Home costo della vita Gli italiani investono nel mattone … all’estero

Gli italiani investono nel mattone … all’estero

7
0
CONDIVIDI

Purtroppo la notizia è pubblica ed il prof . Monti lo sapeva già , vedi il decreto sulla 
tassazione delle proprietà immobiliari all’estero  . Solo che il dato , almeno nel caso del Brasile va commentato . Non si tratta oramai di ricchi che differenziano i propri investimenti un poco per opportunità ( prezzi bassi ) un poco per snobismo ( il flat in Brasile ) . Il profilo è cambiato . Si tratta di italiani in fuga alla ricerca di un futuro per se e per i propri figli che spesso acquistano per se stessi e non per affittare e lucrare .


La crisi del mercato immobiliare sembra non toccare affatto le compravendite di case all’estero. Nel primo semestre del 2012 le ricerche di immobili situati in altri stati sono cresciute del 9% rispetto allo stesso periodo del 2010 e, secondo i dati di Immobiliare.it, complessivamente, il mercato degli italiani che investono nel mattone straniero vale circa 4,2 miliardi di euro, con piu’ di 25 mila compravendite in un anno.

L’importo medio delle transazioni è pari a circa 175.000 euro. Secondo la ricerca, escludendo gli acquisti fatti per trasloco, si punta a mercati emergenti (Brasile o Tailandia, o città come Praga o Budapest) oppure a mercati con economie robuste e valori di mercato indiscutibili (Berlino, Londra, Costa Azzurra).

Nel periodo gennaio-giugno 2012 le aree che hanno raccolto maggiore interesse sono la Costa Azzurra (12%), gli Stati Uniti (9%), le zone turistico-balneari della Spagna (7%) e città come Berlino e Londra (entrambe con il 6% del totale). Rispetto a quelle condotte nel primo semestre del 2010, tuttavia, è il Brasile l’area che cresce di più nell’interesse degli Italiani: +22% in due anni. Dati di segno negativo per Madrid e Barcellona (-1% di ricerche rispetto al 2010)

Fonte : Wall Street Italia


Booking.com

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here