Home economia Il governo Temer rimette il Gigante sui binari ? La SELIC...

Il governo Temer rimette il Gigante sui binari ? La SELIC scende al 13% !

22
14
CONDIVIDI

São Paulo – O Comitê de Política Monetária do Banco Central (Copom) decidiu cortar a Selic em 0,75 ponto percentual, de 13,75% para 13%.

É o terceiro corte seguido da taxa básica de juros, mas o ritmo se acelerou: os dois anteriores foram de 0,25 ponto percentual cada. Veja quanto rendem R$ 5 mil com a Selic em 13% ao ano.

A maior parte dos analistas esperava um corte menor, de 0,50 ponto percentual, mas alguns já apostavam que o BC tomaria uma atitude mais agressiva.

Ainda assim, o Brasil segue na liderança mundial absoluta de juros reais (taxa de juros dos últimos 12 meses descontada a inflação dos últimos 12 meses).

A decisão foi por unanimidade e sem viés e o comunicado cita que a “inflação recente continuou mais favorável que o esperado”.

O IBGE divulgou na manhã desta quarta-feira os números do IPCA de dezembro: 0,30%, abaixo dos 0,36% esperados pelo mercado.

A inflação fechou o ano em 6,29%, também abaixo do previsto e suficiente para colocar a taxa abaixo do teto da meta (6,5%), não alcançado nem em 2014 nem em 2015.

Um dos destaques foi a desinflação do setor de serviços, apontada até agora pelo próprio BC como uma das razões para o ritmo lento no corte de juros.

A previsão do mercado é que a inflação siga caminhando em 2017 em direção ao centro da meta perseguida pelo BC, de 4,5%, e que o afrouxamento monetário continue.

Quando o Copom aumenta os juros, encarece o crédito e estimula a poupança, o que faz com que a demanda seja contida e faça menos pressão sobre a atividade e os preços. Cortar os juros causa o efeito contrário.

A ata será divulgada na próxima quinta-feira, 19 de janeiro, e a próxima reunião está marcada para os dias 21 e 22 de fevereiro.

A previsão do último Boletim Focus é que a Selic termine 2017 em 10,25%.

Fonte : EXAME

Booking.com
CONDIVIDI

14 Commenti

  1. La notizia è di tre giorni fa ed è importantissima .Molti titoli in Borsa stanno volando sull'onda di ribassi della SELIC. Per chi vive di rendita finanziaria è venuto il momento di tentare una diversificazione dai classici fondi DI o peggio ancora legati all'IPCA .

    • Io concordo solo perchè , in un altro periodo di bonanza della borsa brasiliana , ho fatto un esperimento . Ho investito medesime quantità in fondi a reddito fisso e fondi azionari dall'Agosto 2006 ad Ottobre 2009 . Dopo tre anni i fondi azionari rendevano al massimo una volta e mezzo di quelli a reddito fisso cma on una varianza 10 volte superiore . In altri termini , nonostante le impennate di borsa , si guadagna solo se si compra ai minimi e si vende ai massimi … cosa che esiste solo dei libri per bambini .

  2. Finalmente! Una boccata d'aria fresca che spero non sia momentanea. Da oggi in avanti sarà interessante muovere un poco di quattrini, se si ha la fortuna di averli, al di fuori dalla "poupança" "tesouro direto" "LCI" "etc.etc. tutti a rendita fissa. Penso a un "basket del 55% a rendita fissa + un 45% variabile (Borsa Valori".

  3. veramente il bovespa è da un anno che è in boom, salendo da 38000 a 63000.
    l'inflazione si calma a causa dei consumi depressi, permettendo il calo del selic.
    lucio.

  4. Dopo il crollo della rendita immobiliare, con la Selic che scende ci sarà anche un taglio alla rendita finanziaria.
    Se dovesse proseguire l'apprezzamento del Real su Euro, magari tornando il cambio a 2 come era qualche anno fa, penso che la vita in Brasile inizierà a farsi complicata anche per i pensionati INPS oltre che per chi ha aperto attività imprenditoriali. L'esodo di rientro degli italiani in patria, già parzialmente in atto, potrebbe aumentare sensibilmente.

    • I pensionati , a meno che non godano di rendite elevate , non possono vivere in Brasile . Chi lo fa è single . Credo che le coppie di pensionati si contino sulle dita di una mano . A parte il clima , se si vive in determinate regioni del Paese , non ci sono particolari vantaggi .
      Se si ha una buona rendita da pensione e si vuole vivere fuori dell'Italia per sfuggire alla inclemenza del clima invernale meglio pianificare periodi prolungati di vacanza .

    • d'accordissimo! Io sono un "aposentado"ed è quello che al momento faccio io con mia moglie: 6,5 mesi in Brasile e 5,5 mesi tra Italia, Slovenia e Spagna. sto anche pianificando un rientro definitivo in Europa tra 3-4 anni, se non prima….dipendendo dal cambio dall'inflazione e dal costo della vita in generale qui in Brasile. Iniziamo ad avvertire che "stiamo un poco stretti".

  5. Come ho sempre sostenuto trasferirsi a vivere in Brasile deve essere una scelta profondamente motivata . La crisi di lavoro in Italia non basta . Lo testimonia la attuale situazione di crisi in Brasile . La bonanza non dura per sempre . La crisi invece non sembra seguire regole temporali precise . Dopo 10 anni da che ho lasciato l'Italia , il Paese sta peggio di prima .

    Detto ciò credo che il Brasile in questo momento abbia perso buona parte del suo appeal . Lo testimonia il crollo nelle richieste di visto che ho sperimentato negli ultimi due anni . Il motivo non è certo perchè in Italia la situazione sia migliorata ma perchè le prospettive future del Brasile si sono profondamente modificate in peggio .

    Di solito si parla solo di inflazione , juro , PIL , ecc ma qui conviviamo quotidianamente con una instabilità sociale preoccupante che cresce di giorno in giorno . La stessa forza dirompente della operazione Lavajato sembra essersi esaurita . Tutti i penitenziari del Paese sono in mano a fazioni criminali ed i detenuti entrano ed escono a piacimento ed ammazzano i concorrenti letteralmente tagliandone a pezzi il corpo .

    A quasi una settimana dall'ultima rivolta nel penitenziario statale di Alcazuz (RN) la polizia non ha ancora il controllo dei padiglioni , non sanno quanti sono i morti ( si parla di almeno 26 ) e soprattutto non se ne conoscono le generalità perchè stranno ricomponendo il puzzle dei corpi .

    Nel frattempo la gente comincia a correre nei posti di salute per vaccinarsi contro la febbre gialla che minaccia di essere la prossima pandemia qui in Brasile .

    La presidente del Supremo Tribunale Carmen Lucia non trova di meglio che , in questa situazione , mandare libri ai detenuti per incentivare la lettura . Ma … se vivono come bestie uno sull'altro in celle prive di qualsiasi confort e incendiano e distruggono tutto ( materarri , suppellettili , ecc ) durante le rivolte cosa ne fanno dei libri ? Lo so … li useranno come combustibile per gli incendi !

  6. c'è anche un altro motivo per cui il brasile ha perso l'appeal: non esiste più la sessualità spensierata, felice, allegra di una volta (e non parlo delle GdP ovviamente, quelle le trovi pure in arabia saudita).
    e poi se ci levi le neo-ciccione (80% delle brasiliane odierne), le lesbiche, le femministe, le tossiche di cellulare, le "crente"… chi ci rimane?
    lucio.

    • Ah,ah,ah … bellissima questa catalogazione ! Comunque le " crente " non hanno nulla contro il sesso spensierato :).

      In verità non so se questa sessualità spensierata sia mai esistita o sia solo una nostra proiezione da gringo che con il passare degli anni si è rivelato un terribile inganno .
      Ai primi tempi , si sa, tutti hanno gli occhi foderati di prosciutto . Giovani , moneta forte , italiani ( parlo di 10 anni fa ed oltre ) … sembra di vivere in una favola . Sorridi ad una donna , la sera sei già a cena con lei e la notte non si dorme . Poi arriva il conto . I genitori della bella sono ammalati , devono comprare medicine costosissime o fare chirurgie già a lungo rinviate .La spesa al supermercato , di quelle con due carrelli ! Alla fine , fai quattro conti e scopri che forse era meglio passare la serata in qualche sauna 🙂

    • accadeva certamente quello che dici tu. ma sarei poco intelligente se analizzassi le evoluzioni culturali solo estrapolando le esperienze dei gringos.
      io vivo in un "bairro popular", il gringo più vicino è a 3km. ho amici e vicini bahiani e ascolto quello che dicono. ho sempre casa piena di amici dei miei figli e ascolto quello che dicono, o di parenti e amiche della mia compagna e ascolto quello che dicono. e osservo quello che mi succede intorno.
      e ne deduco che c'è stato negli ultimi 10-15 anni un "raffreddamento" IMMANE da quel punto di vista. anche tra loro, tra brasiliani, tra poveri, tra studenti.
      lucio.

    • Alcune volte i cambiamenti , specialmente quando così diffusi ed importanti , hanno poche cause importanti . Il periodo di 10-15 anni è proprio quello in cui sono partite le politiche di " coscientizzazione " sui rischi del sesso non protetto ( AIDS & FRIENDS ).

      Comunque avendo vissuto 5 anni a Salvador e 7 a Natal oltre a brevi permanenze a Rio e Sao Paulo posso dire che l'approccio bahiano è ( era ) unico . Qui a Natal , dal punto di vista delle relazioni non a pagamento , non è cambiato molto . E' abbastanza semplice per un locale o un residente gringo conoscere persone dell'altro sesso . Se poi sai ballare il forrò sei a posto .

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here