere ma non sempre sanno fare economie di scala e razionalizzazioni.
    Faccio un esempio: ho notato che spesso i condomini non sono gestiti con oculatezza facendo lievitare la taxa mensile a carico dei proprietari inutilmente. Su questo, come su altre spese si può intervenire. Si può risparmiare sui trasporti, sul plano de saude, sul seguro do carro, sulle bollette ecc. Basta usare alcuni accorgimenti e cercare di non farsi fregare.
    Spero di non essere stato troppo prolisso e ringrazio te per questo interessantissimo ed utilissimo blog. Spero anche io di incontrarti presto. A settembre sono salito in macchina fino a Praia da Pipa ma non ce l'ho fatta ad arrivare a Natal (viaggio bellissimo ma faticoso) altrimenti mi sarei fatto vivo. Ora poi sono alle prese con la mia neonata impresa di costruzioni che in soli 30 giorni è stata liberata dalla SUCOM di Salvador per cui per adesso niente viaggi.
    saluti
    Marco

  4. Ciao Marco

    avevo già notato , durante la mia permanenza a Salvador che i prezzi erano fuori controllo con aumenti improvvisi e sproporzionati .
    Naturalmente molto dipende anche dal quartiere dove si vive . I quartieri cosiddetti nobili sono evidentemente i più tartassati , ma lì vivono i ricchi o i turisti che se lo possono permettere .
    Per quanto riguarda il pensionato italiano in Brasile ho già avuto modo di chiarire che senza una parte di pensione agganciata alla inflazione locale non si fa molta strada . Questo lo si può ottenere con un investimento finanziario .

    Comunque Natal è più economica di Salvador : qui al centro si trovano ristoranti a buffet a 5,5 R$ incluso il succo naturale .Naturalmente lì la picanha te la puoi scordare .

    Circa il "decalogo" su come risparmiare sono stato tentato molte volte di farlo ma quando si tocca lo stile di vita si generano molte polemiche .
    Sicuramente una potente riduzione di costi la si ottiene vivendo in una casa invece che in un appartamento a causa del condominio , ma ne perdi in tranquillità per te e la tua famiglia . Potresti eliminare la macchina e sostituirla con una moto ed i mezzi pubblici ma sei hai figli non è una soluzione praticabile ed inoltre la moto è ai primi posti come incidenti stradali .

    Io quest'anno ad esempio ho fatto dei tagli drastici : azzerato il plano di saude , azzerato l'assicurazione auto oltre ad altri tagli parziali . Certo non mi sento di consigliarlo in generale ma la mia bolletta mensile si è ridotta di oltre 1000 R$ .

  5. Grazie ad Antonio per il suo fanatastico blog ormai e' evidente a tutti …ma anche a Marcofalco per i suoi commenti sempre molto precisi e reali. Seguo il blog ormai da piu' di un anno e piu' volte ho contattato per vari motivi Antonio via mail. Vivendo per circa 5 mesi all'anno in Brasile vicino a BH devo constatare anch'io l'aumento dei prezzi.. non bevo birra ma invece vado pazzo per il Guarana' . ..e li ad esempio una bottiglia da 2 l e' passata in breve tempo da circa 3 R$ a 3,75 – 3,80 R$.. un bell'aumento non c'e' che dire.. e potrei fare tanti altri esempi. E' necessario a mio parere accortezza un po' in tutto…ma avendo moglie brasiliana diciamo votata ai consumi il tutto finisce in una mera utopia per me. Mi piacerebbe leggere/collaborare alla realizzazione di un "decalogo" …e lancio questa proposta su come poter risparmiare qualcosa nella vita di tutti i giorni .. si e' vero che si creano polemiche quando si tocca lo stile di vita ma e'altrettanto vero che (a mio parere) questo argomento e' molto interessante e poi in fondo siamo tutti liberi di seguire consigli o meno quindi.. vedo bene questi argomenti al pari di investimenti finanziari e immobiliari. Che ne dite? ciao Enzo

  6. Ciao Antonio, cosa intendi per "azzerato" il plano de saude, l'assicurazione, ecc…? Li hai eliminati? Se si, come ti "viri", principalmente con la salute?
    Complimenti per il blog.
    Cri

  7. Confermo l' impressione di Marcofalco! Comprano di tutto e a qualsiasi prezzo! Lo spreco e' all' ordine del giorno, ventilatori che ventolano il nulla, luci e tv sempre accese,aria cond al max…ecc Pure io ho provato ad accennare al sindico del mio predio alcuni suggerimenti di economia e di come certe spese e' meglio imputarle diversamente che caricarle sulla quota condominiale gonfiandola, gia' che una quota di condominio alta rende l' appartamento meno appetibile sia alla vendita che all' affiutto…macche'..sono ottusi!!
    Finche' avranno fra le mani la pietra filosofale ….

  8. Caro Cri

    si , ho eliminato assicurazione e plano de saude . Mi "viro " pagando quando capita l'evento . Tanto i medicinali comunque devo pagarli ed ho scoperto che il cliente pagante viene prima e meglio di quello con il plano di saude . Gli esami di routine li faccio una volta all'anno quando vado in italia .

    Lo stesso con l'auto , quando succede qualcosa pago . Del resto in quattro anni non ho mai avuto un tostao dall'assicurazione a causa della franchigia di 1000 R$ . In più Natal è tranquilla sotto il profilo dei furti d'auto . Pago solo l'assicurazione obbligatoria o DPVAT .

  9. Caro Enzo

    è vero che i prezzi sono aumentati ma non facciamoci prendere la mano . Ieri ho parlato con mia madre che vive in provincia di Napoli . I pomodori costano 5 euro al KG !! Significa oltre 11 R$ al KG , mentre io il tipo san marzano che uso per fare la salsa li pago 1,5 euro !All'ineriore poi si scende abbondantemente sotto l'euro .
    Non ne parliamo della insalata e della frutta ( escluse alcune varietà di mele e pere )che qui sono economicissime .
    Io mangio pasta SORA ( Pastificio di Bahia ) fatto di semola e soia che tiene benissimo la cottura e costa meno di 2 R$ al pacco .

    Il pesce fresco costa tra gli 8 ed i 15 R4 al Kg e si trova sempre passeggiando il pomeriggio lungo la spiaggia popolare di Praia do Meio. Non parliamo poi delle aragoste … ma in questo periodo c'è il fermo biologico .Gamberi da 8 a 14 R$ al Kg a seconda della pezzatura .

    l'atra sera ero ad un barzinho di Praia do Meio con un amico . Abbiamo cenato con tre skol grandi bem geladinhe ed una doppia porzione di tonno e macaçeira fritta . Pagato con il servizio 34 R$ , ovvero 15 euro .

  10. Tutto vero Antonio, il rischio è proprio quello di farsi prendere la mano e di vedere sempre il bicchiere mezzo vuoto. Purtroppo a livello generale i prezzi in Italia sono cari (nel cambio tra lira ed €uro ricorderai che c'è stata un'impennata di prezzi che ancora ci portiamo dietro)…e per quel che riguarda il settore alimentare, ristoranti ecc non c'è davvero confronto.. la stessa cena che hai fatto con il tuo amico a Ravenna o a Rimini non ti sarebbe costata meno di 80-90 €uro e sono stato basso.. quindi il Brasile è sicuramente più conveniente. Invece per quel che riguarda la tecnologia qui in Brasile siamo messi male.. pc, tv, telefonini prezzi da capogiro..ho comprato un Ipad a Boston questo inverno e per la versione base ho speso (in promozione!!)450 $ circa 340 €uro (in Italia si trova a circa 480 €uro) A BH nel BH Shopping uno dei centri commerciali che vanno per la maggiore lo stesso Ipad costa circa 1700R$ (e qui vi assicuro che di promozioni neanche l'ombra) che sono circa 740 €uro una follia e di esempi se ne possono fare anche qui tantissimi. Bisogna davvero essere accorti e cercare di prendere il meglio per noi che (a fatica)facciamo la spola tra Italia e Brasile ma non sempre è facile. ciao Enzo

  11. Ciao Enzo

    i brasiliani che possono permettersi un Ipad se ne vanno a Miami a comprarlo .A noi conviene fare un viaggio in Italia ed unire l'utile al dilettevole .Per fortuna l'Ipad non è proprio il primo dei miei desideri . Un buon portatile è quello che mi serviva e che ho comprato durante il mio ultimo viaggio in Italia .

    Saluti

  12. Ciao Antonio, è vero l'Ipad è un po' modaiolo me ne rendo conto.. un puon pc va più che bene ma vedi il consumismo brasiliano di mia moglie mi ha già preso e neanche me ne rendo conto.
    Ciao Enzo

  13. Bom dia! Tornando all´argomento del post,vorrei sapere a quanto ammonterebbe il lucro REALE,cioe´al netto di tutte le spese e le tasse
    (lasciando da parte l´inflazione vera o presunta),investendo centomila reais in questi fondi DI per un anno.Grazie per la risposta!

  14. Ciao Bert

    con riferimento alla offerta del Santander ( HSBC fa una offerta ancora più interessante ma con un valore investito di 300000 R$ ) , ti consiglio senz'altro il Fondo referenziato DI riportato al seguente link

    http://www.santander.com.br/portal/pam/script/templates/GCMRequest.do?page=4942

    L'investimento minimo è appunto 100000 R$ , ha una tassa di Amministrazione dello 0,5% e nessuna tassa di Performance o di Uscita . La tassa del 15% sul LUCRO ( Dopo 2 anni ) è applicata ogni sei mesi . La Rentabilitate al lordo delle tasse degli ultimi 12 mesi è stata del 10.23 % , quindi 8,69% netto .

    Per i prossimi 12 mesi , essendo salita la SELIC mi aspetto che superi certamente il 9% e forse sfiorare il fatidico 10% netto . ( Dipenderà da quanto salirà la SELIC )

  15. Ciao Bert

    per essere ancora più precisi , vedrai osservando la " Lamina " del fondo che ogni mese è calcolato il CDI ( Che è legato appunto alla SELIC ) e di questo valore il gestore ne prende una percentuale che utilizza per determinare la rentabilitate del fondo . Questa percenruale è prossima al 100% del CDI e qualche volta eccede il 100% . Nel caso ad esempio del fondo HSBC citato nel precedente commento si arriva anche al 107% del CDI con una media superiore al 100% .Questo significa che già adesso con la SELIC peraticamente al 12 % ( Lo sapremo stasera ) siamo al 10% netto ! Naturalmente però essendo il calcolo fatto su 12 mesi oggi si risente dei bassi valori della SELIC nei mesi passati .

  16. Molte grazie,troppo gentile!Domani torno in Italia,ma ci faro´ piu´di un pensierino..:)
    Da noi questi tassi sono fantascienza,anche se,come dice il "falco",l´inflazione brasiliana e´molto piu´alta del reale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here