Traduzione dal portoghese: Italiano IT Português PT
Home costo della vita 3 Marzo 2012 , Vivereinbrasile compie tre anni

3 Marzo 2012 , Vivereinbrasile compie tre anni

9
8
CONDIVIDI

Sono passati tre anni da quel 3 Marzo 2009 quando è apparso sulla piattaforma Blogger all’indirizzo http: // vivereinbrasile.blogspot.com  il primo post del neonato Blog VivereinBrasile .  Si intitolava ” La valigia per il Brasile ” e rileggendolo non lo cambierei di una virgola . Eccolo :

In Brasile le stagioni sono invertite rispetto all’Europa, essendo situato prevalentemente sotto la linea equatoriale, più si va verso Sud e più fa freddo, in quanto ci si avvicina al Polo Sud.

Se si va in Brasile alla ricerca di sole e mare, il periodo migliore è da Novembre a Marzo nella regione di Nord Est ( Stati di Bahia, Sergipe, Rio Grande do Norte, Cearà e Pernambuco).
In questi periodi l’abbigliamento ideale è composto da: bermuda leggeri, una polo o una camicia senza maniche ed ai piedi le immancabili havaianas o infradito.
Tutto ciò, può anche essere acquistato sul posto al prezzo di 35 euro ossia 100 reais circa al cambio attuale. Indispensabili, oltre ai costumi da bagno, sono gli occhiali da sole e una crema solare almeno di potezione 30.Gli amanti dei cappellini troveranno una grande varietà di questo tipo di accessorio. Sconsiglio l’uso di scarpe da tennis che invece i brasiliani sembrano prediligere.
Di sera, può servire una camicia a maniche lunghe , ma solo se si va in locali freddi per l’aria condizionata. Scarpe molto leggere e pantaloni lunghi di cotone sono consigliati dopo il tramonto, in quanto a quell’ora gli insetti possono pungere soprattutto alle caviglie! Perciò una o più confezioni di repellente per insetti non possono mancare nella nostra valigia.
Per quanto riguarda i medicinali di primo intervento, nonostante si seguano tutte le precauzioni tipiche di quando si va in un paese tropicale , come ad esempio: non bere acqua del rubinetto , accertarsi della qualità del ghiaccio nelle bevande e non acquistare cibo preparato in condizioni igieniche precarie , è consigliabile non dimenticate di portare con se un antibiotico intestinale. Sebbene sia possibile acquistare in farmacia quasi tutti i medicinali di uso comune, il problema è che il nome del farmaco non coincide con quello italiano . E possibile tuttavia fornire al farmacista il nome del principio attivo contenuto nel farmaco, il quale è sempre riportato in piccolo sulla confezione.
A tutti..buona permanenza in Brasile!

Da allora alcune cose sono cambiate , i visitatori da poche centinaia al mese  sono passati agli oltre i ventimila di oggi , diversi libri sono stati pubblicati facendo il copia ed incolla dei miei post come il caso clamoroso denunciato nel post  del Novembre 1010  https://www.vivereinbrasile.com/2010/11/non-comprate-questo-libro-e-pirateria.html . Il libro pare che poi sia  stato ritirato dal commercio .
Questo episodio ha determinato da parte mia l’adozione di strategie per rendere più difficile la vita di coloro che sfruttano il lavoro altrui senza nemmeno una riga di riconoscimento . Pertanto ai post classici ho preferito sempre più  delle notizie prese dai giornali di tutto il mondo corredati da un breve commento o nel caso di testi stranieri con sintesi  in lingua italiana . Allo stesso tempo   ho intensificato gli scambi  via e-mail rendendo nei  fatti impossibile la copia di informazioni distribuite direttamente agli interessati . Considerate che quello che appare ai lettori ovvero i Posts ed i commenti sono solo la metà del Blog , quello pubblico , l’altra metà sono le e-mail scambiate direttamente con gli interessati . 
Molti amici si sono aggiunti durante il cammino , alcuni collaborando discretamente altri addirittura venendo a trovarmi direttamente a Natal . Dopo aver definitivamente abbandonato il modello Google di pubblicità perchè invasivo e poco remunerativo ho deciso di offrire ai lettori spazio per le loro storie ed i loro commenti offrendo solo a coloro che lo chiedessero direttamente servizi qualificati di consulenza . A questo scopo ho stabilito degli accordi di partnership con professionisti qualificati : commercialisti , avvocati , agenzie immobiliarie brasiliane ed italiane .
I risultati sono lusinghieri benchè ancora lontani da quelli potenzialmente ottenibili  a causa della grave crisi che ha colpito l’Europa ed in particolare l’Italia e gli italiani . La crisi ha avuto come effetto   l’aumento esponenziale dell’interesse verso il Brasile visto però non come meta turistica ma come meta di ricerca di un  lavoro .  Da questo punto di vista ritengo che sia ancora prematuro , per coloro che cercano un lavoro dipendente , orientarsi verso il Brasile al  contrario di  coloro che invece intendono intraprendere una attività in proprio . 
Lo stesso Governo brasiliano incentiva i piccoli investitori stranieri premiandoli con il visto permanente mentre crea alcune barriere di ordine burocratico per coloro che vengono qui senza capitali e senza lavoro . Potrebbe sembrare una politica poco ” umanitaria ” a prima vista ma per il Brasile che sta tentando di togliersi da dosso l’appellativo di paese sottosviluppato è una priorità favorire gli investimenti e proteggere il mercato del lavoro . Se lo avessero fatto in Italia , oggi non saremmo costretti  ad emigrare a 50 anni in cerca di lavoro  ! 

8 Commenti

  1. Mi chiamo Fabio, ed in occasione di questo anniversario del blog vorrei ringraziare personalmente Antonio. Faccio parte della moltitudine silenziosa che segue costantemente le diverse notizie e le preziose informazioni che Antonio mette a disposizione e che altri contribuiscono ad arricchire. A breve mi trasferiro' definitivamente in Brasile e spero in futuro di avere l'occasione di incontrati, caro Antonio.
    Grazie

  2. Complimenti e grazie per questo tuo blog.. Mi ha cambiato il modo in cui vedevo le cose trasformando il mio sogno di poter un giorno vivere in brasile ad uno stimolo trasformato in una realta' concreta di vivere davvero li ( almeno per una buona parte dell'anno). Sicuramente tutto questo ha ancora con molto potenziale che poi e' il potenziale di Antonio.. Il libro a cui facevi riferimento nel post…. mi ricordo quando ti inviai quella mail per complimentarmi dell'idea che avevi avuto nel pubblicarlo… Ah beata innocenza.. Ciao Enzo

    • Ciao Enzo

      conservo ancora la copia che hai voluto gentilmente inviarmi .Se non l'avessi visto con i miei occhi non ci avrei creduto ! Grazie ancora della tua sincera e disinteressata amicizia

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here