Home immobili Lo SPREAD ha vinto anche in Spagna

Lo SPREAD ha vinto anche in Spagna

14
3
CONDIVIDI




La crisi ha spazzato via i socialisti in Spagna così come ha spazzato via Berlusconi e la destra in Italia . Ha vinto il desiderio di una svolta , ha vinto ancora una volta lo SPREAD .


Quello di Mariano Rajoy, presidente del partito popolare (centrodestra), è diventato un trionfo grazie ad una maggioranza assoluta (186 seggi, dieci in più del necessario) più ampia di quella che ottenne José Maria Aznar, il primo leader di destra a tornare al potere dopo la dittatura nel 1996. 


Appena eletto Rajoy ha parlato dalla sede storica del suo partito in calle Genova, centro di Madrid, sottolineando che governerà “nella più delicata congiuntura degli ultimi 30 anni” e che i suoi unici nemici saranno “la disoccupazione e la crisi del debito”. 


Per vincere Mariano Rajoy non ha fatto praticamente nulla, neppure dal punto di vista delle proposte concrete, delle ricette politiche per affrontare la crisi del debito, i cinque milioni di disoccupati e le difficoltà di migliaia di famiglia a pagare il mutuo della casa. Il suo programma è ciò che di più vago un leader politico può mostrare agli elettori. Ha solo atteso con tenacia che la crisi maciullasse Zapatero, per offrirsi come alternativa senza neppure entrare nel campo di gioco.

Ora dovrà farlo e, con la riapertura dei mercati, sapremo anche a quali condizioni. La transizione post elettorale del nuovo governo è lenta. I tempi costituzionali prevedono almeno un mese prima che il nuovo esecutivo entri ufficialmente in carica. Ma forse questa volta tutti faranno uno sforzo per accelerare il passaggio dei poteri.



Fonte : La Repubblica 

CONDIVIDI

3 Commenti

  1. Articolo giusto e correto, 2 cose : 1)Sfortunatamente Berlusconi nn ha perso nessun tipo di elezione, e quindi nn é stato battuto, l' elettorato non ha scelto. Qua in Spagna, l' elettorato ha scelto, nn sono stati i mercati ha scegliere di cambiare il governo.
    2)Al momento nn sembra che i tempi del passaggio di consegna dal vecchio al nuovo governo siano meno lunghi del solito, quindi poco prima di Natale si formerá il nuovo governo. Sará troppo tardi ? Chi prenderá le decisioni importanti sul tema chiave come l ' economia ? Vedremo cosa succede. A mio onesto parere, ciò che é rilevante é che don Mariano sostanzialmente non ha spiegato la sua politica, non sappiamo quali siano i suoi piani, parla di riduzione della spesa pubblica, delle pensioni ? di taglia alla sanitá ? all'istruzione ? Vedremo. Nel dibattito avuto con Alfredo Perez Rubalcaba, mi sembra che uno spiegava i suoi piani elettorali(Rubalcaba) e l 'altro sparlava del governo (Rajoy). Il PSOE, dopo 8 anni di Zapatero, paga la crisi, i 5 milioni di disoccupati, che sono il 22,5 % della forza lavoro. Vedremo che succedrá in futuro…..

    Salavatore

  2. Vedrete che lo "spread" abbatterà anche la Merkel e Sarkosy alla prima occasione. Nessuno è immune dal germe portato dalle ricette liberiste e del capitalismo sfrenati che pervade tutte le istituzioni internazionali e non.
    Oggi anche l'asta dei Bund è stato un flop con un terzo dei titoli proposti rimasto invenduto.
    Marco

  3. Vedremo se anche in Spagna il potere del mercato avrá la meglio, per il momento si accontentano di dire che per lo meno loro, il governo lo hanno eletto democraticamente, mentre in altri paesi europei, non é stato il popolo a decidere.
    Ogni occasione é buona per non parlare bene dell ' Italia !

    Salvatore

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here