Home News Il mondo che cambia

Il mondo che cambia

8
1
CONDIVIDI

Il mondo cambia . In soli 3 anni assistiamo alla inversione di una tendenza . Il numero di brasiliani bloccati nei loro viaggi verso l’estero ( Diagramma  verde ) assommavano nel 2008 a 10263 unità mentre il numero di stranieri  ( Diagramma  rosso ) bloccati erano appena 881 .

Ecco la situazione come appare nel 2011 solo tre anni dopo 












La situazione si è nettamente invertita ed il trend continua anche nel 2012 ,  ad oggi infatti il numero di brasiliani bloccati è di 2005 unità contro le  5037  unità di stranieri respinti .


Fonte : Estadao


Booking.com
CONDIVIDI

1 commento

  1. Una volta i flussi migratori si dirigevano dalle colonie verso i Paesi che ne furono la madrepatria. I capitali, invece, seguivano il percorso inverso: le industrie nazionali investivano nelle economie emergenti, sfruttando le opportunità (basso costo del lavoro, materie prime, ecc.) offerte dalle loro economie in crescita.
    Oggi la musica è cambiata: i flussi migratori si sono rovesciati, e così sono i talenti del Vecchio Continente, lasciati senza prospettive nelle nostre lande, ad emigrare verso il Nuovo mondo, e non più viceversa. I capitali, al contrario, da qui affluiscono copiosi per sostenere le esangui economie mediterranee.
    Spagna e Portogallo sono l’esempio più lampante di questa nuova tendenza. La crisi economica ha invertito i ruoli tra colonizzati e colonizzatori. Una versione moderna della (ri)colonizzazione in cui la storia sta decretando la rivincita di quelli su questi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here