Home immobili Natal . cittadini esasperati per la mancata rimozione dei rifiuti riversano...

Natal . cittadini esasperati per la mancata rimozione dei rifiuti riversano la spazzatura di fronte al palazzo della Prefettura .

30
5
CONDIVIDI

Il tam-tam della rete sociale ancora una volta , come nel caso recente della protesta per l’aumento del combustibile , ha mobilitato i cittadini natalensi . Questa volta l’obiettivo la spazzatura che , non raccolta da tempo , giace per le strade emettendo miasmi ed odori nauseabondi con grave minaccia della salute pubblica .

Obiettivo : lo storico Palazzo Felipe Camarao , sede della Prefettura di Natal . I cittadini esasperati lo hanno letteralmente sepolto con sacchetti di spazzatura e detriti di ogni genere . La protesta , pacifica è durata un’ora . La strada è stata chiusa e un camion  è prontamente intervenuto per rimuovere i rifiuti .

A falta de coleta de lixo em Natal e as ruas tomadas por dejetos e sujeira gerou mais uma manifestação popular na cidade. Nesta tarde, manifestantes foram ao prédio da Prefeitura do Natal em protesto contra os problemas na coleta. Na manifestação, o grupo colocou sacos de lixo em frente ao Palácio Felipe Camarão e em meio à rua Ulisses Caldas, interrompendo o trânsito na via.No protesto, organizado via redes sociais, os manifestantes levaram sacos de lixo de casa para serem depositados em frente à sede da Prefeitura. O lixo foi jogado na calçada e também no meio da rua. Os guardas municipais, porém, realizaram o isolamento da porta que dá acesso ao interior do prédio, impedindo que o lixo também fosse jogado dentro da Prefeitura.

Apesar da aglomeração e da quantidade de lixo despejada, não houve conflitos entre manifestantes e guardas municipais durante o protesto. Por volta das 16h, um caminhão da empresa Líder e garis foram levados ao local para recolherem o lixo da rua Ulisses Caldas, que interrompeu o tráfego. A Polícia Militar também foi ao local para garantir a continuidade do serviço de limpeza, sob protestos dos membros da manifestação.

CONDIVIDI

5 Commenti

  1. Una forma di protesta molto sensata e diretta, adeguata.
    Non ricordo che durante l'emergenza (o anche prima) a Napoli ci siano state forme di protesta equivalenti, che mettono di fronte le istituzioni alla necessità di fornire soluzioni, ma solo roghi fetidi e inquinanti.
    Certo le manganellate degli agenti italiani in assetto antisommossa avrebbero fatto molti feriti e sporcato inutilmente le fedine penali di molti giovani manifestanti.
    Provate ad immaginare cosa succederebbe se i romani provassero a riempire di "monnezza" il Campidoglio! E Dio solo sa quanto ce be sarebbe bisogno …. o forse no visto che nelle istituzioni romane di monnezza c'è n'è già sin troppa!

  2. Tutto il mondo è paese, anzi sei stato tu a paragonare Napoli a Natal, il paragone ci stà tutto,,, nel nord d'Italia la situazione è diversa, come nel sud del Brasile, paragonato al nord, nord est….

    • Non mi interessava "pesare" i rifiuti ai due lati dell'oceano o quelli del nord e del sud.
      Il mio commento era più riferito ad un aspetto "sociologico", per una forma di protesta che mi sembra azzeccata e che, secondo me, andrebbe riproposta in ogni luogo dove le istituzioni preposte (e strapagate) non fanno il loro dovere nonostante le tasse aumentino sempre. Quello della gestione dei rifiuti è un problema vitale per tutte le città del mondo e dietro al quale girano enormi interessi economici.
      Buona anno a tutti!
      Marco

    • Ciao Marco

      concordo con te ma certi commenti meritano precisazioni , soprattutto quando ripropongono lo stantio modello nord – sud italiano qui invertito in sud-nord .Qui si parla di un problema di salute pubblica ( spazzatura non raccolta ) che viene utilizzato dai politici per influenzare la pubblica opinione : la stella polare non c'entra nulla .

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here