Home costo della vita Il cambio OANDA

Il cambio OANDA

5
3
CONDIVIDI



Pubblico questa tabella tratta  dal sito di OANDA , la nostra sorgente di informazioni sul cambio , per chiarire alcuni dubbi dei lettori sulle apparenti differenze riscontrate con altri siti ( Bloomberg )


Booking.com
CONDIVIDI

3 Commenti

  1. In effetti ci sono forti oscillazioni anche infra-giornaliere, sui cambi delle valute dei paesi emergenti in questi giorni. Può quindi accadere che il cambio medio della giornata possa discostarsi sensibilmente dal cambio di chiusura della medesima valuta nella medesima giornata.
    Per coloro i quali siano interessati ai riferimenti dei cambi di chiusura ufficiali del Real suggerisco questo link del Banco Central do Brasil che pubblica tutti i bollettini ufficiali delle quotazioni:
    http://www4.bcb.gov.br/pec/taxas/port/ptaxnpesq.asp?id=txcotacao
    Marcofalco

  2. posto questo stralcio d'articolo molto interessante che definisce almeno per me la vera causa/natura di questa grande crisi … recessiva …

    Meno e meglio: è l’unica soluzione, per uscire dalla spirale del debito. Che non è un incidente di percorso, tutt’altro: il debito è stato incoraggiato a tavolino per indurre i consumatori a comprare merci che non si sarebbero potuti permettere. Obiettivo: smaltire la marea di nuove merci prodotte a ritmo vorticoso da tecnologie industriali sempre più avanzate e diffuse in tutto il mondo grazie alla globalizzazione. Il debito serviva a questo: ad assorbire l’enorme valanga planetaria di merci, evitando una “crisi di sovrapproduzione”. Il peccato originale ha un nome sulla bocca di tutti: crescita. Non è la soluzione, è il problema: la crescita è cieca, perché si basa solo sulla quantità, trascurando di selezionare beni e servizi realmente utili. La crescita vive di sprechi e genera Pil inutile, gonfiato dalla droga pericolosa del debito.

    direi che la definiz. : Il peccato originale ha un nome sulla bocca di tutti: crescita. Non è la soluzione, è il problema ….. sia la vera chiave di lettura di questa economia malata. andrè

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here