Traduzione dal portoghese: Italiano IT Português PT
Home costo della vita Ma cosa sta succedendo alle Banche brasiliane ?

Ma cosa sta succedendo alle Banche brasiliane ?

32
17
CONDIVIDI

Recentemente sto assistendo ad un peggioramento progressivo dei servizi bancari in Brasile . Ho conti aperti presso la Caixa , Santander , Banco do Brasile . In particolare il servizio Van Gogh prima orgoglio del Banco olandese ABN AMRO , acquisito dal Gruppo spagnolo Santander è praticamente sparito . Il gerente personalizzato è solo un ricordo , qualunque cosa andiate a chiedere in Agenzia vi si rimbalza addosso come un boomerang . Il boomerang si chiama internet . Graziose fanciulle vi informano che l’operazione è solo fattibile o via internet o via telefono … il vostro telefono che è stato in precedenza cadastrato . Servizi , prima gratuiti oggi sono a pagamento anche con l’esonero del 100% del costo del pacchetto di servizi perchè considerati ” avulsi ” . Insomma una bella rogna per chi usa la Banca per lavoro . 


Ma se volete toccare il fondo del pozzo allora utilizzate i servizi del Banco do Brasil . Il sito di banking non possiede tutorial o spiegazioni è tutto lasciato all’intuito del cliente . Rispetto al Santander il BB vince in inefficienza perchè internet è stata semplicemente ” aggiunta ” non sostituita dalla carta . La carta e la necessità di rivolgersi alla agenzia fisica permangono .  Se volete fare un qualsiasi bonifico il conto del destinatario deve essere cadastrado e se si supera il limite bisogna stampare un modello sul PC  e recarsi in Agenzia per l’approvazione . Questo per QUALSIASI beneficiario … un vero incubo considerando che andare in Agenzia significa  perdere mezza giornata a causa delle file interminabili . 

Il processo di “liberazione” dei soldi provenienti dall’estero è kafkiano . Quando il bonifico arriva bisogna andare in Agenzia dove viene stampato un modello e consegnato all’utente . Questi deve ritornare a casa , prendere il medesimo modello che la banca gli ha appena consegnato , digitalizzarlo , creare un processo di sollecito di liberazione e  rinviarlo alla Banca …  una procedura al limite della pazzia  .

La Banca analizza la richiesta e può o meno approvarla , in entrambi i casi bisogna riattivarsi nuovamente presso l’Agenzia . Insomma se tutto va bene i soldi restano inattivi  per 15gg .
 
Altro disservizio è quello telefonico : il numero verde della Banca vi rinvia sempre all’Agenzia di cui siete ” ostaggio ” chiamando la quale non ottenere mai il collegamento con il vostro gerente che è perennemente in riunione . Lo stesso gerente che , quando andate in Agenzia , aspettate pazientemente il vostro turno ed alla fine affranto vi accasciate sulla sedia di fronte alla sua vi chiede continuamente scusa rispondendo a telefonate , quesiti di impiegati che interrompono senza permesso , ecc . Alla fine quanto andate via avete dimenticato sempre di chiedere qualcosa !! 

17 Commenti

  1. Antonio parla del Banco di ITAU ho avuto i soldi bloccati per la bellezza di 2 mesi perchè il gerente della mia agenzia non sapeva cosa fare!!
    Pazzesco!!!

    • Pensa che a me Itaù me li ha 'rubati'. Ha trasferito r$ 400,00 in un altro conto ma sempre Itau. Per riavere i miei soldi ho dovuto processare la Banca che ha pagato- dopo un anno- senza interessi. Io gli ho fatto saltare due carte di credito, tié! Ora sono con Bradesco ma non sono pienamente soddisfatto

  2. OSTAGGIO:niiente di più semplice e significativo per esprimere come ci si sente a riguardo della Banca e di altri tipi di servizi come trasporti,policia federal,ecc… L'unica cura é prenderla con taaaaaanta filosofia!

  3. L'ignoranza e la dabbenaggine dei bancari brasiliani rasenta veramente livelli più che fantozziani.
    Itau e Bradesco li ho dovuti eliminare per la disperazione.
    Consiglio di sperimentare il servizio Premier di HSBC sperando che troviate un gerente Premier minimamente scaltro. Mi sono sembrati almeno i più motivati in termini commerciali quindi minimamente efficienti.
    Tra l'altro, se si fanno investimenti da R$120 mila in su, tutte le operazioni sono gratis. Anche il servizio internet mi sembra ben fatto.
    Difetti sono la scarsa diffusione territoriale delle filiali e le alte commissioni di cambio.
    Provate e fatemi sapere cosa ne pensate.
    Marco

  4. Purtroppo sulla Caxia ho solo un conto poupança e funziona bene infatti ho parlato male solo del Santander e del BB . Nei prossimi giorni andrò alla Caixa per chiedere l'apertura di un conto Persona Giuridica e vedremo cosa mi rispondono ( Tutte le altre banche contattate non lo aprono se la Società ha meno di 6-12 mesi di vita ad eccezione del BB )

  5. bintar io non mi sento assolutamente ostaggio di trasporti visto che lavoro con questo e di policiafederal sara 10 anni che non ci metto piede poi per la banca come dicevo ad antonio la caixa svolge ed offre tutto il necessario per la mia impresa

  6. Do G1, em São Paulo

    A Confederação Nacional dos Trabalhadores do Ramo Financeiro (Contraf-CUT) informou nesta sexta-feira (14/12) que recebeu do Santander uma lista com um total 1.280 funcionários demitidos no início de dezembro em todo o país, após determinação da procuradora regional do Trabalho da 10ª Região do Ministério Público do Trabalho (MPT), Ana Cristina Tostes Ribeiro, durante audiência de mediação realizada na quarta-feira (12), em Brasília.
    "As demissões realizadas pelo Santander aconteceram sem qualquer discussão prévia com o movimento sindical e sem nenhuma justificativa", afirmou, em comunicado, Ademir Wiederkehr, funcionário do banco e secretário de imprensa da Contraf-CUT, depois o Santander Brasil lucrar R$ 591 milhões no 3º trimestre
    Procurado pelo G1, o Santander não comentou a lista e manteve o mesmo posicionamento divulgado na semana passada, no qual confirma a demissão de "cerca de 1.000 pessoas de seu quadro de funcionários".
    "Considerando que o banco emprega 55.000 pessoas, essa redução representa aproximadamente 2% de sua força de trabalho", diz o comunicado do Santander.
    Segundo o banco, as mudanças organizacionais "visam preparar o banco para acompanhar o processo de transformação do sistema financeiro nacional e à nova realidade de competitividade da indústria".
    Na audiência no MPT, a Contraf defendeu a reversão de todos os desligamentos ocorridos em dezembro e cobrou a abertura de um processo de negociação sobre emprego com o Santander.

    • Avevo sentito di questi licenziamenti ed effettivamente la situazione comincia a preoccupare Ecco come la crisi della casamadre spagnola comincia a danneggiare anche il Santander Brasile nonostante faccia un lucro impressionante .

  7. Oltretutto quando si fa un bonifico dall'Italia al Brasile non si sa mai la valuta che ti applicano qui poiché i soldi arrivano via New York. Le spese, poi, sono un Mistero. Insomma: la trasparenza non sanno neanche cosa sia. Ma se non sbaglio il Real è una valuta 'dissidente' (fuori del Gota di Basilea) perciò il Governo fa quello che vuole e i piccoli risparmiatori SOFFRONO

  8. Domani vado a fare un giro per cambiar banca dato che Bradesco mi ha dato l'ennesimo calcio in culo non acettando la mia "Certidao RNE" perché vogliono l'RNE definitivo.
    Da quello che é postato qua le migliori sono Caixa e HSBC. Quindi andrò prima da loro sperando che non rompano le scatole dato che la ditta non ha ancora 6 mesi.
    Adesso com Bradesco avevo dei CDB al 98% dei CDI. Ma stava rendendo meno del 5% netto.
    Stavo pensando di fare una Poupança.
    Tu che sei più ferrato,cosa ne pensi Marco?
    BINTAR

  9. Quindi, HSBC apre il conto a aziende, ma senza carta di credito e servizi legati ad essa (assegni,ecc…). Il conto può essere aperto come completamente operativo solo dopo un anno dall'apertura dell'azienda.
    In Caixa economica ho trovato una persona non tanto esperta e penso che abbia scambiato il mio conto con un conto normale e non di persona giuridica. Comunque l'ho trovata più interessante, perchè la poupança rende ancora il 6% e sembra che come banca dia molti servizi.
    Se non conbino con Bradesco credo mi appoggierò alla Caixa.

    • C'è qualcosa che non capisco .

      1) Hai una società e non hai il conto … ma hai l'RNE ( anche se non definitivo ) . Questo significa che hai ottenuto il visto per motivi diversi da quello di investitore . Giusto ?

      2) Il Banco do Brasil è l'unico banco di Natal ad aprire conti correnti "completi" a Persone Giuridiche di recente nascita . Le altre richiedono dai sei mesi ad un anno di vita .

      3) La Poupança è un tipo di risparmio il cui rendimento NON dipende dalla Banca che lo offre . Il rendimento è tabellato a livello nazionale .

      4) Tra Bradesco e Caixa non ci sono dubbi che la Caixa è migliore per tanti motivi lunghi a descivere .

    • – Ho una società,avrei dovuto mettermi come amministratore togliendo il mio (che é anche socio), ma non mi hanno cambiato il conto bancario perchè vogliono la mia CIE definitiva.Pur avendo fatto l'additivo e registrandolo alla "Junta commercial"in banca lui è ancora il mio amministratore. Però, come anche Marco ha scritto quà sotto,ci sono delle regole scritte, che a discrezione del dirigente,vengono o non vengono applicate. Per dirti:sono venuto a conoscenza che in un'altro Bradesco sempre qui a Fortaleza,cambiano l'amministratore anche solo con la "Certidao RNE".
      – A Fortaleza non lo fa solo BB ma lo fa anche Bradesco. O almeno lo faceva ad Agosto perchè qua le regole cambiano di continuo.
      – Credevo anch'io fosse tabellato. Adesso non lo sò,probabilmente la bella ragazza della Caixa non era molto competente e ci sono ancora cose da rivelare dietro al sipario,però da quello che c'è scritto sul sito,poupança Caixa E. rende un pò sopra al 6%,all'HSBC mi hanno detto che é al 5,85 se non ricordo male che comunque è sempre meglio di meno del 5%.
      -L'unica cosa abbastanza buona che ho trovato di Bradesco, sono state le basse spese e il fatto appunto d'avere un conto operativo da subito.

  10. Io ho aperto conto corrente societario presso l'HSBC ed ho avuto subito cartao e assegni ma è da considerare che la mia impresa ha depositato un capitale sociale superiore a R$150 mila e che ero presentato da un cliente depositante.
    Queste decisioni dipendono dal Gerente di filiale.
    Anche l'HSBC arriva ad una retrocessione del 98-99% dell'indice DI sui CDB a seconda dell'importo sottoscritto (cosa che il BB e la Caixa non fanno).
    Nonostante l'alta percentuale di retrocessione, oramai i rendimenti di CDB e poupança sono allineati poco sotto il 6% netto. Considerando l'alta inflazione brasiliana possiamo dire che la rendita finanziaria non esiste più.
    Tutto va valutato in relazione alle proprie esigenze personali e al rapporto costo/beneficio. Alcune banche sono meglio per alcuni servizi, altre per altri.
    Io ad esempio sono disposto a pagare pur di non dover fare le file chilometriche che ho subito ogni volta che sono andato al Bradesco, all'Itau e alla Caixa. Anche il BB quanto a file non è male…. mentre il servizio Premier di HSBC, ripeto, non è male, si riesce sempre a parlare personalmente con qualcuno in tempi ragionevoli. D'altra parte se HSBC è la prima banca al mondo un motivo ci dovrà pur essere.

    • E' proprio vero. Tutto dipende dal Gerente:se é così scrupoloso di informarsi con la sede generale perchè non gli vai troppo a genio,di sicuro ti ritrovi una porta sbattuta in faccia.
      Tu pensa che a me, in un'altro Bradesco della stessa città mi cambierebbero il conto mettendomi come amministratore,in quella dove ho il conto, no!Ci sono delle regole (comunque come in Italia) che non hanno ne capo ne coda.Se si trova il "gerente legal"é meglio tenerselo ben stretto.
      All'HSBC avrei aperto comunque un conto di capitale maggiore di 150 mila,entrando nella fascia del Premier ,ma é bastata una telefonata per escluderne la possibilità.
      Quindi immagino che se sei riuscito ad avere un conto operativo, devi ringraziare il tuo amico cliente depositante.
      Io, per intanto rimango in Bradesco perché ora ho altre priorità,anche perchè ho scoperto con sorpresa,che pur non essendo il dirigente di impresa posso fare e firmare anche assgni,oltre a gestire l'home banking chiaro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here