Home costo della vita Comunicazione di servizio : state avendo problemi a prelevare con la carta...

Comunicazione di servizio : state avendo problemi a prelevare con la carta di credito italiana ?

22
16
CONDIVIDI

Sono alcuni mesi che , almeno qui a Natal , è canbiato qualcosa nel prelievo dei contanti a mezzo carta di credito italiana  . In verità abbiamo sempre dovuto tribolare per prelevare contanti con la carta di credito : una volta per un motivo una volta per un altro .
Innanzitutto bisogna individuare la cassa automatica abilitata ( quella con le bandiere delle carte di credito incollate sopra ) , deve funzionare ed il collegamento essere attivo . Una volta che si è arrivati al proprio turno nella fila , unica per tutte le casse amche quelle non abilitate , si scopre che il prelievo è negato per i motivi più fantasiosi :

Superamento del limite diario ( Non uso la carta da giorni !!!)
Transazione non autorizzta dalla emittente ( ???? ) 

Interrogata sull’argomento FINECO , la banca su cui si appoggia la mi carta VISA , risponde che non esiste alcun blocco sulla carta e che secondo loro il prelievo è possibile . Tuttavia è da FINECO che mi arriva puntuale l’SMS sul telefonino che mi avverte della autorizzazione negata !!

Comunque scopro che l’unico posto dove poter prelevare tranne forse nei fine settimana o quando ho già effettuato qualche prelievo nel mese è il BANCO24HORAS .Questa rete indipendente di casse elettroniche  è presente da tempo in Brasile all’interno dei centri commerciali ma sempre in sordina . Recentemente si è assistito ad una esplosione , almeno a Natal , di questa rete che in molti supermercati ha sostanzialmente sostituito le classiche casse del Banco do Brasil , Bradesco , Caixa Economica , ecc .

Cosa sta succedendo ? Una prima risposta è in un articolo apparso lo scorso anno sulla Tribuna do Norte dal titolo inquietante : Bancos desativam caixas eletronicos .

In questo articolo si annunciava la sistematica disattivazione su tutto il territorio del Rio Grande do Norte della rete di caixa eletronicos la cui responsabilità sarebbe passata alla rete indipendente della impresa PecBan di San Paulo nota come BANCO24HORAS . La causa sarebbe l’attacco , spesso con l’ausilio della dinamite , delle casse elettroniche delle banche . 

Articoli di questo tenore si trovano anche nei giornali di altri Stati ma , per quanto ne so , solo nel Rio Grande do Norte c’è stata la reale disattivazione dei terminali remoti bancari .

Ora mi chiedo : ma i terminali del BANCO24HORAS sono a prova di dinamite ? Altrimenti non capisco il motivo della disattivazione . Fatto sta che le casse elettroniche delle banche continuano ad essere esplose mentre quelle del Banco24horas , almeno sino a questo momento , sono lasciate in pace ( ?!)

A parte questo mistero le casse del BANCO24HORAS mi stanno sulle palle perchè in pratica hanno il monopolio del prelievo per quanto riguarda le carte di credito estere . Pertanto i gestori della PecBan ,che non sono certo dei filantropi , hanno pensato bene di appioppare una tassa di 24 reais a prelievo oltre alla tassa che gi viene pagata alla banca in Italia ( 2,9 euro nel caso FINECO ) . In pratica oggi , se si prelevano 500 reais si pagano circa 150 euro tra cambio e commissioni . 

Ora mi chiedo : perchè dobbiamo  pagare questa tassa assurda ? Non è che le banche vogliono farci pagare i costi dei terminali distutti  ? Inoltre , perchè si continua a propagandare il falso  publicizzando  il saque (prelievo ) gratis come nella pubblicità che appare nella foto di inizio articolo ?


Booking.com

16 Commenti

  1. succedeva anche a me nello Stato di RJ. 1° mi sono messo in contatto con la Banca Italiana che ha emesso la carta di credito internazionale, ed una volta appurato che era tutto a posto….2° mi sono recato sia in Bradesco che in BB per far "validare" la mia carta di credito ai loro ATM. da quel momento non ho avuto piu' problemi nel cash call con Bradesco e BB…..oltre che 24h ma è troppo costoso.

  2. Mah …. io continuo a pagare le mie spese (benzina, supermercati, bar, ristoranti, negozi ecc.) utilizzando il mio bancomat italiano (utilizzo POS) e non pago nulla, neppure i 2 euro di commissioni di prelievo. Quando pago con carta di credito (prevalentemente Amex o Visa) noto che il cambio è un pò peggio per via delle commissioni di cambio maggiori.

    • Specifico che i 2 euro di commissione si pagano SOLO in caso di prelievo contante . Nel caso di acquisto di servizi si paga solo la commissione alla VISA che alcune banche non mostrano . Sull'estratto FINECO è mostrato sia il cambio , sia la commissione di cambio di circa 1,7% . .

    • Ciao <MarcoFalco,
      Il bancomat italiano per prelevare contanti in Brasile, e' quello normale che uso in Italia?
      Grazie. Daghi

    • Si Daghi, è lo stesso. L'importante è che ci sia lo stemmino "Maestro" (il circuito Visa è più caro). Per scrupolo assicurati presso la tua banca italiana che il bancomat sia stato abilitato ai prelievi all'estero.

  3. Anche a Maceio' nei supermercati e piccoli centri commerciali sono spariti i bancomat BB Bradesco Caixa e ci sono solo i 24horas, ne rimangono alcuni sparsi in giro, spesso funzionanti in parte disattivi..ecc
    Probabilmente il prelievo gratuito sara' con carte brasiliane, mi sono sempre chiesto del perche' i locali li usassero pagando mi pare 7rs di operazione dimenticando sempre che loro sono ricchi di famila e a queste cosa non hanno bisogno di far attenzione.
    Con le note difficolta' di trovare un caixa abilitato non e' piu' conveniente il prelievo con bancomat?
    La Credem mi prende 2 euro ad operazione max 250 euro al giorno con un cambio piu' che onesto. con 2 bancomat sullo stesso conto ho risolto, poi sempre usato per pagare direttamente

    • Il prelievo con carta brasiliana ha una tariffa di 2 R$ nei 24horas perlomeno con Bradesco.
      Altra polemica da sollevare é quella delle percentuali che addebitano sui pagamenti ricevuti dagli esercenti:
      da 2,25 a 3 in caso di debito;
      da 3,45 a 4 in caso di credito;
      da 4,45 a 6 in caso di credito parcellato;
      praticamente,la banca (perche alla fine son tutti in accordo) diventa tua socia in azienda senza alcun adito,perchè il servizio fornito é gia pagato con il noleggio della macchina per effettuare i pagamenti( dai 70 ai 140 R$ al mese).
      Provate a pensare quante volte pagate con carta e cosa diventano queste piccole percentuali,moltiplicate per 86,3 milioni di possessori di carte di pagamento…..

    • Io uso una "DIGICONTA" Bradesco( conto corrente digitale), e non pago nulla per qualsiasi operazione, purche' sia fatta via internet , smartphone, telefono o caixa eletronico.
      Conti correnti digitali ce l'hanno anche BB( Pacote Digital) e ITAU'( iConta), e sono conti correnti zero spese, purche' si utilizzino canali senza operatore allo sportello;chi fa l'operazione allo sportello, paga quell'operazione.

      Carmine.

    • Volevo aggiungere che la "carta di debito" della DIGICONTA Bradesco, è anch'essa senza alcun costo (annuale / prelevamenti / pagamenti / estratti conto).

      Carmine.

    • Ciao marco, la Digiconta ha le stesse caratteristiche di un conto corrente normale, solo che il suo scopo e quello dell'utilizzo esclusivamente via internet, quindi la risposta è si anche ad alcuni tipi di investimento tipo CBD , Fondi, piani di previdenza; Inoltre c'è anche la possibilita' di abilitare un Home Broker. Per maggiori informazioni , dovresti pero' rivolgerti in una filiale, ma attenzione, perche' di orienterebbero per il conto corrente normale, con un gerente per gli investimenti; Quindi, se sei gia' pratico di investimenti, devi essere deciso nell'aprire il conto digitale, e chiedere quali tipi di investimento puoi fare anche con l'ausilio dell'Home Broker.
      Mi spiace non poter darti informazioni sugli investimenti, poiche' uso una correttora, e il conto corrente digitale, è la miglior opzione proprio perche' non ha costi per i movimenti; Ci sono comunque dei limiti che possono essere aumentati installando sistemi di sicurezza al conto, esempio, la Biometria, l'uso di un Token ecc..
      Questi limiti variano da persona a persona anche in base all'utilizzo e alla giacenza, credo.

      Carmine.

    • HSBC è stato l'ultimo a capitolare qui a Natal . Era rimasta l'unica cassa automatica ad erogare . Ora non più . Il fatto è che stanno estendendo il cambiamento a macchia di leopardo partendo dagli stati più piccoli per vedere cosa succede .

    • Io su HSBC ancora riesco a prelevare fino a R$2000 al giorno pagando 2 euro di commissione e non pagando nulla sui pagamenti su P.O.S. (point of sale). Il mio bancomat italiano lavora su circuito Maestro (e non Visa).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here