Home costo della vita Come utilizzare investimenti preesistenti per ottenere il visto da investitore e non...

Come utilizzare investimenti preesistenti per ottenere il visto da investitore e non versare i 500 000 reais .

1

Il 3 Dicembre 2015 ho pubblicato un post estremamente importante per chi ha  intenzione di richiedere un visto permanente per investimento  :
https://www.vivereinbrasile.com/2015/12/cambia-la-legge-per-lottenimento-del.html .

La novità più importante della nuova direttiva è l’aumento del valore minimo dell’investimento  da R$150 000 a R$ 500 000 . Questa notizia ha gettato nello sconforto tutti coloro che avevano già preso la decisione di richiedere il visto e stavano metterndo da parte il capitale necessario .

Per la maggior parte di loro l’elevazione del limite rappresenta la rinuncia al sogno di trasferirsi stabilmente in Brasile . Tuttavia per una parte esiste ancora una possibilità che la nostra Agenzia di Natal sta utilizzando già da un pò di tempo .

La possibilità è quella di utilizzare degli investimenti fatti in passato , preferibilmente in immobili ( Case , appartamenti , terreni )  come leva per la richiesta del visto . Gli immobili dovranno essere trasferiti in nome della società che si andrà a costituire . Questo rappresenta un costo reale qualora l’immobile sia stato già registrato in nome dell’ investitore mentre per coloro  che hanno aquistato e non ancora registrato non esiste un costo aggiuntivo .

E’ interessante osservare che il trasferimento degli immobili ad integrazione del capitale sociale potrà avvenire anche dopo la richiesta e l’ottenimento del visto . Naturalmente alla verifica triennale deve essere tutto già fatto per evitare di perdere l’RNE .

Per informazioni potete contattarmi su vivereinbrasile.visa@gmail.com 

 

1 commento

  1. Salve. Poco più di sei anni fa,per motivi familiari,lasciai colpevolmente scadere il mio visto da investitore, conservando però nel mio conto brasiliano i 150mila inviati dall’Italia. Oggi le cose per me sono cambiate, e vorrei sapere se fosse possibile integrare quei soldi, nel frattempo aumentati da interessi bancari e non,per arrivare ai famosi 500mila,inviando dall’Italia il rimanente. Grazie a chi vorrà rispondermi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here
This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.