Home economia La “scheggia” impazzita

La “scheggia” impazzita

3
2
CONDIVIDI

Londra , il più alto grattacielo d’ Europa ,  310 metri , progettato nientedimeno che dall’architetto italiano Renzo Piano e definito dal principe Carlo  una enorme saliera non attira i clienti business .


Mezzo grattacielo è vuoto e nessuno dei 26 piani dedicati ad uffici è affittato . Inaugurato oramai da un anno lo “shard ”  la scheggia è costata 500 milioni di sterline . Del resto non c’è da meravigliarsi , i morsi della crisi sono arrivati anche nella opulenta Londra 


Booking.com
CONDIVIDI

2 Commenti

  1. Sono stato recentemente a Milano e ho visto che in tutta la regione vicina alla stazione centrale sono spuntati come funghi, tanti e immensi grattacieli. Peccato che anche l'Europa si stia piegando a un tipo di costruzione di matrice nordamericana che non ha niente a che fare con le bellissime e tradizionali costruzioni europee, a quattro, cinque piani al massimo. Non mi meraviglia, quindi, se la "saliera" londinese non abbia avuto tanto successo. E' un tipo di costruzione che va benissimo a New York, a Dubai o a Sao Paulo ma in Europa risulta estranea un po' come succede con la Disneyland a Parigi…

  2. Piu' che il tipo di costruzione il problema e' che negli ultimi anni sono stati tirati su un gran numero di torri ed edifici ad uso commerciale a Londra a fronte di un'economia che va a rilento. Nel medio periodo gli edifici saranno occupati, ma ci vorra piu' tempo di quello previsto, il che nei casi in cui gli edifici sono stati finanziati da debito portera' a mancati pagamenti di interessi, violazioni di covenants e probabili rinegoziazioni dei debiti con opportunita' succose per fondi d'investimento.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here