Home News L’ultimo post di vivereinbrasile ?

L’ultimo post di vivereinbrasile ?

43
18
CONDIVIDI

L’ultimo post  di vivereinbrasile ? Probabilmente no , ma Google mi sta minacciando di chiudere l’account se non pago . In realtà io ho tentato ma sul sito non si capisce nulla . Ci sono sigle incomprensibili e dopo diversi tentativi a vuoto mi solo letteralmente rotto i coglioni ed ho deciso di mandarli a quel paese .

Alla fine questa avventura è iniziata con un sito gratuito su Blogspot , dopo mi hanno offerto di tirare blogspot che allungava di molto l’indirizzo da digitare per un valore molto modesto di 10 UDS l’anno . Dopo un pò hanno deciso autonomamente che il mio era un sito commerciale e che dovevo pagare una tassa che si trattenevano direttamente dalla mia carta . 

Un giorno la carta è scaduta e non sono riuscito più ad accedere al sito per l’updating del mezzo di pagamento . Il sito è farraginoso e tutto in inglese lingua che io conosco bene ma che non intendo perchè debba usarla visto che sono un cliente italiano . Non esiste alcuna possibilità di inviare e-mail di richiesta di chiarimento .

Il seguente è l’ultimo di questi ” tenebrosi ” messaggi, è arrivato oggi :

Ciao,

Dai dati in nostro possesso risulta che l’abbonamento per la registrazione del dominio vivereinbrasile.com è stato sospeso per motivi di pagamento. Il dominio non verrà rinnovato in data 8 febbraio 2017 a meno che non vengano aggiornati i dati di pagamento e il rinnovo automatico non venga impostato su ATTIVATO,
Se non aggiorni i tuoi dati di pagamento e non attivi il rinnovo automatico, la registrazione del tuo dominio scadrà, il tuo account G Suite non sarà più associato al tuo nome di dominio e potresti perdere tutti i dati associati al tuo account G Suite.
Per aggiornare i tuoi dati di pagamento e attivare il rinnovo automatico puoi accedere al tuo account.
Se tento di accedere all’account ricevo la risposta :
admin.google.com is for G Suite accounts only. Regular Gmail accounts cannot be used to sign in to admin.google.com. Learn more
In pratica l’account Google NON può essere usato , devo usare un fantomatico G Suite account . Ma … l’account Google non era unico e a vita ? E’ nato appunto per questo , per evitare di dover digitare cento password differenti .
Ma alla fine cosa è G-Suite ? A cosa serve ? Ecco la descrizione incontrata su internet .
G Suite è un pacchetto di servizi basati sulla cloud che permette alla tua azienda o scuola di collaborare online in un modo del tutto nuovo, non solo utilizzando email e chat, ma anche tramite videoconferenze, social media, documenti condivisi in tempo reale e molto altro ancora. Devi solo registrarti per un account G Suite che ti fornisca il nome di dominio che desideri utilizzare con servizi Google. 

Dopo che ci avrai dimostrato di essere il proprietario del dominio, tu e il tuo team potrete iniziare a utilizzare Gmail, Calendar, Drive e gli altri servizi principali di G Suite, oltre a servizi aggiuntivi come Google+, Hangouts, Blogger e altri ancora.
Bene , ma io cosa c’entro ? Non sono nè una azienda , nè una scuola . Cosa vogliono da me ? 
In attesa degli eventi e sperando si accorgano del madornale errore che stanno facendo mi congedo dai lettori . Mi sento come se stessi per fare una chirurgia . Mi hanno appena iniettato l’anestesia . Non so se mi sveglierò con una mano che scuotendomi mi dice : è andato tutto bene o … se Google disattiverà  il sito e metterà in vendita il dominio .  Bits eri  e bits ritornerai !
CONDIVIDI

18 Commenti

  1. come ti capisco! Il problema è che "loro" (Google) sono degli automi (robots) e tu sei un umano. O meglio tu sei "organico" loro sono "meccanici". Ti fa onore quello che hai creato e fatto fino ad oggi e che continuerai a fare! Avanti tutta.

    • Grazie Undo e soprattutto grazie a te a Marco ed ai tanti amici e lettori che mi hanno seguito in questi anni e che hanno contribuito con la loro diretta esperienza ad arricchire di contenuti autentici questo diario elettronico . Il merito è tutto vostro .

    • sono io che ringrazio te! se dovesse succedere …. sono certo che non starai mai fermo dovunque andrai! con internet il mondo è diventato piccolo anche se tutti noi dipendiamo sempre di piu' da automatismi "meccanici". ci vorrebbe un internet "organico" ma è molto difficile e molto presto! ate mais caro Antonio!

    • Carissimo Antonio mi dispiace molto ( se dovesse accadere la chiusura del Blog )perché per me è un appuntamento quasi quotidiano anche se non partecipo molto alle discussioni.Sei e siete stati dispensatori di notizie e consigli molto utili per le persone interessate a vivere in Brasile …. accidenti proprio adesso che ho firmato il preliminare per la vendita dell'appartamento e che mi accingo a trasferirmi a Joao Pessoa definitivamente ( vado contro corrente come vedi ). Sarei sicuramente venuto a Natal per conoscerti di persona con la mia famiglia. Ti auguro tutto il bene possibile e grazie .
      Enrico da Ferrara

  2. c`e`poco da dire, e`la fine di un`epoca, Antonio rientra a casa , l` Italia ,e la sua apprezzata creazione Vivere in Brasile forse si spegne. E` da quando sto qui, 2007, che seguo V.I.B , una guida per noi espatriati, un bar virtuale in cui sentirsi italiano e capire i problemi del vivere qui. Io partirei domani se potessi, ma ognuno di noi ha i suoi tempi per mollare "la terra del futuro" ferma al Medioevo.Un grazie di cuore Antonio per quello che ci hai dato e buon rientro in Italia.

    • Grazie delle gentili parole LA LIVELLA . Comunque come ho già specificato il mio eventuale rientro in Italia non c'entra nulla con la discontinuità del Blog . Se questo dovesse accadere sarà dovuto a Google .Sino ad allora i post continueranno regolarmente .

  3. Per me che ti seguo oramai da molti anni questa è una ferale notizia. Spero vivamente che riuscirai a risolvere questo dannato "intrigo del web" Antonio perchè per me il passaggio distensivo quotidiano sul tuo blog è un "must" a cui mi spiacerebbe molto dover rinunciare. A rileggerti presto!

    • Non ho ancora deciso . Dedicherò il primo anno a fare questa scelta .Sicuramente , finchè potrò , cercherò di viaggiare fuori dell'Italia in posti che conosco perchè ci ho vissuto in passato e dove ho amici o parenti .In primo luogo ritornerò a Cracovia dove ho vissuto anni meravigliosi e dove ho un caro amico . Altro viaggio è Pattaya in Thailandia dove mio fratello ha avviato un ristorante pizzeria che fa delle cose buonissime . Vedere per credere : https://www.facebook.com/profile.php?id=100012197083733&fref=ts

  4. Grazie per il grande e veritiero contributo che ci ha dato in questi anni, senza tralasciare gli aspetti legislativi, imprenditoriali e di vita quotidiana. Facendoci capire il reale contesto brasiliano fatte di tante belle cose ma infelicemente di altrettanti aspetti negativi! In primis la sicuerezza e il forte livello di corruzione. Spero un giorno di poter vedere questo grande PAESE non solo fatto di grandi estensioni, visto che è 28 volte l'Italia; ma GRANDE soprattutto nei diritti civili, nella sicurezza nel sociale e soprattutto verso quelle persone che come lei hanno contribuito a renderlo più civile. Spero sinceramente che riesca a risolvere questo problema con google perché questo è il più bel blog che ho avuto modo di conoscere visto che mi è servito molto per la mia esperienza nel paese verde oro. In bocca al lupo per tutto! Con stima Paolo

  5. Ciao Antonio, mi dispiace leggere questa notizia. Hai visto se fosse possibile un backup? nell'interfaccia blogger lo trovi sotto impostazioni- altro. Eventualmente potresti aprire un nuovo blog ed importarci i contenuti, almeno una parte.
    Comunque sia ti ringrazio molto per tutti questi anni. Anche io mi sono trasferito in Brasile a Salvador circa 5 anni fa e il blog mi è stato molto utile, ma soprattutto piacevole per le tue competenze economiche-finanziarie ma anche per il tuo bello spirito. Adesso sono in Toscana, se volessi passare di qui saresti il mio ospite. Un abbraccio e boa sorte

  6. Con molto piacere, vedo che, dopo alcuni giorni di assenza, il blog é tornato !!!! Spero che si siano risolti i problemi con google e possiamo tenere questo filo di comunicazione che accomuna molti da tanto tempo. Un caro saluto, marco

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here