Traduzione dal portoghese: Italiano IT Português PT
Home attualità Italiano ucciso in Brasile : discrepanze tra la versione italiana e...

Italiano ucciso in Brasile : discrepanze tra la versione italiana e quella brasiliana

22
2
CONDIVIDI


Una storia di cronaca nera che avrei preferito non pubblicare ma che , nelle due versioni italiana di Repubblica e brasiliana del Globo presenta profonde differenze . 


Nell’articolo di Repubblica si parla del ritrovamento di un cadavere addirittura fatto a pezzi particolare questo del tutto assente nell’articolo del Globo ,  inoltre per quanto riguarda il presunto assassino il giornale italiano parla del figlio della donna brasiliana con cui lo sventurato connazionale avrebbe avuto una relazione mentre il Globo appunta come probabile assassino la stessa donna aiutata dall’amante . 

Resta comunque il fatto che , ancora una volta , un italiano , un pensionato in questo caso è stato vittima delle seduzioni di una donna senza scrupoli che , per denaro , non ha esitato a distruggere una vita .

Poteva accadere dappertutto ma è triste pensare che sia accaduto proprio qui .

Ucciso e fatto a pezzi. A sei mesi dalla scomparsa è stata fatta luce sulla sorte di Franco Sala. L’uomo, nato nel 1954 in Molise, era scomparso in Brasile dal marzo di quest’anno ed è stato ritrovato fatto a pezzi sotto una coltre di cemento nella città di Anapolis, nello stato di Goias. Secondo la ricostruzione degli inquirenti, Sala avrebbe conosciuto in Svizzera una donna brasiliana, Arlete Goncalves. Dopo un breve rapporto, la donna avrebbe convinto Sala, che viveva di una pensione di invalidità civile, a prestarle 100 mila franchi svizzeri per poter rientrare in patria.
Sala decise di seguirla, non si sa se per proseguire il rapporto o per recuperare i soldi. Giunto in Brasile il 7 marzo scorso, però, di lui si persero le tracce. Il fratello Antonio, insospettito da alcuni prelievi sul conto in banca, denunciò la sparizione di Franco ai carabinieri che trasmisero la denuncia all’ambasciata d’Italia a Brasilia.

Grazie alle pressioni della nostra delegazione la polizia brasiliana ha aperto un’indagine e ha iniziato ad indagare sulla Goncalves. Scoprendo immagini video che mostravano la donna e il figlio che usano la carta di credito di Sala. E proprio il figlio, coinvolto nel narcotraffico ad Anapolis, ha confessato di aver pagato tremila real (circa 1300 euro) ad un killer per far sparire l’amante italiano della madre. Anche l’esecutore è stato arrestato e si è potuto così scoprire il luogo dove il corpo del malcapitato era seppellito, dopo essere stato fatto a pezzi.

Fonte La Repubblica

O corpo de um italiano de 56 anos desaparecido há mais de seis meses foi encontrado enterrado dentro do quarto de uma casa, no Bairro Bandeiras, na zona Norte de Anápolis, a 55 km de Goiânia. Segundo a polícia, o corpo estava enterrado a um metro e meio de profundidade e foi coberto por duas lages e cerâmica.

O caso começou a ser investigado há seis meses depois que parentes do italiano entraram em contato com o consulado denunciando o desaparecimento. A principal suspeita de matar o italiano, segundo a polícia, é a ex-mulher da vítima. A polícia informou, ainda, que o crime teria sido praticado com a ajuda do amante da suspeita. A mulher ainda não foi encontrada

Fonte : O Globo

CONDIVIDI

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here